MotoGp test Valencia 2015 / Tempi e classifica 1a giornata: bandiera a scacchi! Marquez il più veloce (10 Novembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp test Valencia 2015 info streaming video e tv, tempi e classifica della prima giornata (oggi martedì 10 novembre 2015). Tornano in pista Rossi, Lorenzo e Marquez

RossiAssen2015
Valentino Rossi festeggia ad Assen 2015 (Infophoto)

La prima giornata di test MotoGp a Valencia è terminata. E’ Marc Marquez ad aggiudicarsi la palma del pilota più veloce in pista, che vale quel che vale ma è comunque importante per lui e per la Honda HRC: il tempo del catalano che nelle ultime settimane è stato al centro delle aspre polemiche di fine Mondiale, è stato accusato da più parti (anche in Spagna) di aver giocato sporco e aveva evidentemente qualche sassolino da togliersi dalle scarpe. Se lo ha fatto non sappiamo, intanto oggi – nella prima giornata di test MotoGp – è rimasto davanti a tutti, a cominciare da un ottimo Andrea Iannone che ha portato la sua Ducati ufficiale a girare a meno di un decimo dalla Honda di Marquez. A chiudere il “podio” di Valencia è Dani Pedrosa, più lento di 130 millesimi rispetto al suo compagno di squadra; sorprende invece Maverick Vinales che è riuscito ad esprimere il suo talento girando sul piede dell’1’32’’ basso e rimanendo entro i due decimi di ritardo. Quello che non è riuscito a fare (per questione di centesimi) Jorge Lorenzo, campione del mondo per la quinta volta da un paio di giorni: il maiorchino è comunque risultato il primo delle due Yamaha ufficiali, visto che Valentino Rossi non è riuscito a esprimersi al top e ha chiuso la mattinata a un secondo e mezzo abbondante da Marquez, salvo poi migliorarsi ma non fare meglio di un che lo ha tenuto lontano dai tempi più veloci. Andrea Dovizioso ha pagato mezzo secondo con l’altra Ducati ufficiali, benino Danilo Petrucci che si è posizionato appena dietro Rossi.

La prima giornata di test MotoGp a Valencia sta per terminare: continuano a non cambiare i tempi in pista, anche se va segnalato che Valentino Rossi è riuscito a migliorarsi leggermente e ha portato il suo ritardo da Marc Marquez, il cui 1’31’’551 resiste come miglior tempo di giornata, a 850 millesimi (dodicesima posizione). Gli altri invece girano sugli stessi tempi: lo stesso Marquez si è presentato in pista per le ultime tornate con una Honda HRC dalla livrea nera ma gira ora sul passo di 1’32’’3, dunque non vicino ai suoi crono mattutini. Dunque ripetiamo: in testa Marquez seguito a meno di un decimo da Andrea Iannone, poi troviamo Dani Pedrosa con l’altra Honda e Maverick Vinales, autore di ottimi test. In quinta posizione il campione del mondo Jorge Lorenzo, che paga appena più di due decimi; sesto Cal Crutchlow e poi Pol Espargaro. Gli altri italiani: Andrea Dovizioso è decimo, Danilo Petrucci quattordicesimo). A chiudere la carovana Michele Pirro, che però non ha ottenuto un tempo ufficiale e dunque risulta ventiquattresimo alle spalle di Aoki.

Stiamo arrivando verso la conclusione dei test MotoGp a Valencia, almeno per quanto riguarda la prima giornata: nel pomeriggio a livello di tempi è successo davvero poco, con i piloti impegnati sul circuito spagnolo che hanno più che altro testato vari assetti delle loro moto e non si sono migliorati. Il più veloce resta dunque Marc Marquez, che ha girato in 1’31’’551: il catalano della Honda HRC precede Andrea Iannone per 88 millesimi e Dani Pedrosa per poco più di un decimo. Ottimo quindi il rendimento del pilota Ducati, che oggi ha fatto nettamente meglio di un Andrea Dovizioso che conferma il suo scarso feeling con la moto di Borgo Panigale (almeno nella seconda metà di stagione) ed è in questo momento undicesimo a +0’’678, cioè il ritardo che accusava al termine della sessione del mattino. E’ scivolato in tredicesima posizione Valentino Rossi, che continua a girare ma non si migliora; il Dottore sta provando il passo gara come tanti piloti stanno facendo, vedremo se nell’ultima ora di test ci saranno nuovi sviluppi alla classifica. A migliorarsi è Danilo Petrucci che lima circa un decimo al crono precedente e si porta in quattordicesima posizione, caduta invece per Tito Rabat che con la sua Honda è sedicesimo.

Mancano circa 90 minuti alla conclusione della prima giornata di test della MotoGp sul circuito di Valencia. Non cambia la situazione in vetta, con Marc Marquez che continua a guardare tutti dall’alto con il tempo di 1.31.551, seguito da Iannone su Ducati che dista solo 88 millesimi. Migliora invece il fresco campione del mondo Jorge Lorenzo, che si trova attualmente in quinta posizione, staccato di 216 centesimi dal numero 93 della Honda HRC. Alle spalle dell’iridato troviamo Crutchlow, con Pol Espargarò, Smith e l’altro fratello Espargarò. Ancora fuori dalla top 10 Valentino Rossi così come Petrucci e Dovizioso.

Proseguono i test MotoGp a Valencia: nella sessione del pomeriggio si sono migliorati i due piloti Yamaha, attesi ovviamente alla registrazione dei tempi dopo la grande battaglia mondiale che hanno ingaggiato per tutta la stagione. Valentino Rossi è sceso in pista immediatamente e ha fatto registrare un tempo di 1’32’’492, portandosi sotto il secondo di ritardo da Marc Marquez e dunque recuperando circa cinque decimi rispetto al miglior giro che aveva centrato in mattinata. Ancora meglio ha fatto Jorge Lorenzo, che occupa ora la quinta posizione della classifica virtuale: il maiorchino campione del mondo ha girato in 1’31’’903, portandosi a tre decimi e mezzo da Marquez. Il quale non è riuscito a migliorarsi e si trova in questo momento ai box; sta invece girando Dani Pedrosa che ha acceso due caschi rossi nei primi due settori ma ha perso molto nel terzo, chiudendo in 1’32’’330 che non migliora la prestazione del mattino. Nei primi posti la classifica non è cambiata: Marquez-Iannone-Pedrosa sono ancorati ai tempi della sessione mattutina. Nuovo tentativo per Valentino Rossi, che però adesso sta girando più che altro alla ricerca del passo.

Mancano circa due ore e mezza alla fine di questo primo giorno di test della MotoGp. Le due ruote, ricordiamo, si trovano attualmente a Valencia per una serie di prove, in particolare i test sulle nuove gomme Michelin, pneumatici che dal Mondiale del 2016 prenderanno il posto delle Bridgestone. Non cambia quasi nulla nei tempi, con Marc Marquez della Honda HRC sempre in prima posizione, seguito da Iannone su Ducati e dal compagno di squadra Pedrosa. Al quarto, quinto e sesto posto troviamo invece Vinales, Crutchlow e P. Espargarò, mentre il secondo italiano più veloce è Dovizioso, nono assoluto con un ritardo di 678 centesimi da Marquez. Fuori dalla top 10, attualmente, il vice-campione del mondo Valentino Rossi.

I test MotoGp in corso a Valencia ripartono: dopo la pausa pranzo i piloti tornano in pista per completare la prima giornata (sulle due previste), avendo a disposizione ancora tre ore prima della deadline delle 17. In testa c’è Marc Marquez, che con la Honda HRC ha fatto registrare il tempo di 1’31’’551 riprendendosi dopo la caduta della mattinata; gira poco più di un decimo più lento il compagno di squadra Dani Pedrosa e tra i due si è inserito Andrea Iannone, che porta la Ducati ufficiale alla piazza d’onore con un ritardo di 88 millesimi da Marquez. Bene Maverick Vinales che resta sotto i 2 decimi di distacco, occupa la quinta posizione Cal Crutchlow. Per quanto riguarda i due piloti Yamaha, che hanno duellato per la conquista del titolo mondiale, al momento meglio Jorge Lorenzo: il maiorchino è undicesimo con un ritardo di quasi un secondo. Paga invece oltre un secondo e mezzo da Marquez Valentino Rossi, che ha girato poco e si è posizionato al momento sedicesimo. Danilo Petrucci, parlando di altri italiani, è invece quattordicesimo alle spalle di Stefan Bradl; nono Andrea Dovizioso con l’altra Ducati, ritardo di quasi 7 decimi per il forlivese che ha vissuto una seconda parte di stagione 2015 davvero deludente ed è già concentrato sul prossimo anno.

Sono passate quasi tre ore e mezza dall’inizio dei test della MotoGp in quel di Valencia, in Spagna, prima di due giornate di prove in vista del mondiale 2016. Attualmente comanda sempre il giovane pilota spagnolo Marc Marquez su Honda HRC, che è riuscito a migliorare il suo precedente tempo e che ora ha fermato il cronometro sull’1.31.551. Vicinissimo al giovane iberico c’è il nostro Iannone, ovviamente il primo degli italiani in pista, che dista soltanto 88 millesimi dal pilota Honda. Terzo posto, invece per l’altra Honda HRC ufficiale, quella di Pedrosa, a 130 centesimi dal compagno di squadra. L’altro italiano nella top 10 è Dovizioso, decimo a 767 centesimi di distanza dal primo. Più indietro infine Valentino Rossi e Petrucci.

Continuano i test delle MotoGp in quel di Valencia. Al comando continua ad esservi il numero 93 della Honda HRC, Marc Marquez, con il tempo di 1.32.077. Segue Pol Espargarò distanziato di 457 centesimi, e resiste al terzo posto la Ducati del nostro Dovizioso, a 658 centesimi dall’ex campione del mondo iberico. Negli scorsi minuti, doppia caduta proprio dei fratelli Espargarò, Alex e Pol, che sono scivolati praticamente negli stessi istanti anche se in due curve differenti. Entrambi non hanno comunque riportato alcun problema fisico. Da segnalare il miglior tempo di Valentino Rossi che ha fissato il suo cronometro a 1.33.105.

È iniziata la grande prima giornata di test MotoGp in quel di Valencia, a soli due giorni dall’incredibile finale di stagione che ha visto laurearsi campione Jorge Lorenzo, non senza un mare di polemiche per l’azione di disturbo a Valentino Rossi mossa ancora una volta da Marc Marquez che vuole dunque trovare un immediato riscatto in immagine soprattutto: oggi vedremo molte ore di prove sulla pista valenciana con le novità portate in termini di elettronica e sopratutto di gomme, le vere protagoniste di oggi con la nascita dell’era Michelin.In pista subito a provare Jack Miller e Aoki con le loro Honda Marc VDS Racing e Suzuki che testano subito con le nuovissime modifiche. Stagione piuttosto complessa per entrambi in piloti, relegati nelle retrovie in tutti i Gran Premi praticamente e che, specie per il giovane pilota della Honda LCR l’anno scorso, l’esordio in MotoGp è stato meno fantastico di quanto si aspettava. Difficile come sempre il salto dalla Moto 3 alla classe regina, ma Miller vuole subito ripartire alla grande dopo un anno di ombre, e i primi tempi sono già molto interessanti in sella al nuovo team, Marc VDS Racing Team, dove quest’anno correrà con motore Honda e compagno di squadra Tito Rabat, appena arrivato dalla Moto2. Insomma, un team super giovane per il grande rilancio in MotoGp.

Sono iniziati circa due ore fa, attorno alle 10.00, i test della MotoGp sul circuito di Valencia, prima della due giornate di prove per le due ruote. Le varie scuderie si concentreranno in particolare sulle gomme, visto che dalla prossima stagione nel mondiale avremo la Michelin e non più la Bridgestone. Attualmente il miglior tempo registrato è stato quello di Marc Marquez su Honda HRC che ha fissato il cronometro sull’1.32 e 077. In seconda posizione invece troviamo P. Espargaro mentre terzo posto per l’italiano Dovizioso su Ducati, a 658 centesimi di distanza dal numero 93. L’altro italiano nelle prime posizioni è Petrucci, decimo assoluto ma con quasi due secondi di ritardo.

Proseguono i test MotoGp a Valencia, e a metà mattina registriamo anche la caduta illustre: è Marc Marquez a sdraiarsi sulla pista uscendo da una curva verso sinistra. Il pilota spagnolo ha perso il posteriore ed è finito per terra senza conseguenze; si è rialzato immediatamente ed è stato portato ai box a bordo di uno scooter. E’ lui, ad ogni modo, ad aver fatto registrare il tempo migliore: la sua Honda HRC ha fermato il cronometro a 1’32’’077. Sorpassato Andrea Dovizioso che fino a quel momento si era portato in testa; da poco è sceso in pista anche Pol Espargaro che si è dimostrato subito veloce e ha fatto registrare il tempo di 1’32’’534, portandosi in seconda posizione alle spalle di Marquez. Seguono Jack Miller e Cal Crutchlow quando mancano sei ore al termine della giornata (la conclusione dei test MotoGp è prevista alle 17). Cambia ancora la testa della classifica nei test MotoGp di Valencia: adesso è Cal Crutchlow il pilota più veloce in pista, per il britannico il tempo è di 1’31”911 che supera di due decimi quello fatto registrare da Marc Marquez poco prima. In terza posizione Aleix Espargaro seguito da Bradley Smith, mentre le due Ducati sono in sesta (Andrea Dovizioso) e ottava posizione (Andrea Iannone). Da segnalare anche l’undicesima posizione di Danilo Petrucci; intanto l’account Twitter ufficiale della MotoGp ha pubblicato il video della caduta di Marc Marquez (senza conseguenze). 

Chiusosi il mondiale 2015, per le MotoGp è già tempo di pensare ai prossimo campionato. Sono infatti in corso in quel di Valencia i test che verranno utilizzati dalle varie scuderie per provare le nuove gomme Michelin. La Bridgestone ha detto addio al circus e al suo posto è sbarcato appunto la casa di pneumatici francese. Si tratteranno quindi di test decisamente importanti e delicati, vista la forte incidenza delle gomme nelle performance di una moto. Dal comportamento delle varie miscele, i tecnici e gli ingegneri cercheranno di capire come meglio costruire e realizzare le moto del 2016, la cui progettazione è già ovviamente in cantiere da mesi e che a breve verrà definitivamente ultimata.

Si apre oggi a Valencia, sul circuito Ricardo Tormo, la due giorni di test della MotoGp che ci proietta al Mondiale del 2016 nonostante l’ultimo si sia concluso meno di due giorni fa. Non tutti i piloti e le scuderie scenderanno in pista però con le moto ufficiali: è il caso ad esempio della Ducati, che ha scelto spontaneamente di rimandare il debutto della nuova Desmosedici fino ai prossimi test della Malesia. A spiegare tale decisione è stato il Direttore Generale del reparto corse di Borgo Panigale, Gigi Dall’Igna, che ha dichiarato:”Non portare a Valencia la GP16 è una scelta tecnica. Ho voluto sfruttare tutti i test del 2015 per riuscire a capire che tipo di geometrie dobbiamo utilizzare per sfruttare al meglio le gomme Michelin, che sicuramente sono una grossa incognita per il futuro. Sapere esattamente come deve essere il telaio per sfruttarle al meglio non è semplice con i pochi test che abbiamo avuto a disposizione nell’arco della stagione con i collaudatori“. Dall’Igna ha specificato di voler utilizzare i due giorni di test sul circuito valenciano per provare “un paio di telai evoluzione con l’obiettivo di farci trovare pronti sul fronte gomme all’inizio dell’anno prossimo“. 

La MotoGp torna subito protagonista a Valencia, sul circuito Ricardo Tormo che domenica ha ospitato l’ultimo Gran Premio dell’anno 2015 e che ora diventa teatro dei primi giorni di prove in vista del Mondiale 2016. Una sessione di test che dunque di fatto segna l’inizio del lavoro per la stagione successiva, come ormai è tradizione da diversi anni a questa parte, anche se inevitabilmente tutti abbiamo ancora negli occhi l’incredibile finale di una stagione che certamente passerà alla storia. Tornano in pista tutti i protagonisti, dal campione del Mondo Jorge Lorenzo a Valentino Rossi e Marc Marquez, ed è difficile pensare che possa trattarsi solamente di una “banale” giornata di lavoro in vista del debutto del prossimo Motomondiale, che secondo il calendario ancora provvisorio della stagione 2016 avrà luogo in Qatar domenica 20 marzo. Sarà dunque interessante vedere cosa succederà, ma d’altra parte è anche giusto introdurre le grandi novità per la stagione che verrà. Le principali sono l’arrivo della Michelin come nuovo fornitore unico degli pneumatici e l’adozione di una nuova elettronica con software unificato. Inoltre tutte le moto avranno un serbatoio da 22 litri di carburante e un peso minimo di 157 kg; ogni pilota avrà a disposizione un massimo di 7 motori nell’arco della stagione il cui sviluppo rimarrà congelato, ma non per tutte le case, a seconda dei risultati ottenuti nel 2015. Si inizierà a lavorare con stati d’animo però particolari: Lorenzo felice per l’iride, ma forse non se lo è goduto come normalmente sarebbe successo; il Dottore certamente desideroso di dare un nuovo assalto al decimo titolo; quanto a Marquez, è nell’occhio del ciclone e deve pure riscattarsi dopo un 2015 molto difficile e con troppe cadute. Lo attende quindi una sfida molto importante nell’anno che verrà… Sarà anche possibile seguire queste giornate di test: oggi, martedì 10 novembre, ci saranno ben sei ore di copertura in diretta tv sul canale tematico Sky Sport MotoGp HD (il numero 208 della piattaforma satellitare), a partire dalle ore 10.00 fino alle 13.00 e poi di nuovo dalle 14.00 al termine della giornata di prove alle ore 17.00. Anche sul sito Internet ufficiale del Motomondiale (www.motogp.com) troverete molte informazioni utili, anche sui tempi. La diretta su Sky significa che sarà possibile seguire i test in quelle fasce orarie anche in diretta streaming video tramite il servizio Sky Go, naturalmente se siete abbonati Sky.

POS # PILOTA GAP
1
93
M. MARQUEZ
1:31.551
2
29
A. IANNONE
+0.088
3
26
D. PEDROSA
+0.130
4
25
M. VIÑALES
+0.169
5
99
J. LORENZO
+0.216
6
35
C. CRUTCHLOW
+0.360
7
44
P. ESPARGARO
+0.386
8
38
B. SMITH
+0.446
9
41
A. ESPARGARO
+0.454
10
4
A. DOVIZIOSO
+0.522
11
45
S. REDDING
+0.663
12
46
V. ROSSI
+0.850
13
9
D. PETRUCCI
+0.891
14
8
H. BARBERA
+0.917
15
43
J. MILLER
+1.043
16
53
T. RABAT
+1.122
17
6
S. BRADL
+1.170
18
76
L. BAZ
+1.392
19
68
Y. HERNANDEZ
+1.495
20
19
A. BAUTISTA
+1.510
21
50
E. LAVERTY
+1.702
22
22
T. TSUDA
+3.040
23
12
N. AOKI
+4.787
NC
51
M. PIRRO


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori