Diretta / MotoGp ordine d’arrivo, vincitore e gara live: podio, Marquez, Lorenzo e Valentino Rossi. Parla il vincitore (Indianapolis 2015, 9 agosto)

- La Redazione

Diretta MotoGp: griglia di partenza, warm-up e gara, Gran Premio Stati Uniti 2015 a Indianapolis. Live: ordine d’arrivo, vincitore e orari tv, domenica 9 agosto si torna in pista

indianapolis_partenza
(INFOPHOTO)

La gara di oggi ha confermato il momento d’oro di Marc Marquez che ha concluso con la vittoria, recuperando ancora punti sui suoi avversari nella classifica generale. Un recupero che lo porta ora in terza posizione a + 10 su Andrea Iannone quarto e lontano 47 da Jorge Lorenzo e 56 da Valentino Rossi. Ecco le sue parole: “Sono rimasto sorpreso dal grande ritmo di Jorge Lorenzo, che in prova era stato comunque molto veloce in gara però è riuscito ad andare oltre. Io ero molto al limite e la mia gara è stata molto tirata. Ho dovuto spingere molto. Immaginavo di poter fare una gara davanti da solo, ma ho aspettato i tre giri finali per l’attacco decisivo. Ho usato un poì di strategia, fino a spingere fortissimo sull’ultima curva. Arriveranno piste in cui sarà normale soffrire di più, ma per ora dobbiamo essere felici del nostro rendimento”.

Gara Motogp Gp Stati Uniti 2015 a Indianapolis ha lasciato tutti senza parole. Tutte le posizioni sono state combattute fino all’ultimo giro con un Marquez che vince dopo aver passato tutta la gara alle spalle di Lorenzo più che mai competitivo sul passo. Non è bastato l’ottimo setting trovato nel weekend a pilota spagnolo della Yamaha per contenere lo strapotere della Honda che in mano a Marquez sembra essere tornata imprebibile dopo la scelta di tornare al vecchio telaio. Nessuno ci avrebbe scommesso nulla, invece Valentino Rossi lascia tutti senza parole. Dalla terza fila riesce in un giro e mezzo a recuperare quattro posizioni ma i tre di testa sembravano oramai andati. Invece attorno al ventesimo giro inizia a mettere in serie tempi sotto 1:33 rieuscendo a recuperare un gap di quasi 2 secondi da Pedrosa. Mentre Lorenzo e Marquez lottavano in solitaria il dottore si è dovuto difendere più volte nel finale dal ritorno di un ritrovato Pedrosa in versione combattente. Grande prestazione di Valentino Rossi che limita le perdite di punti in vista della classifica piloti. Ottimo Iannone primo delle Ducati che difende come sempre la bandiera del team italiano con un quinto posto gestito molto bene tenendo a bada Smith sulla sua Yamaha. Chiude nono il Dovi davanti a Petrucci dopo un grandissimo recupero dall’ultima posizione dovuto ad un errore nelle prime curve. Periodo nero per Dovizioso.

La gara Motogp Gp Stati Uniti 2015 a Indianapolis sta regalando grandi emozioni, Valentino Rossi recupera su Pedrosa ma i due sono attaccati con il dottore che negli ultimi giri sembra perdere qualcosa rispetto allo spagnolo che lo sorpassa quando mancano 5 giri ma un lungo lo frega e Valentino torna terzo. Sarà battaglia fino all’ultimo centimetro di pista. Invece Marquez da la zampata vincente, supera Lorenzo con una staccatona e prova a vincere questa gara. Iniziano a scendere delle goccioline, la pista non sembra risentirne troppo ma il cielo è nero… 

Partiti! Inizia la gara Motogp Gp Stati Uniti 2015 a Indianapolis dall’ordine d’arrivo più che mai incerto, il rischio pioggia incombe e le secondo moto sono pronte. Subito veloce Marquez con Pedrosa ma è Lorenzo a mettersi davanti a tutti con un passo incredibile. Per trovare Rossi dobbiamo andare alla quarta posizione dopo una partenza aggressiva che in un giro e mezzo lo porta a recuperare 4 posizioni. Iannone difende i colori Ducati con la sua ottima quinta posizione mentre il Dovi ancora alle prese con un periodo sfortunato va largo ad una curva ed ora deve recuperare dal fondo. I due davanti stanno facendo il vuoto, Pedrosa cerca di recuperare il gap mentre Valentino fatica a riallacciare il treno di testa. Come spesso è successo passano i giri e il dottore riesce a recuperare feeling con la moto e ora quando ne mancano 17 alla fine si porta a 0.8 decimi da Pedrosa, podio possibile? Intanto il Dovi si porta in decima posizione ottimo recupero 

Pochissimi minuti al via della gara del Gran Premio di MotoGp a Indianapolis nel segno di Marc Marquez. Ennesima pole position, infatti, per lo spagnolo che dopo un inizio di Motomondiale incerto è ritornato ai suoi livelli pronto a scalare posizioni nella classifica generale per far splendere ancora il suo nome. Ecco le sue parole: “Sono davvero molto contento perchè le qualifiche sono andate molto bene. Forse il vantaggio di sei decimi non è reale e in realtà ce ne sono uno o due di differenza, ma la cosa molto positiva è che siamo riusciti e ad aggirare il gap con Jorge Lorenzo. Dopo il warm up penso che stiamo migliorando. La pista sta cambiando nelle sue condizioni e dovremo cercare di adattarci. Jorge è il rivale più duro e dobbiamo essere vigili su di lui” 

Dani Pedrosa ha staccato di pochi decimi di secondo Marc Marquez posizionandosi al secondo posto nelle qualificazioni. Una posizione che gli permetterà di avere un grande vantaggio su molti piloti per il premio di Indianapolis. Ecco le sue parole: “Abbiamo lavorato moltissimo con le gomme, il mio passo di gara però è più lento di quelli di Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Nelle qualifiche sono riuscito a fare bene. Ho avuto un buon feeling con la seconda gomma, ma ho fatto alcuni errori in alcune parti del circuito, il giro extra poi non è andato così bene. Sono felice di avere un posto nella prima fila in partenza, continueremo a lavorare sodo per cercare di guadagnare altri decimi. Ci sono un paio di settori nel tracciato in cui perdo tempo. Vediamo se sarò in grado di migliorare la guida e la presa per lottare per la vittoria”.

Jorge Lorenzo si è piazzato in terza posizione sulla griglia di partenza e partirà quindi dalla prima fila nel Gran Premio di Indianapolis di MotoGp. Il pilota ha confermato che i piloti avversari erano molto esplosivi e veloci durante tutte le qualifiche. Durante le gare sono sempre difficile da battere, non solo su questa pista ma anche sulle altre. Le sue parole si concentrano poi sulle gomme: “Avevo un po’ di paura a mettere l’ultima gomma, perchè ero addirittura in sesta posizione. Fortunatamente sono riuscito durante il fine settimana a salvare un alto pneumatico sono riuscito a migliorare il mio tempo di mezzo e mi ha dato quindi la prima fila. Questo è fondamentale perchè Marc Marquez può andare rapidamente fin dall’inizio ed è importante esser il più vicino a lui. Sarà una gara molto lunga e penso che abbiamo un buon ritmo e non abbiamo un ritmo e non abbiamo migliorato la moto come ci aspettavamo. Abbiamo ancora il warm up per provare alcune cose da migliorare”.

Valentino Rossi e il Gran Premio di Indianapolis di MotoGp non vanno del tutto d’accordo. Il Dottore sullo storico circuito dell’Indiana, che fa parte del MotoGp dal 2008, non ha mai del tutto convinto. Certo Rossi ha timbrato la vittoria all’esordio del Gran Premio, prendendosi anche pole position e giro veloce e precedendo Nicky Hayden e Jorge Lorenzo; era quello l’anno del suo ottavo titolo mondiale. Da allora però Valentino e Indianapolis hanno sempre litigato: nel 2009 è caduto nei primi giri (ammettendo l’errore), nel 2010 è stato quarto (podio formato da Dani Pedrosa, Ben Spies e Jorge Lorenzo) mentre nei due anni di Ducati ha pagato lo scarso feeling con la Desmosedici chiudendo in decima e settima posizione. Tornato in Yamaha, Rossi è stato quarto nel 2013 (oltre che da Marquez è stato superato da Pedrosa e Lorenzo) mentre l’anno scorso se non altro è riuscito a tornare a podio, dietro Marquez e Lorenzo ma senza mai essere competitivo per la vittoria. Oggi Valentino si presenta qui come leader del Mondiale 2015 di MotoGp: sarà in grado di prendersi una rivincita?

La sessione del warm-up di MotoGp a Indianapolis ha confermato quanto visto in questo weekend. Parte bene Valentino Rossi che inizialmente piazza il giro veloce ma con il passare dei minuti crescono le Honda di Pedrosa e di Marquez con che con due ottimi tempi si mettono al comando. Lorenzo ri conferma la terza forza di questo Gran Premio ma il passo di Marquez sembra essere imprendibile per tutti con lo spagnolo che nel finale chiude primo con 1:32.699. Valentino Rossi chiude con il quarto tempo a +0.5 dal pilota Honda. I due sono autori di una caduta nel finale di sessione senza conseguenze. Anche se la gara sembra essere segnata dallo strapotere Honda a scombinare tutto potrebbero intervenire le condizioni meteo infatti incombe il rischio pioggia che potrebbe regalarci un ordine d’arrivo del tutto inaspettato. E al Gran Premio di Indianapolis 2015 di MotoGp c’è stato tempo anche per osservare un minuto di silenzio alla memoria di Benat Martinez e Daniel Rivas. Ricorderte: era il 19 luglio scorso ed eravamo a Laguna Seca, altro circuito storico per le due ruote. Nel corso di una gara di Superstock 1000, competizione facente parte della Superbike, i due piloti erano stati coinvolti in uno spaventoso incidente al via, un maxi tamponamento – pare causato da un improvviso rallentamento di un centauro – nel quale erano stati loro ad avere la peggio. Non c’era stato nulla da fare; oggi il circuito della MotoGp ha voluto omaggiarli ricordando quella tragedia.

Pochi minuti e partirà il warm-up della MotoGP per il Gran Premio di Indianapolis. Marc Marquez ha centrato la pole position in griglia di partenza e oggi avrà la possibilità di mettere le mani sulla terza vittoria stagionale in MotoGp, provando così ad accorciare nella classifica mondiale rispetto a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo qui è un autentico dominatore: dal 2011 ha sempre vinto. I primi due anni lo ha fatto nella classe intermedia del Motomondiale, la 250 e la Moto2 che nel frattempo ha sostituito la vecchia categoria. Poi, due successi in MotoGp da signore incontrastato della pista. Nel 2014 Marquez vinse con un vantaggio di quasi due secondi su Lorenzo; Valentino Rossi fu terzo ma mai in gara per la vittoria (arrivo a 6 secondi e mezzo dal numero 93 della Honda). Quarto e quinto gli altri due spagnoli, Dani Pedrosa e Pol Espargaro.

Quarta posizione in griglia di partenza per la Honda di Carl Crutchlow pronto a giocarsi la gara di MotoGp ad Indianapolis. Ecco le sue parole: “Volvo migliorare nelle prove, ma abbiamo fatto un passo nella direzione sbagliata. Abbiamo dovuto attaccare. Abbiamo bisogno di guadagnare tempo in alcuni momenti, ma io sono molto fiducioso per la gara. Abbiamo alcuni problemi con la gomma dura e in alcuni punti del tracciato, dobbiamo lavorare molto su questo, Marc Marquez ha molto vantaggio su questo. Anche Dani Pedrosa è veramente molto veloce. Ha fatto tutte le prove con un solo pneumatico ed era veloce quasi quanto Marc. Dobbiamo migliorare, ma ci sembra essere in molti intorno allo stesso tempo. Sono deluso perchè ho avuto già avuto diversi quarti e quinti posti quest’anno senza raggiungere la prima fila. Questa pista non soddisfa il mio modo di correre, non ho le sensazioni migliori”.

Le qualifiche del Gran Premio di MotoGp a Indianapolis hanno portato Andrea Iannone del Ducati Team a raccogliere un magro settimo posto in griglia di partenza, anche se c’è la soddisfazione di essere finiti davanti a Valentino Rossi. Nonostante questo la posizione renderà difficile la gara e l’eventuale raggiungimento del podio. Ecco le sue parole di commento: “E’ vero, stiamo soffrendo un po’ ma siamo riusciti a migliorare a ogni turno, questo è di sicuro positivo. Non è detto che le modifiche fatte ogni volta vadano meglio dell’assetto precedente. Siamo riusciti a guadagnare tempo costantemente che hanno migliorato la nostra situazione e il passo nella gara. Questo è molto importante. Mi aspettavo di essere più veloce in qualifica, ma è stato molto dura per me ottenere questo tempo. Proveremo a fare del nostro meglio in gara, voglio ringraziare tutto il mio team che ha fatto davvero un grande lavoro 

Se Andrea Iannone ha raggiunto la settima posizione è andata ancora peggio al suo compagno di scuderia in MotoGp Andrea Dovizioso che partirà nella gara di Indianapolis dalla decima posizione in griglia di partenza. Queste le sue parole: “Per me è stata una giornata davvero molto complicata, a cominciare da questa mattina quando abbiamo perso il turno per dei problemi e non siamo riusciti a lavorare come volevamo. Quando usiamo la gomma morbida purtroppo abbiamo sempre delle vibrazioni sull’avantreno e quindi non sono mai riuscito a spingere come dovevo per migliorare in griglia. Come passo non siamo come vorremmo, ma siamo nel secondo gruppo e così non troppo lontani. Con una buona partenza potremo recuperare decisamente delle posizioni”.

Per quanto riguarda la MotoGp, la grande notizia nel fine settimana che arriva da Indianapolis è senza ombra di dubbio quella del quinto posto di Danilo Petrucci. Il ventiquattrenne di Terni ha stupito tutti nella giornata di ieri, riuscendo a conquistare la seconda fila e candidandosi come protagonista anche per la gara, dove proverà a chiudere nei primi sei. La carriera di Petrucci, a livello ufficiale in MotoGp, è iniziata nel 2012: l’umbro ha sempre corso nella classe regina ma non ha mai avuto a disposizione una moto competitiva; nei primi due anni con la Ioda-Suter ha avuto come massimo risultato un undicesimo posto nel Gran Premio di Catalogna 2013. Il suo talento non è passato inosservato; l’anno seguente in sei occasioni è andato a punti su una ART – dello stesso team – con specifiche Open, si è fratturato il polso sinistro nel corso del warm-up del Gran Premio di Spagna e ha ottenuto 17 punti. Il grande salto nel 2015: ha sostituito Andrea Iannone alla guida della Ducati Pramac. I risultati si sono visti subito: nei primi nove Gran Premi della stagione Petrucci è sempre andato a punti, ottenendo tre volte il nono posto (al Mugello, in Catalogna e al Sachsenring). Oggi la possibilità di fare ancora meglio

Ennesima pole per Marc Marquez che dopo un inizio di Motomondiale incerto è ritornato ai suoi livelli pronto a scalare posizioni nella classifica generale per far splendere ancora il suo nome nel Gran Premio di Indianapolis 2015 di MotoGp. Ecco le sue parole: “Sono davvero molto contento perchè le qualifiche sono andate molto bene. Forse il vantaggio di sei decimi non è reale e in realtà ce ne sono uno o due di differenza, ma la cosa molto positiva è che siamo riusciti e ad aggirare il gap con Jorge Lorenzo. C’è ancora il warm up e penso che stiamo migliorando. La pista sta cambiando nelle sue condizioni e dovremo cercare di adattarci. Jorge è il rivale più duro e dobbiamo essere vigili su di lui”.

Torna la MotoGp in diretta: domenica 9 agosto 2015 si terrà l’atteso Gran Premio degli Stati Uniti sul circuito di Indianapolis. La griglia di partenza del Gran Premio di Indianapolis vede al comando le due Honda e a inseguire Jorge Lorenzo, mentre Valentino Rossi e la sua Yamaha sono molto attardati. Ma in gara tutto questo può cambiare. La partenza è in programma a partire dalle ore 20:00 italiane (le 14:00 locali) mentre il warm-up di riscaldamento si terrà dalle ore 15:40 fino alle 16:00.

Il Gran Premio di Indianapolis costituisce la gara numero 10 del Mondiale 2015 di MotoGp: i piloti saranno chiamati a percorrere 27 giri per un totale di 112.6 chilometri; il tracciato statunitense prevede per ogni giro 10 curve a sinistra e 6 a destra, mentre il rettilineo più lungo (quello del traguardo) misura 872 metri. Un anno fa di questi tempi Marc Marquez si preparava ad ottenere la decima vittoria consecutiva nel Motomondiale, che poi avrebbe conquistato per la seconda volta consecutiva; domenica 9 agosto 2015 la situazione prima del Gran Premio di Indianapolis sarà diversa per il campione in carica. In testa alla classifica piloti è tornato infatti Valentino Rossi, autore di un campionato sin qui molto costante con tutte le gare concluse a podio. Di contro Marquez ha vinto l’ultima gara prima della pausa estiva, in Germania sul circuito del Sachsenring, e si candida quindi come il pericolo numero 1 per il Dottore 

In mezzo Jorge Lorenzo: l’altro pilota Yamaha insegue il compagno di squadra rossi con i suoi 166 punti (179 quelli di Valentino) e vorrà migliorare l’ultimo quarto posto ottenuto in terra tedesca. Chi cerca riscatto è Andrea Dovizioso: dopo un ottimo avvio di stagione il primo pilota della Ducati ha riscontrato una serie di problemi tecnici che gli sono costati tre ritiri nelle ultime quattro gare; in risalita invece Dani Pedrosa che a bordo della sua Honda ha raggiunto in Germania il suo miglior piazzamento stagionale, classificandosi secondo, ed ora vorrà recuperare il tempo perduto per l’infortunio e la conseguente operazione all’avambraccio destro. A proposito di guai fisici da seguire anche la gara di Andrea Iannone, che continua a convivere con un dolore alla spalla destra lussata a maggio, nel corso del Gran Premio di Misano; il pilota abruzzese sta comunque difendendo con una dignità quasi eroica la terza piazza in classifica (118 punti), finora non ha mai concluso un gran premio oltre il sesto posto ma se il problema fisico persisterà dovrà probabilmente operarsi nel prossimo futuro (a fine stagione?).

Sono quindi tanti i motivi d’interesse del Gran Premio d’Indianapolis 2015, accresciuti dai risultati delle qualifiche del sabato che hanno delineato la griglia di partenza. Non resta che mettersi comodi ed attendere il verdetto dell’asfalto: warm-up e GP degli Stati Uniti 2015 si avvicinano…

POS RIDER NAME GAP
1
M. MARQUEZ
1:32.699
2
D. PEDROSA
+0.178
3
J. LORENZO
+0.184
4
V. ROSSI
+0.503
5
A. IANNONE
+0.640
6
P. ESPARGARO
+0.641
7
C. CRUTCHLOW
+0.839
8
B. SMITH
+0.870
9
M. VIÑALES
+0.965
10
Y. HERNANDEZ
+1.044
11
S. REDDING
+1.078
12
D. PETRUCCI
+1.117
13
A. DOVIZIOSO
+1.155
14
A. ESPARGARO
+1.226
15
H. BARBERA
+1.539
16
M. DI MEGLIO
+1.588
17
J. MILLER
+1.646
18
S. BRADL
+1.963
19
N. HAYDEN
+1.999
20
A. BAUTISTA
+2.080
21
E. LAVERTY
+2.280
22
A. DE ANGELIS
+2.383
23
T. ELIAS
+2.824

POS RIDER NAME GAP
1
M. MARQUEZ
41:55.371
2
J. LORENZO
+0.688
3
V. ROSSI
+5.966
4
D. PEDROSA
+6.147
5
A. IANNONE
+21.528
6
B. SMITH
+21.751
7
P. ESPARGARO
+30.226
8
C. CRUTCHLOW
+30.997
9
A. DOVIZIOSO
+32.827
10
D. PETRUCCI
+34.269
11
M. VIÑALES
+38.857
12
Y. HERNANDEZ
+41.486
13
S. REDDING
+49.382
14
A. ESPARGARO
+58.795
15
H. BARBERA
+1:03.473
16
N. HAYDEN
+1:04.430
17
M. DI MEGLIO
+1:05.987
18
A. BAUTISTA
+1:12.817
19
E. LAVERTY
+1:17.529
20
S. BRADL
+1:18.253
21
T. ELIAS
+1:18.508
22
A. DE ANGELIS
+1:18.843
RT
J. MILLER
11:35.167



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori