Diretta / MotoGp: ha vinto Valentino Rossi. Classifica piloti, ordine d’arrivo. Ducati a podio. Il Dottore: che spettacolo (Gp Qatar 2015 29 marzo)

- La Redazione

Diretta MotoGp, la gara del Gran Premio del Qatar 2015 dal circuito di Losail live: strepitosa apertura di stagione, Valentino Rossi vince davanti ad Andrea Dovizioso e Andrea Iannone

dovizioso_rossi_iannone
Dovizioso Infophoto
Pubblicità

Ha vinto il Gran Premio del Qatar 2015: non gli capitava da 5 anni di vincere la gara inaugurale del Mondiale MotoGp, e il Dottore si prende il gradino più alto del podio per la 109esima volta al termine di una corsa pazzesca, irreale e con tre strepitosi protagonisti. Tutti italiani, come non accadeva dal Mugello 2005. “Lo so che lo dico tante volte, ma questa è davvero una delle gare più belle della mia carriera” ha detto Rossi a fine gara, ai microfoni ufficiali della MotoGp (dichiarazioni riportate da motorionline.com). “Sono partito male ma poi ho ripreso i primi e quando gli sono arrivato addosso mi sono detto: ‘Allora posso vincere’”. Valentino ha ringraziato tutto il team Yamaha per aver fatto le scelte giuste, e ha detto che questa vittoria dà ancora più gusto perchè “dopo test e prove sembravamo fuori corsa, ma la gara è un’altra cosa. In più siamo tre italiani sul podio, è bellissimo”. Ovviamente il Dottore si è divertito tantissimo, e ha fatto sapere che il duello con Andrea Dovizioso gli ha ricordato la sfida con Loris Capirossi (che oggi lo commentava) nel 2006 al Mugello. “L’ultimo giro? Non me lo ricordo” ha detto Rossi chiudendo. 

Pubblicità

Valentino Rossi ha vinto il Gran Premio del Qatar 2015 di MotoGp; precede Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. Una gara pazzesca: sul podio arriva anche Andrea Iannone e dopo una vita portiamo tre piloti sul podio (ovvero da quasi dieci anni: Mugello 2005). Quarto è Jorge Lorenzo, quinto è il campione del mondo Marc Marquez che viene penalizzato da un contatto iniziale e risalito tantissimo ma stavolta senza miracoli. Sesto Dani Pedrosa, ma è storica questa gara: l’Italia della MotoGp festeggia nella stessa giornata in cui Sebastian Vettel ha riportato la Ferrari sul gradino più alto del podio di Formula 1. Partono in quattro, Andrea Dovizioso con una Ducati spaventosa e a questo punto sì, competitiva per il titolo, si fa largo tra Rossi e Lorenzo; Iannone resta un po’ dietro e sembra staccarsi, ma quando inizia il duello Rossi-Dovizioso l’abruzzese è strepitoso nel tornare sotto Lorenzo e passarlo, andando a chiudere sul podio. Gli ultimi quattro giri sono al cardiopalma: Rossi passa una, due, tre volte e sempre Dovizioso lo riprende aprendo il gas nel rettilineo e facendo volare la sua Desmosedici. Ma quando inizia l’ultimo giro il Dottore tira fuori l’asso dalla manica: tira a tutta la staccata e prendendo l’esterno della curva resta davanti, si stacca e se ne va. Vittoria numero 109 per Valentino Rossi che balza in testa alla classifica del Mondiale. Con un dato in più: non vinceva la gara di apertura dal 2010, sempre in Qatar. 

MotoGp in diretta: che gara incredibile parte male Rossi, un lungo di Marquez e le Ducati di iannone e Dovizioso ne approfittano con un rinato Lorenzo che prende in comando dopo pochi giri poi il terzetto va in fuga. Ma devono fare i conti con un Rossi scatenato che dalla decima posizione giro dopo giro si rifà sotto e raggiunge i piloti di testa. Fa lo stesso Pedrosa ma non riesce a stare al passo di Valentino. Dal fondo Marquez è uno squalo ed a 10 giri dalla fine si rimette in quinta posizione. Dovizioso sta dando battaglia a Lorenzo e sta tenendo a bada un Rossi tutt’altro che in difficoltà. Finale da urlo! 

Pubblicità

MotoGp in diretta: ci siamo, finalmente i semafori del circuito di Losail stanno per diventare verdi per dare il via al Gran Premio del Qatar, il primo della stagione 2015 di MotoGP. Andrea Dovizioso saprà gestire la pole position guadagnata in qualifica tenendo dietro tutti gli altri piloti? Dani Pedrosa riuscirà a competere fino in fondo con il compagno di squadra e ‘cannibale’ Marc Marquez? Le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sapranno recuperare posizioni? A queste ed altre domande c’è solo una risposta, quella dell’asfalto. Pronti? Partenza, via!

MotoGp in diretta: Basterà a Valentino Rossi un buon passo per riaprire la gara? Questa è la domanda che si stanno ponendo tutti i tifosi del numero 46. Le Yamaha sono apparse sotto tono e prive dello spunto giusto sui tempi sul giro. Lacuto del warm-up apre un piccola spreranza. Ci sono tutti gli elementi per una interessantissima gara di Motogp che potrà regalare grandi emozioni. Molto dipenderà dal consumo delle gomme, infatti chi riuscirà a gestirle meglio si potrà assicurare la vittoria finale. Chi sarà tra Marquez, Pedrosa, Lorenzo, Valentino Rossi e Dovizioso? Tra pochi minuti lo scipriremo!

È Marc Marquez il pilota più veloce nel warm-up del Gran Premio del Qatar 2015; un warm-up nel quale il due volte campione del Mondo ha girato con il tempo di 1’55’’819, riprendendosi parzialmente quello che aveva perso ieri quando aveva chiuso al terzo posto nelle qualifiche (ed è la posizione dalla quale scatterà sula griglia di partenza). Ma per noi le notizie davvero positive sono altre: Valentino Rossi per una volta è grande protagonista e si piazza a soli 24 millesimi da Marquez, facendoci sperare in una gara da protagonista. E’ terzo Andrea Dovizioso a conferma di un grande weekend da parte della Ducati ufficiale, visto che Andrea Iannone è quarto; i due sono a poco più di un decimo da Marquez e a dire il vero tutti i primi piloti sono molto vicini, perchè sotto il decimo e mezzo c’è Jorge Lorenzo e in sesta posizione si è piazzato Dani Pedrosa che ha portato a 2 decimi la sua Honda Repsol. Insomma: se le premesse sono queste ci attende un Gran Premoi del Qatar davvero entusiasmante, la risposta alla pista di Losail a partire, lo ricordiamo, dalle ore 20.

Alle ore 20 scatta la prima gara della stagione 2015, il Gran Premio del Qatar. A Losail però le emozioni iniziano dalle 16: si corre infatti il warm-up, vale a dire una serie di giri per mettere a punto le ultime migliorie sulle rispettive moto. Andrea Dovizioso ha confermato che la Ducati è un fattore da prendere in considerazione: la pole position con cui ha messo in fila le Honda ufficiali di Dani Pedrosa e Marc Marquez fa ben sperare per la gara, anche perchè Andrea Iannone all’esordio sulla Desmosedici ufficiale apre la seconda fila. Attardate invece le Yamaha Racing: Jorge Lorenzo è sesto, Valentino Rossi – che non è mai stato straordinario in qualifica – parte addirittura dal centro della terza fila, tra Bradley Smith e Danilo Petrucci. Come andrà a finire la gara? Chissà che il warm-up non possa già darci qualche ulteriore indicazione, non resta che stare a vedere quello che succederà in questi 20 minuti sulla pista di Losail… 

Seconda e terza fila: la Yamaha ufficiale sperava in un inizio diverso per la stagione 2015 di MotoGp, e invece Jorge Lorenzo e Valentino Rossi devono accontentarsi di seconda e terza fila a seguito della qualifica per il Gran Premio del Qatar 2015, sul circuito di Losail. Rossi ha specificato che alla fine non si può considerare la qualifica come negativa del tutto perchè il passo è buono anche se ci sono molti particolari da migliorare. Certo è che Valentino Rossi sottolinea: “Speravo di ottenere una posizione migliore nella griglia di partenza, anche se alla fine non è così male. Di sicuro però la seconda fila sarebbe stata migliore della terza”. Ha specificato però che il ritmi è buono anche se Marquez e Dovizioso hanno fatto meglio. Bisogna lavorare e salvaguardare le gomme. Per la gara Valentino rimane comunque molto ottimista visto che nessuno ha percorso i 22 giri per via della pioggia. Specifica come davanti ci siano Hernandez e Smith che sono più lenti, ma gli altri sono davvero tutti molto veloci; e in più anche lo scorso anno la qualifica non era stata buona, ma poi il Dottore aveva lottato per la vittoria fino all’ultima curva… 

Anche Valentino Rossi ha festeggiato la vittoria della Ferrari dopo quasi due anni. Il Dottore è pronto all’ennesimo inizio della stagione MotoGp: sta infatti per iniziare il Gran Premio del Qatar 2015, ma il pesarese si è concesso un attimo per celebrare un grande giorno per l’Italia dello sport, la vittoria di Sebastian Vettel in Malesia. Il tedesco è stato capace di mettere in fila le due Mercedes che dominano da un anno, e lo ha fatto senza che le Frecce d’Argento accusassero particolari problemi tecnici o meccanici; e allora anche Rossi si è lasciato andare ad un “bravissimi” sul profilo ufficiale di Twitter. Chissà che anche a lui non succeda lo stesso a Losail: Marc Marquez sembra imprendibile e al contrario la Yamaha ufficiale ha avuto qualche problema di troppo nel fine settimana, ma la classe del Dottore è immensa e noi speriamo che il pronostico possa essere sovvertito… 

La grande sorpresa nei primi giorni di Losail, che ci accompagnano verso il Gran Premio del Qatar 2015 di MotoGp, è sicuramente la Ducati. La Desmosedici ha rialzato la testa e si è regalata, dopo test invernali più che convincenti, un’ottima qualifica: Andrea Dovizioso scatta in prima fila, Andrea Iannone all’esordio con la moto ufficiale è in seconda. Dovizioso ha voluto lanciare un ringraziamento a tutta la squadra che gli ha permesso questo risultato inatteso dopo tutte le difficoltà degli scorsi anni. Il forlivese ha però sottolineato: “Non sarà facile battere Marquez, Pedrosa e gli altri. E’ tanto che non combatto per vincere con loro, ma stavolta siamo lì e possiamo provarci”. Ha poi aggiunto che solo in gara e in qualifica si portano le moto al limite e si capiscono diverse cose, da queste qualifiche si è capito che la Ducati può dire la sua perchè la velocità c’è. E ora cosa succederà in Qatar? Il pilota risponde: “Siamo veloci come loro, bisognerà vedere come andrà sui 22 giri”

Entrambi i membri del team Repsol Honda, decisamente la squadra da battere, partiranno in prima fila nel Gran Premio del Qatar 2015, che inaugura la stagione della MotoGp. Ottimi tempi di qualifica sia per Dani Pedrosa che per il campione del mondo Marc Marquez. Il primo ha dichiarato che per la Honda era molto importante qualificarsi per partire in prima fila anche se il confronto con gli altri piloti è stato davvero serrato e Pedrosa spiega come con un decimo in più si potesse passare dalla terza alla nona posizione. Importante sarà anche partire bene: “Abbiamo lavorato tanto per migliorare quello che lo scorso anno per noi era un vero tallone d’Achille. Dobbiamo per migliorare anche la nostra partenza e vedremo se riusciremo a fare meglio in gara”. Pedrosa si è soffermato anche su un un altro particolare, lo stile di guida. La moto non è cambiata molto rispetto alla passata stagione, ma il catalano evidenzia come si cerchi di guidarla sempre meglio anche se magari dalla televisione è difficile notare questo particolare come la volontà di anticipare con il corpo l’arrivo della moto. 

MotoGp in diretta: oggi domenica 29 marzo ecco il Gran Premio del Qatar 2015 sul circuito di Losail, il primo appuntamento con il Mondiale 2015, il giorno che tutti gli appassionati e i tifosi attendevano da ormai oltre quattro mesi e mezzo, da quando il 9 novembre scorso era sceso il sipario sulla stagione 2014. D’accordo, in mezzo ci sono stati test, presentazioni, eccetera: ma le emozioni di un Gran Premio non hanno paragoni e oggi finalmente finisce il digiuno. Attenzione agli orari, anomali in quanto si tratta di una gara in notturna: i semafori si spegneranno alle ore 20.00 italiane, quando è in programma la partenza della prima gara del Motomondiale 2015 per quanto riguarda la classe regina, sulla distanza di 22 giri per un totale di 118,4 km, dal momento che ogni giro della pista mediorientale misura 5.380 metri. Ricordiamo però che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 16.00 italiane, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti all’inizio della stagione, specie nelle circostanze particolari che caratterizzano Losail (gara in notturna e nel deserto).  In attesa di vivere questa prima gara della stagione del Motomondiale parliamo di Valentino Rossi. Passano gli anni – anzi, i decenni – e il protagonista più atteso è sempre lui: fa una certa impressione pensare che questa sarà la sua ventesima stagione iridata, dal 1996 in 125 fino ad oggi, pilota più vecchio sulla griglia della MotoGp 2015. Potrebbe tranquillamente essere in pensione, invece la verità è che il Dottore si diverte ancora, il suo segreto è la passione che lo spinge a cercare il sogno del decimo titolo in una carriera già leggendaria, ma che diventerebbe ancora più eccezionale nel caso in cui Rossi arrivi davvero in doppia cifra. Per presentare dunque la stagione di Valentino, non c’è niente di meglio che affidarsi alle parole del diretto interessato: “Ormai ho finito anche le superiori, sono all’università… Mi sono chiesto perché cavolo Bayliss ha smesso otto anni fa per poi tornare a 50 anni? Io di una cosa sono sicuro, smetterò quando sarò stufo. Ma fino ad allora…”. Una frase che è una “minaccia” per tutti i suoi rivali e una promessa per i suoi tifosi, ancora oggi senza dubbio i più numerosi nel mondo del Motociclismo, che del pilota numero 46 ha ancora grande bisogno. Una curiosità: Valentino ha definito la sua nuova moto “agile”, mentre per Jorge Lorenzo è “morbida”. Così i piloti parlano della Yamaha che è caratterizzata dall’introduzione del cambio seamless per contrastare la Honda. Ma adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara del Gran Premio del Qatar 2015 della MotoGp sul circuito di Losail sta per cominciare…

 

POS # NOME PILOTA GAP
1 93 M. MARQUEZ 1:55.819
2 46 V. ROSSI +0.024
3 4 A. DOVIZIOSO +0.105
4 29 A. IANNONE +0.139
5 99 J. LORENZO +0.148
6 26 D. PEDROSA +0.201
7 44 P. ESPARGARO +0.334
8 41 A. ESPARGARO +0.369
9 38 B. SMITH +0.385
10 68 Y. HERNANDEZ +0.542
11 35 C. CRUTCHLOW +0.566
12 25 M. VIÑALES +0.931
13 9 D. PETRUCCI +0.934
14 17 K. ABRAHAM +0.993
15 45 S. REDDING +1.182
16 8 H. BARBERA +1.214
17 76 L. BAZ +1.546
18 69 N. HAYDEN +1.691
19 15 A. DE ANGELIS +1.814
20 50 E. LAVERTY +1.826
21 43 J. MILLER +2.016
22 63 M. DI MEGLIO +2.017
23 19 A. BAUTISTA +2.180
24 6 S. BRADL +2.323
25 33 M. MELANDRI +3.641

 

POS # RIDER NAME GAP
1 46 V. ROSSI 42:35.717
2 4 A. DOVIZIOSO +0.174
3 29 A. IANNONE +2.250
4 99 J. LORENZO +2.707
5 93 M. MARQUEZ +7.036
6 26 D. PEDROSA +10.755
7 35 C. CRUTCHLOW +12.384
8 38 B. SMITH +12.914
9 44 P. ESPARGARO +13.031
10 68 Y. HERNANDEZ +17.435
11 41 A. ESPARGARO +19.901
12 9 D. PETRUCCI +24.432
13 45 S. REDDING +32.032
14 25 M. VIÑALES +33.463
15 8 H. BARBERA +33.625
16 6 S. BRADL +33.944
17 69 N. HAYDEN +38.970
18 50 E. LAVERTY +46.570
19 63 M. DI MEGLIO +59.211
20 15 A. DE ANGELIS +1:14.981
21 33 M. MELANDRI +1:48.143
22 76 L. BAZ +49.436
RT 17 K. ABRAHAM 41:22.439
RT 43 J. MILLER 41:23.031
N1 19 A. BAUTISTA  

 

POS # NOME PILOTA GAP
1 46 V. ROSSI 42:35.717
2 4 A. DOVIZIOSO +0.174
3 29 A. IANNONE +2.250
4 99 J. LORENZO +2.707
5 93 M. MARQUEZ +7.036
6 26 D. PEDROSA +10.755
7 35 C. CRUTCHLOW +12.384
8 38 B. SMITH +12.914
9 44 P. ESPARGARO +13.031
10 68 Y. HERNANDEZ +17.435
11 41 A. ESPARGARO +19.901
12 9 D. PETRUCCI +24.432
13 45 S. REDDING +32.032
14 25 M. VIÑALES +33.463
15 8 H. BARBERA +33.625
16 6 S. BRADL +33.944
17 69 N. HAYDEN +38.970
18 50 E. LAVERTY +46.570
19 63 M. DI MEGLIO +59.211
20 15 A. DE ANGELIS +1:14.981
21 33 M. MELANDRI +1:48.143
22 76 L. BAZ +49.436
RT 17 K. ABRAHAM 41:22.439
RT 43 J. MILLER 41:23.031
N1 19 A. BAUTISTA


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità

I commenti dei lettori