Diretta MotoGp / Ordine d’arrivo e podio: Valentino Rossi e Marc Marquez, il confronto (Motomondiale Assen 2015, 27 giugno)

- La Redazione

Diretta MotoGp gara e warm-up del Gp Olanda 2015 sul circuito di Assen live: griglia di partenza, ordine d’arrivo, vincitore e orari tv (oggi sabato 27 giugno). La gara con Rossi e Lorenzo

valentino_occhiali
Valentino Rossi (Infophoto)

Dopo le polemiche a seguito del finale caldissimo del gran premio di motogp di Assen, Valentino Rossi e Marc Marquez sono all’analisi post gara con alcuni protagonisti del mondo del motomondiale, l’ex pilota Uncini, Suppo e Bollini. L’analisi del video, in questa foto postata su Instagram i visi sono piuttosto tesi, specialmente quello di Marc Marquez, mentre Valentino Rossi aguzza la vista sul monitor con fare quasi sornione. La ragione è dalla sua, lo dice la direzione gara, e il pilota di Tavullia ne è assolutamente consapevole. Vedremo se davanti alle immagini anche Marc Marquez si ricrederà (clicca qui per la foto dell’analisi post gara di Marquez e Rossi).

Dopo il fuori pista nel gran premio di motogp di Assen, che non gli ha tolto la vittoria, Valentino Rossi commenta a caldo le frasi di Marc Marquez che si era definito il “vincitore morale” di questa gara del motomondiale. Fa spallucce Valentino Rossi, ma tra i due la rivalità si è accesa, con lo spagnolo che pensava che il re si facesse da parte e corresse in motogp oramai solo per partecipare. La sportellata con caduta nel gran premio di Argentina non è andata giù al pilota Honda che aveva dichiarato “Da Valentino Rossi c’è sempre da imparare”. Oggi altra sportellata, stavolta è Rossi a finire fuori, ma taglia comunque per primo il traguardo. Marquez mastica amaro. “Sinceramente non so cosa avrei dovuto fare, visto che mi ha buttato fuori… Forse non avrei dovuto essere lì? Sarei dovuto sparire, ma purtroppo c’ero – ha detto il nove volte campione del mondo L’unica certezza è che quando duelli con Marquez una carenata la prendi sempre! E’ una vittoria molto importante, perché 25 punti fanno comodo in un campionato così tirato” (clicca qui per la classifica piloti del motomondiale di motogp), e in effetti – se non fosse chiaro a Marquez o a Lorenzo – quest’anno Valentino Rossi vuole vincere.

Termina la gara MotoGp del Gran Premio d’Assen 2015 in Olanda con Valentino che chiude davanti a Marquez dopo un ultima curva da brivido con il taglio del pilota Yamaha. Un ordine d’arrivo che quindi viene confermato e a stemperare le polemiche ci pensa Livio Suppo che dopo essersi confrontato con i giudici di gara ed aver visto le immagini commenta così l’accaduto: “Complimenti a entrambi, è stata una bellissima gara. Era doveroso vedere quanto accaduto all’ultima curva, però obiettivamente Marc ha toccato Valentino e lo ha mandato fuori lui, quindi va bene così”. Manda giù un boccone amaro Marquez che si sente vincitore morale di questa gara ma che ancora una volta paga la sua irruenza. 

Ordine d’arrivo della Motogp qui al Gp di Assen all’insegna della polemica, Valentino Rossi dopo un grande duello con Marquez vince davanti allo spagnolo all’ultimo giro recupera 4 decimi al dottore e all’ultima curva entra duro si appoggia un po’ alla carena del pilota Yamaha che poi però non poteva altro che tagliare sullo sterrato. Tanta polemica e vederemo cosa sceglieranno i giudici di gara. Ottima la terza posizione di Lorenzo che chiude davanti ad un ottimo Iannone anche se i due non hanno mai avuto la possibilità di competere con i primi due. Male il Dovi in difficoltà oggi, troppa difficoltà rispetto il compagno di squadra. Che partenza nella gara Motogp Gp Assen 2015 per Valentino che alla prima curva mette le ruote davanti ad un arrembante A.Espargaro che invece perde subito terreno a favore di uno Marquez scatenato che si mette subito alle spalle di Rossi. Recupero straordinario di Lorenzo che in quattro curve si porta in terza posizione però poi dopo 4 giri dimostra di non riuscire a tenere il passo dei due scatenati davanti. La migliore Ducati è quella di Iannone che quarto sta cercando di sfruttare le difficoltà di Lorenzo per provare il colpo podio. Pedrosa paga la caduta nel warm-up e si è perso a metà classifica. Marquez e Valentino Rossi sono incollati pronti ad una grande bagarre!  Ci siamo sta per partire la gara Motogp Gp Olanda Assen 2015 e tutta l’attenzione è focalizzata su Valentino Rossi pronto a partire dalla prima posizione. Questa volta giocerà a parti invertite con il suo rivale di box Yamaha Lorenzo chiamato al recupero e rincorsa sul pesarese che cercherà di allungare da subito. A intromettersi in questo valzer a due ci sono anche le due Honda di Marquez e Pedrosa con le Ducati pronte ad inserirsi per la caccia al podio. Resta l’incognita della Suzuki ottima nelle prove ma che in gara perde mordente, ma come sempre nella motogp tutto può succedere. 

Pole position conquistata da Valentino Rossi nel Gran Premio d’Olanda nel MotoGP ad Assen. Il pilota della Yamaha partirà quindi dalla prima posizione nella griglia di partenza grazie ad una prestazione maiuscola sfoderata nelle qualifiche. Secondo posto per Aleix Espargaro, con Marquez che chiude la prima fila. Solamente ottavo invece Jorge Lorenzo. Al termine delle qualifiche del GP d’Olanda il pilota della Yamaha, Valentino Rossi, ha esternato tutta la sua gioia: “Assen è sempre speciale per me, perché ho grandi ricordi qui. Ho vinto qui in passato e molte gare importanti della mia carriera hanno avuto luogo su questo circuito. Amo questa pista, perché è fantastica”. Il Dottore della Yamaha ha poi ribadito l’importanza della pole position: “Fare una pole position è sicuramente un’emozione speciale, ma soprattutto è importante per domani”. Infine Vale ha dichiarato di aver dato il massimo e che le cose siano andate meglio essendosi trovato bene fin dall’inizio con la moto. Sulla stessa linea d’onda il Team Director Yamaha Massimo Meregalli il quale ha sottolineato l’impegno del team per il raggiungimento della pole position odierna, definendola splendida. Ha poi aggiunto: “Anche se Valentino è soddisfatto set della moto up, ci sono ancora alcune piccole cose da migliorare per il warm up. Jorge ha migliorato il feeling con la sua moto ed è stato veloce e costante in tutte le prove libere. Purtroppo la qualifica non è andato come ci aspettavamo e lui deve iniziare dalla terza fila, ma sono fiducioso”. Solo ottavo in griglia di partenza nelle qualifiche del MotoGP ad Assen lo spagnolo Jorge Lorenzo su Yamaha che sarà quindi costretto a partire dalla terza fila e chiamato ad una gara in rimonta. Al maiorchino servirà una grande partenza e anche mettere a posto la moto nel T2 e nel T4″. Ecco quanto ha dichiarato: “Abbiamo migliorato molto la moto e sono molto contento di questo. Nelle FP4 sono stato molto competitivo con una gomma usata, ma purtroppo non ho potuto fare un giro molto “esplosivo” durante le qualifiche. Ho fatto quattro giri tutti molto simili, ma nessuno di questi è stato abbastanza veloce per essere in prima fila, quindi partiremo dalla terza per la prima volta”. Infine il pilota ha spiegato la necessità di dover migliorare alcuni aspetti, soprattutto in fase di qualifica. L’impegno per domani è di fare una buona partenza; parole d’ordine pazienza e determinazione per rientrare nelle prime posizioni. Nelle qualifiche del Gran Premio di Assen di MotoGP, il pilota Honda Dani Pedrosa ha conquistato la quarta posizione, garantendosi così la seconda fila sulla griglia di partenza. Lo spagnolo, dopo aver perso tre gare ad inizio stagione per smaltire i postumi di un intervento chirurgico, è apparso in ripresa:”Abbiamo sfruttato la sessione di oggi per mettere a punto la moto, e se saremo fortunati avremo una pista asciutta per gran parte della giornata”. Pedrosa ha aggiunto:”Nella sessione di qualifiche è stato emozionante il fatto che tutti i tempi fossero molto ravvicinati, e io sono molto felice di essere riuscito a qualificarmi un po’ meglio di quanto abbia fatto nell’ultimo Gran Premio in Catalunya”. L’obiettivo di Pedrosa è quello di ripetere la buona prestazione offerta nel GP di casa di due settimane fa, quando riuscì a salire sul gradino più basso del podio, anche se ai microfoni dei giornalisti si è limitato a dire:”Proveremo a fare una buona partenza. Speriamo di fare bene e di condurre una buona gara”. Brutta caduta però per lui durante il warm-up, uscito dolorante al braccio operato, vedremo se Dani avrà ripercussioni sulla sua gara. In attesa che il Gran Premio d’Olanda 2015 scatti dal circuito di Assen, dando inizio all’ottava prova della stagione di MotoGP, i protagonisti della gara odierna hanno concesso alcune dichiarazioni inerenti le ultime qualifiche. È il caso di Marc Marquez, che in sella alla sua Repsol Honda Team RC213V, ha guadagnato la terza posizione sulla griglia di partenza. “Ogni pilota ha spinto al massimo in qualifica” ha dichiarato lo spagnolo, il quale, abituato solitamente a fare sua la pole position, si è dovuto accontentare dell’ultimo posto disponibile in prima fila. Marquez si è detto comunque “felice, perché sapevamo che questo tracciato sarebbe stato difficile per noi, ma siamo molto vicini a Valentino (Rossi) e Jorge (Lorenzo), che sono molto veloci e a loro agio qui”. Il pilota Honda ha poi aggiunto: “Noi proveremo a restare il più vicino possibile agli altri e vedremo cosa succede”, ammettendo però che “sarà molto difficile, soprattutto contro Valentino”, da sempre avversario temibile sul circuito olandese.  Aleix Espargaro piazza la Suzuki al secondo posto nelle qualifiche del MotoGP ad Assen con un giro incredibile in 1:32.858. “Sono molto soddisfatto dei progressi che abbiamo fatto – ha dichiarato il pilota – Abbiamo avuto una brutta partenza e ho dovuto cambiare tutto. Mi sono confrontato con Tom e alla fine abbiamo deciso di cambiare qualcosa sulla parte anteriore. Non è stata una cosa facile da fare, ma sapevamo di poter fare molto meglio”. Espargaro ha poi spiegato le difficoltà della pista e l’importanza di partire dalla prima fila: “A Barcellona , tutto era più facile , mentre qui abbiamo faticato di più ma certe prestazioni mi rendono fiducioso di poter puntare in alto”. Ecco invece quanto dichiarato dal Team Manager Davide Brivio: “Abbiamo lavorato duramente fin dall’inizio qui ad Assen . E ‘stato difficile trovare il miglior set -up per soddisfare i nostri piloti ma alla fine della giornata questo qualifica ci ha dato un risultato positivo. Aleix ha fatto un giro straordinario e partirà dalla seconda posizione” . Secondo Brivio nessuno si sarebbe aspettato un risultato del genere nelle prove libere e la soddisfazione per questo piccolo traguardo è molta. Sulla gara: “Sarà dura, ma Aleix partendo davanti ha la possibilità di tenere un buon passo”.

Marc Marquez ha dominato il warm-up del Gran Premio d’Olanda ad Assen della MotoGp. Un ritmo impressionante per il campione del Mondo in carica, che sembra essere tornato quello dei tempi migliori: 1’33″747 il tempo che gli è valso il primo posto con netto vantaggio su tutti gli altri, ma soprattutto una serie impressionante di giri veloci che lo mettono in prima fila tra i favoriti per la vittoria della gara. Secondo posto per Valentino Rossi in 1’34″170: molto bene quindi il Dottore, anche se nemmeno lui regge il confronto con il passo di Marquez. Ottimo terzo posto per Cal Crutchlow, quarto Jorge Lorenzo in ripresa ma comunque alle spalle dei due grandi rivali, abbastanza in difficoltà la Ducati che non va oltre l’ottavo posto di Andrea Dovizioso e il nono di Andrea Iannone. Warm-up da dimenticare invece per Dani Pedrosa, vittima di una caduta alla curva 8: nessuna grave conseguenza fisica, ma il pilota Honda si teneva la mano che verrà controllata al Centro medico del circuito olandese. 

Alle ore 9.40 il warm-up darà il via al sabato del Gran Premio d’Olanda ad Assen della MotoGp. Saranno gli ultimi 20 minuti di prove in vista della gara che scatterà alle ore 14.00. Questa volta Valentino Rossi si ritrova nei panni per lui inconsueti della lepre, mentre sono Jorge Lorenzo e le Ducati a dover spingere e inventare qualcosa per recuperare il gap accusato nelle qualifiche. Che cosa succederà? Per capirlo, passiamo come sempre la linea alla pista e al cronometro! Andrea Iannone proverà ad essere protagonista nella MotoGp ad Assen scattando dal sesto posto sulla griglia di partenza della gara della classe regina nel Gran Premio d’Olanda. Questo è stato il suo commento al termine delle qualifiche, reso noto da un comunicato ufficiale della Ducati: “Un posto in seconda fila è comunque importante per come sono andate le cose oggi (ieri, ndR), ma con qualche rifinitura possiamo ancora migliorare. Purtroppo nel mio giro migliore ho trovato un altro pilota quasi fermo in mezzo alla pista nell’ultimo settore e questo mi ha fatto perdere tempo prezioso”. Queste le prospettive di Iannone per la gara: “Abbiamo un buon set-up generale ma sto incontrando ancora qualche difficoltà, soprattutto nei cambi di direzione, e quindi dobbiamo analizzare bene i dati e capire il perché. Sono però sereno perché tutto sommato oggi (ieri, ndR) abbiamo fatto un altro passo in avanti, anche se non è ancora quello che vogliamo, in quanto il nostro obiettivo è di lottare per le posizioni più importanti. In ogni caso dobbiamo essere fiduciosi perché abbiamo le basi giuste per essere più competitivi”.

In diretta: oggi sabato 27 giugno ecco il Gran Premio d’Olanda 2015 sul circuito di Assen, che costituisce l’ottavo appuntamento con il Motomondiale 2015. La tappa più classica per il Circus (clicca qui per la griglia di partenza), che dalla prima edizione del 1949 ad oggi non è mai mancato nemmeno una volta sul circuito che ospita il leggendario Dutch TT. Gli orari saranno naturalmente quelli tradizionali delle corse europee, anche se come da inossidabile tradizione in Olanda la gara si disputa di sabato – per l’ultima volta, dal 2016 anche ad Assen si imporranno esigenze economiche – e quindi tutto il programma è anticipato di un giorno rispetto al solito. Comunque, per la gara della classe regina i semafori si spegneranno alle consuete ore 14.00, quando è in programma la partenza della corsa che si svilupperà sulla distanza di 26 giri per un totale di 118,1 km, dal momento che ogni giro del tracciato del Circuit van Drenthe misura 4,542 chilometri con diciotto curve, di cui sei a sinistra e ben dodici a destra. Ricordiamo però che il primo appuntamento motociclistico di questo sabato motociclistico sarà con il warm-up che per la MotoGp avrà inizio alle ore 9.40, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto e fare le ultime prove su assetti e gomme. Appuntamento spesso importante, soprattutto per Valentino Rossi che ci ha abituato ad essere più protagonista alla domenica (anche se stavolta è sabato…) rispetto che nei primi due giorni: una “rinascita” che spesso nasce appunto al mattino e di cui però stavolta avrebbe bisogno in particolare Jorge Lorenzo, che è reduce da quattro vittorie consecutive ma che oggi partirà dietro e dovrà provare a rimontare per operare il sorpasso in testa alla classifica del Mondiale Piloti, che lo vede dietro a Rossi per un solo punto. Come si diceva, ogni edizione del Motomondiale ha fatto tappa ad Assen dal 1949 ad oggi: dapprima su strade pubbliche, dove si corre fin dal 1925, poi sulla pista che dal 1955 ha subito comunque tantissimi cambiamenti. Quello che non cambia mai è il panorama: la pista è adagiata accanto a verdi colline che ospitano tribune, con 64.500 posti a sedere che sono ambitissimi da tutti gli appassionati che vogliono vivere la corsa nella cosiddetta Università della moto. Tra il 1999 e il 2002 sono stati realizzati importanti lavori di ammodernamento delle strutture: tribune, torre di controllo, box rinnovati e un nuovo centro per la stampa. La vera grande novità degli ultimi anni sono stati però i lavori realizzati nell’inverno 2005/06 per rimaneggiare la pista, portando uno dei tracciati più lunghi del mondiale da quasi 6 km a poco più di 4,5. Dal punto di vista tecnico è stato un peggioramento, ma il fascino di Assen resta comunque intatto. Vedremo dunque se su questo mitico nastro d’asfalto continuerà il duello Rossi-Lorenzo o se ci sarà il ritorno al successo della Honda, senza per questo dimenticare la Ducati che vorrà essere protagonista. Ma adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio d’Olanda 2015 della MotoGp sul circuito di Assen sta per cominciare… (Mauro Mantegazza)

Pos. Pilota Moto Km/h Data e ora
1 Marc MARQUEZ Honda 309.2 1’33.747
2 Valentino ROSSI Yamaha 305.3 1’34.170
3 Cal CRUTCHLOW Honda 309.8 1’34.222
4 Jorge LORENZO Yamaha 305.6 1’34.310
5 Aleix ESPARGARO Suzuki 298.5 1’34.416
6 Pol ESPARGARO Yamaha 309.3 1’34.423
7 Bradley SMITH Yamaha 309.8 1’34.441
8 Andrea DOVIZIOSO Ducati 314.0 1’34.477
9 Andrea IANNONE Ducati 311.1 1’34.480
10 Dani PEDROSA Honda 307.2 1’34.657
11 Yonny HERNANDEZ Ducati 302.1 1’34.675
12 Maverick VIÑALES Suzuki 303.0 1’34.873
13 Danilo PETRUCCI Ducati 305.5 1’34.987
14 Stefan BRADL Yamaha Forward 300.5 1’34.989
15 Scott REDDING Honda 304.9 1’35.082
16 Nicky HAYDEN Honda 295.8 1’35.266
17 Hector BARBERA Ducati 306.9 1’35.272
18 Loris BAZ Yamaha Forward 301.5 1’35.291
19 Eugene LAVERTY Honda 300.5 1’36.108
20 Mike DI MEGLIO Ducati 302.0 1’36.130
21 Jack MILLER Honda 296.1 1’36.153
22 Alex DE ANGELIS ART 291.7 1’36.271
23 Alvaro BAUTISTA Aprilia 296.3 1’36.286
24 Marco MELANDRI Aprilia 298.1 1’38.082

 

1
V. ROSSI
40:54.037
2
M. MARQUEZ
+1.242
3
J. LORENZO
+14.576
4
A. IANNONE
+19.109
5
P. ESPARGARO
+24.268
6
C. CRUTCHLOW
+24.373
7
B. SMITH
+24.442
8
D. PEDROSA
+24.656
9
A. ESPARGARO
+26.725
10
M. VIÑALES
+27.238
11
D. PETRUCCI
+29.038
12
A. DOVIZIOSO
+29.418
13
S. REDDING
+46.663
14
Y. HERNANDEZ
+49.305
15
L. BAZ
+52.396
16
N. HAYDEN
+56.005
17
A. BAUTISTA
+59.857
18
M. DI MEGLIO
+1:14.513
19
M. MELANDRI
+10.349
RT
A. DE ANGELIS
37:15.577
RT
E. LAVERTY
24:09.155
RT
S. BRADL
8:04.525
N1
H. BARBERA
 
N1
J. MILLER
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori