DIRETTA / MotoGp gara live, ordine d’arrivo e podio. Marquez cade e chiede scusa al team e ai tifosi (Gran Premio Aragon 2015, oggi 27 settembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp, Gran Premio d’Aragona 2015: sul circuito di Aragon è arrivato il momento del warm-up e, soprattutto, della gara importantissima per il titolo Mondiale, 5 corse al termine

LorMaqPedRos
Foto Infophoto

Grande delusione per Marc Marquez, caduto nel secondo giro del gran premio di Aragon 2015 della MotoGp, vinto da Jorge Lorenzo (Yamaha Movistar), davanti a Dani Pedrosa (Honda Repsol) e all’altra Yamaha di Valentino Rossi. “Prima di tutto devo chiedere scusa al team ed ai tifosi per il mio errore”, ha dichiarato il pilota spagnolo della Honda, che si è assunto tutta la responsabilità per l’errore che ne ha causato l’esclusione dalla gara e ha favorito la vittoria del suo rivale. Marquez, partito in pole, resta terzo in classifica ma deve abbandonare virtualmente ogni velleità di raggiungere la coppia di testa. Restano vive le speranze di raggiungere il podio da parte di Iannone, che è riuscito ad ottenere un prezioso piazzamento in quarta posizione, nonostante i problemi fisici. –   –  

Il gran premio di Aragon 2015 della Motogp si chiude con l’ordine d’arrivo finale che premia Lorenzo e la sua lotta per la classifca mondiale piloti contro Valentino Rossi. Pedrosa chiude al secondo posto dopo una lotta curva dopo curva con il pilota italiano della Yamaha nella quale non hanno risparmiato sorpassi e controsorpassi con un Rossi che le ha provate tutte putroppo senza successo. Pedrosa ha dimostrato di essere un grande lottatore ed è riuscito a resistere alla pressione del Dottore regalando grandi emozioni. Delude Marquez che ancora una volta non riesce a dosare il suo entusiasmo e cade per un suo errore come ammetterà lui stesso in una dichiarazione dai box nella quale si scusa con il team e i tifosi. Il ragazzo deve ancora crescere per capire come gestire al meglio il tuo grande talento. Applausi per Iannone che arriva quarto, non sembrava avere un passo buono stamattina al warm-up ma dimostra di essere un leone in gara. Resta il più possibile attaccato al duo Pedrosa-Valentino ma poi deve desistere. Contando anche lo stato della sua spalla è un ottimo risultato. Bene anche il Dovi che chiude quiinto un weekend nero. 

Il gran premio di Aragon 2015 della Motogp parte all’insegna di Lorenzo che prende subito il largo dalla prima curva con un Maquez che non si fa trovare pronto al via con Iannone che gli ruba la seconda piazza. Rossi resta imbottigliato la sesto posto me con il passare dei giri recupera posizioni. Intanto Marquez si rimette in gioco, supera il pilota Ducati e va all’assalto di Lorenzo ma rischia troppo ed casca. Valentino recupera terreno e riaggancia il duo Pedrosa-Iannone. Superato Iannone è lotta Rossi-Pedrosa per la seconda posiizone con l’incognita gomme per il pilota italiano della Yamaha che sta provando un setting nuovo e non sanno dai box come potrà incidere sugli pneumatici con l’asfaltao caldo. Maiuscola la prova di Iannone, dolorante ma comunque grande lottatore in quarta posizione.

Eccoci dunque a pochissimi istanti dall’inizio del Gran Premio d’Aragona 2015 di MotoGp, con tutti i piloti in griglia che stanno per dar vita alla spettacolare gara spagnola che potrebbe incidere decisamente sulla classifica del motomondiale. Scatterà davanti a tutti Marq Marquez, seguito a ruota da Jorge Lorenzo, con l’ottimo Iannone che dalla terza piazza cerca una buona partenza. E il dottore? Come sempre pericoloso Valentino Rossi che pure dalla sesta posizione può comunque stupire tutti, basta tenere bene dopo il semaforo verde e non far scappare i due spagnoli: chi la spunterà dunque? A breve ne sapremo di più, anche e sopratutto come si comporteranno le gomme dopo l’utilizzo sfrenato nei primi giri. Anche oggi sarà sfida decisiva per la classifica del motomondiale, con un campionato apertissimo alla sfida a due dei piloti Yamaha, Rossi e Lorenzo, con Marquez come ingombrante e scomodo terzo protagonista 

Non può essere felice Valentino Rossi che partirà alla sesta casella del Moto Gp di Aragona di questo pomeriggio. Il pilota della Yamaha sfrutterà l’ultima casella valida per la seconda fila dietro nell’ordine a Marquez, Lorenzo, Iannone, Espargaro e Pedrosa. Ha spiegato che nelle qualifiche c’è stato qualcosa che ha complicato la sua prestazione soprattutto nel pomeriggio più che nella mattina. Il passo era buono, ma con la temperatura alta hanno poi iniziato a soffrire le gomme. Valentino Rossi spiega: “Ho fatto scivolare troppo la gomma calda e non sono riuscito a trovare il giusto ritmo. Dobbiamo lavorare per migliorare l’equilibrio in modo che possiamo entrare in curva con una frenata migliore. Durante il riscaldamento prima della gara cercheremo di migliorare la messa a punto e anche il ritmo. I miei avversari sono davvero molto veloci quindi questo renderà tutto più difficile. Ci proverò”. Si è pronunciato anche il Team Director della Yamaha Massimo Meregalli: “Valentino Rossi ha fatto un buon lavoro e si è qualificato in seconda fila. Cercherà di fare subito una buona partenza per unirsi alla lotta in testa. Abbiamo un paio di cose da regolare sulla sua moto in modo che possa essere pronta per il warm-up. Sarà una gara molto impegnativa”.

Jorge Lorenzo partirà come secondo al Moto Gp di Spagna ad Aragona. Un buon risultato che rilancia il pilota della Yamaha pronto a lottare anche per vincere la gara che il Motomondiale ci offre oggi. Il pilota si è detto soddisfatto quando ha guardato i suoi tempi, perchè è sempre difficile lottare per arrivare in pole position. In una pista che per Lorenzo di solito è migliore per gli avversari, più esplosivi rispetto alla Yamaha. Ecco le sue parole: “Abbiamo migliorato il nostro vecchio record su questo circuito e ne sono molto orgoglioso. Dobbiamo migliorare gli ultimi dettagli per la gara, ma in generale mi piace come la moto ha reagito in pista. La squadra ha fatto un grande lavoro con l’impostazione della moto”. Per Lorenzo arrivano dei commenti positivi anche dal Team Director della Yamaha Massimo Meregalli: “Jorge ha mostrato ancora una volta una forza che non è da sottovalutare. Inizierà la gara in prima fila e questo è davvero un aspetto molto importante”. Davanti a Jorge Lorenzo in pista c’è stato il solo Marc Marquez con la sua Honda, un ritardo che però potrebbe essere appianato in gara anche se il pilota della Yamaha dovrà fare molta attenzione ad Andrea Iannone che partirà appena dietro di lui nell’ultima casella valida per la prima fila.

Dopo una brutta scivolata fortunatamente senza conseguenze per il pilota di MotoGp, Alvaro Bautista partirà dalla ventunesima posizione in questo Gran Premio che tra poco si correrà al Motorland di Aragon. Il pilota dell’Aprilia Racing Team Gresini ha spiegato di aver perso l’anteriore staccando forte alla prima curva durante le qualifiche: “Abbiamo un bel ritmo per la gara ma dopo la caduta ho dovuto utilizzare la seconda moto e nel giro veloce non sono riuscito a spingere forte come avrei voluto”, ha detto Bautista. In questa gara “partiamo indietro e per questo dobbiamo fare una buona partenza – ha aggiunto – per recuperare subito qualche posizione ma abbiamo un buon passo gara con gomme usate e questo è molto importante”. Anche il team manager Fausto Gresini ha commentato quanto visto in qualifica: “Peccato per la caduta di Bautista, avrebbe potuto fare una Q1 molto buona, ma ciò ovviamente ha compromesso la sua prestazione”, ha detto, spiegando che il pilota oggi in gara “sarà costretto a una bella partenza e a una gara in rimonta”.

Scatterà dalla sesta fila Stefan Bradl in questo Gran Premio di Aragon 2015, quattordicesima prova del Mondiale MotoGP che sta per iniziare. “Sono contento della mia qualifica anche se oggi siamo stati rallentati da problemi tecnici e anche nelle FP4 abbiamo avuto poco tempo per lavorare sulla moto e fare tutte le prove comparative che avevamo programmato”, ha detto ieri il pilota tedesco dell’Aprilia Racing Team Gresini dopo aver chiuso la sessione di qualifiche col settimo tempo che gli è valso il diciassettesimo crono complessivo e la relativa casella di partenza. “Nel pomeriggio siamo tornati a utilizzare il vecchio forcellone e comunque la situazione sul fronte del grip al retrotreno è migliorata – ha aggiunto – per cui continueremo a usarlo in gara, purtroppo però non abbiamo avuto il tempo necessario per affinare il set-up”. Bradl si è comunque detto contento della prestazione ottenuta in qualifica, “durante la quale mi sono sentito a mio agio. Ora rimane un po’ di lavoro da fare in vista della gara”

Si avvicina la gara Motogp del Gran Premio d’Aragona 2015 e a poche ore dal via i fari sono puntati sul difficile weekend di Dani Pedrosa che con la sua Honda si è qualificato quinto nella griglia di partenza della MotoGp. Rispetto al compagno di squadra Marquez che scatterà dalla Pole Position, Pedrosa ha incontrato come spesso quest’anno maggiori problemi di assetto che lo hanno costretto ad una partenza oggi dalla quinta piazza, comunque con la soddisfazione di scattare davanti a Valentino Rossi. «Non siamo riusciti a migliorare il set-up della moto ma almeno ora il piano di quali gomme usare in gara è un po’ più chiaro», afferma un deluso Dani dopo le qualifiche di ieri. In attesa della gara che scatterà per gli amanti del motomondiale alle ore 14, Pedrosa proverà ad inventarsi qualcosa fin dai primi giri, come ha ammesso lo stesso spagnolo commentando la sua posizione in griglia. «Abbiamo avuto parecchi problemi e la gomma anteriore è andata vicina alla rottura diverse volte e questo ci ha impedito di andare veloce come volevamo». Unica possibilità per non rimanere inghiottiti dai 3 fenomeni davanti è quella di partire bene e stare subito tra i primi: è questo quello che Pedrosa dovrà provare anche oggi, nel bel circuito di Aragon. 

La sessione appena conclusa di warm-up della Motogp Gran Premio di Aragon 2015, confermano la grande condizione di Marquez e di Lorenzo. Il pilota della Honda però sembra quello che ha maggiormente la possibilità di fare la differenza in pista basti vedere la semplicità con cui riesce ad abbassare i suoi tempi durante il Warm-up. Ci sono segni di miglioramento per Valentino Rossi che riesce a contenere il gap portandolo a sei decimi. Magra consolazione per il pilota italiano che sperava di poter recuperare altri decimi per consentirgli in gara di lottare con Lorenzo e Marquez. Se la passano meno bene le Ducati che nonostante un terzo tempi di Iannone in qualifica non riescono a dimostrarsi competitive in assetto da gara. Dobbiamo scendere al settimo posto per trovare Dovizioso, primo pilota della casa di Borgopanigale, che accusa nove decimi di ritardo su Marquez. Meno brillante Pedrosa che chiude sesto alle spalle di Valentino Rossi, pilota ben al di sotto delle sue potenzialità.  

Dopo la terza posizione ottenuta nelle qualifiche del Gp d’Aragon di MotoGp, il pilota della Ducati Andrea Iannone non può che essere soddisfatto della propria prestazione. L’abruzzese è riuscito a mettere a punto la propria moto completando una progressione iniziata con il quinto posto ottenuto in FP3, proseguita con il quarto tempo in FP4 e conclusasi con la terza posizione in qualifica. Ecco le sue parole dopo la certezza di aver conquistato un posto in prima fila:”Oggi è stata una giornata piuttosto difficile per me, ma alla fine anche molto soddisfacente. Prima di venire ad Aragon ero preoccupato per il dolore alla spalla, ma ieri sono riuscito a gestire bene questo dolore, non utilizzando la mia forza al 100%, e di conseguenza oggi ho potuto spingere di più, migliorando uscita dopo uscita”. Messi alle spalle i problemi fisici, Iannone ha potuto dunque concentrarsi sul lavoro con il team:”Abbiamo fatto un ottimo lavoro insieme alla mia squadra, finalizzato ad arrivare in qualifica pronti per ottenere un buon risultato”. I problemi alla spalla potrebbero ripresentarsi da un momento all’altro visto lo stress a cui il pilota Ducati si sottopone, ma Iannone è comunque ottimista:”Domani sarà comunque una gara difficile, ma la cosa positiva è che non ho ancora fatto ricorso ad antidolorifici, e in ogni caso penso che domani la Clinica Mobile mi potrà aiutare sotto questo aspetto”.

La Motogp sta per entrare nel vivo, si avvicina la sessione di warm-up del Gp di Aragon 2015 con i piloti che sanno impegnati a cercare il setting giusto in vista della gara. A cercare le modifiche per tornare competitivo non c’è solo Valentino Rossi. Infatti se una parte di Ducati può festeggiare per il terzo posto ottenuto in qualifica da Andrea Iannone nella qualifiche del Gp di Aragon di MotoGp, ce n’è un’altra facente capo ad Andrea Dovizioso che non può certamente esultare visto il 13esimo tempo conquistato, che lo costringerà a partire dalla quinta fila sulla griglia di partenza. Il pilota romagnolo non ha nascosto la sua delusione al termine delle prove:”“E’ davvero un peccato, perché se fossimo riusciti a centrare la Q2 credo che avremmo potuto fare una buona qualifica ed essere nelle prime tre file. Non sono riuscito a fare un giro perfetto nella Q1 perché nelle prime due curve la gomma posteriore mi ha dato l’impressione di non essere ancora in temperatura, anche se ero convinto di averla preparata bene”. Dovizioso non ha voluto attribuire ai problemi delle gomme tutto il ritardo accusato quest’oggi:”A volte capitano gomme non perfette, ma al di là di questo potevamo ottenere un risultato migliore, anche se ho avuto l’impressione che il mio tempo fosse sufficiente per essere ammesso alla Q2″. Nonostante i problemi nelle prove a tempo, Dovizioso non ha alcuna intenzione di gettare la spugna prima della gara di domani:”In FP4 ci siamo migliorati ed il passo che abbiamo raggiunto adesso è per stare a ridosso dei primi. Una migliore posizione in qualifica sarebbe stata davvero importante, ma adesso non mi resta che provare a rimontare, facendo subito una buona partenza”. 

Il Gran Premio di Aragon 2015 di MotoGp è il quattordicesimo appuntamento della stagione del Motomondiale; nella classe regina mancano cinque gare al termine e infuria il duello per il titolo tutto in casa Yamaha, con Valentino Rossi a guidare con 23 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo (clicca qui per la griglia di partenza). Gli orari previsti per oggi saranno quelli soliti: alle 9:40 dunque previsto il warm-up, con i piloti che avranno a disposizione 20 minuti per mettere a posto le loro moto, perfezionare il lavoro su telaio, assetto e gomme e poi prepararsi alla partenza della gara del Gran Premio che scatterà alle ore 14. Il circuito di Aragon si sviluppa lungo 5,1 Km di lunghezza; il rettilineo più lungo è quello che porta dalla curva 15 alla curva 16 (a gomito verso sinistra) e misura ben 968 metri. Le curve, a proposito, sono 17: 10 sono verso sinistra e 7 verso destra. I piloti dovranno percorrere 23 giri, dunque la distanza totale del Gran Premio d’Aragona 2015 sarà di 116,8 Km. Ricordiamo che questa gara fa ufficialmente parte del calendario della MotoGp dal 2010, e da allora non vi è più uscito; inizialmente a dover entrare nella lista delle gare per il Mondiale sarebbe dovuta essere l’Ungheria, dove si era già corso in due occasioni (nel 1990 con la vittoria di Eddie Lawson e nel 1992 con l’affermazione di Mick Doohan) e dove nelle serie minori a trionfare erano stati i nostri Alessandro Gramigni, Luca Cadalora e Loris Capirossi. Poi, ad un mese dall’inizio del Motomondiale, la MotoGp annunciò ufficialmente che i lavori di costruzione del circuito erano in ritardo e che Aragon non avrebbe potuto onorare l’impegno; così il 19 settembre 2010 andò in scena il primo Gran Premio d’Aragona che vide trionfare la Ducati di Casey Stoner davanti alla Honda di Dani Pedrosa e all’altra Desmosedici di Nick Hayden. In 125 vinse Pol Espargaro mentre in Moto2 si impose Andrea Iannone; entrambi oggi sono protagonisti della MotoGp. Adesso lasciamo la parola alla pista: tre sono i grandi protagonisti per la vittoria perchè oltre a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo c’è un Marc Marquez in grande spolvero (tre vittorie nelle ultime sei gare) e lo spagnolo due volte consecutive campione del mondo potrebbe essere inconsapevole arbitro nella lotta al titolo 2015 di MotoGp, che naturalmente attirerà anche oggi gran parte dell’attenzione. E allora concentriamoci: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio d’Aragona 2015 di MotoGp, sul circuito di Aragon, sta per cominciare…

ORDINE D’ARRIVO MOTOGP ARAGON 2015

1
J. LORENZO
41:29.358
2
D. PEDROSA
+3.054
3
V. ROSSI
+3.324
4
A. IANNONE
+8.086
5
A. DOVIZIOSO
+24.268
6
A. ESPARGARO
+24.737
7
C. CRUTCHLOW
+25.314
8
B. SMITH
+25.559
9
P. ESPARGARO
+26.480
10
Y. HERNANDEZ
+43.704
11
M. VIÑALES
+43.995
12
S. REDDING
+47.472
13
A. BAUTISTA
+49.028
14
E. LAVERTY
+49.559
15
N. HAYDEN
+49.870
16
H. BARBERA
+50.376
17
L. BAZ
+50.576
18
S. BRADL
+52.337
19
J. MILLER
+55.417
20
M. DI MEGLIO
+58.061
21
T. ELIAS
+1:13.917
RT
K. ABRAHAM
20:51.886
RT
D. PETRUCCI
17:46.141
RT
A. DE ANGELIS
9:54.579
RT
M. MARQUEZ
2:51.997


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori