MotoGP Gran Premio delle Americhe/ Il pronostico di Manuel Poggiali (esclusiva)

- int. Manuel Poggiali

MotoGp, Gran Premio delle Americhe 2014 ad Austin: il pronostico e la presentazione di MANUEL POGGIALI sulla seconda gara del Mondiale 2014 con Rossi e Marquez ancora protagonisti

marquez_motoGp
Marc Marquez - Infophoto

Secondo appuntamento con il Mondiale della MotoGp: si corre in Texas, ad Austin, il primo appuntamento in terra americana per quello che è stato appunto ribattezzato Gran Premio delle Americhe. C’è grande attesa per Marc Marquez, il giovane campione del Mondo in carica che ha debuttato anche nella nuova stagione con un successo e quindi sarà ancora il pilota da battere, dopo la vittoria nel Gran Premio del Qatar. Tre settimane fa arrivò al secondo posto Valentino Rossi, che adesso cercherà di riproporre la sfida al fuoriclasse iberico anche su una pista che l’anno scorso riservò una forte delusione al Dottore. Ci si attende anche un Jorge Lorenzo molto motivato a dare battaglia dopo l’errore di Losail, e più in generale un Gran Premio molto interessante, in cui vedremo se le moto Open sapranno stavolta vincere la loro sfida ed essere veramente competitive per la vittoria finale, a partire da una Ducati in crescita ma non ancora all’altezza di Honda e Yamaha. Accanto alla gara ecco la bella iniziativa di Kevin Schwantz, testimonial del Gran Premio, che ha proposto di donare un dollaro per ogni biglietto comprato alla Fondazione Simoncelli. Per presentare questa gara di Austin abbiamo sentito l’ex pilota Manuel Poggiali. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Che Gran Premio ti attendi? Una gara che vedrà sempre i soliti protagonisti lottare per la vittoria.
Marquez è sempre il pilota da battere? Lo spagnolo è veramente un fuoriclasse e anche stavolta partirà favorito. C’è anche da dire che è molto aiutato dalla moto che guida.
Valentino Rossi potrà essere il suo antagonista principale? Valentino è partito bene quest’anno e potrebbe fare una grande stagione. Sarà in lotta certamente per i primi posti anche ad Austin.
Quali saranno le possibilità di Lorenzo e Pedrosa? Credo che Lorenzo avrà voglia di rivincita dopo il Gran Premio del Qatar. Anche Pedrosa farà molto bene.
Come vedi la Ducati? La Ducati è molto migliorata quest’anno, è una moto con una casa importante alle spalle, che può investire molto. Credo che potrà fare ottime cose sia qui in Texas sia nelle prossime gare.
Quali saranno le possibilità degli altri piloti? Potranno fare bene i due fratelli Espargaro, Bradl e Bautista, i soliti nomi del Motomondiale.
Le Moto Open cosa potranno fare?

Come ha detto anche la prima gara, per la vittoria saranno sempre i soliti a lottare, non credo che possa cambiare niente.
Cosa pensi dell’iniziativa di Schwantz, testimonial del Gran Premio texano, di dare un dollaro alla Fondazione Simoncelli per ogni biglietto venduto? Una grande cosa perché è giusto ricordare Marco sempre, in ogni occasione e in ogni momento. Spero che questo venga fatto anche in futuro. Marco è un personaggio indimenticabile, che non ha avuto la fortuna di poter esprimere tutte le sue qualità e il suo valore. Mi piace anche il fatto che in questo modo si possa aiutare la Fondazione che prende il suo nome e si impegna per tanti fini a scopo umanitario. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori