DIRETTA / MotoGp gara live, ordine d’arrivo e podio: Rossi-Marquez caos, disastro Ducati (Gp Malesia 2015 Sepang, oggi 25 ottobre)

- La Redazione

Diretta MotoGp, gara Gp Malesia 2015 da Sepang live: griglia di partenza, cronaca, tempi, ordine d’arrivo e vincitore. Altro duello Rossi-Lorenzo (oggi domenica 25 ottobre 2015)

valentino_tappi
Valentino Rossi (Infophoto)

Con tutto quello che è successo oggi nel Gp di Malesia 2015 in classe MotoGp, la “fine” ingloriosa che hanno avuto le Ducati a Sepang è passata in triplo secondo piano. Troppo clamore hanno generato le gesta non proprio epiche di Rossi e Marquez e la rabbia di Lorenzo, per accorgersi che le Ducati hanno subito una giornata nerissima in quel della Malesia non riuscendo a far concludere né Iannone né Dovizioso la gara stessa. Molta sfortuna con i due piloti italiani che, specie Andrea, vedono complicarsi le questioni in Classifica generale: Iannone infatti viene superato da Pedrosa, anche se ora i punti sono solo due per conquistarsi il quarto posso finale nel motomondiale. Rottura del motore oggi per Andrea quando stava battagliando per le prime posizioni, non la prima volta in questa stagione; male anche il suo compagno di squadra, Dovizioso che è stato protagonista di una rocambolesca ma innocua per fortuna caduta. Un contatto con Crutchlow lo ha mandato per la terra e di fatto anche per lui continua il periodo decisamente no, con la classifica generale che lo vede distante anche da Pedrosa e Iannone ora. Chissà se a Valencia potranno essere un buon aiuto per il Valentino rimontante per forza, data la squalifica che lo terrà in ultima fila: il derby Italia-Spagna è sempre più vicino.

Caos completo in questo Gran Premio della Malesia 2015 a Sepang, con un finale da thriller per il Motomondiale classe MotoGp: vince Pedrosa davanti a Lorenzo e Rossi, ma è il contatto tra Valentino e Marquez, che farà discutere per molto tempo. La mossa da ko del Dottore gli costa caro con la squalifica e la conseguente ultima fila nel prossimo, ultimo e decisivo Gp della stagione, a Valencia il prossimo 8 novembre. Ma in tutto questo caos e nella lotta al mondiale accesissima, forse in pochi stanno guardando cosa combina Dani Pedrosa da varie gare a questa parte: il pilota della Honda è sempre più competitivo e sta decidendo parecchio rispetto al mondiale dei due nemici della Yamaha. Ora però è risalito in classifica e ha superato oggi, purtroppo, Andrea Iannone che con la sua Ducati si trova 2 punti dietro allo spagnolo, balzato quarto nel mondiale. Nel mirino c’è Marquez ora, ontano 32 punti, difficile ma non impossibile: impressiona il suo stato di forma dopo la prima parte della stagione disastrosa. Con due vittorie, un secondo posto e un quarto nelle ultime 4 gare Dani si è ormai definitivamente tolto il soprannome di Camomillo: e se fosse stato competitivo fin dall’inizio ora starebbe lottando davanti con i due della Yamaha. Incredibile, ma vero.

Valentino Rossi è stato penalizzato per il contatto con Marc Marquez andato in scena a 14 giri dal termine del Gran Premio di Malesia: partirà dall’ultima fila nel Gran Premio della Comunità Valenciana che chiuderà la stagione 2015. L’account Twitter ufficiale della MotoGp lo ha colto nel momento in cui aspettava la decisione della Direzione Corse in merito all’incidente; il Dottore è di spalle, ma si coglie comunque la tensione per la gara e per quanto accaduto in pista a Sepang. Per lui i 7 punti di vantaggio significano ora pochissimo: rimontare dall’ultima posizione sulla griglia di partenza significa dover fare una gara tutta attacco e rischi, oltre a dover mettere in conto un’usura delle gomme maggiore di quella di Jorge Lorenzo che a questo punto potrà amministrare al meglio sapendo che arrivare tra i primi tre dovrebbe garantirgli il titolo (a quel punto Rossi non dovrebbe arrivare nei primi sei). – 

Ordine d’arrivo macchiato dallo scontro tra Valetino Rossi e Marquez che ha portato alla caduta del pilota spagnolo. Il Gran Premio della Malesia della Motogp è stato vinto da Pedrosa che ha dominato la gara dalla prima curva ed è stato ingrado si sfruttare i duelli tra Lorenzo-Rossi e poi Rossi-Marquez per prendere il largo. Lorenzo ha cercato di mettersi all’inseguimento di Daniel che però ha dimostrato di avere un passo superiore. A far discutere è il contatto Rossi Marquez che ha condizionato il resto della gara. Allo stato attuale se non ci sono provvedimenti nei confronti del pilota italiano Valentino dovrebbe mantenere 7 punti di vantaggio su Lorenzo nella classifica piloti di questo motomondiale.Una gara incredibile quella della Motogp del Gp della Malesia, parte molto bene Valentino che però alla prima curva è chiuso dalle due Honda. Lorenzo ha delle difficoltà all’avvio ma in poco tempo recupera Rossi e si libera di Marquez. Pedrosa prova ad andare in fuga tallonato dal pilota spagnolo della Yamaha che oggi sembra indemoniato. Marquez Rossi sono autori di un duello incredibile curva dopo curva con i die piloti che non vogliono mollare un millimetro. Putroppo esce Marquez ma la dinamica è ancora un mistero, sembra che si tocchi con Valentino in uno di questi duelli ma non sono molto chiare le immagini e siamo sicuri che non mancheranno le polemiche. 

Sta per partire la gara Motogp del GP della Malesia, dove le Honda sembrano avere qualcosa in più sul passo ripsetto alla Yamaha. Grande attesa per Pedrosa dominatore delle qualifiche di ieri ma che questa mattina durante il warm-up non è riuscito replicare il grande passo visto sabato. Sembra essere particolarmente competitivo Marquez con le due Yamaha di Lorenzo e Valentino Rossi più lente di qualche decimo. Iannone si conferma ancora una volta prima guida Ducati e proverà anche sul questo circuito ad inserirsi per la lotta al Podio anche se la sua moto sembra meno competitiva rispetto quelle dei suoi avversari. 

Si avvicina la Gara Motogp del Gran Premio della Malesia 2015 ed uno dei principali protagonisti sarà Pedrosa. Con un crono di 1’59″053 nelle qualifiche ha fattto registrare un tempo record notevolmente inferiore a quello ottenuto dal suo compagno di team Marc Marquez. Nelle dichiarazioni ai giornalisti dopo le qualifiche il pilota è apparso piuttosto soddisfatto della prestazione: “Abbiamo fatto un ottimo lavoro – ha affermato – Certo, dovremo rimanere molto concentrarti in gara perché le gomme soffrono su questa pista, non si possono commettere errori e dobbiamo stare molto attenti ad ogni giro”. Paura per quanto riguarda la tenuta delle gomme: “Cercherò di guidare al meglio, ma a fine gara il degrado delle gomme si noterà. Vediamo durante la gara come si presenterà la pista, può darsi che il grip cambi”.  

C’è grande attesa per la gara MotoGp del Gran Premio della Malesia 2015 a Sepang. Dopo i problemi riscontrati a Philips Island, il pilota pesarese voleva assolutamente partire nelle posizioni di prestigio in questo GP. Il suo terzo posto significa prima fila, davanti al nemico di sempre Jorge Lorenzo: “Abbiamo lavorato bene – ha dichiarato il dottore – stavolta ero pronto e sapevo di poter spingere. La strategia è stata buona, siamo riusciti a non commettere errori soffiando la prima fila a Jorge”. Una qualifica ancor più saporita: “E’ sempre importante ma quanto precedi un tuo avversario lo è di più”. Rossi poi chiarisce la “strategia” secondo la quale le sue parole della vigilia sarebbero servite ad intimidire Marquez e Iannone: “Se avessi una strategia vorrebbe dire che ho studiato tutto a tavolino, invece ho solo detto la verità. Ma in fondo è normale, ci stiamo giocando il Mondiale. Devo dire invece di invidiarlo un po’ quando dice di non sentire la pressione”  Sulla gara, invece, non si sbilancia: “La moto va bene, abbiamo preso delle scelte che stanno pagando. Però non ho ancora fatto nulla, in gara sarà tutto diverso ma la prima fila va molto bene”. Umori e sensazioni opposte quelle di Jorge Lorenzo, apparso abbastanza deluso al termine qualifiche del MotoGp in Malesia. Il pilota della Yamaha non è soddisfatto della prestazione e ha sottolineato i problemi riscontrati ai freni durante le prove libere: “Abbiamo avuto grosse difficoltà con i freni, quando arrivavo in curva facevo fatica a fermarmi, la potenza del freno è arrivata improvvisamente, non ero nelle condizioni ideali per gestirla”. Non fa drammi, invece, il Team Director Massimo Meregalli che applaude Rossi: “La sessione di qualifica è stata emozionante. Valentino ha fatto un ottimo lavoro, il giusto raccolto dopo tanto lavoro”. Su Lorenzo: “Jorge ha mostrato un ritmo buono e costante ma purtroppo con la frenata finale ha perso la prima fila. Sicuramente continueremo a lavorare per risolvere le difficoltà e per arrivare pronti alla gara”.

Andrea Dovizioso chiude le qualifiche del MotoGp in Malesia con un settimo posto e dunque partirà dalla terza fila sul circuito di Sepang. Le FP3 mattutine si sono chiuse con con un ottavo posto, mentre le FP4 hanno visto un sesto posto con un buon passo.  Il pilota della Ducati Team ha effettuato due uscite e ha utilizzato un pneumatico posteriore soft, conquistando il suo miglior tempo alla prima uscita. “Nel turno FP4 non siamo andati male come passo – ha spiegato Dovizioso ai giornalisti dopo le qualifiche – anche se non abbiamo quello dei primi quattro: non siamo però lontanissimi. Invece in qualifica non siamo riusciti a fare quello che avremmo potuto, perché secondo me si poteva scendere sotto il 2’00” “. Dovizioso, infine, sottolinea l’importanza del feeling con la moto: “Purtroppo diventa tutto più complicato quando sulla moto non riesci a fare quello che vuoi, e quindi si fa fatica a tirare fuori il 100%.”

Sesto posto ottenuto da Andrea Iannone al termine delle qualifiche del MotoGp in Malesia. Il pilota della Ducati Team, quindi, partirà dalla seconda fila sul circuito di Sepang. Le FP3 si erano chiuse con un undicesimo posto ma la classifica combinata dei tre turni di prove libere ha visto il pilota classificarsi tra i primi dieci. Buon passo in FP4 con un terzo posto e ritmi alti. “Credo che oggi fosse difficile per me poter fare qualcosa di più – ha dichiarato Iannone ai giornalisti dopo le qualifiche – Ho provato a dare il massimo, ma faccio abbastanza fatica in percorrenza di curva e quindi non sono riuscito ad andare più forte”. Il pilota, comunque, non è soddisfatto del risultato ottenuto e predica concentrazione e tanto lavoro: “Lo riconosco, non possiamo essere felici ma in questo momento è necessario non distrarsi per capire la direzione da prendere per minimizzare i nostri problemi o almeno riuscire a tamponarli”. Infine Iannone ha detto di non aspettarsi grandi cambiamenti per la gara: “Non credo ce ne saranno, però tutto sommato non sono messo poi così male. In FP4, come passo gara, dopo Dani e Marc ci siamo Jorge ed io e poi Vale, ma dovremo capire se e quanto cambierà la situazione con la gomma da gara”.

In diretta: oggi domenica 25 ottobre ecco il Gran Premio della Malesia 2015 sull’affascinante circuito di Sepang, che costituisce il diciassettesimo e penultimo appuntamento con il Motomondiale 2015 (clicca qui per la griglia di partenza). Questo è un appuntamento sempre molto significativo dal momento che si tratta di una una delle gare più belle per valore tecnico del tracciato, oltre che per il ricordo di Marco Simoncelli. Gli orari saranno però inevitabilmente condizionati dalle sette ore di fuso orario che separano l’Italia dalla Malesia: per la gara della classe regina i semafori si spegneranno alle ore 8.00 italiane, quando sul circuito che sorge a poca distanza dall’aeroporto internazionale della capitale Kuala Lumpur saranno le 15.00, orario di partenza della corsa di Sepang. Il Gran Premio si svilupperà sulla distanza di 20 giri per un totale di 110,9 km, dal momento che ogni giro del lungo tracciato malese misura 5,543 chilometri caratterizzati da quindici curve, di cui cinque a sinistra e dieci a destra. Altre informazioni importanti riguardano la larghezza della pista, che è di ben 22 metri, e la lunghezza del rettilineo principale che è di 920 metri. La lunghezza della gara è leggermente inferiore alla norma in considerazione anche dell’intenso caldo umido che rende molto dura la corsa per i piloti dal punto di vista fisico. Ricordiamo inoltre che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up che per la MotoGp avrà inizio alle ore 3.40 italiane, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto e fare le ultime prove su assetti e gomme. Sepang è uno dei circuiti che il Motomondiale condivide con la Formula 1, fatto che si nota ad esempio osservando la notevole larghezza della pista, che è stata pensata per ospitare anche le automobili: infatti fin dal 1999 – anno della sua inaugurazione – Sepang è diventata sede fissa per entrambi i campionati. La pista è completa, comprendendo curve di vario tipo e due rettilineo molto lunghi separati da un tornantino che è l’ultima curva del circuito ed è punto ideale per i sorpassi insieme alla successiva curva che chiude invece il rettilineo d’arrivo. Il tornantino però è il punto decisivo perché all’ultimo giro è chiaramente l’ultima occasione per un sorpasso. La pista piace di più a Valentino Rossi che a Jorge Lorenzo, come dimostrano i risultati in carriera: il Dottore saprà approfittarne o lo spagnolo ribalterà le sensazioni come già ha fatto a Phillip Island? Marc Marqiez e Andrea Iannone saranno di nuovo il terzo (e il quarto) incomodo? Anche Dani Pedrosa saprà dire la sua? Per rispondere a queste e ad altre domande, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara del Gran Premio della Malesia 2015 della MotoGp sul circuito di Sepang sta per cominciare… (Mauro Mantegazza)

1
D. PEDROSA
40:37.691
2
J. LORENZO
+3.612
3
V. ROSSI
+13.724
4
B. SMITH
+23.995
5
C. CRUTCHLOW
+28.721
6
D. PETRUCCI
+36.372
7
A. ESPARGARO
+39.290
8
M. VIÑALES
+39.436
9
P. ESPARGARO
+42.462
10
S. BRADL
+44.601
11
S. REDDING
+47.690
12
Y. HERNANDEZ
+52.112
13
H. BARBERA
+52.360
14
T. ELIAS
+53.619
15
A. BAUTISTA
+53.631
16
N. HAYDEN
+1:01.431
17
J. MILLER
+1:02.828
18
M. DI MEGLIO
+1:05.075
19
E. LAVERTY
+1:09.877
20
A. WEST
+1:24.749
RT
A. DOVIZIOSO
20:30.937
RT
M. MARQUEZ
14:54.498
RT
L. BAZ
5:00.897
RT
A. IANNONE
2:08.215
N1
D. CUDLIN
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori