Motogp / Diretta prove libere FP2 e FP1. La Yamaha e il problema gomme (GP Malesia 2016 Sepang oggi 28 ottobre)

- La Redazione

Motogp diretta prove libere FP2 e FP1 live del GP Malesia 2016 a Sepang, orario tv, cronaca e tempi delle due sessioni che aprono il weekend (oggi venerdì 28 ottobre)

valentino_rossi_sachsenring
Valentino Rossi (LaPresse)

Il weekend di Sepang, sede del Gran Premio della Malesia 2016 penultimo appuntamento del mondiale della Motogp, inizia male per la Yamaha ufficiale poco brillante nelle due sessioni di prove libere  di questi venerdi, sia nella FP1 che nella FP2: specialmente in questa ultima priva libera del venerdi le moto di Rossi e Lorenzo hanno faticato ad ottenere dei buoni risultati, complice una scelta di gomme che si è rivelata poco azzeccata. Ma cosa succederà domenica al Gp della Malesia 2016, dove le condizioni della pista di Sepang hanno una buona probabilità di essere le stesse viste nella FP2? Non è facile ora dirlo, anche perché i vari team impegnati in questa stagione della Motogp hanno a disposizione ancora un’intera giornata per studiare il giusto setup di gomme per la gara di domenica. Eppure i timori in casa Yamaha non sono del tutto ingiustificati, visto che molte volte sia Rossi che Lorenzo sono stati messi n difficoltà proprio dalla strategia gomme, più che mai fondamentali quest’anno dato che spesso la pioggia ha imperversato anche in Gp di solito non così critici dal punto di vista del meteo. 

Se la pioggia non è certo una sorpresa sulla pusta di Sepang, dove la Motogp si è fermata questo per uno dei sui ultimi appuntamenti del mondiale, il risultato della FP2 al Gran Premio della Malesia 2016 ha invece portato la sorpresa del quarto e de quinto posto nel crono di Bradley Smith e Loris Baz. Entrambi nella parte finale della classifica del mondiale piloti, sembrano aver invece trovato durante la seconda sessione di prove libere di Sepang, dove la pista era notoriamente bagnata un buon assetto per le rispettive Yamaha e Ducati non ufficiali. Se nella FP1 i tempi raggiunti non solo eccellenti, ben diverso è quanto accaduto nel pomeriggio del venerdi del Gran Premio della Motogp di Malesia: Smith raggiunge il quarto tempo fermando il cronometro sul 2:09.440, mentre Loris Baz ha tagliato il traguardo con il tempo di 2:09.698. Crono eccellenti anche se lontani dal tempo di Marquez, segnato però nella FP1 sotto il sole con asfalto di Sepang in ottime condizioni. Certo dobbiamo tener conto che si tratta solo delle prime due prove libere del Gp della Malesia, e che di per sé potrebbero essere poco significati in vista del Gp di domenica, dove però sono attese condizioni meteo molto simili. Appare perciò una domanda: e se fossero loro gli outsider per Sepang 2016?. 

Dopo la brutta caduta maturata durante il Gran Premio del Giappone, il protagonista di questa stagione 2016 della Motogp, che sta ormai volgendo al termine e impegnata oggi nelle due sessioni di prove libere per il Gran Premio della Malesia 2016 i fan si aspettavano che Jorge Lorenzo si esprimesse al meglio fin dalla FP1 di questa mattina sul circuito di Sepang. Lo spagnolo della Yamaha, in lotta con il compagno di squadra Valentino Rossi per il secondo posto nel mondiale piloti della Motogp 2016 (titolo già di Marquez) ha invece deluso e non poco sia nella FP1 che nella FP2, alimentando alcune voci che cominciano a parlare di un mondiale per lui già terminato. Nella prima sessione di libere al Gp della Malesia, caratterizzate da condizioni atmosferiche più che ottime (dato il clima tropicale di Sepang) lo spagnolo non è riuscito ad andare oltra al 10 crono, fissato sul 2:02.013 alle spalle di Yonny Hernandez. Nella FP2 invece, corsa sotto al pioggia e in condizioni molto simili a quelle che vedremo domenica per il Gp della Malesia 2016 Lorenzo è sceso fino al sedicesimo posto nella classifica della prova, con il tempo di 2:14.438. Per il pilkpta della Motogp che detiene il record in gara a Sepang, segnato nella edizione del mondiale di Motogp 2015, questo risultato è davvero troppo poco. 

Il weekend dedicato al Gran Premio della Malesia 2016, uno degli ultimi appuntamenti della Motogp, è iniziato nel migliore dei modi per il già campione del mondo 2016 Marc Marquez, sceso in pista nella FP1 a Sepang. Il catalano della Honda, che soffre però di una fastidiosa gastroenterite ne ha approfittato ampiamente nella prima sessione di prove libere, che stranamente si sono svolte sotto a un cielo terso e soleggiato per mettere a segno un’ottima prestazione in vista della gara di questa domenica. Avendo probabilmente già messo a punto un buon set up della moto e viste le sue condizioni di salute non troppo brillanti, Marquez ha deciso di non correre sotto la pioggia nella FP2, riuscendo comunque a mantenere inalterato il suo primato ottenuto nella FP1. Proprio questa mattina a Sepang Marquez ha realizzato il miglior tempo delle sessioni del venerdi del Gp della Malesia 2016, ottenuto al suo sedicesimo giro di pista dove è riuscito a bloccare il cronometro sul 2:01.201, avvicinandosi al record segnato in gara nella scorsa edizione della prova malese dal connazionale Jorge Lorenzo.  

Per comprendere al meglio le difficoltà che il clima e la pista di Sepang offre ai piloti della Motogp impegnati nel Gran Premio della Malesia 2016 basti vedere la prestazione di Maverick Vinales in sella alla sua Suzuki nelle prove di questo venerdi, ovvero la FP1 e la FP2: un tempo incredibilmente mutevole, con improvvisi acquazzoni tropicali e un nuovo asfalto sulla pista di Sepang piuttosto lento ad asciugarsi. Se nella prima sessione di prove libere lo spagnolo della Suzuki è riuscito a realizzare il secondo miglior tempo della sessione fermando il cronometro sul 2:01.478, appena dietro al migliore del bilancio complessivo della giornata, Marc Marquez, la pioggia che è cominciata a cadere nella seconda sessione di prove libere ha costretto Vinales a optare per diverse soluzioni di gomme, nessuna di queste al momento vincente. È un lavoro complesso tra pilota che riceve in pista diverse sensazioni e il team ai box, dove insieme riescono a studiare la strategia migliore per le condizioni attali. Magia che nella fP2 non è riuscita a Maverick Vinales, grandissimo protagonista di questa stagione della Motogp. Il diciassettesimo posto nella FP2 parla chiaro: ora serve migliorare in vista della FP3, anche perché per il Gp della Malesia 2016 di questa domenica il tempo non si annuncia affatto favorevole.

Si è conclusa appena un’ora fa la seconda sessione di prove libere, la classifica FP2 sul circuito di Sepang, sede del Gran Premio della Malesia 2016 per il mondiale della Motogp: dopo una sessione condotta sotto il sole è arrivata la non sorprendente pioggia che ha modificato parzialmente le carte in tavola. E’ riuscito invece a rimanere costante Hector Barbera in sella alla sua Ducati Avintia, con il sesto tempo nella FP1, ulteriormente migliorato nella FP2 nel clima tropicale di Sepang dove ha raggiunto il terzo miglior tempo, fermando il cronometro sul 2.09:414, ad appena 0.542 dal primo in classifica Jack Miller. Complice il ritorno lla sua moto ufficiale, (visto che Andrea Iannone è ritornato a gareggiare sulla Ducati ufficiale, con la quale lo spagnolo ha avuto ben poche occasioni di prendere confidenza) Barbera è tornato a fare ottimi tempi, che fanno ben sperare per il Gp della Malesia 2016 in programma per questa domenica, uno degli ultimi e decisivi appuntamenti del calendario Motogp. La doppia condizione della pista, scenario pronosticato anche per questo fine settimana non sembra averlo messo in eccessiva difficoltà, almeno nella FP1 e FP2, senza trascurare un occhio alla classifica: se di solito le prime sessioni di prove libere risultano spesso non determinanti per l’esito della gara, le difficoltà che la pista di Sepang impone, vanno preparate fin da subito, considerando soprattutto il fattore meteo. Con questa buona prova iniziale Barbera potrà sperare domenica di allontanare in classifica mondiale piloti il pericolo di Espargaro?  

Si è conclusa la seconda sessione di prove libere del Granpremio della Malesia. Miglior tempo registrato da Jack Miller (Estrella Galicia 00 Marc VDS): 2:08.872. Secondo, distante 4 decimi, Cal Crutchlow (LCR Honda). Seguono Barbera (Avintia Racing), Smith (Monster Yamaha Tech 3), Baz (Avintia Racing) e Redding (OCTO Pramac Yakhnich). Dovizioso (Ducati Team), Bradl (Aprilia Racing Team Gresini), Tito Rabat (Estrella Galicia 00 Marc VDS) e Aoyama (Repsol Honda Team) completano la top ten. Tredicesimo posto per Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) che però ha provato in questa sessione le gomme da bagnato mentre quasi tutti gli altri piloti hanno girato con slick o intermedie. Marc Marquez non ha partecipato a questa sessione di prove. Il pilota spagnolo dopo aver ottenuto il miglior tempo nella prima sessione (2 minuti, 1 secondo e 210 millesi) ha dovuto rinunciare alla FP2 causa il riacutizzarsi di forti dolori allo stomaco, dovuti a una gastroenterite già riscontrata un paio di giorni fa. Dovrebbe farcela a reintrare domani per la FP3 e per le qualifiche. Non ha partecipato alla seconda sessione nemmeno Andrea Iannone (Ducati Team). L’abruzzese ha deciso di non rischiare sia perchè solo oggi ritorna dall’infortunio, sia perchè le condizioni della pista non sono così invitanti.

E’ iniziata la seconda sessione di prove libere del Granpremio della Malesia. Poco prima dell’inizio è arrivata una comunicazione ufficiale dal Team Honda: Marc Marquez non partecipa a questa sessione di prove. Il pilota spagnolo dopo aver ottenuto il miglior tempo nella prima sessione (2 minuti, 1 secondo e 210 millesi) ha dovuto rinunciare alla FP2 causa il riacutizzarsi di forti dolori allo stomaco, dovuti a una gastroenterite già riscontrata un paio di giorni fa. Poco fa il medico Honda ha analizzato lo stato di Marquez, affermando che ci sono buone possibilità che domani sia regolarmente in pista per la FP3. Nel frattempo situazione in continua evoluzione. Il miglior tempo è stato registrato per il momento da  Yonny Hernandez (Aspar Team MotoGP): 2:15.260. Secondo Danilo Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich), terzo Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP). Andrea Iannone (Team Ducati) ancora fermo ai box: non si fida delle condizioni della pista, ancora poco asciutta.

Tutto pronto al Sepang International Circuit per la seconda sessione di prove libere del Granpremio della Malesia. la prima sessione ha visto Marc Marquez (Repsol Honda Team) segnare il miglior tempo: 2 minuti, 1 secondo e 210 millesi. Secondo posto per Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR) distante circa 2 decimi. Terzo tempo registrato invece a sorpesa da Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich). Quarto posto sorprendente anche per Andrea Iannone (Ducati Team) che oggi ritorna in pista dopo l’infortunio subito a Misano. Top ten della FP1 completata da Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Hector Barbera (Avintia Racing), Aleix Espargaro (Team SUZUKI ECSTAR), Yonny Hernandez (Aspar Team MotoGP), Alvaro Bautista (Aprilia Racing Team Gresini) e Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP). Andrea Dovizioso (Ducati Team) ha chiuso invece al quindicesimo posto. Undicesimo tempo segnato invece dall’altro azzurro in pista, Danilo Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich).

Si è conclusa la prima sessione di prove libere MotoGp del Granpremio della Malesia. Miglior tempo segnato dal solito Marc Marquez (Repsol Honda Team):  2:01.210. Staccato di 2 decimi Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR). Terzo tempo registrato invece a sorpesa da Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich). Positivo il rientro in pista di Andrea Iannone (Ducati Team) che ottiene il quarto tempo. Seguono Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Hector Barbera (Avintia Racing), Aleix Espargaro (Team SUZUKI ECSTAR), Yonny Hernandez (Aspar Team MotoGP), Alvaro Bautista (Aprilia Racing Team Gresini) e Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP). Andrea Dovizioso (Ducati Team) chiude invece al quindicesimo posto. Prestazione probabilmente dovuta alla scelta di provare la gomma dura. Undicesimo tempo segnato invece dall’altro azzurro in pista, Danilo Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich). Alle 8.05 piloti nuovamente in pista per la FP2.

La MotoGp ritorna in pista e lo fa in uno dei circuiti più affascinanti della stagione. Siamo a Sepang, in Malesia. Pista leggermente modificata e nuova asfaltatura che dovrebbe aiutare la stabilità delle moto. In questi primi minuti di prove libere il tempo migliore è stato registrato da Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR). Secondo Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP), terzo Barbera (Avintia Racing). Seguono Marquez (Repsol Honda Team), Crutchlow (LCR Honda), Jack Miller (Estrella Galicia 00 Marc VDS), Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) e Iannone (Team Ducati). Considerate le previsioni meteo e le modifiche effettuate sulla pista i tempi segnati quest’oggi sono da prendere con le pinze. Nella giornata di ieri ha piovuto e l’umidità malesiana resta una costante ma per questo fine settimana non sono previsti rovesci. Dunque l’asfalto, molto nero in questo momento, dovrebbe scaldarsi ulteriormente in vista della gara di domenica.

Ultimi preparativi in corso tra le squadre di MotoGp. Tra pochissimo inizia ufficialmente il weekend di Sepang. Il Gp della Malesia segna il penultimo appuntamento stagionale. Giochi ormai conclusi per quel che riguarda il titolo di campione del mondo: lo spagnolo Marc Marquez  (Repsol Honda Team) si è laureato due settimana fa alla fine del Gp del Giappone per la terza volta campione del mondo di MotoGp. Resta aperta la corsa al secondo posto con Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) in vantaggio di 24 punti sul compagno di scuderia Jorge Lorenzo. Questo Gp segna il ritorno in sella di Andrea Iannone (Team Ducati). L’abruzzese ha ormai smaltito l’infortunio patito a Misano quasi due mesi fa e proverà a chiudere nel migliore dei modi la sua avventura in Ducati. Dall’anno prossimo infatti il pilota di Vasto farà parte del team Suzuki. Tra poco si parte con la prima sessione di prove libere.

Tra poco piloti MotoGp di nuovo in pista per la prima puntata del Gp della Malesia. Lo scorso weekend vittoria australiana per Cal Crutchlow (LCR Honda), secondo posto per Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) e terza piazza per Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR). Il titolo del campione del mondo è ormai già stato assegnato a Marc Marquez (Repsol Honda Team), caduto nell’ultima gara a Phillip Island. La corsa al secondo posto resta invece apertissima. Sfida tra i due piloti Movistar Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il dottore ha 24 punti di vantaggio sul compagno di scuderia. Oggi torna in sella Andrea Iannone. L’abruzzese ha ormai smaltito l’infortunio patito a Misano quasi due mesi fa e proverà a chiudere nel migliore dei modi la sua avventura in Ducati. Dall’anno prossimo il pilota di Vasto farà parte del team Suzuki. Il Gp di Sepang segna il penultimo atto di questa stagione di MotoGp. L’ultimo weekend sarà quello del 10 Novembre a Valencia, in Spagna.

Il prossimo Gran Premio di Malesia sul circuito di Sepang valido per il Campionato Mondiale di MotoGp per il Team Ducati segna il ritorno alle corse del pilota abruzzese Andrea Iannone dopo un lungo stop per infortunio. Iannone ha ovviamente manifestato la propria gioia per riuscire finalmente a ritornare in pista sperando in un weekend positivo anche se ha rimarcato una consapevolezza di essere al 100%: “Sono consapevole che non sarà facile per me perché la mia schiena non è ancora del tutto a posto”. Iannone ha quindi spiegato di aver spinto lui per accelerare il rientro non riuscendo più a sopportare l’idea di dover continuare a stare a casa e quindi guardare i Gran Premi dalla propria televisione. Il motociclista italiano che nell’ultimo periodo è stato al centro del gossip per via della sua storia con la showgirl Belen Rodriguez, ha infine manifestato la speranza di poter essere immediatamente veloce anche se dovrà capire quale sia la sua attuale condizione fisica ed i relativi limiti per cui l’obiettivo è quello di ottenere risultati positivi.

Il pilota del Team Ducati di MotoGp, Andrea Dovizio dopo il quarto posto ottenuto nella scorsa gara disputatasi sul circuito di Philip Island, si candida ad un ruolo di protagonista in questo weekend malese sul circuito di Sepang. Infatti, il pilota italiano ha rimarcato come arrivi a Sepang con molta soddisfazione per il quarto posto centrato a Philip Island aggiungendo come il circuito malese rappresenti una delle sue piste preferite e che “quest’anno con l’asfalto nuovo e il banking modificato in alcune curve sarà ancora più interessante e affascinante”. Insomma una gara che si addice alle caratteristiche di Dovizioso che seppur sottolineando come sia necessario appurare quale possa essere il comportamento della propria moto e soprattutto delle gomme, ha lasciato trasparire un certo ottimismo nel poter fare una grande gara: “sono sempre andato bene a Sepang e quindi non vedo l’ora di scendere in pista”.

La MotoGp torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 comincia oggi, venerdì 28 ottobre, il Gran Premio della Malesia 2016 sul circuito di Sepang, che costituisce il diciassettesimo e penultimo appuntamento con il Mondiale 2016. Siamo al terzo e quindi ultimo dei tre appuntamenti consecutivi in Estremo Oriente che da diversi anni caratterizzano il mese di ottobre per la MotoGp e tutto il Motomondiale. Nella classe regina il titolo iridato è già stato assegnato a Marc Marquez ma non mancheranno comunque numerosi temi d’interesse. Ad esempio Valentino Rossi deve difendere la seconda piazza in classifica da Jorge Lorenzo, il quale però è a sua volta insidiato da Maverick Vinales. Suzuki e Ducati vogliono mettersi in mostra, la Yamaha cerca una vittoria che clamorosamente le manca dal 5 giugno (22 maggio per Lorenzo), Cal Crutchlow vuole continuare a volare mentre lo stesso Marquez vorrà riscattare l’errore di settimana scorsa a Phillip Island. 

Valentino Rossi in sella alla propria Yamaha si appresta a gareggiare sul circuito di Sepang per il Gran Premio di Malesia valido per il Campionato del Mondo 2016 classe MotoGp. Una gara particolare per il campione italiano che ha rimarcato come quello di Sepang sia uno dei propri circuiti preferiti aggiungendo come rappresenti anche una delle gare più difficile per via delle condizioni del tempo: “Fa sempre molto caldo e si deve star molto attenti per quello che si mangia e si beve. Il fine settimana in Malesia è molto impegnativo fisicamente, ma sono in buona forma”. Rossi è poi ritornato sullo scorso Gran Premio di Philip Island ricordando come sia stato molto complicato. Difficoltà che sono state superate con tanto lavoro ottenendo un risultato che Rossi ha definito soddisfacente augurandosi che la stessa cosa possa succedere a Sepang con l’obiettivo di essere veloce nelle prove e soprattutto di salire sul podio per difendere il secondo posto nella classifica iridata.

In questo fine settimana va di scena il Gran Premio della Malesia sul circuito di Sepang, valido per il Campionato Mondiale di MotoGp. Tra i protagonisti più attesti c’è senza dubbio il pilota Yamaha, Jorge Lorenzo. Lorenzo nelle ultime ore prima di iniziare le prove sul circuito malese ha voluto parlare dello scorso Gran Premio a Philip Island sottolineando come sia stato costantemente in difficoltà non riuscendo a guidare come avrebbe voluto. Analizzando la gara scorsa, Lorenzo ha individuato nell’eccessivo freddo il principale motivo che non gli ha permesso di scaldare a dovere le gomme perdendo grip. Sotto tale punto di vista Lorenzo sa benissimo che Sepang sia un circuito molto diverso aggiungendo che il nuovo asfalto possa rappresentare una differenziazione importante rispetto ai test effettuati a Sepang nel corso della preseason. Infine, focalizzando l’attenzione sulle temperature Lorenzo ha chiosato: “Non mi aspetto problemi con la temperatura del pneumatico in questo fine settimana per via del caldo malese e questo mi dovrebbe permettere di lottare per il podio”.

Il circus della MotoGp fa tappa in Malesia in questo fine settimana con la gara da disputarsi sul circuito di Sepang. Il Team Director della Yamaha, Massimo Meregalli, parlando di questo nuovo impegno che attende i suoi due quotati piloti Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ha evidenziato una certa positività in ragione della convinzione che le caratteristiche di Sepang si addicono particolarmente alla moto ed alle caratteristiche dei due piloti: “Il circuito è stato riasfaltato,è impegnativo per le gomme e sembrano che non ci siano dossi, aspetto quest’ultimo che sarà particolarmente apprezzato dai piloti”. Mergalli ha poi sottolineato l’importanza delle qualifiche ed in particolar modo di essere davanti anche per un discorso legato al dispendio fisico dei piloti. Infine ha voluto parlare dell’obiettivo di questa fase finale di stagione che è quello di chiudere nel migliore dei modi magari conquistando qualche bella vittoria a partire dall’appuntamento di Sepang.

Il pilota spagnolo della Honda Marc Marquez è uno dei protagonisti più attesi del prossimo Gran Premio di Malesia sul circuito di Sepang. Marquez è reduce da un brutto Gran Premio sul circuito di Philip Island che tuttavia, almeno nelle parole dello spagnolo, sembra averlo reso più forte: “Ancora una volta ho imparato qualcosa e sarò più attento in situazioni simili in futuro”. Il campione spagnolo ha quindi diretto il focus verso la gara di Sepang sottolineando come questa sia una pista che conosce molto bene giacché nel mese di febbraio l’Honda ha effettuato importanti test invernali. Test che però secondo Marquez lasciano il tempo che trovano visto che all’epoca la sua Honda era ancora in fase di sviluppo, alla ricerca di un proprio set up e soprattutto l’asfalto era differente visto che è stato completamente rifatto in seguito. Dunque Marquez si è dimostrato piuttosto cauto evidenziando anche una certa curiosità nell’appurare quanto più veloce permetterà di girare un asfalto più liscio.

In ragione del forfait del pilota spagnolo, Dani Pedrosa, in sella alla sua Repsol Honda ci sarà per questo Gran Premio della Malesia sul circuito di Sepang il giapponese classe 1981 Hiroshi Aoyama. Aoyama si è detto molto contento di questa chance che gli è stata concessa dalla casa motociclistica nipponica aggiungendo la speranza che rispetto al Gran Premio di Giappone in cui è dovuto subentrare nelle FP3, le cose possano andare decisamente meglio: “Spero che questa volta le cose funzionino bene e che riesco a trovare un buon feeling con la moto fin dall’inizio”. Aoyama ha poi rimarcato il desiderio che Pedrosa possa rientrare il prima possibile e che fino a quel giorno lui farà del proprio meglio per dare alla Honda i migliori risultati possibili. Infine ha ricordato come lo scorso martedì abbia festeggiato il proprio 35esimo compleanno e che sia felicissimo di poter essere in Malesia non vedendo l’ora di scendere in pista ed ottenere il meglio.

Premesso questo, ricordiamo adesso il programma di tutte le sessioni di oggi per quanto riguarda la MotoGp. Naturalmente il venerdì sarà incentrato sulle prime due sessioni di prove libere, che ovviamente dovranno però fare i conti con le ben sei ore di fuso orario che separano l’Italia dalla Malesia: la classe regina dunque scende in pista per la prima volta alle ore 3.55 italiane (le 9.55 di Sepang), quando prenderanno il via i 45 minuti della d’apertura del weekend in terra di Malesia, che si chiuderanno dunque alle ore 4.40 nostrane; stessa durata per la seconda sessione , che avrà inizio alle ore 8.05 (quando saranno le 14.05 sulla pista che sorge nei pressi dell’aeroporto principale di Kuala Lumpur), quindi fino alle 8.50.

Il Marquez di quest’anno sembra essere un’altra persona rispetto a quello degli anni scorsi, escluso il già ricordato errore in Australia: nel 2016 abbiamo conosciuto un Marc calcolatore, che quasi sempre ha saputo trarre il massimo e questo ha fatto la differenza con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ai quali ha pure lasciato i problemi con le gomme, più volte lamentati soprattutto dal maiorchino della Yamaha. A Phillip Island è stato un errore gratuito da parte di Marquez, ma certamente avendo già vinto il Mondiale non starà correndo (anche solo a livello inconscio) con la concentrazione che un centauro ha quando lotta per il titolo. Il Dottore e il numero 99 potranno ormai contendersi solamente il secondo posto in classifica generale, per di più con l’insidia Vinales per quanto riguarda Lorenzo: più affascinante a questo punto l’idea di tornare a vincere almeno una gara, visto il già ricordato lunghissimo digiuno per la loro Casa. Nove gare consecutive senza successi per la Yamaha, dato ancora più impressionante se si pensa che nel frattempo – oltre a entrambi i piloti Honda ufficiali – hanno festeggiato la Ducati con Andrea Iannone, la Suzuki con Maverick Vinales e pure i team privati Honda con Cal Crutchlow (due volte) e persino Jack Miller. Inoltre Valentino Rossi avrà un motivo in più per fare bene a Sepang: quando si arriva in Malesia la memoria va sempre allo sfortunato Marco Simoncelli, morto proprio qui cinque anni fa.

Per avere le risposte a tutti gli interrogativi di questo Gran Premio di MotoGp che ne presenta davvero tanti, torniamo all’attualità, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2016 della MotoGp a Sepang sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori