Diretta / MotoGp prove libere FP2 live: orari tv. Lorenzo domina, Iannone terzo precede Rossi (GP Valencia 2015, oggi 6 novembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp, le prove libere FP1 e FP2 del Gp Valencia 2015 live: cronaca e tempi delle due sessioni in programma, comincia il duello finale Rossi-Lorenzo (oggi venerdì 6 novembre 2015)

Yamaha_LorenzoRossi
Presentazione Yamaha M1

Concluse anche le seconde prove libere ed ultime della giornata di oggi, con il Gran Premio di Valencia 2015 che inizia ad entrare nel vivo con un’ottima prestazione di Valentino Rossi che zittisce tutto e tutti e martella sul passo gara con anche ottimi giri veloci che lo piazzano quarto alla fine solo per il grande tempo da qualifica praticamente di Andrea Iannone, sonnacchioso fino a quel momento. Gli spagnoli vanno più lenti di stamattina come ritmo generale, ma hanno acuti da paura: Jorge Lorenzo si mette primo in classifica dopo la FP2 con tre giri fatti a cannone che lo piazzano in testa verso la fine delle prove, prima aveva scherzato con giri lenti e molto tempo nei box a risolvere piccoli problemini. Pedrosa sempre top, la forma è strepitosa e il suo secondo tempo dopo un ritmo molto buono promettono bene per le qualifiche di domani: Marquez a due facce anche in pista con prima parte show, fatta di temponi e derapate, seconda anonima con ritmo basso e zero acuti. E le Ducati? Molto, molto bene Andrea Iannone che con un fantastico time attack conquista il terzo posto, mentre il suo compagno Dovizioso fa un passo indietro rispetto al FP1 e si piazza dietro ai primi dieci. Grande attesa dunque per domani e per le dichiarazioni post libere dei piloti che arriveranno nelle prossime ore.

Partiti per questa seconda sessione di prove libere, con Valentino Rossi subito protagonista sulla pista di Valencia dove sta per decidersi il Mondiale di Motogp: primi giri fatti alla grande dove, a parte un buon giro veloce all’inizio, la valutazione migliore è sul passo di gara che sembra molto buono e migliorato rispetto alle prime libere. In questa FP2 i tempi rimangono stabili su quelli di stamattina, con Marquez che si rimette davanti a tirare tutti con un buon 1:31.751. Lorenzo invece sta girando abbastanza piano, anche se comunque sempre lassù in terza posizione: e Pedrosa invece? Un buon quinto posto per lui con dietro il mitico Danilo Petrucci che continua a fare buoni giri nelle prove libere. Interessante come le Ducati comincino sempre piano per finire poi forte, vedremo infatti tra qualche minuto nella fine della FP2 come Iannone e Dovizioso si prepareranno e mostreranno, al top come prima o con alcuni passi indietro. Tifosi sugli spalti sempre caldissimi che dimostrano ancora una certa dose di giallo, ovvero il colore ufficiale di Valentino: anche qui in Spagna insomma gli affezionati ci sono, davvero lui è un campione mondiale oltre ogni nazione. 

Ed eccoci qui, si riparte con la seconda sessione delle prove libere del Gran Premio di Valencia 2015 con un’altra grande occasione per mettere a punto le Motogp prima delle qualifiche di domani e sopratutto della gara di domenica. Come andrà in questo FP2 Valentino Rossi sarà importante da capire, dopo una prima sessione di libere positive e in cui è cominciato lo studio sul suo passo gara e sul setting ideale della sua Yamaha. Le Honda sono invece molto cariche dopo la grande prima prova libera, specie con Marquez che messe alle spalle per ora le polemiche ha scaricato su pista tutta la rabbia con un super tempo che è atteso a conferme in questa FP2. Lorenzo, anche lui velocissimo è chiamato all’ennesima conferma sui tempi che solitamente non fallisce mai mentre molto interessate, anche in ottica gara, sarà vedere cosa combinano le Ducati che con Dovizioso hanno fatto un’ottima FP1 e con Iannone il passo per domenica sembra molto buono. Si riparte dunque, tra pochissimi secondi tutti in pista per questa nuova seconda sessione di prove! 

Conclusa la FP1, sta per cominciare tra un’oretta la FP2 e i protagonisti sono sempre loro, i piloti della Honda che da ormai 4 gare vincono costantemente, approfittando ovviamente della tensione per il Mondiale piloti che si gioca in casa Yamaha. Anche in questo Gran Premio di Valencia 2015 la Motogp tiene alti i motori con Pedrosa e Marquez che sono scattati subito bene imponendo il loro ritmo agli altri: queste le loro parole alla vigilia di queste prove libere, con on occhio d’attenzione ovviamente a quello che Marc ha commentato riguardo ai fattacci di Sepang. «Non sono triste che la mia vittoria sia stata oscurata dalla vicenda dell’incidente. Io non corro per attirare l’attenzione, ma perchè mi piace andare in moto e vincere e le sensazioni e le emozioni quando vinco. Io non sono stato condizionato da quello che è successo, sono molto contento della vittoria». È carico per Valencia il buon Dani e anche qui proverà a battagliare fin dall’inizio con Marquez, che invece ieri ha fatto trasparire tutta la fatica di queste settimane, dalle accuse, alle critiche fino ai fatti con il servizio delle Iene: «la settimana più difficile della mia vita ma ora mi concentro su Valencia e su una gara che voglio che sia solo di motociclismo e basta. Non ho corso mai contro nessuno e mai lo farò ora penso solo alla gara e a come chiudere al meglio questo Mondiale». 

Una prima sessione di prove libere sul circuito del Gran Premio di Valencia 2015 che ha già subito dato le prime indicazioni: la Honda è fortissima anche qui e la Yamaha non è da meno, tanto che Valentino quinto (che vuole provare ovviamente il passo gara) e Lorenzo secondo inseguono bene. Interessanti ovviamente, con occhi puntati da tutti, le azioni e le operazioni di Rossi visto che non dovendo preoccuparsi, suo malgrado, del tempo da qualifica – partirà ultimo per la nota penalità inflittagli a Sepang – sta cercando il setting perfetto nella sua Yamaha per poter dare tutto subito nei primi giri in gara cercando in griglia di partenza di superare già molti avversari. Importanti d questo punto di vista le parole di Massimo Meregalli, Team Manager di Yamaha Racing, che durante la FP1 ha commentato così ai microfoni di Sky Sport: «Valentino deve andare a cannone in tutte le prove: è vero che non gli serve la qualifica ma è anche vero che se non tiri al massimo non saprai mai come sta la moto e il setting perfetto per la gara e questo il Dottore lo sa bene e lo sta facendo alla grande». Commenta poi anche la prova di Jorge Lorenzo dicendosi soddisfatto della libera, con il maiorchino che lo vede «sereno e tranquillo e come al solito concentrato sul tempo perfetto da fare». Insomma saranno grandi prove – e lo abbiamo visto fin da subito – ma speriamo sia anche una grande gara. Il Gran Finale è arrivato.

Inizio soft e conclusione ad alti ritmi per la Motogp che in questa FP1: i tempi sono pazzeschi per tutti, si avvicinano moltissimo a quelli della pole position dello scorso anno, peccato che siamo alle prime prove libere! Questo già fa capire come saranno questi giorni incredibili: moto al limite e subito Marc Marquez impone un ritmo da paura, segnano il tempo di 1:31.250 e chiude davanti a tutti, con Lorenzo che fino all’ultimo era davanti, e poi Pedrosa e Dovizioso che girano fortissimo e quinto Valentino Rossi che ha fatto una buonissima FP1 e ha chiuso girando con entrambe le moto e senza sbavature. Certo non è facile girare sapendo che comunque qualsiasi tempo farai partirai ultimo in griglia di partenza ma Valentino ha scelto di provarci fin da subito imponendo un buon ritmo alla sua Yamaha e facendo fin da subito impazzire i suoi tifosi, corsi qui anche se in Spagna, nella tana dei nemici. Marquez tempo impressionante, si avvicina e di pochissimo alla Pole dello stesso Dottore l’anno scorso e ha fatto capire che la Honda c’è: a dimostrazione di questo, Dani Pedrosa è partito piano ma ha concluso girando alla grande e tallonando da vicinissimo un Jorge Lorenzo al solito impeccabile nei tempi in velocità. Menzione d’onore per Dovizioso che zitto zitto si è piazzato quarto tra le sorprese di tutti visto il suo ultimo periodo e che potrebbe rivelarsi pedina importante, anche come ideale “spalla” di Valentino visto che potrebbe dare molto fastidio davanti ai tre top rider. Appuntamento con la FP2 alle 14, a più tardi con i vari aggiornamenti. 

Cominciata e in corso la FP1 con motori rombanti fin da subito per scaldare e scaricare tutta la tensione accumulata di questi giorni: Valentino lavora sulla messa a punto ovviamente con la Motogp che deve prepararsi alla partenza dall’ultima piazza in griglia di partenza. Nei primi giri cade subito Vinales, ma senza danni solo una scivolata mentre i super piloti hanno scelto di entrare subito in bagarre per provare la loro moto fin dai primi giri, specie sul passo gara fino ad adesso. Valentino ha iniziato molto bene con i ritmi sul giro e un setting che non sta andando male: ma il migliore finora, quello che sta girando con tempi molto interessanti è il pilotino spagnolo, Marc Marquez che vuole imporre fin da subito il proprio ritmo, magari rispondendo così alle tantissime critiche piovute per i fattacci di Sepang. Ora i piloti Yamaha sono entrambi ai box ma a breve rientreranno in pista per ritrovare il giusto equilibrio tra lo scivolamento della ruota anteriore e il grip generale, i piccoli problemi visti in questi pigri minuti su entrambe le Motogp di Rossi e Lorenzo. Nota a parte ma molto bella: nei box della sua squadra ritorna Alex De Angelis: non correrà ovviamente ma è sereno, sorridente e con una voglia incredibile di rientrare in pista nei prossimi mesi. 

Si parte! Tra pochissimi secondi al via la prima prova libera di questo Gp di Valencia con le MotoGp pronte a darsi battaglia dopo le infinite polemiche degli scorsi giorni: al via dunque la FP1 con Lorenzo che vorrà fin da subito imporre il ritmo e prepararsi per le qualifiche di domani approfittando di un Valentino Rossi appiedato dalla penalità. Emozione e curiosità su cosa invece faranno tutti gli altri a partire dalle Honda che dovranno dimostrare i progressi degli ultimi Gp, polemiche a apre hanno vinto le ultime 4 gare approfittando delle tensioni in casa Yamaha, legittime visto che ci si gioco il mondiale 2015 praticamente alle ultime curve. Tutti pronti, caschi allacciati e si parte per questo lungo, insidioso, emozionante e pazzesco weekend, sperando che davvero siano tre giorni di moto vera e non di parole spinose e spesso inutili. Motori si scaldano e via! 

Oggi torna la Motogp con la prima sessione di prove libere FP1 del gran premio di Valencia 2015, circuito che assegnerà il titolo del mondiale piloti. Altissima la tensione fra Lorenzo, Rossi e Marquez, soprattutto dopo che il Tas ha deciso di respingere il ricorso dello stesso “Dottore”. Per cercare di stemperare un po’ gli animi è intervenuto Vito Ippolito, il numero uno della FIM, la federazione internazionale motociclistica, che ha diffuso nelle scorse ore un comunicato, invitando tutti i piloti che scenderanno in pista in Spagna ad essere prima di tutto dei fair player: «Vogliamo ricordare i valori del nostro sport: fair play, sportività e buone maniere – si legge sul sito ufficiale della MotoGp, Motogp.com – i nostri funzionari saranno vigili nell’osservare il comportamento di ciascuno di voi e molto severi con qualsiasi violazione delle nostre regole sportive. Organizziamo e mettiamo in pratica lo sport a livello professionale, non solo perché è divertente e straordinario, ma per mostrare quei valori in cui crediamo. La prossima gara sarà trasmessa in diretta e seguita da un gran numero di spettatori. Abbiamo quindi davanti a noi un’occasione d’oro per dimostrare al mondo intero i valori più alti del nostro sport, e di conseguenza, offrire un grande esempio. Vorremmo chiedere a tutti di prestare ancora più attenzione questo fine settimana per il bene di questo sport». Ippolito invita quindi tutti a competere ma solo ed esclusivamente nei limiti del regolamento, evitando così che si ripetano le schermaglie fra Rossi e Marquez avvenute due settimane fa in quel di Sepang, in Malesia. La speranza è che tutti mettano realmente in pratica quanto suggerito…  

La MotoGp torna in diretta con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Comunità Valenciana 2015 sul circuito di Valencia, diciottesimo e ultimo appuntamento con il Motomondiale 2015. Finalmente si torna in pista dopo due settimane in cui è successo di tutto. L’attesa è finita, sta per cominciare il duello finale fra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per il titolo iridato. Tutti i riflettori saranno puntati sui due piloti della Yamaha, ma anche su Marc Marquez, il ‘terzo incomodo’ (in tutti i sensi) che ha reso ancora più incandescente il finale di questa memorabile stagione. Per prima cosa ecco gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 6 novembre. Sono naturalmente i classici orari delle gare europee, dunque la avrà inizio alle ore 9.55 di venerdì mattina; si girerà come di consueto per 45 minuti, per poi tornare in pista alle ore 14.05 per la , la sessione più significativa perché si disputerà alla stessa ora delle qualifiche di domani e della gara di domenica. Proviamo per un attimo ad isolarci da tutte le polemiche e fare un’analisi di quello che ci potrà attendere dal punto di vista strettamente sportivo. Il punto di forza di Lorenzo è sicuramente la velocità fin dai primi turni di prova: non c’è dubbio che in valore assoluto sia lui il pilota più forte del Mondiale 2015. Questo però aumenta ancora di più il valore di Valentino Rossi, che alla bella età di 36 anni gli è davanti in classifica fin dall’inizio della stagione, con un solo “pareggio” dopo la gara di Brno. Il Dottore ci ha abituato alle rimonte, domenica dovrà difendersi nella sfida più dura partendo dall’ultimo posto sulla griglia di partenza su una pista che storicamente non gli è mai piaciuta molto – anche se va detto che pure Lorenzo non ha grande feeling con il circuito intitolato alla memoria del pilota valenciano Ricardo Tormo. Sarà un weekend decisamente anomalo anche come lavoro: per Rossi sarà infatti inutile lavorare sul giro secco dato che conosce già la sua posizione di partenza, dunque si concentrerà esclusivamente sul passo gara che per lui sarà ancora più importante del solito visto che non gli resta altro da fare che tentare la rimonta epica, per di più su un tracciato che non è molto favorevole ai sorpassi essendo stretto e tortuoso. Come vivrà invece la gara decisiva Jorge Lorenzo? Lo spagnolo ha un’occasione enorme ma anche la pressione che probabilmente non avrebbe avuto se si fosse arrivati al Gran Premio in condizioni ‘normali’. L’attesa per quanto succederà in questo weekend di certo è molto grande, quindi adesso mettiamoci comodi perché finalmente si scende in pista: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Comunità Valenciana 2015 della MotoGp a Valencia sta per cominciare… (Mauro Mantegazza)

Pilota Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team Honda 327.5 1’31.250  
2 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 321.4 1’31.434 0.184 / 0.184
3 Dani PEDROSA Repsol Honda Team Honda 330.5 1’31.553 0.303 / 0.119
4 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team Ducati 328.7 1’31.642 0.392 / 0.089
5 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 318.3 1’31.665 0.415 / 0.023
6 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 322.2 1’31.892 0.642 / 0.227
7 Andrea IANNONE Ducati Team Ducati 332.4 1’32.192 0.942 / 0.300
8 Cal CRUTCHLOW LCR Honda Honda 321.1 1’32.260 1.010 / 0.068
9 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 317.3 1’32.359 1.109 / 0.099
10 Yonny HERNANDEZ Octo Pramac Racing Ducati 324.7 1’32.412 1.162 / 0.053
11 Stefan BRADL Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 315.7 1’32.514 1.264 / 0.102
12 Danilo PETRUCCI Octo Pramac Racing Ducati 321.4 1’32.574 1.324 / 0.060
13 Michele PIRRO Ducati Team Ducati 327.5 1’32.724 1.474 / 0.150
14 Alvaro BAUTISTA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 314.9 1’32.725 1.475 / 0.001
15 Mike DI MEGLIO Avintia Racing Ducati 316.2 1’32.797 1.547 / 0.072
16 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 315.7 1’32.801 1.551 / 0.004
17 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 320.8 1’32.841 1.591 / 0.040
18 Hector BARBERA Avintia Racing Ducati 320.9 1’32.927 1.677 / 0.086
19 Nicky HAYDEN Aspar MotoGP Team Honda 310.7 1’32.978 1.728 / 0.051
20 Jack MILLER LCR Honda Honda 316.9 1’33.049 1.799 / 0.071
21 Eugene LAVERTY Aspar MotoGP Team Honda 311.2 1’33.097 1.847 / 0.048
22 Scott REDDING EG 0,0 Marc VDS Honda 318.5 1’33.143 1.893 / 0.046
23 Loris BAZ Forward Racing Yamaha Forward 309.4 1’33.211 1.961 / 0.068
24 Toni ELIAS Forward Racing Yamaha Forward 318.4 1’33.657 2.407 / 0.446
25 Anthony WEST AB Motoracing Honda 312.0 1’33.837 2.587 / 0.180
26 Broc PARKES E-Motion IodaRacing Team ART 303.5 1’35.290 4.040 / 1.453
Pilota Team Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 Jorge LORENZO Movistar Yamaha MotoGP 1’31.111
2 Dani PEDROSA Repsol Honda Team 1’31.377 0.266 / 0.266
3 Andrea IANNONE Ducati Team 1’31.444 0.333 / 0.067
4 Valentino ROSSI Movistar Yamaha MotoGP 1’31.475 0.364 / 0.031
5 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 1’31.481 0.370 / 0.006
6 Danilo PETRUCCI Octo Pramac Racing 1’31.575 0.464 / 0.094
7 Pol ESPARGARO Monster Yamaha Tech 3 1’31.674 0.563 / 0.099
8 Aleix ESPARGARO Team SUZUKI ECSTAR 1’31.678 0.567 / 0.004
9 Cal CRUTCHLOW LCR Honda 1’31.803 0.692 / 0.125
10 Maverick VIÑALES Team SUZUKI ECSTAR 1’31.986 0.875 / 0.183
11 Hector BARBERA Avintia Racing 1’32.044 0.933 / 0.058
12 Michele PIRRO Ducati Team 1’32.399 1.288 / 0.355
13 Yonny HERNANDEZ Octo Pramac Racing 1’32.464 1.353 / 0.065
14 Andrea DOVIZIOSO Ducati Team 1’32.494 1.383 / 0.030
15 Bradley SMITH Monster Yamaha Tech 3 1’32.508 1.397 / 0.014
16 Nicky HAYDEN Aspar MotoGP Team 1’32.595 1.484 / 0.087
17 Loris BAZ Forward Racing 1’32.597 1.486 / 0.002
18 Jack MILLER LCR Honda 1’32.599 1.488 / 0.002
19 Stefan BRADL Aprilia Racing Team Gresini 1’32.842 1.731 / 0.243
20 Alvaro BAUTISTA Aprilia Racing Team Gresini 1’32.945 1.834 / 0.103
21 Scott REDDING EG 0,0 Marc VDS 1’33.238 2.127 / 0.293
22 Mike DI MEGLIO Avintia Racing 1’33.268 2.157 / 0.030
23 Toni ELIAS Forward Racing 1’33.411 2.300 / 0.143
24 Eugene LAVERTY Aspar MotoGP Team 1’33.415 2.304 / 0.004
25 Anthony WEST AB Motoracing 1’33.838 2.727 / 0.423
26 Broc PARKES E-Motion IodaRacing Team 1’34.839 3.728 / 1.001


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori