Live MotoGp/ Test Sepang 2014, diretta seconda giornata. Le parole di Dovizioso e della Ducati (aggiornamenti 5 febbraio)

- La Redazione

Live test MotoGp Sepang: seconda giornata in diretta. La classifica dei tempi: Marc Marquez ancora primo davanti a Dani Pedrosa, Valentino Rossi quarto e migliore della Yamaha

valentino_occhiali
Valentino Rossi (Infophoto)

Anche la seconda giornata di test della MotoGp a Sepang è risultato deludente per la Ducati, che al massimo ha piazzato il privato Andrea Iannone all’ottavo posto, mentre i piloti ufficiali non sono nemmeno riusciti ad entrare nei primi dieci. La strada per la Rossa di Borgo Panigale appare in salita anche quest’anno. Ecco cosa ha dichiarato Andrea Dovizioso, undicesimo in 2’01″146: “Sono contento dei progressi che abbiamo fatto, non mi aspettavo di provare delle sensazioni così buone nel primo test dell’anno. Siamo riusciti a migliorare in inserimento e anche ad avere un po’ più di velocità in centro curva. Acceleriamo un po’ più forte perché la moto si impenna di meno e quindi possiamo usare più potenza. Ci siamo avvicinati ai primi come tempi, come passo anche, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Però giudico i miglioramenti che abbiamo fatto in questi primi due giorni più che positivi”. Insomma, il ‘Dovi’ si concentra sugli aspetti positivi della giornata, come fa anche il suo compagno Cal Crutchlow. Il britannico ha ottenuto il dodicesimo posto con il tempo di 2’01″396: “Credo di essere uno dei piloti che ha migliorato di più oggi come tempo sul giro. Ieri ero un po’ arrugginito e non avevo il feeling giusto sulla moto, ma il problema è stato soltanto mio. Oggi abbiamo girato solo con la GP14, testando alcuni assetti che non avevamo avuto tempo di provare ieri. Il risultato è stato positivo e quindi abbiamo fatto un buon passo in avanti. La nuova moto è molto migliorata nell’ingresso in curva, ed è un fatto positivo per la Ducati. In generale direi che sono piuttosto soddisfatto, anche se siamo abbastanza lontani dai primi”. Alcune interessanti dichiarazioni arrivano anche dal collaudatore Michele Pirro che è sceso in pista ottenendo il tredicesimo posto in 2’02″177: “Oggi abbiamo lavorato su alcuni particolari, come ad esempio il freno motore, e abbiamo fatto anche alcune prove per capire i consumi: infatti sono rimasto a piedi senza benzina lungo il tracciato! Dato che la moto è nuova stiamo ancora cercando di capire diverse cose ed è il mio compito provare tutte le novità che abbiamo portato qui. Sono contento, anche se so che ci vorrà ancora tanto lavoro e un un po’ di tempo, però adesso abbiamo le idee chiare su che cosa fare”.

E’ un Valentino Rossi soddisfatto quello che commenta la seconda giornata della prima sessione di test ufficiali a Sepang. Queste le dichiarazioni del pilota pesarese al termine dei suoi 60 giri di prova: “Oggi è un’altra giornata positiva, abbiamo lavorato molto e ho percorso tanti giri. Abbiamo provato un sacco di cose tra cui pneumatici nuovi e vecchi, per cercare di fare un confronto. Abbiamo lavorato sulle regolazioni della moto e provato alcune altre cose, alcune erano buone e altre non hanno funzionato come ci aspettavamo. Comunque sono contento perché ho ??migliorato il mio tempo sul giro rispetto a ieri e sono in quarta posizione e non lontano dal vertice. E’ stata una seconda giornata difficile, stiamo lavorando ed abbiamo raccolto dati, domani proveremo altre cose“. Per Rossi un miglior tempo , dietro al trio Marquez-Pedrosa-Bradl, e un pieno di speranze verso l’inizio della Motomondiale 2014, che si aprirà con lil Gran Premio del Qatar a Losail in programma il prossimo 23 marzo.

In condizioni climatiche molto simili a quelle di ieri, con gran caldo a Sepang, si è disputata la seconda giornata dei test della MotoGp: dominio Honda, con in particolare un Dani Pedrosa decisamente più positivo rispetto a ieri, anche se al comando troviamo sempre Marc Marquez. In ogni caso, la Hrc ha mandato un messaggio molto chiaro, che ora la Yamaha dovrà raccogliere: significativo notare che Valentino Rossi ha preceduto Jorge Lorenzo sia ieri sia oggi. Tuttavia ad impressionare tutti – anche nei commenti di tifosi e appassionati sui social network – c’è soprattutto Aleix Espargaro, ieri settimo ed oggi addirittura quinto (davanti a Lorenzo) in sella ad una moto Open della Ftr-Yamaha. Dimostrazioni che le eredi delle Crt potranno essere competitive, ma certamente il centauro spagnolo sta andando fin da subito oltre le più rosee previsioni.

Si è conclusa da pochi minuti la seconda giornata di test della MotoGp a Sepang, in Malesia. Senza novità di rilievo nella parte finale della sessione, il miglior tempo di giornata è andato – come già ieri – all’iridato in carica Marc Marquez, che ha saputo portare la sua Honda all’eccellente tempo di , primo ad abbattere il muro dei due minuti nel 2014 (il record della pista è di 1’59″607). Dunque il giovane fa sul serio fin da subito, e mette in chiaro che non sarà facile per nessuno scalzarlo dalla vetta anche in questa stagione. La giornata ha soprattutto esaltato la Honda, visto che in seconda posizione troviamo l’altro pilota ufficiale Dani Pedrosa a 410 millesimi, seguito a minima distanza dal tedesco Stefan Bradl, staccato di 413 millesimi dalla testa della classifica, e dunque di soli 3 da Pedrosa. Ottima notizia per il costruttore giapponese, meno per Pedrosa che deve già inseguire il giovane compagno-rivale. E la Yamaha? Oggi è scivolata più indietro, anche se Valentino Rossi può essere soddisfatto per essere riuscito a stare davanti al compagno di squadra Jorge Lorenzo per il secondo giorno consecutivo: il Dottore è quarto in 2’00″464, a 538 millesimi da Marquez, mentre per trovare Lorenzo bisogna scendere al sesto posto, visto che in mezzo a loro si è piazzato un Aleix Espargaro che continua a sorprendere in sella alla sua Ftr-Yamaha. Chi invece non riesce proprio a trovare il bandolo della matassa è la Ducati. Proprio come ieri, il migliore è stato il privato Andrea Iannone, ancora una volta relegato in ottava posizione, mentre per trovare i piloti ufficiali bisogna scendere all’undicesimo posto di Andrea Dovizioso e al dodicesimo di Cal Crutchlow. Per la Rossa ci sarà ancora da soffrire… (Mauro Mantegazza)

Dominio Honda finora nella seconda giornata di test della MotoGp a Sepang. Infatti, al primo posto troviamo nuovamente il campione in carica Marc Marquez, con il tempo di 1’59″926, sfondando quindi la soglia dei due minuti. Si avvicina il compagno di squadra Dani Pedrosa, secondo ma comunque staccato di 410 millesimi al momento, e in terza posizione troviamo il tedesco Stefan Bradl, con la Honda privata del team gestito da Lucio Cecchinello.Valentino Rossi è quarto a 538 millesimi dal primo, ma comunque ottiene la soddisfazione di essere il miglior pilota Yamaha, dal momento che Jorge Lorenzo – dopo un ottimo avvio – è stato superato da molti e ora è sesto, alle spalle anche di un sorprendente Aleix Espargaro, che anche oggi si conferma protagonista come già ieri. La Yamaha ha pubblicato su Twitter una foto della grande concentrazione di Rossi prima di tornare in sella alla sua moto dopo la pausa di metà giornata. Eccola qui sotto…

Valentino Rossi nei test di Sepang

Continua anche oggi la sessione di test della MotoGp sul circuito malese di Sepang in vista dell’inizio del Motomondiale 2014. Siamo alla seconda di tre giornate di questa sessione di prove che è cominciata ieri e si chiuderà domani, tre giorni molto importanti per sviluppare le moto che poi si daranno battaglia a partire dal 23 marzo, quando si disputerà il primo Gran Premio della prossima stagione. In Malesia fa molto caldo, con temperatura che ha sfiorato i 40 gradi centigradi (e i 60° sull’asfalto), ma piloti e tecnici devono resistere e pensare a lavorare nel modo più proficuo possibile. Dopo le giornate del novembre scorso a Valencia, con alcuni giorni di test immediatamente successivi all’ultimo Gran Premio della passata stagione, questi test diventano ancora più importanti perché, dopo oltre due mesi di ulteriore sviluppo in fabbrica, le moto tornano ad assaggiare l’asfalto. Sotto i riflettori ci sono sempre i team ufficiali di Honda e Yamaha, che ieri hanno piazzato subito i loro quattro piloti nelle prime quattro posizioni: insomma, la stagione inizia subito nel segno dei cosiddetti Fantastici Quattro. Il dominatore è stato Marc Marquez, che ha inflitto a tutti i rivali oltre mezzo secondo di distacco: una dimostrazione di forza impressionante per il ventenne campione del Mondo in carica. In Italia però i tifosi sorridono ugualmente, perché in seconda posizione troviamo Valentino Rossi, che inoltre aveva a lungo occupato la posizione più ambita prima che Marquez si scatenasse. Per il Dottore di Tavullia, comunque, resta la soddisfazione di avere preceduto Dani Pedrosa, a lungo in ombra prima di riuscire a risalire in extremis almeno fino al terzo posto, e Jorge Lorenzo, quarto e quindi ultimo dei big. Molto più deludente la Ducati, soprattutto il team ufficiale che non è andato oltre il dodicesimo posto di Andrea Dovizioso e il quattordicesimo Cal Crutchlow, anche se il miglior pilota di Borgo Panigale è stato Andrea Iannone, ottavo con la moto satellite del Team Pramac; ci sarà comunque molto lavoro da fare per il nuovo Direttore generale Gigi Dall’Igna per riportare la Ducati ad essere competitiva. Spicca invece il settimo posto di Aleix Espargaro, settimo con la migliore delle Production Racer ‘Open’, nuova categoria che sostituisce le CRT al fianco delle ‘normali’ MotoGp. Le Open dovranno utilizzare l’elettronica standard, ma avranno a disposizione un maggior numero di motori e più carburante durante le gare. Tutti discorsi che però riguardano soprattutto le retrovie, perché davanti la battaglia coinvolge sempre i soliti noti. Si è detto soddisfatto della prima giornata Valentino Rossi: “Sono contento di come è andata. Abbiamo provato tante piccole cose, sicuramente ho capito meglio come fermare meglio la moto in staccata: l’anno scorso su questo avevo sempre sofferto. Sono sempre stato nei primi tre, ho migliorato il feeling con la moto, sono stato veloce per tutta la giornata; i tempi sono già buoni. Purtroppo Marquez è andato troppo forte; ma cercheremo di avvicinarci nei prossimi giorni”. Ma adesso è già tempo di concentrarsi su quanto accadrà oggi a Sepang: la parola passa alla pista per altre otto ore di prove…

 

1. MARQUEZ M. Repsol Honda Team 1:59.926

2. PEDROSA D. Repsol Honda Team +0.410

3. BRADL S. LCR Honda MotoGP +0.413

4. ROSSI V. Yamaha Factory Racing +0.538

5. ESPARGARO A. NGM Mobile Forward Racing +0.621

6. LORENZO J. Yamaha Factory Racing +0.647

7. SMITH B. Monster Yamaha Tech 3 +0.677

8. IANNONE A. Pramac Racing +0.929

9. BAUTISTA A. GO&FUN Honda Gresini +0.971

10. ESPARGARO P. Monster Yamaha Tech 3 +1.135

11. DOVIZIOSO A. Ducati Team +1.220

12. CRUTCHLOW C. Ducati Team +1.470

13. PIRRO M. Ducati Test Team +2.251

Classifica tempi test Sepang

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori