Diretta/ MotoGp griglia di partenza e tempi qualifiche. Le parole di Valentino Rossi (Indianapolis 2015 Motomondiale, 8 agosto)

- La Redazione

Diretta MotoGp qualifiche, griglia di partenza FP3-FP4 live GP Stati Uniti 2015 sul circuito di Indianapolis: cronaca e tempi. Sabato 8 agosto 2015 appuntamento dalle ore 16:00

smith_indianapolis
(INFOPHOTO)

Non sarà mai soddisfatto di un ottavo posto Valentino Rossi, ma dopo che nelle prove si era registrato un decimo posto l’ottavo di oggi alle qualifiche può essere considerato comunque un bel passo in avanti. Ne ha parlato così il pilota della Yamaha: “Abbiamo migliorato davvero molto la prestazione. La moto è più agile e leggera e anche il passo è buono. Siamo ancora abbastanza indietro e raggiungere il podio questa volta sarà davvero difficile”. Valentino comunque sappiamo che è sempre pronto per stupire tutti e anche a Indianapolis cercherà di invertire le tendenze che al momento in ottava posizione non lo vedono tra i favoriti. Spiegazioni anche tecniche per Rossi: “Abbiamo tolto del peso davanti. La moto è diventata più leggera e molto più reattiva. E’ chiaro che si gira meglio con meno stress. Ci siamo presentati con lo stesso assetto di Assen e al Sachsenring. Su questa pista però abbiamo capito che ci vuole qualcosa di diverso. Voglio una moto che possa frenare forte”

Marc Marquez ha conquistato la pole position per il Gran Premio di Indianapolis 2015. Il circuito statunitense sembra voler parlare ancora Honda: al secondo posto nella Q2 si piazza infatti Dani Pedrosa, mentre l’altro spagnolo Jorge Lorenzo chiude la qualifica terzo. Valentino Rossi dovrà accontentarsi dell’ottavo posto nella griglia di partenza; il protagonista italiano della seconda qualifica è stato a sorpresa Danilo Petrucci, che promosso alla grande dal Q1 ha strappato il quinto posto generale (in mezzo Cal Crutchlow con la quarta posizione). Più indietro le Ducati di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. Questo l’ordine di partenza per la gara di domani: 1 Marquez (tempo di qualifica 1:31.884), 2 Pedrosa (+0.171), 3 Lorenzo (+0.302), 4 Crutchlow (+0.324), 5 Petrucci (+0.359), 6 Smith (+0.385), 7 Iannone (+0.584), Rossi (+0.627), 9 Vinales (+0.687), 10 Dovizioso (+0.752), 11 Pol Espargaro (+0.786), 12 Aleix Espargaro (+0.930). Appena dopo la bandiera a scacchi che ha chiuso la Q2 ha cominciato a piovere su Indianapolis: le condizioni atmosferiche rimangono una variabile da considerare in vista del gran premio.

Inizia la sessione delle qualifiche ufficiali motogp Gp Stati Uniti 2015 con la Q1 e la Q2 che determineranno la griglia di partenza in vista della gara di domani. Valentino torna competitivo nella FP4 con il quarto tempo ma resta lo scoglio del giro veloce da superare, e la mancanza di greep sta penalizzando molto il pilota pesarese. Se Rossi stupisce per il buon recupero il vero uomo da battere è Merquez che nell’ultima sessione rigila 6 decimi al secodo e 8 al dottore. Per questa sessione di qualifiche viene reso noto che ci saranno dei cambi e modifiche tecniche per le Honda: Marquez, cambia la regolazione le sospensioni mentre Pedrosa l’intera la moto. 

Ci si avvicina alla quarta sessione di prove libere per la MotoGp in questo week-end dedicato al Gran Premio di Indianapolis. Una sessione come sempre di “riserva”, per testare il passo gara o riparare le falle di una prima giornata troppo complicata. Occhi puntati su Valentino Rossi, che dovrà dimostrare di aver risolto i problemi che lo hanno fin qui afflitto, magari sfruttando una pista sempre più gommata, e sulle Ducati, che potranno testare le soluzioni più innovative sfruttando la licenza open, magari decidendo in modo più netto di affidarsi alle gomme morbide. L’importante è non perdere troppo distacco da Marc Marquez, che già fa gara a se e sembra aver staccato anche l’altra Yamaha ufficiale, quella di Jorge Lorenzo, che era stato l’unico a potergli tener testa. Attenzione ai tempi negli ultimi due settori, è li che si vedrà chi ha migliorato di più il feeling con la moto…  

Il primo ruggito è di Jorge Lorenzo che si presenta nelle FP3 con il tempo di 1:32.827, migliorando il record di pista (in gara) stabilito l’anno scorso da Marc Marquez. Il campione in carica non si fa pregare e rispose subito: 1:32.661. Questo cronometrato tiene per tutta la fase centrale delle prove libere, ad un quarto d’ora dalla fine invece è Maverick Vinales a stupire: 1:32.998 per il giovane spagnolo che guadagna la terza posizione e spinge fuori dalle prime dieci Valentino Rossi. Il Dottore fatica ancora a controllare la sua Yamaha specialmente nei primi due settori del circuito. Anche Dani Pedrosa continua ad avere difficoltà nelle curve e in frenata, ma guadagna il quinto posto in 1:33.160. Valentino monta la gomma media posteriore per gli ultimi giri e strappa un bel giro in 1:33.130, che lo riporta in quarta posizione. Nel frattempo Marquez si migliora ulteriormente ritoccando il proprio record: 1:32.392 da paura. Altro scatto di Rossi: 1:32.981, significa terzo posto davanti a Vinales. Davanti a lui e anche a Lorenzo si inserisce Bradley Smith che regala un lampo: 1:32.421. I consueti sorpassi e controsorpassi nella fase finale della FP3 regalano la seguente top ten: 1 Marquez con il tempo top di , 2 Smith (+0.029), 3 Iannone (+0.326), 4 Pedrosa (+0.367), 5 Lorenzo (+0.427), 6 Crutchlow (+0.459), 7 Aleix Espargaro (+0.522), 8 Pol Espargaro (+0.553), 9 Rossi (+0.589), 10 Vinales (+0.606). Rimane fuori dalla Q2 Andrea Dovizioso, che ha ottenuto l’undicesimo tempo.

Eccoci qua, l’attesa è finita, parte ora l’ prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti ad Indianapolis per la classe regina della Moto Gp. Dopo le prime libere di ieri andate molto male per il leader del motomondiale Valentino Rossi, già da subito si attende il suo riscatto, tentando in questo FP3 e nel prossimo FP4 di mettere a punto la moto per una qualifica ottimale. Grande l’occasione per Lorenzo e Marquez di mettere nelle prossime libere e qualifiche una forte distanza dal Dottore per sbaragliarlo domani in gara, anche se questa impresa resta comunque difficile. Curiosità inoltre sulle prove della Ducati, chiamate a confermare gli ottimi FP1 e FP2 di ieri e speranzose nel non perdere terreno nelle qualifiche, spesso utilizzate male in questa prima parte della stagione

Si avvicinano le prove FP3 della Motogp Gp Stati Uniti 2015 ad Indianapolis, e sarà l’ultima occasine per le messe a punto in vista delle qualifiche in cui verranno decise le posizioni in griglia di partenza. E’ stata una buona sezione quella di oggi per la Ducati che ha visto arrivare Andrea Dovizioso terzo e Andrea Iannone subito alle sue spalle. Dovizioso è stato il primo degli italiani ed è risultato soddisfatto: “Non è andata poi male, i tempi sono buoni e la pista è anche migliorata nel pomeriggio. Rispetto ai primi due però siamo lontani e dobbiamo fare meglio. Il grip è ancora poco, ma c’è pompaggio e dobbiamo migliorare nella fluidità. Dobbiamo usare la nostra gomma dura, più morbida non si deve usare”. Iannone invece è sembrato meno felice: “Siamo andati meglio delle prime prove libere, ma il feeling è peggiorato anche se la pista era più veloce. Ho avuto dei problemi davanti, mi si chiudeva troppo spesso e sentivo di avere poca aderenza. Alla fine non è andata male, ma dobbiamo lavorare ancora”.

Valentino Rossi ha chiuso al decimo posto le seconde libere Motogp Gp Stati Uniti 2015 Indianapolis senza riuscire a fare quello che voleva. Le sue parole sono come al solito schiette e il pilota non nasconde le sue difficoltà: “E’ stata per me una giornata difficile, non sono stato veloce né al mattino e né il pomeriggio. Fatico molto ancora nei cambi di direzione ed è come se la moto fosse diventata improvvisamente molto pesante. Non ho feeling davanti e anche con la gomma morbida sono indietro. Lorenzo e Marquez sono davvero molto veloci. Speriamo di andare meglio sabato e di capire cosa fare per migliorare la moto. Forse il problema rimane la moto troppo uguale a quella usata in Germania e qui non va bene. Non riesco a fermarmi in staccata e faccio davvero fatica anche in curva per il sottosterzo”.

Sabato 8 agosto sono in programma le qualifiche che disegneranno la griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti 2015 sul circuito di Indianapolis, decimo appuntamento del Motomondiale. Il menu di giornata per quanto riguarda la classe regina prevede la terza sessione di prove libere () dalle ore 15:55 italiane, mentre dalle 19:30 si terrà la quarta sessione (); dalle ore 20:10 alle 20:25 toccherà al primo turno di qualifiche (), chiuderà poi il secondo () dalle 20:35 alle 20:50. Nella giornata di venerdì si sono invece tenute le prime due sessioni di prove libere.

Grande attesa per Valentino Rossi che deve difendere il primo posto nella classifica piloti: il Dottore comanda con 189 punti ma il suo compagno in Yamaha Jorge Lorenzo incalza a quota 166; nel frattempo Marc Marquez ha vinto l’ultima gara prima della sosta estiva e si è riavvicinato alle prime posizioni, ora è quarto con 114 punti (in mezzo Andrea Iannone a 118). Proprio Marquez ha firmato nella passata stagione i record per la miglior pole position e per il giro veloce in gara sul circuito di Indianapolis: nelle qualifiche il giovane spagnolo registrò un notevole 1’31.619 che gli valse la prima posizione sulla griglia di partenza. Un anno dopo Marquez sta giocando di rincorsa ma Valentino Rossi è sempre andato a podio nel Motomondiale 2015, e sembra ben intenzionato a centrare il decimo titolo della sua carriera. Non resta che attendere i verdetti del circuito: piloti in pista per le prove e libere (FP3-FP4) e le qualifiche (Q1-Q2) che definiranno la griglia di partenza del Gran Premio di Indianapolis.

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 343.0 1’32.392
2 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 342.1 1’32.421 0.029 / 0.029
3 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 348.4 1’32.718 0.326 / 0.297
4 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 345.5 1’32.759 0.367 / 0.041
5 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 340.0 1’32.819 0.427 / 0.060
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR CWM LCR Honda Honda 342.8 1’32.851 0.459 / 0.032
7 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 338.7 1’32.914 0.522 / 0.063
8 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 342.8 1’32.945 0.553 / 0.031
9 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 339.6 1’32.981 0.589 / 0.036
10 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 343.8 1’32.998 0.606 / 0.017
11 68 Yonny HERNANDEZ COL Octo Pramac Racing Ducati 344.0 1’33.290 0.898 / 0.292
12 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 344.0 1’33.293 0.901 / 0.003
13 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS Honda 339.9 1’33.300 0.908 / 0.007
14 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 342.1 1’33.503 1.111 / 0.203
15 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 342.2 1’33.570 1.178 / 0.067
16 43 Jack MILLER AUS CWM LCR Honda Honda 336.3 1’34.021 1.629 / 0.451
17 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team Honda 338.0 1’34.036 1.644 / 0.015
18 69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team Honda 333.0 1’34.053 1.661 / 0.017
19 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing Ducati 340.3 1’34.332 1.940 / 0.279
20 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 336.7 1’34.348 1.956 / 0.016
21 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 333.7 1’34.608 2.216 / 0.260
22 15 Alex DE ANGELIS RSM E-Motion IodaRacing Team ART 328.0 1’35.188 2.796 / 0.580
23 24 Toni ELIAS SPA AB Motoracing Honda 333.1 1’36.412 4.020 / 1.224

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 343.6 1’31.884
2 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 341.8 1’32.055 0.171 / 0.171
3 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 335.0 1’32.186 0.302 / 0.131
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR CWM LCR Honda Honda 340.4 1’32.208 0.324 / 0.022
5 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing Ducati 343.4 1’32.243 0.359 / 0.035
6 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 340.9 1’32.269 0.385 / 0.026
7 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 343.1 1’32.468 0.584 / 0.199
8 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 337.0 1’32.511 0.627 / 0.043
9 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 337.1 1’32.571 0.687 / 0.060
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 345.8 1’32.636 0.752 / 0.065
11 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 340.0 1’32.670 0.786 / 0.034
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 330.8 1’32.814 0.930 / 0.144



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori