Valentino Rossi / Video ‘calcio’, la tifosa del selfie: ‘pronta a denunciarlo, voleva farmi male’ (MotoGp, Pomeriggio 5 oggi 14 novembre 2016)

- La Redazione

Valentino Rossi, Video calcio alla signora del selfie: MotoGp, ultima gara a Valencia, il calcio nel paddock affollato di un Dottore su tutte le furie per il “traffico” della folla

valentino_rossi_sorriso
Valentino Rossi (Foto: LaPresse)

Non si chiude il capitolo che riguarda Valentino Rossi nelle concitate fasi successive al Gran Premio di Valencia, ultima gara della MotoGp 2016 chiusasi ieri con il quarto posto del Dottore in pista e il secondo in Classifica Generale. La “pedata” o “calcio” dato ad una donna tifosa che voleva farsi un selfie col bastone assieme a Valentino ha fatto il giro del mondo: ora però sembrano esserci ripercussioni di certo non simpatiche per il Dottore che dovrà difendersi da una denuncia. La donna, si è era messa in mezzo al passaggio del paddock mentre Valentino cercava di divincolarsi sullo scooter per raggiungere i box: ma Ana Cabanillas Vazquez – il nome della donna – è rimasta in mezzo e indietreggiando, come si vede dal video, ha dato ancora più intralcio alla situazione. A quel punto il calcetto di Rossi alla donna per spostarla ha fatto scoppiare un caso mondiale: oggi parla quella tifosa e non risparmia nulla a Valentino, neanche le scuse pubbliche fatte ieri pomeriggio dallo stesso pilota Yamaha. «Mi stavo facendo una foto quando ho sentito un colpo. Girandomi ho visto che era Rossi. Mi ha fatto male ma pensavo che mi avesse colpito per sbaglio. Quando però ho visto il video mi sono resa conto che è stato intenzionale». Un piccolo danno fisico ma che la signora intende comunque presentare come referto medico per accompagnare la denuncia, assieme al video, contro il campione italiano. Le scuse non sono bastate evidentemente, e guardando le immagini potresti farvi un’idea anche voi… il caso addirittura sbarca a Pomeriggio 5, dove tra poco si parlerà della disavventura capitata al Dottore.

Un Valentino Rossi che chiude a Valencia ancora senza sorriso: stagione MotoGp chiusa al secondo posto dietro a Marquez ma nella gara di oggi il quarto posto lo ha mandato su tutte le furie. Un episodio poi a fine gara ha fatto da classica goccia nel vaso traboccante: in un paddock affollatissimo, il Dottore sullo scooter cercava di farsi largo tra la folla che lo salutava e cercava di avvicinarsi per far una foto o un autografo. Valentino prova a farsi largo, come si vede nelle immagini qui sotto, ma una donna ad un certo punto indietreggia sempre di più, attardandosi in mezzo al passaggio per farsi un selfie col bastone davanti al suo idolo. Rossi però infastidito dall’ingorgo creatosi, si fa largo con un “calcetto” per spostare la signora, che impaurita poi si ritrae mentre il Dottre sfreccia via sul suo scooter. «Chiedo scusa a quella signora e spero che stia bene», commenta a freddo Valentino Rossi ai microfoni si Sky Sport: «Quel video è solo l’ultima parte della vicenda. Bisognerebbe capire anche quello che succede prima: la mia vita nel paddock è sempre molto difficile, quando esco dal motorhome con lo scooter per andare ai box sono sempre manate e schiaffi di gente che vuole prendermi il cappello, mi chiede autografi, mi frena addirittura il motorino per farsi i selfie con me. Così è accaduto anche qui e quando sono arrivato lì la signora mi si era appena fermata davanti per fare un selfie: ho avuto paura per la mia incolumità», racconta il Dottore infastidito per l’accaduto ma anche dispiaciuto per aver creato danni alla donna del selfie. «Le rinnovo le mie scuse, ma penso che sarebbe più bello potersi muovere con più libertà nel paddock. Qui a Valencia l’affetto è grande e mi fa piacere, ma qualche volta va oltre il limite: è da tempo che chiedo un aiuto ma finora nessuno me lo ha dato». Tifosi scatenati, e forse esagerati, sul web con tanti che notano la somiglianza tra il calcetto a Marquez dello scorso anno e quella alla donna oggi: ironie che non forse non rendono giustizia né allora né oggi al Dottore, sempre nel mirino delle critiche anche in una giornata di festa come dovrebbe essere l’ultima gara del Mondiale MotoGp (e su questo anche il Dottore dovrà fare mea culpa).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori