Diretta/ MotoGp prove libere Gran Premio di Germania 2014 live al Sachsenring: classifica tempi FP2, caduta di Pedrosa (oggi 11 luglio)

- La Redazione

Diretta MotoGp, prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Germania 2014 live dal circuito del Sachsenring: ecco come seguire le sessioni in programma oggi venerdì 11 luglio

marquez_sachsenring
Diretta MotoGp (Infophoto)

Ha chiuso al primo posto anche le prove libere  del Gran Premio di Germania 2014 della MotoGp, che abbiamo appena seguito in diretta dal circuito del Sachsenring. Come al solito ottima prestazione con le gomme morbide del pilota spagnolo della Forward Yamaha Open, che ha ottenuto il miglior tempo in , bissando il primo posto già ottenuto in mattinata. Anche la Honda ha concesso il bis, ma questo è poco piacevole: ecco nel pomeriggio la caduta di Dani Pedrosa, che fa il paio con quella mattutina di Marc Marquez, che però è già tornato ad alti livelli e ha chiuso la FP2 al secondo posto, staccato di 117 millesimi da Espargaro. Per Pedrosa invece la caduta è stata il punto più basso di un venerdì difficile su quella che in teoria sarebbe la sua pista preferita. Discorso simile (tranne la caduta) vale purtroppo anche per un Valentino Rossi solamente decimo in questa FP2, mentre Jorge Lorenzo si conferma ai vertici con il terzo posto: pomeriggio dai due volti in casa Yamaha. Può dirsi invece soddisfatta la Ducati, che infatti ha piazzato Andrea Iannone al sesto posto e Andrea Dovizioso all’ottavo. – 

Ecco come si presenta la Honda HRC ufficiale di Dani Pedrosa dopo la caduta. Nel corso delle prove libere 2 (FP2) del Gran Premio di Germania 2014 MotoGp il pilota spagnolo ha avuto un incidente alla curva 12; ha perso il controllo della sua moto e ha fatto una bella escursione sulla ghiaia. Niente di grave per Dani, ma al momento non sta più girando sul circuito del Sachsenring; anche perchè al momento ha il terzo tempo in questa sessione di libere, alle spalle del compagno di squadra Marc Marquez che si è già ripreso dalla caduta di questa mattina e di Jorge Lorenzo che per una volta in questa stagione sembra competitivo. E insomma, ad avere avuto la peggio nella caduta di Pedrosa è stata proprio la sua fidata Honda numero 26. 

MotoGp in diretta dal Sachsenring: oggi pomeriggio appuntamento con le prove libere FP2 del Gran Premio di Germania 2014, nono appuntamento con il Motomondiale di quest’anno. Stamattina, al di là dell’exploit di Aleix Espargaro, la sessione è stata positiva soprattutto per la Yamaha, con Jorge Lorenzo secondo e Valentino Rossi terzo, mentre la Honda ha dovuto fare i conti con la caduta di Marc Marquez e la prestazione anonima di Dani Pedrosa. Ma il weekend è ancora molto lungo: da questa seconda sessioni ci attendiamo le prime conferme ma anche la risposta del team Hrc… 

Ha chiuso al primo posto le prove libere FP1 del Gran Premio di Germania 2014 della MotoGp, che abbiamo appena seguito in diretta dal circuito del Sachsenring. Come al solito ottima prestazione con le gomme morbide del pilota spagnolo della Forward Yamaha Open, che ha ottenuto il miglior tempo in , precedendo le due Yamaha ufficiali di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, rispettivamente secondo e terzo e tra loro divisi da soli 43 millesimi. Difficile invece il venerdì mattina della Honda, soprattutto a causa della caduta di Marc Marquez. Il campione del Mondo è stato sbalzato dalla sua moto alla curva 2, scivolando poi fino alla 3 dato che quel tratto della pista è in discesa. Un brutto colpo, in particolare al collo, anche se Marc è voluto comunque tornare in sella – il turno era appena cominciato – e alla fine ha comunque ottenuto un sesto posto da considerare positivo in queste condizioni. Male invece Dani Pedrosa, solamente ottavo sulla sua pista preferita: inizio anonimo per lui. In casa Ducati nono posto per Andrea Iannone, solamente undicesimo Andrea Dovizioso, anche se c’è da dire che i distacchi sono davvero ridotti. Basterebbe dire che il distacco di Dovizioso da Espargaro è di 738 millesimi, margine in cui sono appunto racchiusi ben undici piloti. – 

MotoGp in diretta dal Sachsenring: stamattina con le prove libere FP1 comincia il weekend del Gran Premio di Germania 2014, non appuntamento con il Motomondiale di quest’anno. Sulla carta è una pista favorevole alla Honda, e in effetti negli ultimi quattro anni hanno vinto prima per tre volte consecutive Dani Pedrosa e poi l’anno scorso Marc Marquez. Sarà dunque Dani l’unico credibile avversario nella rincorsa di Marc al nono successo consecutivo? Oppure qualcun altro – possibilmente Valentino Rossi – potrà inserirsi? Attenzione anche alla variabile meteo. Ma per iniziare ad avere qualche risposta, è meglio affidarsi ai verdetti della pista… 

Torna protagonista la MotoGp, che riaccende oggi i motori: in diretta ecco le due sessioni di prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Germania, appuntamento storico per il motociclismo e nona gara del Motomondiale 2014 che si disputerà sul circuito del Sachsenring. Siamo nella regione della Sassonia, nei pressi della località di Hohenstein-Ernstthal, in quella che ai tempi della guerra fredda era la Germania Est. Si tratta della gara che ci permetterà di arrivare esattamente a metà del calendario iridato 2014 (nove gare su diciotto), e sarà pure l’ultimo appuntamento prima della pausa estiva di ben quattro settimane, quest’anno leggermente anticipata rispetto al solito. Chissà dunque se Marc Marquez riuscirà ad arrivare al giro di boa con il 100% di successi: il pronostico gli è favorevole, perché il Sachsenring storicamente è una pista favorevole alla Honda e perché già l’anno scorso il Gran Premio di Germania fu vinto dal numero 93 del team Hrc. Il suo primo rivale potrebbe dunque essere il compagno di squadra, e non sarebbe certamente una sorpresa visto che Dani Pedrosa aveva vinto le tre edizioni precedenti, dal 2010 al 2012, a cui può aggiungere il successo del 2007 e la doppietta 2004-2005 nella classe 250, per un totale di ben sei successi al Sachsenring. Meno esaltanti i numeri dei due piloti Yamaha: qui Valentino Rossi ha vinto “solo” cinque volte in carriera, dal successo del 1999 in 250 alle quattro vittorie nella classe regina, datate 2002, 2005, 2006 e 2009, numeri comunque importanti ma non tra i più belli nella bacheca del Dottore, che infatti non ha mai incluso la pista tedesca fra le sue preferite. Peggio ancora Jorge Lorenzo, che addirittura non ci ha mai vinto in nessuna classe, un “buco” clamoroso per un campione come lui. Prima però di tuffarci nella stretta attualità e vedere quali saranno i primi risultati in pista di questo lungo week-end, facciamo un breve ripasso della storia lunga e gloriosa di questa corsa. In Germania le gare motociclistiche hanno enorme tradizione, dal momento che il primo Gran Premio risale addirittura al 1925 e che questa gara dal 1952 in poi fa parte ininterrottamente del Mondiale che era nato nel 1949: passate le difficoltà post-belliche che fecero saltare alcune edizioni, l’appuntamento tedesco non è mai più uscito di scena. Le sedi sono state diverse, e in particolare spiccano i due mitici circuiti del Nurburgring (nelle sue varie versioni) e di Hockenheim, senza dimenticare che nei decenni più antichi sono stati teatro della gara anche l’AVUS di Berlino, la pista di Solitude e lo Schottenring, situati in diverse zone della Germania. Tuttavia, il Gp dal 1998 ha la sede fissa nel circuito del Sachsenring. Anche questo è un luogo di immensa tradizione, dal momento che aveva ospitato già alcune edizioni delle pionieristiche gare prima della Seconda Guerra Mondiale (dal 1934 al 1939) e poi dal 1961 al 1972 una gara iridata con il titolo di Gran Premio della Germania Est, dato che appunto la zona fu inclusa nella Ddr quando la Germania fu divisa in due dopo la sconfitta del nazismo. Poi la gara uscì dal calendario del Mondiale e dunque il Sachsenring dovette aspettare appunto fino al 1998 quando, a seguito di importanti lavori di ristrutturazione, fu scelto come sede del Gran Premio unico di una Germania ormai riunificata. Non furono quelle le ultime modifiche, perché nel corso di questi anni sono stati apportati ulteriori ritocchi, e ancora oggi si discute se modificare la curva 11 Waterfall, forse il punto più celebre del tracciato essendo una curva cieca in ripida pendenza, che però può essere molto pericolosa anche perché è una delle sole tre curve a destra di questo circuito, cui si giunge con il lato destro delle gomme ancora freddo. In effetti in questi anni le cadute sono state tante, compresa quella di Jorge Lorenzo dodici mesi fa: per quest’anno ci saranno dei cordoli provvisori, si studieranno invece modifiche permanenti per la prossima stagione. Ma adesso è giunto il tempo di far parlare la pista: le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio di Germania 2014 della MotoGp stanno per cominciare…

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 284.5 1’22.170  
2 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 288.3 1’22.423 0.253 / 0.253
3 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 289.8 1’22.466 0.296 / 0.043
4 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 290.9 1’22.599 0.429 / 0.133
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 291.4 1’22.631 0.461 / 0.032
6 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 289.2 1’22.767 0.597 / 0.136
7 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 291.9 1’22.802 0.632 / 0.035
8 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 291.1 1’22.848 0.678 / 0.046
9 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 289.7 1’22.874 0.704 / 0.026
10 68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 288.5 1’22.896 0.726 / 0.022
11 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 292.9 1’22.908 0.738 / 0.012
12 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 290.3 1’23.150 0.980 / 0.242
13 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 289.3 1’23.229 1.059 / 0.079
14 69 Nicky HAYDEN USA Drive M7 Aspar Honda 277.4 1’23.372 1.202 / 0.143
15 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 277.2 1’23.420 1.250 / 0.048
16 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 278.4 1’23.428 1.258 / 0.008
17 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 278.8 1’23.432 1.262 / 0.004
18 5 Colin EDWARDS USA NGM Forward Racing Forward Yamaha 284.6 1’23.699 1.529 / 0.267
19 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 282.0 1’23.825 1.655 / 0.126
20 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 278.7 1’23.925 1.755 / 0.100
21 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 277.1 1’24.131 1.961 / 0.206
22 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 273.8 1’24.974 2.804 / 0.843
23 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 272.1 1’25.219 3.049 / 0.245

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 282.3 1’22.041  
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 290.2 1’22.158 0.117 / 0.117
3 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 289.0 1’22.368 0.327 / 0.210
4 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 290.7 1’22.430 0.389 / 0.062
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 290.6 1’22.440 0.399 / 0.010
6 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 289.3 1’22.565 0.524 / 0.125
7 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 290.0 1’22.569 0.528 / 0.004
8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 291.7 1’22.576 0.535 / 0.007
9 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 291.2 1’22.589 0.548 / 0.013
10 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 289.0 1’22.619 0.578 / 0.030
11 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 288.6 1’22.719 0.678 / 0.100
12 68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 287.9 1’22.724 0.683 / 0.005
13 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 288.3 1’22.757 0.716 / 0.033
14 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 276.4 1’22.928 0.887 / 0.171
15 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 276.0 1’22.933 0.892 / 0.005
16 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 281.9 1’22.961 0.920 / 0.028
17 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 279.8 1’23.049 1.008 / 0.088
18 69 Nicky HAYDEN USA Drive M7 Aspar Honda 277.1 1’23.204 1.163 / 0.155
19 5 Colin EDWARDS USA NGM Forward Racing Forward Yamaha 283.2 1’23.327 1.286 / 0.123
20 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 275.5 1’23.393 1.352 / 0.066
21 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 275.7 1’23.858 1.817 / 0.465
22 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 271.4 1’23.912 1.871 / 0.054
23 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 276.7 1’24.158 2.117 / 0.24


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori