Diretta/ MotoGp Gran Premio d’Olanda Assen 2014. Ordine d’arrivo e classifica Piloti: vince Marquez su Dovizioso, quinto Rossi (28 giugno 2014)

- La Redazione

Diretta MotoGp, gara e warm-up del Gran Premio d’Olanda 2014 sul circuito di Assen live: segui la corsa su questo leggendario circuito (28 giugno), con Aleix Espargaro in pole position

marquez_rossi
Valentino Rossi con Marc Marquez ad Assen 2013 (Infophoto)

Marc Marquez ha vinto il Gran Premio d’Olanda della MotoGp davanti ad Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa. Quasi impossibile riassumere tutto quello che è successo in questa gara folle a causa del maltempo a intermittenza, tra scrosci di pioggia e squarci di azzurro. La partenza è arrivata con circa 20 minuti di ritardo, tra rinvii, doppio giro di ricognizione e possibilità di cambiare moto tra il primo e il secondo. Valentino Rossi invece l’ha fatto in extremis, dopo il secondo giro, e quindi è stato costretto a partire dalla pit-lane: farà un’ottima gara tutta in rimonta, ma non potrà andare oltre il quinto posto. I grandi protagonisti sono invece stati i primi quattro: la vittoria è stata un affare tra Marquez e Dovizioso, risolto a favore dello spagnolo quando la pista è andata asciugandosi (con tanto di cambio di moto) e la superiorità della Honda è diventata troppa per la Ducati, che in ogni caso ottiene un fantastico secondo posto. Ma forse è stato ancora più bello il duello fra Pedrosa ed Aleix Espargaro per il terzo gradino del podio: sorpassi e controsorpassi fino a quando nel finale Pedrosa è riuscito ad allungare, proprio come davanti faceva il suo compagno di squadra. Fantastica comunque anche la gara di Espargaro, che ha onorato il meglio la sua pole position. Poi ecco Rossi, di cui abbiamo già detto, e un ottimo Andrea Iannone, sesto con la Ducati Pramac a completare la bella giornata della Rossa di Borgo Panigale. Delusione senza attenuanti invece per Jorge Lorenzo, soltanto tredicesimo al termine di una gara da dimenticare. Bravo invece Danilo Petrucci, che al rientro dall’infortunio riesce a portare a casa un punticino, anche se il risultato più sorprendente è stato l’undicesimo posto di Broc Parkes. (Mauro Mantegazza) 

Marc Marquez ha vinto il Gran Premio d’Olanda della MotoGp, che abbiamo appena vissuto in diretta dal circuito di Assen. Nemmeno una gara “pazza” a causa del meteo ha scalfito il dominio del pilota della Honda sul Motomondiale di quest’anno. Splendido secondo posto per Andrea Dovizioso, che in sella alla sua Ducati è stato l’unico pilota in grado di dare fastidio al numero 93, che arriva a quota otto vittorie consecutive. Il podio è completato da Dani Pedrosa, che ha vinto una bella battaglia con Aleix Espargaro per il terzo posto. Quinto Valentino Rossi: una bella rimonta per il Dottore, ma partire dal box si è rivelato un handicap troppo grande per essere competitivo ai massimi livelli. Ottimo sesto posto per Andrea Iannone, mentre la delusione è stata Jorge Lorenzo, soltanto tredicesimo. Un punto per Danilo Petrucci al rientro dopo l’infortunio: quindicesimo. 

Gran Premio d’Olanda della MotoGp in diretta da Assen: Marc Marquez ha appena scavalcato Andrea Dovizioso al comando della gara e ora prova ad andare in fuga, anche se il Dovi non molla e sta regalando alla Ducati una splendida gara. Dietro un altro bellissimo duello è quello tra Aleix Espargaro e Dani Pedrosa per il terzo gradino del podio. Quinto con un’ottima rimonta è Valentino Rossi, ma i primi quattro sono lontanissimi: sarà difficile guadagnare ancora. 

Gran Premio d’Olanda della MotoGp in diretta da Assen: tutti hanno fatto il cambio moto per passare alle gomme da asciutto, visto che non piove più e l’asfalto sta appunto asciugandosi. Al comando c’è Andrea Dovizioso, che ha quasi quattro secondi di vantaggio su Marc Marquez. Situazione molto interessante dunque per la Ducati. Terzo posto per Aleix Espargaro davanti a Dani Pedrosa, mentre Andrea Iannone è ottavo e Valentino Rossi è nono, proseguendo nella sua rimonta. Tutto è ancora possibile, non siamo nemmeno a metà di questa gara incredibile… 

Primi giri del Gran Premio d’Olanda della MotoGp in diretta da Assen, e sta già succedendo di tutto. Valentino Rossi ha deciso in extremis di rientrare ai box per cambiare moto, dunque è stato costretto a partire dalla pit-lane e dunque adesso sta rimontando dal fondo del gruppo. Davanti è già in fuga Marc Marquez, con un ottimo Andrea Dovizioso secondo davanti ad Aleix Espargaro. Buon quinto posto di Andrea Iannone, Jorge Lorenzo solo settimo. 

Caos già prima della partenza della gara del Gran Premio d’Olanda della MotoGp. In diretta dal circuito di Assen abbiamo vissuto un doppio giro di ricognizione, con ogni pilota che al termine del primo giro poteva scegliere se conservare la prima moto utilizzata oppure cambiarla. Quasi un terno al lotto, anche perché le condizioni meteo sono sempre instabili: le certezze sono che la distanza della gara resterà immutata (26 giri) e che è stata dichiarata Wet Race. Da regolamento, le modifiche andrebbero fatte sulla griglia di partenza, invece è stato consentito di portarle ai box: anche questo creerà polemiche. 

Manca pochissimo alla diretta della gara del Gran Premio d’Olanda della MotoGp dal circuito di Assen. In primo piano inevitabilmente il maltempo, perché la pioggia condizionerà inevitabilmente la corsa su questo leggendario tracciato. Tutto sommato, questo era quello che si auguravano Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che devono risalire molte posizioni dopo le brutte qualifiche di ieri. Marc Marquez e Dani Pedrosa proveranno comunque ad andare in fuga, ma di certo le incognite sono tante, comprese anche le domande su cosa sapranno fare i fratelli Espargaro, molto positivi per tutto il week-end. Aleix parte in pole position, e se non sei uno dei quattro big sono occasioni che capitano ben poche volte… L’unica certezza è che potrà succedere di tutto: ad Assen sarà una gara da non perdere! 

Il sabato di Assen è cominciato con il warm-up del Gran Premio d’Olanda 2014 della classe MotoGp: in diretta abbiamo assistito ad un grande duello fra Marc Marquez e Jorge Lorenzo, entrambi scatenati in questi 20 minuti. Alla fine ha avuto la meglio il campione in carica, che con la sua Honda è arrivato fino a 1’34″121, solo 16 millesimi meglio del grande rivale della Yamaha. Non tutto però è andato bene per Marquez, che per ben tre volte è andato lungo alla curva 1, e nell’ultima è pure scivolato. Errori che lasciano qualche dubbio sul suo feeling con la pista, anche se la vera incognita per tutti sono le condizioni meteo: stamattina si è girato sull’asciutto, ma sarà così anche in gara? Ancora ottimi protagonisti i fratelli Espargaro, con Pol terzo davanti ad Aleix, mentre poi abbiamo Valentino Rossi quinto (a 452 millesimi da Marquez) e Dani Pedrosa sesto. Buon settimo posto di Andrea Dovizioso, mentre Amndrea Iannone ha chiuso al nono posto. – 

Il sabato di Assen comincia con il warm-up che seguiremo tra pochi minuti (ore 9.40) in diretta. Ultimi 20 minuti di prove in vista del Gran Premio d’Olanda 2014 della classe MotoGp: pesa sempre l’incognita meteorologica, che già ci ha regalato una griglia di partenza anomala, che favorirà le Honda nel confronto con la Yamaha. Ci sarà la riscossa di Valentino Rossi? Parola alla pista… 

Oggi, sabato 28 giugno, torna in diretta la MotoGp. Si disputa infatti la gara del Gran Premio d’Olanda 2014 sul circuito di Assen, località che ha fatto la storia del motociclismo. Non a caso si parla di ‘Università della moto’, anche se numerose modifiche hanno man mano modificato questa pista, drasticamente accorciata nel 2006. Resta in ogni caso intatto il fascino di questo luogo: lo si coglie anche da dettagli come il nome – questo Gp conserva il titolo di Tourist Trophy – e dal fatto che si gareggi di sabato, tradizione nata per motivi religiosi e ormai conservata come simbolo dell’unicità della gara olandese nel calendario iridato. Ma il fascino del luogo si coglie soprattutto dall’atmosfera: se Assen viene definita pure la Cattedrale del motociclismo ci sarà un perché. Qui la passione si sente, è un luogo mitico per tutti i centauri, e i piloti sognano di vincere la gara olandese quasi quanto un titolo mondiale. Valentino Rossi ci è riuscito ben otto volte, compreso il successo della scorsa stagione che ancora oggi è l’ultimo di un pilota non spagnolo nella classe regina. D’altronde, quest’anno finora ha vinto sempre e solo un certo Marc Marquez: 7/7 è impressionante già se si parlasse di tiri in una partita di basket, figuratevi se parliamo di vittorie consecutive in un Mondiale che sembra già essere morto e sepolto, almeno per quanto riguarda il nome del vincitore del titolo iridato. Le singole gare invece, per fortuna, sono quasi sempre combattute ed emozionanti – anche se poi vince sempre lo stesso – e qui ad Assen le prospettive sembrano essere particolarmente interessanti, vista la griglia scaturita dalle anomale prove di ieri (clicca qui per leggere), anche se questo dovrebbe essere un favore ulteriore al campione in carica visto che le Yamaha sono molto indietro. Attenzione però al meteo, che potrebbe ancora regalare sorprese e stravolgere tutto. In attesa del via alla gara, previsto alle ore 14.00, e ricordando che naturalmente la giornata avrà inizio già di primo mattino con il warm-up (ore 9.40), sempre importante per preparare al meglio le moto, andiamo a rileggere le dichiarazioni rilasciate da alcuni dei protagonisti ieri pomeriggio, al termine delle pazze qualifiche bagnate. Giustamente, diamo la precedenza all’autore della pole position, che questa volta è un insospettabile Aleix Espargaro, alla prima volta nella sua carriera: “Quando ha cominciato a piovere il mio uomo Bridgestone mi diceva di andare, io ho aspettato, ho fatto tirare tutti e pensato che se stavano tutti impacchettati potevo fare la pole. Sono felicissimo. Ringrazio la squadra perché sta facendo un lavoro spettacolare”. Soddisfazione anche per gli altri due piloti in prima fila, cioè quelli della Honda Hrc. Ecco il commento di Marc Marquez, secondo: “Sono contento perché era una qualifica a rischio, con delle condizioni molto difficili, in cui si poteva sbagliare molto. L’obiettivo era di partire in prima fila, ho passato molti piloti e ci sono riuscito. Adesso vediamo come andrà la gara, vediamo se sarà asciutto o bagnato ma comunque sarà divertente”. Queste invece le parole di Dani Pedrosa, terzo: “La prima fila va bene, la qualifica è stata veramente difficile. E’ stato un turno in cui non si capiva se e quanto spingere, il terzo posto è perfetto. Chissà che tempo troveremo in gara, spero che sia o asciutto o bagnato, una situazione incerta metterebbe in grande difficoltà”. Gioia per Andrea Iannone, ottimo quarto con la sua Ducati: “Abbiamo girato con tempi più alti perché le condizioni erano più difficili, ma è stata una buona qualifica con un bel risultato: partire fra i primi cinque è importante, sono contento per la squadra e i ragazzi che stanno lavorando molto”. Questo invece il commento dell’altro ducatista Andrea Dovizioso, settimo: “La qualifica è stata una gara a chi prendeva più rischi e direi che io…non sono stato fra i più bravi. Sono stato prudente all’inizio e poi quando ho preso dei rischi la pista era più bagnata. Peccato perché sull’asciutto avevamo lavorato molto bene, adesso sarà importante azzeccare la partenza”. La risposta su quanto potrà succedere naturalmente spetta solamente alla pista. Non è comunque più il tempo delle parole, dei numeri e delle ipotesi, fra poco ruggiranno i motori. La linea allora deve andare al circuito di Assen, dove la diretta della gara del Gran Premio d’Olanda 2014 della MotoGp sta per cominciare…

1. MARQUEZ M.Repsol Honda Team1:34.121

2. LORENZO J.Movistar Yamaha MotoGP+0.016

3. ESPARGARO P.Monster Yamaha Tech 3+0.367

4. ESPARGARO A.NGM Forward Racing+0.393

5. ROSSI V.Movistar Yamaha MotoGP+0.452

6. PEDROSA D.Repsol Honda Team+0.645

7. DOVIZIOSO A.Ducati Team+0.742

8. BRADL S.LCR Honda MotoGP+0.801

9. IANNONE A.Pramac Racing+0.818

10. SMITH B.Monster Yamaha Tech 3+0.901

11. HAYDEN N.Drive M7 Aspar+1.144

12. BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini+1.222

13. CRUTCHLOW C.Ducati Team+1.446

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 162.8 43’29.954
2 20 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 162.4 +6.714
3 16 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 162.2 +10.791
4 13 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 161.6 +19.199
5 11 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 161.2 +25.813
6 10 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 161.0 +29.003
7 9 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 160.9 +30.882
8 8 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.9 +30.985
9 7 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 160.1 +44.031
10 6 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 159.9 +48.662
11 5 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 159.7 +51.863
12 4 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 159.2 +1’00.329
13 3 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 158.9 +1’04.641
14 2 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 158.8 +1’05.980
15 1 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 158.1 +1’17.611
16   7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 158.0 +1’19.753
17   69 Nicky HAYDEN USA Drive M7 Aspar Honda 157.5 +1’27.630
18   8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 157.5 +1’28.142
19   68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 155.9 1 Lap
20   63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 154.9 1 Lap
21   70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 151.9 1 Lap
22   5 Colin EDWARDS USA NGM Forward Racing Forward Yamaha 143.8 3 Laps
Not Classified
    44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 147.0 8 Laps

Pos. Rider Bike Nation Points
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 200
2 Valentino ROSSI Yamaha ITA 128
3 Dani PEDROSA Honda SPA 128
4 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 91
5 Jorge LORENZO Yamaha SPA 81
6 Aleix ESPARGARO Forward Yamaha SPA 67
7 Pol ESPARGARO Yamaha SPA 58
8 Stefan BRADL Honda GER 56
9 Andrea IANNONE Ducati ITA 51
10 Bradley SMITH Yamaha GBR 48
11 Alvaro BAUTISTA Honda SPA 43
12 Scott REDDING Honda GBR 28
13 Nicky HAYDEN Honda USA 27
14 Yonny HERNANDEZ Ducati COL 27
15 Hiroshi AOYAMA Honda JPN 24
16 Cal CRUTCHLOW Ducati GBR 22
17 Karel ABRAHAM Honda CZE 15
18 Colin EDWARDS Forward Yamaha USA 8
19 Michele PIRRO Ducati ITA 7
20 Broc PARKES PBM AUS 6
21 Danilo PETRUCCI ART ITA 3
22 Hector BARBERA Avintia SPA 2


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori