MotoGp Gran Premio del Qatar/ Il pronostico di Giacomo Agostini (esclusiva)

- int. Giacomo Agostini

Gran Premio del Qatar MotoGp 2014, la presentazione di GIACOMO AGOSTINI alla gara di Losail e al Motomondiale che scatterà questa domenica: le possibilità di Valentino Rossi e della Ducati

marquez_rossi
Valentino Rossi con Marc Marquez ad Assen 2013 (Infophoto)

Inizia con le prove libere di oggi in Qatar il Mondiale MotoGp 2014. Un weekend molto lungo che culminerà domenica con la prima di 18 gare di una stagione che presenta diversi aspetti interessanti. Regole nuove per rendere più incerto e combattuto il Mondiale, con l’introduzione delle moto Open che potrebbe portare in breve tempo a una vera e propria rivoluzione, già scelta dalla Ducati che ha spezzato il fronte delle case ufficiali con le moto Factory. In primo piano ci sono comunque i big dei team ufficiali di Honda e Yamaha, con in primo piano il campione del Mondo in carica Marc Marquez, che dopo avere vinto il titolo della classe regina a soli 20 anni proverà a concedere immediatamente il bis. I connazionali Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo potranno cercare di strappargli la corona iridata, sperando che possa fare grandi cose anche Valentino Rossi, reduce da test invernali che hanno dato esiti molto buoni, al pari di quelli di Andrea Dovizioso con una Ducati in crescita. Per presentare il Mondiale MotoGp 2014 abbiamo sentito il più grande pilota di tutti i tempi, Giacomo Agostini. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come vede questo Mondiale 2014? Potrebbe essere un Mondiale molto incerto e combattuto, certamente con numerose novità rispetto al passato.

Ce le può presentare? Chi utilizzerà le moto Open usufruirà di 24 litri di benzina invece di 20 in gara e di 12 motori invece di 5. Tutti cambiamenti che potrebbero dare tanta incertezza al Mondiale. Sarà però interessante capire se tutto questo sia giusto o se penalizzerà certe case.

Valentino Rossi sarà protagonista? Dai test si è visto che è in grande forma, speriamo quindi che possa essere veramente così.

Sarà però ancora Marquez il favorito per il successo finale? Non sarà forse così scontato, anche se resta un grande pilota, capace di fare cose importanti.

Riuscirà mai a emulare la carriera di Giacomo Agostini? E’ sulla buona strada, anche se ripetere quello che ho fatto io per quindici anni nella mia carriera non sarà certamente facile.

Quali saranno le possibilità di Lorenzo? Lorenzo è un pilota vincente di natura, potrebbe fare cose veramente importanti e vincere anche il Mondiale.

E quelle di Pedrosa? Anche Dani parte sempre per fare bene e ci riesce. E’ un altro pilota molto forte, dovrebbe lottare anche lui per vincere il Mondiale.

La Ducati cosa potrebbe fare?

Si è visto già dai test che sta andando bene, utilizzerà le moto Open e questo potrebbe essere veramente un vantaggio.

Possibili outsider quali potrebbero essere, magari i fratelli Espargaro? Loro sono molto forti e hanno delle moto molto affidabili. C’è da dire che proprio grazie alle nuove regole ci dovrebbe essere molto più equilibrio in questo Mondiale.

E in Qatar chi potrebbe vincere la prima gara? Adesso è difficile dirlo, è difficile pronosticare chi possa vincere. E’ un terno al lotto, aspettiamo la gara di domenica. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori