MOTOGP / Griglia di partenza Gran Premio Gran Bretagna Silverstone 2014: Marquez in pole position, Dovizioso secondo! (qualifiche 30 agosto)

- La Redazione

MotoGp, le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2014 da Silverstone hanno determinato la griglia di partenza. Marc Marquez in pole position, secondo Dovizioso e sesto Rossi

RossiYamaha_2014
Valentino Rossi (Infophoto)

Ha conquistato la pole position nelle qualifiche della MotoGp a Silverstone e dunque scatterà dalla prima posizione sulla griglia di partenza domani nella gara del Gran Premio di Gran Bretagna 2014. Il miglior tempo di è a dir poco impressionante: per il pilota numero 93 è già un’ipoteca sulla vittoria, difficile pensare che qualcuno possa reggere il suo ritmo. Andrea Dovizioso corona invece due ottime giornate di lavoro con un secondo posto più che meritato e che conferma i progressi della Ducati: per il Dovi 311 millesimi di ritardo dal campione iridato in carica. La prima fila sarà completata da Jorge Lorenzo, che invece si riscatta dopo prove libere che raramente l’hanno visto tra i migliori: ma Jorge c’è sempre quando conta, soprattutto su una pista che l’ha visto vittorioso in tre degli ultimi quattro anni. Quarto il solito Aleix Espargaro, che sul giro secco è sempre molto competitivo, poi ecco in quinta posizione Dani Pedrosa e al sesto posto Valentino Rossi: i protagonisti più attesi scatteranno tutti dalle prime due file, e questo sarà un bene per lo spettacolo. Purtroppo invece una caduta ha messo fuori gioco Andrea Iannone mentre stava ottenendo un ottimo giro: così invece il pilota della Ducati Pramac si deve accontentare della decima posizione, scavalcato in extremis anche dal tedesco Stefan Bradl. Per Marquez invece è la decima pole position stagionale, la numero 19 in nemmeno due stagioni complete nella classe regina. Dopo la pausa di Brno, il Cannibale è tornato. 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp propone adesso il suo piatto forte, il decisivo delle qualifiche che serviranno a determinare la griglia di partenza e chi scatterà dalla pole position domani in gara. Intanto il ha decretato che avanzano al turno decisivo il padrone di casa Scott Redding e lo spagnolo Alvaro Bautista, che hanno ottenuto i primi due migliori tempi e vanno così a completare il quadro dei piloti delle prime quattro file. Da segnalare poi il settimo posto di Alex De Angelis e il nono di Danilo Petrucci, che dunque domani scatteranno rispettivamente dalla diciassettesima e dalla diciannovesima posizione sulla griglia. Ma adesso sarà battaglia per la pole: Marc Marquez primo favorito, ma attenzione ad un Andrea Dovizioso fin qui praticamente perfetto per tutto il weekend. 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp propone adesso il suo piatto forte, le qualifiche che serviranno a determinare la griglia di partenza e chi scatterà dalla pole position domani in gara. Intanto però si sono appena conclusi i 30 minuti della , che hanno visto Andrea Dovizioso davanti a tutti con il miglior tempo di , e in seconda posizione Valentino Rossi staccato di 152 millesimi. Se si ripetessero in qualifica sarebbe fantastico per i tifosi italiani, ma attenzione al solito Marc Marquez, che per la prima volta in tutto il weekend non è al comando: terzo posto per l’iridato in carica, davanti al compagno di squadra Dani Pedrosa. Molto bene il sesto posto di Andrea Iannone, decisamente meno l’ottavo posto di Jorge Lorenzo che appare più in difficoltà con la sua Yamaha rispetto a Rossi. Ma adesso tocca al : chi si guadagnerà un posto in Q2? 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp propone adesso il suo piatto forte. Alle ore 14.30 le prove libere FP4, che saranno seguite in rapida successione dalle due sessioni delle qualifiche che serviranno a determinare la griglia di partenza e chi scatterà dalla pole position domani in gara. Il favorito d’obbligo è Marc Marquez, che ha dominato tutte le tre sessioni fin qui disputati. Attenzione però alla grande competitività di Andrea Dovizioso e della sua Ducati, ma anche alla ripresa della Yamaha questa mattina: Valentino Rossi può dunque sperare di essere grande protagonista. Ma intanto godiamoci gli ultimi 30 minuti di prove libere, spesso fondamentali per gli ultimi ritocchi alle moto. 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp è cominciato con la terza sessione di prove libere FP3. Nessuna sorpresa: Marc Marquez ha dominato anche questa sessione e ha di nuovo ottenuto il miglior tempo con un impressionante , però è anche stato vittima di una caduta, pur senza conseguenze, e soprattutto il ritardo degli inseguitori si è drasticamente ridotto. In particolare, continua a ben impressionare Andrea Dovizioso, che in sella alla sua Ducati ha ottenuto il secondo posto a soli 34 millesimi di ritardo dal fenomeno spagnolo. Da segnalare anche la riscossa degli altri big, che ieri erano apparsi in difficoltà ed invece oggi sono tornati tutti nelle prime posizioni: ecco dunque il terzo posto di Dani Pedrosa, e poi Valentino Rossi quarto e Jorge Lorenzo quinto. Una risposta importante da parte della Yamaha, che rischiava addirittura di essere costretta al Q1 dopo i risultati delle due sessioni di ieri. Andrea Iannone ha ottenuto il nono posto e con esso l’accesso immediato alla Q2, da cui invece sono esclusi almeno per un momento gli ultimi due piloti Ducati. Infine, ricordiamo il diciassettesimo posto di Alex De Angelis e il ventesimo posto di Danilo Petrucci. – 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp comincia naturalmente con la terza sessione di prove libere FP3 che ci sta riservando una grande battaglia per conquistare un posto nei primi dieci della classifica combinata delle tre libere. Marc Marquez è sempre davanti a tutti, Andrea Dovizioso continua a fare molto bene ma anche Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sono risaliti e sembrano avere allontanato lo spettro del Q1. Ma staremo a vedere nel gran finale… 

In diretta dal Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, il sabato della MotoGp comincia naturalmente con la terza sessione di prove libere FP3, in attesa di un pomeriggio che ci regalerà le qualifiche per determinare la griglia di partenza della gara di domani. Dopo avere dominato le due sessioni in programma ieri, i riflettori sono tutti puntati su Marc Marquez, che è seriamente intenzionato a tornare alla vittoria. Chi saprà contrastarlo? Le Yamaha ieri sono apparse in difficoltà: Valentino Rossi guadagnerà terreno? E le Ducati invece sapranno confermarsi? La parola alla pista… 

Oggi la MotoGp è protagonista in diretta con le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2014 sul circuito di Silverstone, che ospita così il dodicesimo appuntamento con il Motomondiale di questa stagione. La giornata di sabato è naturalmente dedicata alle prove ufficiali, in cui verrà stabilita la griglia di partenza e sapremo chi otterrà la pole position al termine di ben quattro sessioni per quanto riguarda la MotoGp, che a partire dall’anno scorso ha adottato un format delle qualifiche diverso da quello tradizionale, che continua invece ad essere seguito da Moto2 e Moto3. Comunque, la giornata di oggi, sabato 30 agosto, sarà lunga ed interessante fin dal mattino, quando ci sarà la terza sessione di prove libere FP3 (per la MotoGp alle ore 10.55 dato il fuso orario), mentre il pomeriggio inizierà alle ore 14.30 italiane (le 13.30 locali) con i 30 minuti della FP4 seguiti poi in rapida successione dalle due sessioni delle qualifiche, Q1 e Q2, entrambe della durata di quindici minuti. Ricordiamo dunque il format della classe più attesa: dalla prima parte delle qualifiche sono esentati i migliori dieci della classifica combinata delle prime tre sessioni di prove libere, e questo turno determinerà quali saranno gli ultimi due ammessi alla seconda e decisiva fase delle prove ufficiali, che emetterà i verdetti definitivi con l’emozionante lotta dei 12 più forti centauri per le principali posizioni sulla griglia di partenza. La lotta avrà luogo su questo circuito che è un luogo storico per gli sport motoristici, anche se le moto non ci hanno corso molto nella storia del Campionato Mondiale: dieci stagioni dal 1977 al 1986 dopo l’abbandono del Tourist Trophy, e poi di nuovo dal 2010 dopo oltre venti anni a Donington. Così si spiega il fatto che Valentino Rossi non sia mai riuscito nemmeno a salire sul podio nella sua vita a Silverstone. Il debutto della MotoGp nel Northamptonshire risale al 2010, quando il Dottore di Tavullia era assente a causa dell’infortunio subito al Mugello. Dunque Rossi perde il primo approccio con Silverstone, e questo gap diventa ancora più pesante nel biennio successivo, quello in Ducati. Inutile qui cercare di addentrarsi nei motivi di un matrimonio che non ha mai funzionato: ci limitiamo a riportare che nel 2011 Vale nel Gp Gran Bretagna arriva sesto, e nel 2012 va addirittura peggio con un pessimo nono posto. La situazione migliora l’anno scorso con il ritorno in Yamaha, ma Rossi deve accontentarsi del quarto posto dietro ai “tre tenori” spagnoli in una gara che verrà ricordata soprattutto per lo spettacolare duello fra Jorge Lorenzo e Marc Marquez, che vide infine il successo del pilota Yamaha con soli 81 millesimi di vantaggio sul centauro della Honda. Per Lorenzo fu il ritorno al successo dopo un’estate segnata da troppi problemi fisici di cui aveva approfittato il numero 93, che da parte sua vide interrompersi una striscia di quattro successi ma comunque con 20 punti fece un altro importante passo avanti verso il titolo che quest’anno invece sembra già essere al sicuro. Tornando a Rossi, l’obiettivo è dunque quello di insidiare gli spagnoli, dunque provare a battere Marquez e anche Lorenzo e Pedrosa: per farlo, il primo tassello è piazzarsi bene sulla griglia di partenza – obiettivo naturalmente condiviso con una Ducati in crescita. La parola dunque deve tornare alla pista, perché sul circuito di Silverstone tutto è pronto per le sessioni di prove libere FP3 e FP4 e poi per le qualifiche Q1 e Q2 del Gran Premio di Gran Bretagna 2014 della classe MotoGp.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 322.5 2’01.906  
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 322.9 2’01.940 0.034 / 0.034
3 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 323.4 2’02.116 0.210 / 0.176
4 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 319.5 2’02.243 0.337 / 0.127
5 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 320.5 2’02.359 0.453 / 0.116
6 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 324.9 2’02.368 0.462 / 0.009
7 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 324.5 2’02.564 0.658 / 0.196
8 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 323.6 2’02.605 0.699 / 0.041
9 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 323.7 2’02.726 0.820 / 0.121
10 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 313.7 2’02.886 0.980 / 0.160
11 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 322.5 2’02.912 1.006 / 0.026
12 68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 320.3 2’02.912 1.006
13 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 307.3 2’03.368 1.462 / 0.456
14 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 310.7 2’03.845 1.939 / 0.477
15 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 321.2 2’04.319 2.413 / 0.474
16 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 314.5 2’04.350 2.444 / 0.031
17 15 Alex DE ANGELIS RSM NGM Forward Racing Forward Yamaha 316.1 2’04.655 2.749 / 0.305
18 2 Leon CAMIER GBR Drive M7 Aspar Honda 305.3 2’04.735 2.829 / 0.080
19 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 305.4 2’05.732 3.826 / 0.997
20 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 302.3 2’06.021 4.115 / 0.289
21 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 306.2 2’06.053 4.147 / 0.032
22 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 300.3 2’06.909 5.003 / 0.856
23 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 301.0 2’07.648 5.742 / 0.739

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 322.7 2’00.829  
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 326.4 2’01.140 0.311 / 0.311
3 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 320.4 2’01.175 0.346 / 0.035
4 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 314.5 2’01.448 0.619 / 0.273
5 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 322.6 2’01.464 0.635 / 0.016
6 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 322.9 2’01.550 0.721 / 0.086
7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 321.8 2’01.593 0.764 / 0.043
8 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 321.6 2’01.747 0.918 / 0.154
9 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 325.4 2’01.973 1.144 / 0.226
10 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 320.9 2’02.064 1.235 / 0.091
11 45 Scott REDDING GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 310.4 2’02.116 1.287 / 0.052
12 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 320.2 2’03.618 2.789 / 1.502
Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 45 Scott REDDING* GBR GO&FUN Honda Gresini Honda 307.4 2’02.639  
2 19 Alvaro BAUTISTA* SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 321.4 2’02.699 0.060 / 0.060
3 68 Yonny HERNANDEZ COL Energy T.I. Pramac Racing Ducati 318.8 2’03.046 0.407 / 0.347
4 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Honda 309.6 2’03.206 0.567 / 0.160
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 322.0 2’03.407 0.768 / 0.201
6 7 Hiroshi AOYAMA JPN Drive M7 Aspar Honda 312.1 2’03.563 0.924 / 0.156
7 15 Alex DE ANGELIS RSM NGM Forward Racing Forward Yamaha 319.2 2’03.686 1.047 / 0.123
8 2 Leon CAMIER GBR Drive M7 Aspar Honda 309.8 2’03.696 1.057 / 0.010
9 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo IodaRacing Team ART 298.5 2’04.755 2.116 / 1.059
10 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 308.1 2’04.836 2.197 / 0.081
11 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Avintia 310.5 2’04.957 2.318 / 0.121
12 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Avintia 305.0 2’05.451 2.812 / 0.494
13 23 Broc PARKES AUS Paul Bird Motorsport PBM 306.1 2’06.106 3.467 / 0.655

* Primo e secondo nel Q1, si sono qualificati per il Q2. Tutti gli altri scatteranno dal 13° posto in giù della griglia di partenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori