DIRETTA / MotoGp prove libere FP2 live: Super Lorenzo! Dovizioso quinto, Rossi ottavo (GP Valencia 2016 oggi 11 novembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp prove libere FP2 e FP1 live del GP Valencia 2016: orario tv, la cronaca e i tempi delle due sessioni che aprono il weekend (oggi venerdì 11 novembre).

Marquez_mattoni
Marc Marquez (LaPresse)

Anche nella seconda sessione di prove libere del Gp della Comunità Valenciana il più veloce è Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP), il quale è riuscito a fare ancora meglio rispetto alla FP1. Lo spagnolo è riuscito a fermare il cronometro a 1:30.463. Dopo di lui c’è Marquez (Repsol Honda Team) staccato di soli 2 decimi. Segue Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR), dietro 3 decimi. Dopo di loro tempi migliori registrati da Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Aleix Espargaro (Team SUZUKI ECSTAR), Andrea Iannone (Ducati Team), Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Danilo Petrucci (OCTO Pramac Yakhnich) e Dani Pedrosa (Repsol Honda Team). Segnali positivi dunque in casa Yamaha in vista della giornata di domani che inizierà con la FP3, previste alle 9.55. Si proseguirà con la FP4 alle 13.30 con di seguito le due sessioni di qualifiche che disegneranno la griglia di partenza della gara di domenica.

E’ iniziata la seconda sessione di prove libere dell’ultimo Gp del Mondiale di MotoGp, edizione 2016. A Valencia dopo una decina di minuti di prove il miglior tempo è stato registrato da Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP), il quale è riuscito a fermare il cronometro a 1:31.577. Dopo di lui ecco Marquez (Repsol Honda Team) staccato di soli 2 decimi. Seguono Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), Andrea Iannone (Ducati Team), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3), Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR), Aleix Espargaro (Team SUZUKI ECSTAR), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) e Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich). Nella prima sessione il più veloce è stato Jorge Lorenzo, seguito da Rossi e Marquez. Quest’ultimo però non montava la gomma dura posteriore come fatto dai due piloti Yamaha e in effetti in questa sessione lo spagnolo campione del mondo sembra più competitivo.

Piloti MotoGp di nuovo in pista a Valencia per la seconda sessione di prove libere dell’ultimo Gp stagionale. Qualche ora fa la Yamaha ha dominato la FP1 con Jorge Lorenzo che ha segnato il miglior tempo registrando un ottimo 1:31.045. Seconda miglior prestazione per il compagno di squadra Valentino Rossi, staccato di 3 decimi. Il dottore ha avuto un problema meccanico a inizio sessione ma la sua moto è stata prontamente riparata e di nuovo disponibile. Seguono Marc Marquez (Repsol Honda Team), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) e Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR). Nonostante la buona prova di entrambi i piloti, soddisfazione contenuta in casa Yamaha considerando che il campione del mondo Marquez non ha montato la gomma posterore dura come fatto da Valentino e Lorenzo. Potremmo avere indicazioni più precise in vista delle qualifiche durante questa sessione.

Tra circa mezzora piloti di nuovo in pista per la seconda sessione di prove libere del Gp di Valencia. Qualche ora fa Jorge Lorenzo ha segnato il miglior tempo nella FP1 dell’ultimo Gp della MotoGp 2016. Lorenzo ha fermato il cronometro a 1:31.045. Seconda miglior prestazione invece per il compagno di squadra Valentino Rossi, staccato di 3 decimi. Il dottore ha avuto un problema meccanico a inizio sessione ma la sua moto è stata prontamente riparata e di nuovo disponibile. Seguono Marc Marquez (Repsol Honda Team), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) e Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR). La top ten è completata da Jack Miller (Estrella Galicia 00 Marc VDS), Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich) e Andrea Iannone (Ducati Team). Nonostante la buona prova di entrambi i piloti, soddisfazione contenuta in casa Yamaha considerando che Marquez non ha montato la gomma posterore dura come fatto da Rossi e Lorenzo.

Si è conclusa la prima sessione di prove libere nell’ultimo Gp della MotoGp 2016. FP1 molto interessante con tanti piloti che hanno segnato subito tempi interessanti. Il più veloce a Valencia per il momento è Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP). Il pilota ha registrato il miglior tempo con 1:31.045. Seconda miglior prestazione per il compagno di squadra Valentino Rossi, staccato di 3 decimi. Seguono Marc Marquez (Repsol Honda Team), Andrea Dovizioso (Ducati Team), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) e Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR) mentre Jack Miller (Estrella Galicia 00 Marc VDS), Scott Redding (OCTO Pramac Yakhnich) e Andrea Iannone (Ducati Team) completano la top ten. Soddisfazione contenuta in casa Yamaha considerando che Marquez non ha montato la gomma posterore dura come invece fatto da Rossi e Lorenzo, quest’ultimo vincitore qui a Valencia lo scorso anno. Piloti di nuovi in pista alle 14.05 per la FP2.

Tutto pronto a Valencia per l’inizio ufficiale dell’ultimo weekend del Mondiale di MotoGp, edizione 2016. Pista completamente asciutta e tempo sereno. Subito problemi all’ingresso in pista per Valentino Rossi. La sua Yamaha ha avuto praticamente subito un guasto tecnico e si è spenta, costringendo il dottore a rientrare ai box. Cambio di moto e si ritorna in pista. Nel frattempo Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) segna il miglior tempo in pista con 1:31.841. Seconda miglior prova invece effettuata da Marc Marquez (Repsol Honda Team). Seguono Andrea Iannone (Ducati Team), Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR), Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3) e Cal Crtuchlow (LCR Honda). Appena entrato in pista invece Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), il quale rientra oggi in pista dopo l’infortunio. Lo spagnolo probabilmente ha atteso che la pista si scaldasse ulteriormente per evitare spiacevoli sorprese.

Tutto prono a Valencia per l’inizio ufficiale dell’ultimo weekend del Mondiale di MotoGp, edizione 2016. Pista completamente asciutta e tempo sereno. Saranno in molti a cercare la vittoria al Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana. Vedremo se dopo Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Jack Miller, Cal Crutchlow, Maverick Vinales e Dani Pedrosa questa memorabile stagione celebrerà il decimo pilota vincitore di almeno una gara al suo ultimo appuntamento. Sono parecchi i piloti che si congederanno domenica dalle rispettivi team. I più famosi indubbiamente Lorenzo, che passerà dalla Yamaha alla Ducati, Iannone, dalla Ducati alla Suzuki, e Vinales che passerà dalla Suzuki alla alla Ducati. Nella giornata di ieri al centro dell’attenzione uno dei campioni italiani. Il “Loris Capirossi day” ha celebrato la decisione della Dorna di ritirare ufficialmente il suo 65 dalle gare. La cerimonia della “consegna” del numero a Loris si è tenuta prima della conferenza stampa del giovedì. E’ la quarta volta in 25 anni che la Dorna decide di ritirare un numero: il 65 di Capirossi si va ad aggiungere al 34 di Kevin Schwantz, al 58 di Marco Simoncelli ed al 74 di Daijiro Kato.

Andrea Dovizioso farà di tutto nelle prove libere per ottenere un buon piazzamento nella griglia di partenza di questo Gran Premio di MotoGp a Valencia. Il pilota italiano si è detto soddisfatto di quanto fatto in questo campionato e conferma il suo obiettivo stagionale: arrivare almeno quinto in classifica. Missione quasi riuscita, visto che Dovizioso attualmente si trova in quella posizione con 162 punti. “Sono molto contento di aver vinto la gara di Sepang, perché era molto importante per me vincere un GP in questa stagione – ha dichiarato lo stesso Dovizioso – Ora posso arrivare a Valencia tranquillo e consapevole del nostro valore“. Un finale in crescendo, quello del pilota Ducati, che mette l’accento sulle buone prestazioni individuali e della squadra nell’ultima parte della stagione di MotoGp: “sono soddisfatto dei miglioramenti ottenuti quest’anno dalla moto, dal team e anche a livello personale, e quindi farò di tutto per finire il campionato nel migliore dei modi in Spagna”.

Il Gran Premio de la Comunitat Valenciana non solo sarà l’ultimo round stagionale della MotoGP ma sarà anche l’ultima gara in Ducati per Andrea Iannone. In una delle sue migliori performance su questo circuito, nel 2015, Iannone ottenne la qualificazione in terza fila nella griglia di partenza, salvo poi ritirarsi nella prima parte di gara. Il pilota italiano, decimo nella classifica generale con 96 punti, vorrà salutare la sua scuderia con un un ottimo risultato, anche se il pilota di Vasto è ancora condizionato dal brutto infortunio patito alla schiena alcune gare fa e vede con preoccupazione la fisicità di una pista come quella di Valencia. Tuttavia, a tirarsi indietro, non ci pensa proprio. “Sarà la mia ultima gara con la Ducati – ha sottolineato Iannone – per cui cercherò davvero di dare il massimo. Ho vissuto quattro anni fantastici qui, soprattutto gli ultimi due come pilota ufficiale”. E per il team ancora parole al miele in vista dell’addio la prossima stagione di MotoGP “Insieme abbiamo fatto un lavoro incredibile soprattutto dopo l’arrivo di Gigi con cui ho sempre avuto un’ottima intesa. Quando si riesce a lavorare così bene con un gruppo di persone è sempre difficile dividersi, ma la vita va avanti e quindi da lunedì affronterò una nuova sfida”.

Tra poco inizierà ufficialmente l’ultimo weekend del Mondiale di MotoGp, edizione 2016. Si parte come di consueto con la prima sessione di prove libere. Ieri pomeriggio il campione del mondo Marc Marquez ha posato in pista per una foto ricordo con Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Jack Miller, Cal Crutchlow, Maverick Vinales e Dani Pedrosa. Sono loro i “fantastici 9”, vincitori di almeno una gara quest’anno. Evento unico, che ha convinto la Dorna a immortalare l’evento. La stagione in conclusione è stata da record per la MotoGP: dopo un decennio di dominio delle scuderie ufficiali Honda e Yamaha (eccezion fatta per il fulmine Stoner in Ducati) quest’anno in un solo campionato hanno trionfato ben 4 scuderie e 2 team satellite. Ciò nonostante nessun problema per il costante Marquez, campione del mondo con 3 granpremi d’anticipo. Questo weekend sarà anche l’ultimo per Iannone, Vinales e Lorenzo in sella alle rispettive moto. Dall’anno prossimo Iannone in Suzuki, Vinales in Yamaha e Lorenzo in Ducati.

La MotoGp torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 comincia oggi, venerdì 11 novembre, il Gran Premio della Comunità Valenciana 2016 sul circuito Ricardo Tormo di Cheste, nei dintorni del capoluogo Valencia, che costituisce il diciottesimo e ultimo appuntamento con il Mondiale 2016. Siamo anche all’ultima delle quattro gare stagionali del Motomondiale in terra di Spagna, che segna il ritorno del Circus in Europa dopo le lunghe trasferte che hanno caratterizzato il mese di ottobre. Nella classe regina il titolo iridato è già stato assegnato a Marc Marquez, così come si sono già laureati campioni del Mondo il francese Johann Zarco in Moto2 e il sudafricano Brad Binder in Moto3. Il gran finale dunque non sarà emozionante come l’anno scorso, quando a Valencia successe di tutto, come gli appassionati ricordano ancora benissimo, tuttavia tutti vorranno chiudere la stagione 2016 nel migliore dei modi per affrontare la pausa invernale (ma anche i primi test che avranno inizio già martedì prossimo) con l’umore alto. Premesso questo, ricordiamo adesso il programma di tutte le sessioni di oggi per quanto riguarda la MotoGp. Naturalmente il venerdì sarà incentrato sulle prime due sessioni di prove libere, che ovviamente non dovranno fare i conti con il fuso orario, visto che siamo rientrati in Europa: la classe regina dunque scende in pista per la prima volta alle ore 9.55, quando prenderanno il via i 45 minuti della  d’apertura del weekend nella regione di Valencia, che si chiuderanno dunque alle ore 10.40; stessa durata per la seconda sessione , che avrà inizio alle ore 14.05, quindi fino alle 14.50.

Il Motomondiale è stato già vinto da Marc Marquez, ma comunque Valentino Rossi, per la Yamaha, ci tiene a fare bella figura al MotoGp di Valencia dove l’anno scorso provò il tutto per tutto senza riuscire nell’impresa dopo la famosa penalizzazione per lo scontro proprio con lo spagnolo. Il pilota ha sottolineato: “Per me Valencia è una gara speciale, perchè è sempre molto impegnativo venire qui e soffro un po’”. Sottolinea che proprio per le difficoltà incontrate negli anni ha capito che deve fare sempre meglio su questa pista. E’ così che sono settimane in cui ha lavorato molto con la sua squadra. Aggiunge: “Stiamo ancora combattendo col costruttore, sarà importante quindi fare più punti possibili”. Dopo la gara poi Valentino Rossi non vede l’ora di provare la YZR-M1 che gli aprirà la strada verso il prossimo anno. Rossi non si ferma e continua a lavorare perchè ha capito che si può sempre migliorare anche a trentasette anni.

La stagione di MotoGp è quasi finita e il Gran Premio di Valencia è ormai alle porte. Tra i piloti più attesi c’è quello della Yamaha Jorge Lorenzo che ha sottolineato la sua volontà di ottenere un buon risultato. Spiega: “La stagione è quasi finita e finalmente arriviamo a gareggiare a Valencia dove ho davvero dei bei ricordi, soprattutto quando l’anno scorso sono diventato Campione del Mondo. Sarà una gara speciale per me”. Questo anche perchè Lorenzo ricorda come dopo nove anni dirà addio alla Yamaha e vorrebbe chiudere con un sorriso. Spiega: “Ho avuto una bellissima storia con la Yamaha e insieme abbiamo vinto gare e titoli. Vorrei finire quindi questa avventura con una vittoria”. Una vittoria inoltre garantirebbe a Jorge Lorenzo di chiudere al terzo posto subito dopo il campione Marc Marquez e il compagno di squadra Valentino Rossi. Staremo a vedere quello che accadrà, ma di certo il pilota è già carico.

La Yamaha va al Motogp di Valencia con la voglia di stupire ancora e con i suoi due piloti Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che vivono un buon momento di forma. Di questo e altro ha parlato il Team Director Massimo Meregalli che ha sottolineato: “Dopo le gare oltreoceano finalmente si torna in Europa per la quarta e ultima gara che si disputa in Spagna. Ora che Valentino Rossi si è assicurato il secondo posto c’è Jorge Lorenzo che invece deve consolidare il terzo”. Meregalli spiega come l’atmosfera sia sempre straordinaria, speciale, in quel di Valencia e per questo la gara si può definire eccitante. Inoltre si sofferma sullo spagnolo: “E’ un peccato che dal prossimo anno Jorge Lorenzo non sarà più con noi e che questa sarà la sua ultima apparizione. Questo è un motivo in più per crescere lungo la stagione e dimostrare tutto quello che sappiamo fare”. Massimo Meregalli, come gli altri, non vede l’ora di iniziare.

Il Motomondiale 2016 dunque ha avuto un andamento molto vivace e spesso contraddittorio per quanto riguarda le singole gare, con il record di nove vincitori diversi, ma un andamento molto chiaro nel suo complesso, con un nome che è nettamente emerso su tutti gli altri. Il Marc Marquez di quest’anno è quasi sempre sembrato essere un’altra persona rispetto a quello degli anni scorsi, esclusi gli errori proprio nelle ultime due gare (ma a titolo già vinto): nel 2016 abbiamo conosciuto un Marc calcolatore, che quasi sempre ha saputo trarre il massimo e questo ha fatto la differenza con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ai quali ha pure lasciato i problemi con le gomme, più volte lamentati soprattutto dal maiorchino della Yamaha.

Già assegnato anche il platonico ma sempre significativo titolo di vice-campione del Mondo, che andrà a Valentino Rossi. Il Dottore si dimostra sempre ai vertici e anzi ha pure vinto il confronto interno con Jorge Lorenzo, ma resta il rimpianto per qualche gara buttata via nei momenti nevralgici della stagione, per errori propri (Assen e Sachsenring) oppure per guasti meccanici (Mugello), quando la lotta per il Mondiale avrebbe potuto prendere una piega diversa. Adesso resta l’obiettivo di vincere ancora una gara, fatto che sarebbe significativo visto lo scarso feeling fra Rossi e il circuito di Valencia ma anche il fatto che la Yamaha non vince dal 5 giugno, un digiuno incredibile per la Casa che ad inizio stagione era considerata la probabile dominatrice della MotoGp. Nel frattempo, oltre a entrambi i piloti Honda ufficiali – a proposito, torna in gara Dani Pedrosa – hanno festeggiato la Ducati sia con Andrea Iannone sia con Andrea Dovizioso, la Suzuki con Maverick Vinales e pure i team privati Honda con Cal Crutchlow (due volte) e persino Jack Miller. Un Mondiale dunque spesso imprevedibile nei suoi episodi, anche se l’epilogo non potrà essere memorabile come quello del 2015.

Per avere le risposte a tutti gli interrogativi di questo Gran Premio di MotoGp che segnerà il congedo da questo Mondiale, torniamo all’attualità e mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Comunità Valenciana 2016 della MotoGp a Valencia sta per cominciare… 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori