Live MotoGp/ Test Sepang 2014, diretta terza giornata. Rossi: buon feeling con la moto. Tempi e cronaca (aggiornamenti 6 febbraio)

- La Redazione

Live MotoGp, test Sepang: diretta terza giornata. La classifica dei tempi: Marquez primo con un tempo record, Rossi secondo e molto vicino. Impressiona Espargaro, migliora la Ducati

marquez_rossi
Valentino Rossi con Marc Marquez ad Assen 2013 (Infophoto)

La terza e ultima giornata di test a Sepang è stata certamente la migliore per la Yamaha, che ha piazzato Valentino Rossi al secondo posto (a meno di due decimi da Marc Marquez) e Jorge Lorenzo terzo. Insomma, se è vero che il ventenne fenomeno della Honda ha dominato tutte e tre le giornate, è anche vero che la Yamaha è cresciuta costantemente, soprattutto con Rossi che è sempre riuscito a stare davanti al compagno di squadra. Il sito ufficiale della Casa giapponese ha sottolineato che si è trattato di test molto positivi, soprattutto perché sia Rossi sia Lorenzo sono riusciti a portare a termine una simulazione di Gran Premio. Ecco le parole di Valentino: “Il test è stato molto buono. Io sono contento per il secondo posto e ancora di più per il giro, che è stato il migliore della mia carriera a Sepang, il primo sotto i due minuti. Ho trovato un buon feeling con la moto, e questo è molto positivo. Abbiamo fatto una simulazione di Gran Premio al pomeriggio, che è servita per capire i problemi. Abbiamo sofferto per tenere un buon ritmo, ma come prima prova non è andata male”.

Si è reso protagonista di una sessione di test molto positiva a Sepang, sempre davanti a Jorge Lorenzo in tutti e tre i giorni. Oggi però è stato in assoluto il giorno migliore per il Dottore della Yamaha, che ha chiuso al secondo posto a meno di due decimi dal battistrada Marc Marquez. Se lo spagnolo è sceso sotto il precedente record della pista, anche Rossi ci è andato molto vicino, scendendo per la prima volta sotto il “muro” dei due minuti. Inevitabilmente soddisfatto il commento di Rossi, che ha scritto sul proprio profilo Twitter (@ValeYellow46): “Buon test, la prima volta sotto i 2 minuti a Sepang”. Valentino era di buon umore, come dimostra anche la foto postata a corredo del commento, che lo mostra in una posa curiosa sulla sua moto.

Valentino Rossi a Sepang

Senza novità sostanziali nelle ultime due ore dei test della MotoGp a Sepang, anche la terza giornata si è chiusa con Marc Marquez al comando. Una prestazione eccellente da parte del campione del Mondo in carica, che ha spinto la sua Honda fino al tempo di , che costituisce il nuovo record della pista per il ciircuito malese. Insomma, una notevole dimostrazione di forza per chiudere tre giorni nei quali il ventenne Marquez è sempre stato al comando. Tuttavia, può festeggiare anche Valentino Rossi, secondo. Vale dunque in tutti e tre i giorni è stato il miglior pilota della Yamaha, ma oggi è andato oltre: il suo tempo è stato davvero eccellente, tanto che il Dottore ha chiuso la giornata a soli 194 millesimi di ritardo dal tempo record del nuovo fenomeno spagnolo, sfiorando egli stesso il vecchio record della pista. Insomma, Rossi esce benissimo da questi tre giorni di test, che sembrano indicare per lui un ruolo che nel 2014 potrebbe andare molto oltre l'”abbonamento” al quarto posto che aveva caratterizzato la passata stagione. Terzo Jorge Lorenzo a poco più di tre decimi di Marquez, a dimostrazione di una buona giornata per la Yamaha, ma chi continua a stupire è Aleix Espargaro, che si colloca addirittura in quarta posizione con la sua Ftr-Yamaha Open, che ha stupito anche i quattro big dei due team ufficiali dei colossi giapponesi. Ha deluso oggi Dani Pedrosa, solamente sesto alle spalle anche della Honda privata di Stefan Bradl, mentre finalmente arriva almeno qualche segnale confortante da parte della Ducati. Il settimo posto di Andrea Dovizioso e il distacco finalmente inferiore al secondo (837 millesimi, per la precisione) fanno tornare il sereno in casa della Rossa, anche se il cammino per essere competitivi ai massimi livelli si annuncia ancora piuttosto lungo. (Mauro Mantegazza)

Manca poco meno di 2 ore alla fine dell’ultimo giorno di sessione di test motogp 2014 a Sepang. Continua il dominio di Marquez che fa segnare il miglior tempo di 1:59.533 (record della pista). Alle costole del campione del mondo c’è un rinato Valentino Rossi che in questi tre giorni di test sta tenendo alta la bandiera della Yamaha contro lo strapotere Honda che stanno dimostrando ancora una volta di essere le moto da battere anche per questo campionato motogp 2014. Oggi Rossi si piazza a poco meno di 2 decimi dal campione spagnolo in seconda posizione, riducendo di 3 decimi il gap che lo divideva nei primi due giorni di sessione. Brillano meno le stelle di Pedrosa e Lorenzo ancora un po’ poco costanti nelle prestazioni. Da sottolineare un buon Dovizioso con la sua Ducati a 8 decimi da Marquez e le buone prove dei fratelli Espargaro. Vi riportiamo il riepilogo dei primi 13 tempi aggiornati alle ore 9.00: MARQUEZ 1:59.533, ROSSI +0.194, LORENZO +0.333, ESPARGARO A. +0.465, BRADL +0.579, PEDROSA +0.690, DOVIZIOSO +0.837, ESPARGARO P. +1.122,IANNONE +1.192,BAUTISTA +1.255,SMITH +1.363,CRUTCHLOW +1.527,HAYDEN +1.981

 Oggi è il terzo e ultimo giorno della sessione di test della MotoGp sul circuito malese di Sepang in vista dell’inizio del Motomondiale 2014. Dunque oggi è l’ultimo giorno di lavoro per piloti e scuderie sul caldo e afoso circuito che sorge alla periferia della capitale Kuala Lumpur per sviluppare le moto che poi si daranno battaglia a partire dal 23 marzo, quando si disputerà il primo Gran Premio della prossima stagione. Il prossimo appuntamento sarà a fine mese ancora a Sepang, per altri tre giorni intensi di prove. Intanto però pensiamo al presente, e a quanto ci hanno detto le giornate di martedì e di ieri. La situazione è molto chiara: in entrambe le giornate ha dominato Marc Marquez, che ha inflitto distacchi pesanti (sempre oltre i quattro decimi) a tutti i rivali. Insomma, il ventenne fenomeno della Honda sembra seriamente intenzionato a lasciare il segno fin da subito sulla stagione che lo vedrà chiamato a cercare di difendere il titolo conquistato a sorpresa nel 2013, al suo primo anno nella classe regina. Tutti gli altri stanno già inseguendo, con la Honda che globalmente sembra essere messa meglio della Yamaha. Dani Pedrosa infatti ieri si è piazzato al secondo posto dopo essere stato a lungo al comando, segnale importante da parte dello spagnolo che invece il primo giorno sembrava un po’ in difficoltà. In casa Yamaha è da segnalare che in entrambi i giorni Valentino Rossi si è piazzato davanti a Jorge Lorenzo: segnale molto importante di competitività da parte del Dottore di Tavullia, che sembra maggiormente in grado di contrastare i rivali rispetto a quanto sapeva fare nella passata stagione, quando era di fatto abbonato al quarto posto. Si è detto soddisfatto infatti della seconda giornata il nove volte campione iridato, che è riuscito a percorrere ben 60 giri del circuito asiatico: “Oggi è un’altra giornata positiva, abbiamo lavorato molto e ho percorso tanti giri. Abbiamo provato un sacco di cose tra cui pneumatici nuovi e vecchi, per cercare di fare un confronto. Abbiamo lavorato sulle regolazioni della moto e provato alcune altre cose, alcune erano buone e altre non hanno funzionato come ci aspettavamo. Comunque sono contento perché ho migliorato il mio tempo sul giro rispetto a ieri e sono in quarta posizione e non lontano dal vertice. E’ stata una seconda giornata difficile, stiamo lavorando ed abbiamo raccolto dati, domani proveremo altre cose”. Ma adesso è già tempo di concentrarsi su quanto accadrà oggi a Sepang: la parola passa alla pista per altre otto ore di prove…

1. MARQUEZ M. Repsol Honda Team 1:59.533

2. ROSSI V. Yamaha Factory Racing +0.194

3. LORENZO J. Yamaha Factory Racing +0.333

4. ESPARGARO A. NGM Mobile Forward Racing +0.465

5. BRADL S. LCR Honda MotoGP +0.579

6. PEDROSA D. Repsol Honda Team +0.690

7. DOVIZIOSO A. Ducati Team +0.837

8. ESPARGARO P. Monster Yamaha Tech 3 +1.122

9. IANNONE A. Pramac Racing +1.192

10. BAUTISTA A. GO&FUN Honda Gresini +1.255

11. SMITH B. Monster Yamaha Tech 3 +1.363

12. CRUTCHLOW C. Ducati Team +1.524

13. HAYDEN N. Drive M7 Aspar +1.981

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori