DIRETTA/ MotoGp gara al Mugello live: ha vinto Jorge Lorenzo! Iannone secondo, Rossi terzo (GP Italia 2015 cronaca tempi e ordine d’arrivo, 31 maggio)

- La Redazione

Diretta MotoGp, gara e warm-up del Gran Premio d’Italia 2015 al Mugello live: ordine d’arrivo, vincitore e orari tv della corsa con Valentino Rossi (oggi domenica 31 maggio)

mugello
Infophoto

Spettacolare gara quella del Gran Premio d’Italia 2015 di MotoGp: al Mugello l’ordine d’arrivo vede due italiani sul podio, entrambi però alle spalle di Jorge Lorenzo che conferma lo strepitoso periodo di forma e vince la terza gara consecutiva, rimettendosi in piena corsa per il Mondiale. Dopo la prima curva Lorenzo è in testa, e non si volterà più indietro: un dominio che lo porta ad avere anche 7 secondi di vantaggio, una corsa solitaria verso il trionfo. Dietro però è vera bagarre: le Ducati sono infuocate, Marc Marquez dopo il primo giro è quarto e poi inizia una battaglia di sorpassi e controsorpassi con Andrea Iannone e Andrea Dovizioso, che non mollano un centimetro. Dani Pedrosa emerge presto dalle retrovie e si accoda al terzetto, raggiunto anche da Valentino Rossi che superate le prime difficoltà inizia a fare la voce grossa, scalda le gomme e arriva a treno. I cinque si studiano a lungo, si passano e si scambiano le posizioni. Il primo a cedere è lo sfortunatissimo Dovizioso: la sua Desmosedici inizia a ballare spaventosamente sul posteriore e il forlivese deve mestamente rientrare ai box. Poi cede Marquez: il campione del mondo completa un fine settimana nerissimo volando per terra nel tentativo di passare Iannone, e ancora una volta mostra di non riuscire a tenere a freno i nervi. Restano in tre: Rossi capisce il momento e passa Pedrosa, che come troppo spesso gli accade molla il colpo e si accontenta del quarto posto. Rossi invece vorrebbe il secondo: al penultimo giro si riporta in quota Iannone, ma capisce che sarebbe un azzardo provare il sorpasso. Finisce così: vince Lorenzo, Iannone è secondo e Rossi terzo. In classifica Valentino resta davanti a Lorenzo, si avvicina anche Iannone che salta Marquez, sempre più lontano dal tris mondiale.

Sportellate da film, dietro a Jorge Lorenzo, saldamente al comando della gara di questo Gran Premio del Mugello di MotoGp. Sta succedendo di tutto, in particolare un duello rusticano per la seconda posizione tra Iannone e Marc Marquez. Il ducatista (unico in gara, perchè Dovi si è ritirato per problemi alla moto) combatte da campione e prima subisce e poi restituisce un sorpasso da infarto allo spagnolo che non tiene gli scarichi del giovane italiano e scivola finendo fuori  vanificando quella che sarebbe stata una clamorosa rimonta. Clamorosa rimonta è quella che invece sta costruendo giro dopo giro Valentino Rossi, ora terzo, sul gradino più basso del podio. Da segnalare uno spaventoso incidente occorso a Crutchlow: molto pesto, ma messo molto meglio della sua moto, distrutta. 

Partenza epica per il gran premio del Mugello di MotoGp con Marc Marquez che passa dal 13mo al secondo posto alle spalle di Jorge Lorenzo nello spazio di pochissimi giri. Valentino Rossi invece rimane intruppato e galleggia attorno alla settima posizione. Ma c’è Dovizioso, se Iannone sembra essersi attardato, a far vibrare il cuore dei tifosi italiani mettendosi dietro proprio l’indemoniato Marc Marquez con un sorpassone da manuale. Quando mancano 15 giri alla fine la lotta alle spalle di Lorenzo si sta infiammando: le due Ducati e le Honda fanno a sonore sportellate. E pian piano il Dottore si sbarazza delle comparse e comincia a farsi sotto… 

Tutto è pronto per l’installation lap del Gran Premio del Mugello di MotoGp. Tutti i piloti nelle caselle di partenza, con un concentratissimo Jorge Lorenzo in seconda piazza pronto a sfruttare i minimi errori di Iannone, che però non ha proprio l’intenzione di sbagliare nulla. La rovinosa caduta di Dovizioso ha messo tutti sull’avviso: le Bridgestone devono essere scaldate a dovere fin dal primo giro, avere un po’ di traffico davanti di troppo o fidarsi solo dell’aumento della temperatura dell’asfalto potrebbe essere fatale. Dovi userà la moto incidentata, se tutto andrà bene all’installation lap si va con questa. Valentino Rossi ha tormentato i tecnici fino all’ultimo secondo con le regolazioni di fino della sua M1. Cosa succederà? Tra poco romberanno i motori: la gara di MotoGp al Mugello sta per cominciare!

Nella top three c’è Andrea Dovizioso con la Ducati, un risultato che lascia ben sperare e che lancia il motto presente sul suo casco: “La musica è cambiata”. Il pilota sottolinea: “E’ una frase che serve a confermare il buon lavoro fatto con questa nuova moto. La qualifica è stata positiva, siamo stati subito molto veloci, stiamo lavorando bene. Abbiamo dati interessanti e possiamo crescere. Vedremo come cambierà il mio feeling con la moto quando le gomme inizieranno a consumarsi”

Dani Pedrosa si è posizionato settimo nella pole del Moto Gp, le sue parole lasciano comunque spazio a ottimismo in vista della gara: “Siamo andati un po’ meglio. Il nostro ritmo possiamo migliorarlo, ne siamo in grado. Possiamo andare più veloci e salire in classifica. Abbiamo fatto un passo avanti con il nostro tempo sul giro singolo. Dovremo fare una buona partenza però perchè la posizione in griglia non è delle migliori”. Pedrosa vuole centrare un buon risultato anche se partendo dalla settima posizione non sarà facile. Di sicuro però il pilota è pronto e determinato per fare bene.

Non è stata una grande qualifica per Marc Marquez, pilota della Honda che almeno per questo Moto Gp perde la potenzialità di favorito partendo dalla 13ma posizione in griglia. Ecco le sue parole: “Non possiamo essere contenti perchè questo è il peggiore risultato io abbia mai ottenuto in una qualifica. Nn abbiamo usato il nuovo pneumatico che ci ha portato in Q1. Penso che abbiamo però un buon passo per la gara, anche se è chiaro che partire da così dietro non sarà facile e ci farà soffrire molto. Cercheremo di fare una buona partenza e con una grande apertura in pochi giri proverò a entrare nel gruppo di testa”. In questi anni però Marquez ha fatto capire che con il suo talento nulla appare impossibile.

Non è contento ovviamente Valentino Rossi che sperava di partire sicuramente più avanti in griglia di partenza rispetto all’ottavo tempo. Il Dottore fa autocritica per le prove del gran premio di Motogp del Mugello: “Non sono stato abbastanza bravo, serviva un pelino in più perché partire dalla terza fila non è certamente il massimo. Siamo in miglioramento costante rispetto agli altri giorni, ma al momento sia Lorenzo che Dovizioso potrebbero scappare e questo non va bene”. In classifica piloti Rossi è primo con 102 punti, dietro di lui Lorenzo con 87 e Dovizioso con 83 punti, ma è chiaro che il Dottore non vuole assolutamente perdere la possibilità di vincere la gara italiana del Mugello. Servirà il Rossi dei miracoli in grado di rimontare e vincere ma non sarà assolutamente facile.

Per Aleix Espargaro della Suzuki è già una vittoria esserci, partire dalla sesta posizione in pole è poi una grande soddisfazione. Questi infatti è stato operato da poco al legamento del pollice destro e quindi era normale facesse fatica: “Sono molto felice di essere qui e poter correre in Italia con la mia squadra, non era scontato riuscirci. L’intervento a cui mi sono sottoposto la scorsa settimana era a un legamento e non a un osso, quindi serviva più tempo. Ci tenevo a recuperare anche se sento molto dolore alla mano operata. Non ho fatto infiltrazioni perchè il dottore Mir mi ha detto che mi si poteva addormentare il braccio andando a stimolare i legamenti. E’ davvero incredibile sapendo la mia condizione essere quindi arrivato nella top ten. La gara sarà di 23 giri e proverò a portarla a termine anche se non sarà facile”.

La pole position è stata solo sfiorata, colpa della Ducati che sul circuito del Mugello sente aria di casa e vola a mille. Così per Jorge Lorenzo oggi alla partenza ci sarà solo il secondo posto sulla griglia di partenza di Motogp, avanti a lui Luca Iannone. Lo spagnolo vede comunque il bicchiere mezzo pieno: “Non sono contento al 100%, diciamo all’80%, non pensavo che gli altri andassero così forte al Mugello, ma in MotoGp nessuno dorme. Abbiamo migliorato di mezzo secondo il tempo di ieri, abbiamo anche un ottimo set-up e il passo di gara è buono, inoltre fisicamente mi sento molto bene.” Lorenzo dunque promette battaglia alle Ducati che con Iannone primo e Dovizioso terzo cercheranno di portare a casa una doppietta fantastica. Senza dimenticare che il leader del Mondiale, Valentino Rossi, attualmente ottavo, è uno che non molla mai. 

Jorge Lorenzo chiude al primo posto il warm-up del Gran Premio d’Italia 2015 MotoGp. Sulla pista del Mugello lo spagnolo conferma ancora una volta di essere in un grande momento: reduce da due vittorie consecutive, Lorenzo ieri non si è preso la pole position ma questa mattina si è parzialmente rifatto girando con un tempo di 1’47’’461, poco meno di un secondo più lento del crono fatto registrare ieri da Andrea Iannone. Che è secondo stamattina, a meno di un decimo di distanza; in terza posizione Dani Pedrosa, che sembra essere brillante e certo rappresenta un ostacolo da non sottovalutare. Parziale riscatto anche per Valentino Rossi: il Dottore è quarto, anche se va detto che il suo distacco da Lorenzo rimane vicino ai 3 decimi e dunque non sarà facile per lui vincere la decima gara della carriera al Mugello. Ancora in difficoltà Marc Marquez: il due volte campione del mondo in carica ha chiuso con quasi 6 decimi di ritardo. In gara può essere ovviamente capace di tutto ma per il momento, come ha detto lui stesso ieri, scommettere sul suo podio non è esattamente un buon affare.

Mattina splendida sul circuito del Mugello per il warm-up della MotoGp, pista in perfette condizioni, asfalto pulito e in costante crescita di temperatura, insomma tutte le condizioni perfette per girare e lanciare segnali agli avversari, come per raccoglierne dalla moto. In particolare Andrea Iannone e Dovizioso vogliono riaffermare quanto di buono fatto vedere in tutto il week-end compreso il record di velocità fatto segnare dal pilota in grado di strappare la pole position in griglia di partenza (Iannone sulla sua Ducati appunto) che ha fatto fermare il tachimetro a 361Km/h. Segnali attesi anche dal Dottore e da Marc Marquez, specie lo spagnolo ieri era in piena crisi. Riusciranno a far vedere che ci sono? Intanto Lorenzo (per ora) se la gode… 

Meravigliosa prova di Andrea Iannone al Mugello. Il pilota si è aggiudicato la pole position sulla griglia di partenza della MotoGp al Gran Premio Di Italia: “Sono molto contento per come è andata oggi – ha affermato Iannone – sicuramente nelle mie condizioni questo risultato non era per niente scontato, ma alla fine abbiamo fatto un buon lavoro insieme alla squadra e siamo riusciti a migliorare. Per me questa pole è davvero importante – ha aggiunto il pilota – perché ieri era stata una giornata difficile in cui non riuscivo a capire se la moto progrediva oppure no“. Fondamentale il lavoro di squadra secondo Andrea Dovizioso, che ha ottenuto il terzo miglior crono e partirà anche lui in prima fila, di fianco a Jorge Lorenzo: “Voglio ringraziare tutta la mia squadra perché abbiamo lavorato davvero bene, migliorando la moto passo per passo durante tutto il weekend.”Tra i protagonisti di giornata anche Michele Pirro, visibilmente al settimo cielo: “Sono contentissimo perché la Ducati GP15 ha fatto la pole, un terzo ed un sesto posto. Io ho il sesto tempo, ma ho comunque fatto un giro molto veloce e ci sono riuscito grazie a tutti i ragazzi che mi hanno messo a disposizione una moto fantastica con cui mi trovo benissimo”.

Dopo l’ottima prestazione che lo ha visto protagonista in sella alla Yamaha durante le qualifiche del MotoGp per il Gran Premio d’Italia di oggi, Jorge Lorenzo ha commentato su Instagram la seconda piazza sulla griglia di partenza ottenuta alle spalle di Andrea Iannone. Lorenzo, prima in lingua madre, poi in inglese, ha scritto:”Prima fila! Buon ritmo gara in vista di domani”, aggiungendo a seguito di questa frase una serie di hashtag quali #ItalianGp, #keepfighting, #yamahamotogp e #jl99. I commenti di congratulazioni dei tanti sostenitori non sono mancati, ma sono in molti ad aspettarsi ancora di più dal pilota Yamaha. Riuscirà il pilota spagnolo a mettere alle spalle tutti i suoi rivali sul circuito del Mugello? Ciò che è certo è che nella gara di domani non mancherà lo spettacolo. Clicca qui per i commenti.

In diretta: oggi domenica 31 maggio ecco il Gran Premio d’Italia 2015 sul circuito del Mugello, che costituisce il sesto appuntamento con il Motomondiale 2015. La griglia di partenza del Gran Premio di MotoGp del Mugello ha regalato tantissime soddisfazioni ai ducatisti, meno ai fan del “Dottore”, Valentino Rossi. Ma in gara tutto può cambiare. Una tappa classica per il Circus sul circuito che sorge fra le colline toscane nel comune di Scarperia, sede fissa della nostra gara nazionale dal 1994 in poi. Gli orari saranno naturalmente quelli tradizionali delle corse europee e quindi per la gara della classe regina i semafori si spegneranno alle tradizionali ore 14.00, quando è in programma la partenza della corsa che si svilupperà sulla distanza di 23 giri per un totale di 120,6 km, dal momento che ogni giro dell’autodromo di proprietà della Ferrari misura 5,245 chilometri con quindici curve, di cui sei a sinistra e nove a destra.

Ricordiamo però che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up che per la MotoGp avrà inizio alle ore 9.40, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto e fare le ultime prove su assetti e gomme. Appuntamento spesso importante, soprattutto per Valentino Rossi che ci ha abituato ad essere più protagonista alla domenica rispetto che nei primi due giorni: una “rinascita” domenicale che spesso nasce appunto al mattino. Inutile dire che Valentino tiene in modo particolare alla gara del Mugello, dove ha vinto ben nove volte, anche se l’ultima risale all’ormai lontano 2008, un digiuno che il Dottore di Tavullia cercherà di colmare quest’oggi. La pista del Mugello è una delle più amate da tutti: aiutano certamente la bellezza delle zone circostanti e la passione del pubblico sempre caldo e competente, ma soprattutto il Mugello piace perché è uno dei tracciati più esigenti per piloti e tecnici. La sua pista combina curve di vario tipo, spesso veloci, salite e discese, dunque piace molto sia ai piloti sia agli spettatori. I nomi delle curve sono entrate nel mito del motociclismo mondiale, ma la gara di oggi sarà ancora più affascinante perché la situazione del Mondiale è apertissima: anche se siamo solo a fine maggio, o meglio allora al 1° giugno, un anno fa Marc Marquez aveva già in mano il titolo iridato e vincendo anche al Mugello mise un ulteriore tassello alla propria leggendaria stagione. Quest’anno invece tutto è possibile, e a dare ancora più sapore al tutto c’è il fatto che in testa alla classifica ci sia proprio Valentino Rossi, naturalmente idolo dei tifosi italiani. Dunque c’è grande attesa per scoprire cosa succederà oggi, anche perché ogni punto potrebbe risultare molto importante al termine della stagione. Ma adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio d’Italia 2015 della MotoGp sul circuito del Mugello sta per cominciare…

 

1 J. LORENZO 1:47.461

2 A. IANNONE +0.071

3 D. PEDROSA +0.162

4 V. ROSSI +0.290

5 B. SMITH +0.292

6 P. ESPARGARO +0.300

7 C. CRUTCHLOW +0.384

8 M. VIÑALES +0.433

9 M. MARQUEZ +0.577

10 S. REDDING +0.731

11 D. PETRUCCI +0.900

12 A. ESPARGARO +0.952

13 S. BRADL +0.955

14 M. PIRRO +0.986

15 Y. HERNANDEZ +1.188

16 J. MILLER +1.324

17 H. BARBERA +1.435

18 K. ABRAHAM +1.456

19 N. HAYDEN +1.492

20 M. DI MEGLIO +1.737

21 E. LAVERTY +1.820

22 L. BAZ +1.849

23 A. BAUTISTA +2.211

24 A. DE ANGELIS +2.813

25 M. MELANDRI +4.047

NC A. DOVIZIOSO

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 173.7 41’39.173
2 20 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 173.3 +5.563
3 16 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 173.3 +6.661
4 13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 173.0 +9.978
5 11 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 172.7 +15.284
6 10 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 172.6 +15.665
7 9 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 172.1 +23.805
8 8 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 171.7 +29.152
9 7 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 171.5 +32.008
10 6 68 Yonny HERNANDEZ COL Octo Pramac Racing Ducati 171.4 +34.571
11 5 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS Honda 171.1 +38.553
12 4 76 Loris BAZ FRA Athinà Forward Racing Yamaha Forward 170.8 +42.158
13 3 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 170.7 +44.801
14 2 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 170.3 +50.435
15 1 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team Honda 170.1 +53.060
16   63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Ducati 168.6 +1’15.265
17   17 Karel ABRAHAM CZE AB Motoracing Honda 168.6 +1’15.381
18   33 Marco MELANDRI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 166.9 +1’41.840
Non classificato
    35 Cal CRUTCHLOW GBR CWM LCR Honda Honda 172.7 3 Giri
    93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 173.1 6 Giri
    4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 172.7 10 Giri
    6 Stefan BRADL GER Athinà Forward Racing Yamaha Forward 168.2 20 Giri
    69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team Honda 168.1 20 Giri
    41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.1 21 Giri
    43 Jack MILLER AUS CWM LCR Honda Honda 165.5 21 Giri
    15 Alex DE ANGELIS RSM E-Motion IodaRacing Team ART 162.1 21 Giri


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori