MotoGp Gran Premio del Qatar/ Il pronostico sulla gara di Nico Cereghini (esclusiva)

- int. Nico Cereghini

Gran Premio del Qatar 2014 MotoGp: il pronostico di Nico Cereghini sulla gara che si disputerà sul circuito di Losail. Le qualifiche hanno esaltato Marc Marquez (pole position), male Rossi

marquez_rossi
Valentino Rossi con Marc Marquez ad Assen 2013 (Infophoto)

Non cambia niente, è sempre lui il più forte: Marc Marquez ha stabilito il miglior tempo nelle prove ufficiali del Gran Premio del Qatar, il primo di questa stagione 2014 della MotoGP (clicca qui per la cronaca delle qualifiche e la griglia di partenza). Nonostante il recente infortunio e i tanti cambi nel regolamento, Marquez ha dimostrato sulla sua Honda di avere una marcia in più rispetto a tutti gli altri piloti. Se Marc è la conferma, non è mancata qualche sorpresa: secondo Alvaro Bautista sulla Honda del team Gresini, terzo la sorpresa di queste prove Bradley Smith su Monster Yamaha Tech 3. Quarto Andrea Dovizioso su Ducati, a ottimi livelli finalmente! Stupiscono i piazzamenti lontani dalle prime posizioni di Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, ma soprattutto di Valentino Rossi, solo decimo. Ha deluso Aleix Espargaro, che è però caduto due volte. Il leit motiv di questo campionato potrebbe essere la sfida tra le Factory e le Open. La gara di domani si annuncia comunque molto combattuta, tanti piloti divisi da margini assai ridotti, con un Marquez che sembra però di un’altra categoria. Batterlo sarà veramente difficile. Per presentare il Gran Premio del Qatar abbiamo sentito Nico Cereghini. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come giudica queste prove? Devo dire che le qualifiche hanno riconfermato le moto Factory come le più forti, mentre le Open non sono andate certo bene. Al di là infatti di Dovizioso, che è arrivato quarto, le prime posizioni sono delle Factory. Aleix Espargaro, che ha una Open e doveva essere un protagonista in queste prove, è caduto due volte e questo ha pregiudicato il suo tempo. Un’altra cosa da sottolineare è il difficile momento della Yamaha.
Quali sono quindi i motivi del decimo posto di Valentino Rossi? Lui nelle prove non riesce mai a dare il massimo. Ha detto comunque che è fiducioso per la gara dove spera di fare cose importanti…
Marquez sempre eccezionale invece… Sì, è davvero eccezionale. Ha corso non al meglio delle sue condizioni fisiche, ma è stato ancora una volta primo in queste prove ufficiali. Un vero fenomeno!
Cosa pensa della prova di Bautista? E’ stato veramente bravo ed è anche riuscito a prendere poco distacco da Marquez. Del resto i piloti migliori sono tutti racchiusi in un margine ristretto. Complimenti anche a Gresini per il lavoro svolto su questa moto.
La Ducati è promossa? Dovizioso ha fatto bene, la scorsa stagione non avrebbe raggiunto una posizione del genere. Meno bene invece Crutchlow e Iannone.
Lorenzo e Pedrosa potevano fare di più? In effetti partiranno dalla seconda fila, ma credo che questo cambi poco: dovrebbero essere protagonisti in gara.
Smith miglior pilota Yamaha: cosa ne pensa?

Smith è un buon pilota, con un discreto stile di guida. Guida una Factory e ha avuto il vantaggio di venire a provare su questa pista due settimane di fa: questo l’ha aiutato.
Quanto hanno inciso i nuovi regolamenti sui tempi? Poco, perché alla fine sono state le moto Factory a dettare legge ancora una volta!
Il suo favorito per la gara chi è? Saranno sempre i soliti a giocarsi il successo finale, Marquez soprattutto e poi Lorenzo e Pedrosa a tentare di batterlo. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori