DIRETTA / MotoGp qualifiche e griglia di partenza live e pole: Iannone terzo! (Gp Aragon 2015, oggi 26 settembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp, le qualifiche e le prove libere FP3 e FP4 del Gp Aragon 2015 live: cronaca e tempi delle sessioni per la griglia di partenza e la pole position (oggi sabato 26 settembre)

Lorenzo_Aragon
Jorge Lorenzo (Infophoto)

Marc Marquez conquista la pole position sul circuito di Aragon: lo spagnolo della Honda ha fermato il cronometro sull’1:46:635, con un super tempo realizzato all’inizio del Q2. Nel finale, Marquez ha provato ad abbassare ulteriormente il proprio tempo, ma si è spinto troppo al limite con la moto ed è scivolato in curva 2, finendo nella ghiaia. Per sua fortuna, Lorenzo non è andato oltre il secondo posto, a 108 millesimi di ritardo. Affianco ai due spagnoli, in prima fila, partirà Andrea Iannone, che porta la sua Ducati al terzo posto con 1:47.178. Solamente sesto Valentino Rossi, finito dietro anche a Pol Espargaro e Daniel Pedrosa, e dovrà dunque scattare dalla seconda fila, costretto a fare un’altra gara di rincorsa. Nono posto in griglia per Danilo Petrucci, il centauro della Ducati Pramac è stato autore di una buona qualifica; solamente tredicesimo Andrea Dovizioso che non è riuscito a passare il Q1; ventiquattresima posizione per il sanmarinese Alex De Angelis.  

Manca poco alla partenza delle qualifiche Motogp del Gran Premio Aragon 2015 che determinerà le posizioni in griglia di partenza in vista della gara di domani. Tutto gli occhi sono puntati su Valentino Rossi, leader del mondiale, che però su questo circuito è apparso in grande difficoltà. Le posizioni alte nelle prove libere nascondono un grande gap che paga nei confronti di Lorenzo e di Marquez che è tornato su altissimi livelli. Tutto fa pensare che si assisterà ad un duello tra i due piloti spagnoli con il dottore che dovrà cercare di limitare i danni. Serve uno dei suoi setting miracolosi dell’ultimo secondo per consentirgli di lottare con Lorenzo e Marquez. Ducati in seria difficoltà e difficilmente si Dovizioso che Iannone riusciranno a guadagnare alte in queste qualifiche. Un brutto passo indietro per la rossa di panigale. 

Dopo che le Yamaha hanno dominato le due sessioni di prove libere il venerdì, questa mattina nella FP3 Marc Marquez e la Honda sono tornati a ruggire, facendo segnare il miglior tempo con 1:47.380. Rimane vicino Jorge Lorenzo, secondo a 137 millesimi di ritardo, lo spagnolo della Yamaha è comunque uno dei piloti più accreditati per la pole position. Più distanziato Valentino Rossi, quarto con il tempo di 1:47.692, che come al solito paga sempre qualcosa di troppo nei confronti del suo compagno di box sul giro secco. Andrea Iannone riporta su la Ducati dopo le difficoltà riscontrate nella giornata di ieri: grazie al tempo di 1:47.786, il centauro di Vasto è risalito fino alla quinta posizione. I primi dieci della FP3 che si sono garantiti l’accesso diretto alla Q2: Marquez, Lorenzo, Pedrosa, Rossi, Iannone, Crutchlow, Pol Espargaro, Vinales, Aleix Espargaro e Redding. Momentaneamente fuori dalla Q2 Bradley Smith, a cui è stato cancellato il miglior crono per aver commesso un’infrazione, e Andrea Dovizioso, che a differenza di Iannone non è ancora riuscito a risolvere i problemi di set-up della sua Desmosedici e ora dovrà cercare di conquistare uno dei due posti rimanenti alla fase finale delle qualifiche nel Q1, assieme al connazionale Petrucci e al sanmarinese Alex De Angelis.

Al termine della terza sessione di prove libere, la prima del sabato, Marc Marquez spodesta Jorge Lorenzo e si prende la leadership, con il tempo di 1:47.380. Dopo il dominio delle Yamaha nella giornata di venerdì, questa mattina le Honda ufficiali di Marquez e Pedrosa sembrano aver colmato il divario palesato nelle precedenti sessioni di prove libere, come dimostra infatti il terzo tempo di Pedrosa. Quarto e quinto posto per Rossi e Iannone. I primi dieci: Marquez, Lorenzo, Pedrosa, Rossi, Iannone, Crutchlow, Smith, Pol Espargaro, Vinales e Aleix Espargaro. Questi piloti disputeranno direttamente la Q2, i rimanenti 15 piloti si giocheranno i rimanenti 2 posti nella Q1, compresi Dovizioso e Petrucci che non sono riusciti a entrare nella prima decina. Da segnalare le cadute di Loris Baz, Maverick Vinales e Jack Miller in curva 2, e Bradley Smith scivolato in curva 5, a dimostrazione che in questa FP3 i piloti hanno spesso provato a spingersi oltre il proprio limite.

Tutto è pronto ad Aragon: la MotoGp si accinge a tornare in pista per le prove libere FP3, primo atto del sabato che come sempre culminerà nel pomeriggio con le qualifiche per determinare la griglia di partenza. Dopo le due sessioni di ieri, l’uomo più atteso è senza dubbio Jorge Lorenzo, però Valentino Rossi ha risposto bene e il suo secondo posto è molto importante su una pista che Vale non ha mai amato. Di certo finora è apparsa netta la superiorità della Yamaha, si attende dunque la risposta della Honda e possibilmente anche una crescita della Ducati, che ieri è rimasta troppo lontana dai migliori. Ma adesso è giunto il momento di scendere in pista: la parola al cronometro! 

Si avvicina la sessione FP3 Motogp del Gran premio di Aragon 2015, ultima chiamata per l’accesso diretto alla sessione Q2 delle qualifiche che permetterà ai piloti ci aggiudicarsi le prime posizioni in griglia di partenza. Non hanno brillato le Ducati su questo circuito nelle prime sessioni libere. Reduce da un sesto e un ottavo posto nelle FP1 e FP2 del Gp di Aragon della MotoGp, il pilota italiano Andrea Dovizioso non era certamente entusiasta della prestazione fatta registrare con la Ducati. Queste le sue parole al termine delle prime due sessioni di prove libere: “Non è stata una grande giornata per noi, anche se il distacco dalla seconda posizione non è poi così alto. Oggi pomeriggio abbiamo incontrato qualche difficoltà e non siamo riusciti a girare quanto avremmo voluto”. Dovizioso ha poi analizzato le caratteristiche che cercherà di migliorare insieme al suo team: “Stiamo lavorando sull’elettronica ed in particolare sulle mappature, ma non siamo ancora riusciti a trovare una soluzione che ci soddisfi del tutto e questo non ci ha permesso di fare il solito lavoro di rifinitura sul set-up”. Nonostante la prova opaca sul suolo aragonese, il pilota italiano non ha rinunciato all’ottimismo in vista delle qualifiche di domani: “In ogni caso siamo positivi e adesso lavoriamo per cercare di essere più competitivi”.

La MotoGp torna in diretta: oggi sabato 26 settembre grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio d’Aragona 2015 sul circuito di Aragon Alcaniz, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del quattordicesimo appuntamento con il Mondiale 2015, il terzo dei quattro previsti in terra di Spagna. Per quanto riguarda il programma, gli orari sono naturalmente quelli consueti per le gare che si disputano in Europa. Oggi la MotoGp propone dunque alle ore 9.55 le prove libere FP3, al termine delle quali sapremo quali saranno i dieci piloti che potranno accedere al Q2 senza dover passare dal Q1 secondo l’ormai consueto format delle prove ufficiali, poi ecco alle ore 13.30 i 30 minuti dell’ultima sessione di prove libere , infine le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuna: alle ore 14.10 via alla , alle ore 14.35 ecco la decisiva che definirà le prime quattro file della griglia di partenza sul circuito iberico in vista della gara di domani 

In attesa di vivere questa grande giornata, facciamo un breve riassunto della storia del circuito di Aragon. Esso è sorto in una zona non molto popolata ed in effetti questo si nota perché non c’è la tipica atmosfera caliente che caratterizza gli altri Gran Premi spagnoli. Il progetto però è ambizioso, una vera e proprio ‘città’ dedicata ai motori (Ciudad del Motor de Aragon) impreziosita appunto da questo circuito disegnato dall’architetto tedesco Hermann Tilke e che è entrato nel calendario del Motomondiale a partire dal 2010, inizialmente per sostituire il Gran Premio d’Ungheria (poi saltato definitivamente e mai più tornato in calendario) ma poi come presenza fissa. Nella classe regina nelle prime due edizioni vinse l’australiano Casey Stoner, nel 2010 in sella alla Ducati e nel 2011 con la Honda nell’anno del suo secondo titolo iridato. In seguito ecco una vittoria a testa per i tre assi del motociclismo spagnolo degli ultimi anni: nel 2012 Dani Pedrosa, nel 2013 Marc Marquez e nel 2014 Jorge Lorenzo. Aragon non ha mai portato molta fortuna ai piloti italiani: abbiamo la vittoria di Andrea Iannone nel 2010 in Moto2 e quella dell’anno scorso di Romano Fenati in Moto3; in particolare Valentino Rossi è salito una sola volta sul podio (terzo nel 2013) e l’anno scorso cadde nell’ultima occasione prima di due settimane fa a Misano nella quale il Dottore non salì sul podio. Un rapporto difficile per il numero 46, che proverà a sfatarlo per fare un altro passo avanti verso il decimo Mondiale: adesso infatti è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista. Mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio d’Aragona 2015 della MotoGp sul circuito di Aragon ad Alcaniz sta per cominciare… (Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori