Diretta/ MotoGp griglia di partenza GP Qatar Losail 2015: Qualifiche, pole Ducati con Dovizioso! Rossi e Lorenzo deludono. I tempi (28 marzo 2015)

- La Redazione

Diretta MotoGp, qualifiche e prove libere FP4 del Gran Premio del Qatar 2015 sul circuito di Losail live: segui le sessioni di oggi, sabato 28 marzo, per la griglia di partenza

ducati_jerez
(Infophoto)

Le qualifiche motogp del Gp Qatar 2015 le griglia di partenza è più anomala che mai. Per chi si aspettava il classico dominio Honda e Yahamha quest’anno il registro è cambiato del tutto. Le Ducati sono cresciute tantissimo tanto da piazzare il giro veloce con un incredulo Dovizioso 1:54.113 che piazza un giro strepitoso a fine sessione recuperando 2 decimi nell’ultimo settore su Pedrosa che dopo aver dominato la sessione di qualifiche chiude in seconda posizione a + 0.217 dal ducatista. Terzo a + 0.324 Marquez meno in luce del compagno si squadra oggi che stacca di poco un ottimo Iannone quarto. A dare un’idea del momento difficile della Yamaha è la quinta posizione di Hernandez davanti a Lorenzo, Smith con Valentino Rossi a chiudere in ottava a +0.738 da Dovizioso. Sembra di vedere le parti invertite rispetto lo scorso anno tra Yamaha e Ducati.  

Le qualifiche motogp del Gp Qatar 2015 arrivano alle tanto attese Q2 in cui si giocherà la testa della griglia di partenza. Alla fine dalla Q1 la spuntano Petrucci e Smith, il ducatista ha dominato la sessione con autorità grazie ad una grande prestazione mentre Smith ha fatto uno sgarbo al debuttante Vinales rubadogli la seconda posizione per soli 10 milessimi. Grandi emozioni nelle prima parte delle qualifiche che ora entrano nella fase cruciale. Sarà una lotta tra le Honda e le Ducati ufficiale con le Yamaha questa volta chiamate a fare da terzi incomodi. 

Le qualifiche motogp del Gp Qatar 2015 iniziano subito con la Q1, in palio due posti per l’accesso alla Q2 dove si può puntare alle prime posizioni della griglia di partenza. La FP4 ha dato un piccolo segnale di ripresa delle Yamaha che però non sembra essere molto competitiva sono confermate le difficoltà mostrate nelle sessioni precedenti. Bene le Ducati con le Honda in scia che hanno lavorato molto su passo specialmente con Pedrosa. Vedere Rossi e Lorenzo a 6-7 decimi dalle Ducati fa un certo effetto ma quest’anno il progetto della moto italiana sembra essere competivivo. Ora diamo la parola alla pista.

Si sono partite le qualifiche motogp del Gp Qatar 2015. I tifosi Ducati hanno preso un bello spavento: ma per fortuna solo questo rimane della caduta di Andrea Iannone, scivolato alla curva 2 del circuito di Losail dopo aver perso il controllo della ruota anteriore. Iannone, prima dell’incidente, avvenuto su un punto del tracciato molto insidioso, come testimonia la scivolata avvenuta proprio con le stesse modalità da parte del francese Loris Baz, era riuscito a mettere alle spalle tutti i rivali, piazzando un 1’54″992 che aveva fatto esultare tutti i tifosi della scuderia italiana. Al netto della caduta, la bontà del tempo di Iannone, si è confermata con il prosieguo delle prove libere, quando solo Marc Marquez e Cal Crutchlow sono riusciti nell’impresa di migliorare il tempo fatto registrare dall’azzurro. La speranza è che il pilota italiano riesca a riprendersi completamente in vista delle qualifiche, e a mettere da parte gli acciacchi mostrati subito dopo la caduta.

Dal terzo posto conquistato nella seconda sessione di libere, al sesto delle ultime prove, il passo indietro in griglia di Andrea Dovizioso su Ducati è evidente. In questa fase però, ciò che conta è trovare il giusto feeling con la moto, e Dovizioso, comunque non troppo distante dal primo classificato, a 222 millesimi da Marc Marquez, è apparso soddisfatto delle sensazioni provate in sella alla sua Desmosedici Gp15, confermando di avere un ottimo passo gara. Alcuni miglioramenti, secondo quanto dichiarato da Dovizioso, dovranno essere apportati alla fase inerente la frenata, e al rapporto con la gomma morbida in funzione delle qualifiche, ma il lavoro svolto dal 29enne pilota italiano sta iniziando a dare i suoi frutti, e non è escluso che nel primo Gp della stagione in Qatar, non sia proprio lui, l’azzuro a fare il primo squillo. 

In vista delle qualifiche del Gp Qatar 2015 che sul circuito di Losail apre la stagione, focus su Valentino Rossi. Il nono tempo nella terza sessione di prove libere di ieri avrebbe scoraggiato chiunque, ma di certo non il Dottore. Rossi, dall’alto di un’esperienza ventennale in pista, è riuscito a cogliere il lato positivo della sua prestazione, considerando che in meno di tre decimi di secondo sono racchiuse ben 10 moto. Ad una posizione non entusiasmante, si affianca dunque la consapevolezza che i migliori non sono lontani, e con un passo gara che da sempre rappresenta il punto di forza di Valentino, i tifosi Yamaha già azzardano pronostici sul web a sostegno del loro idolo. Rossi ha anche svelato che uno dei punti su cui bisognerà lavorare a partire da questa gara sono le gomme, e a proposito di pneumatici non è chiara la strategia che il Dottore deciderà di adottare con il suo team, ancora combattuto tra gomme morbide e gomme dure. 

La MotoGp torna in diretta: oggi sabato 28 marzo grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio del Qatar 2015 sul circuito di Losail, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del primo appuntamento con il Mondiale 2015. La gara in Qatar si disputa in notturna e questo, come abbiamo già visto nei giorni scorsi, causa delle anomalie al programma dei vari turni. Oggi la MotoGp propone dunque alle ore 17.55 i 30 minuti delle prove libere FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 18.35 via alla , alle ore 19.00 ecco la decisiva che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format delle scorse stagioni, ormai ben noto a tutti gli appassionati. Inutile negare che l’attesa è grandissima, perché questo sarà il primo responso ufficiale della nuova stagione: inizieremo a capire chi è davvero il più forte, almeno sul giro secco, in attesa dei responsi più importanti che arriveranno naturalmente dal Gran Premio di domani.

In attesa di vivere questa prima sessione di prove ufficiali della stagione del Motomondiale parliamo della Ducati che ha impressionato negli ultimi test che si sono svolti proprio sul circuito del Qatar. La crescita della Rossa di Borgo Panigale fa ben sperare: sono indiscutibili i passi avanti della nuova Desmosedici, anche se ovviamente non sempre nei test si capisce tutta la verità. Ecco perché sarà molto importante vedere cosa succederà in questo primo atto del Mondiale, su un tracciato che ai tempi di Casey Stoner era praticamente un feudo della Ducati: riusciranno Andrea Dovizioso e Andrea Iannone – la nuova coppia tutta italiana del team interno ufficiale Ducati – a rinverdire la tradizione? Quello che sembra certo è che la Rossa sia più vicina rispetto al recente passato a Honda e Yamaha, dunque l’auspicio è quanto meno che la Ducati possa lottare per il podio in tutti i Gran Premi. Questo sarà naturalmente uno dei temi più interessanti per gli appassionati italiani, che confidano nella Ducati oltre che in Valentino Rossi per vivere una stagione nella quale provare a contrastare il dominio spagnolo che negli ultimi anni è stato praticamente assoluto. Nelle ultime due stagioni solo tre Gp nella classe regina sono sfuggiti ai piloti iberici: quelli vinti da Valentino ad Assen nel 2013, a Misano e Phillip Island nel 2014. I tre piloti italiani sembrano essere gli unici in grado di impensierire gli spagnoli, quindi il derby Italia-Spagna sarà davvero interessante. Ma adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP4 del Gran Premio del Qatar 2015 della MotoGp sul circuito di Losail sta per cominciare…

POS # RIDER NAME GAP
1 4 A. DOVIZIOSO 1:54.113
2 26 D. PEDROSA +0.217
3 93 M. MARQUEZ +0.324
4 29 A. IANNONE +0.408
5 68 Y. HERNANDEZ +0.562
6 99 J. LORENZO +0.598
7 38 B. SMITH +0.619
8 46 V. ROSSI +0.738
9 9 D. PETRUCCI +0.763
10 44 P. ESPARGARO +0.891
11 41 A. ESPARGARO +0.922
12 35 C. CRUTCHLOW +1.010
13 25 M. VIÑALES
14 45 S. REDDING
15 38 B. SMITH  
16 8 H. BARBERA
17 63 M. DI MEGLIO
18 69 N. HAYDEN
19 6 S. BRADL  
20 50 E. LAVERTY  
21 17 K. ABRAHAM  
22 43 J. MILLER
23 76 L. BAZ  
24 19 A. BAUTISTA
25 15 A. DE ANGELIS  
26 33 M. MELANDRI


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori