TEST MOTOGP 2016 / Phillip Island, tempi e classifica. Dovizioso: Non abbiamo girato, sette giri troppo pochi. (1^ giornata, oggi 17 febbraio)

- La Redazione

Test MotoGp 2016 Phillip Island, info streaming video e diretta tv: tempi e classifica della prima giornata sulla pista australiana. Si corre qui fino a venerdì, quale sarà il risultato?

motogp_test
Infophoto - immagine di repertorio

Parla dopo i test di quest’oggi sul circuito di Phillip Island, un po’ deluso per le condizioni atmosferiche in Australia: “Non abbiamo proprio girato, abbiamo fatto solo sette giri totali e dopo un anno che non entro in questa pista con una moto nuova è difficile avere impressioni sul futuro. Noi siamo già operativi per la prossima stagione, il team è pronto e nei box si respirava un aria tranquilla nonostante le condizioni di oggi. Speriamo che domani ci siano condizioni meteorologiche buone, sperando non ci sia vento per arrivare pronti in Qatar. Lì sarà importantissimo e sarà un test veritiero per capire se siamo davvero pronti per l’inizio del Gran Premio” conclude il pilota.  

I test di Phillip Island non sono andati come previsto per il campione del Mondo Jorge Lorenzo, che non è riuscito a rientrane nella Top 10 odierna.1’39.825 il miglior tempo di oggi per lo spagnolo, valevole per la sedicesima posizione in classifica. “Quel che era importante oggi, era vedere come lavorava l’elettronica sul bagnato. Peccato ci sia stato poco tempo a disposizione. E’ stata una giornata molto strana, sia per le condizioni della pista con la pioggia sia per la gomme e la moto. Vedremo domani come andranno le prove in una giornata completa di buone condizioni meteo e come lavorerà la moto con le gomme Michelin” commenta Lorenzo dopo i test odierni. Il sole ha fatto capolino in Australia a due ore dal termine della sessione ma lo spagnolo ha deciso di non forzare la mano quest’oggi aspettando domani.  

Una brutta prestazione quella di Valentino Rossi nel primo giorno di test in Australia, sul circuito di Phillip Island. La pioggia ha rovinato la giornata ai piloti che non sono riusciti a dare il meglio nonostante tutte le previsioni della vigilia. Valentino Rossi è sceso in pista con entrambe le Yamaha YZR-M1 a sua disposizione, totalizzando ventisette giri con il tempo migliore pari a 1’33.088, chiudendo a 1″3 da Danilo Petrucci. “E’ molto positivo essere venuti qui a Phillip Island perché abbiamo tante cose diverse da provare, soprattutto le gomme e sappiamo bene che questa pista è impegnativa per le mescole. Abbiamo trovato l’inverno, ci aspettavamo l’estate. Abbiamo passato troppo tempo nei box a causa della pioggia, una cosa abbastanza frustrante e quindi non abbiamo girato molto. Speriamo che domani e venerdì il tempo sia migliore” commenta un rammaricato Rossi. 

È arrivato primo quest’oggi nel primo giorno dei test di Philipp Island, in Australia. Le condizioni atmosferiche non hanno permesso un’ottima prova il pilota del Team Octo Pramac Yakhnich ha fatto vedere buone cose con il miglior tempo arrivando prima di Valentino Rossi, sesto in classifica, e di Jorge Lorenzo, fuori dalla Top 10. “Sono contento di essere competitivo. Siamo molto fiduciosi ed è bello iniziare con il piede giusto, con queste buone sensazioni. Sono molto felice per come siamo partiti in questa stagione” commenta Petrucci al termine dei test odierni. “Abbiamo fatto pochi giri ma sono comunque soddisfatto perchè abbiamo prodotto un po’ di dati. C’è molto lavoro da fare ovviamente ma arrivare davanti ti da una carica incredibile” conclude il pilota. 

Un ottimo test per Danilo Petrucci che nella sessione odierna di Test in Australia sul circuito di Philipp Island conferma quanto ha fatto vedere a Sepang circa dieci giorni fa. Primato in classifica, si sa che Petrucci lavora molto bene sull’asfalto bagnato, condizione che ha debilitato molti altri big, in primis Valentino Rossi arrivato sesto in classifica ed il campione del Mondo Jorge Lorenzo, che non è rientrato neanche nella Top 10. Su Twitter l’account ufficiale della Moto Gp ha postato diverse foto, in particolar modo su Danilo Petrucci, vero mattatore di giornata. “That’s a wrap on day one of the #AusTest! Continuing his stellar Sepang form, @Petrux9 tops the opening session!” si legge sul social network.

Il maltempo ha decisamente rovinato la prima giornata dei test di Philipp Island, in Australia. La prima giornata si è conclusa senza troppo entusiasmo, solo nel pomeriggio i piloti hanno dato il meglio di sé. Ecco la classifica finale con i tempi della prima giornata di Test in Australia: 1. Danilo Petrucci 1’31.764; 2. Maverick Vinales + 0.719; 3. Bradley Smith +0.826; 4. Scott Redding +1.100; 5. Cal Crutchlow +1.184; 6. Valentino Rossi +1.324; 7. Pol Espargaro +1.362; 8. Yonny Hernandez +2.077; 9. Jack Miller +2.228; 10. Andrea Iannone +2.285: Nella Top Ten di quest’oggi non rientra il campione del Mondo Jorge Lorenzo con il suo tempo + 8.061, preceduto da Dani Pedrosa con + 8.374. Una vera e propria disfatta per i big, che sperano di poter tornare in pista domani e far vedere le loro migliori caratteristiche.  

Primo nella classifica dei tempi della prima giornata dei test MotoGp 2016 a Phillip Island, una giornata fortemente condizionata dal maltempo. In otto ore di prove si sono sempre avute condizioni intermedie, mai da bagnato estremo ma nemmeno l’asciutto: la situazione in assoluto più complicata per girare in moto. Ne ha approfittato il pilota Ducati, notoriamente abile sul bagnato, che ha ottenuto il miglior tempo in 1’31″764, precedendo Maverick Vinales (Suzuki) e Bradley Smith (Yamaha) in una classifica decisamente diversa dal solito. Il migliore dei big è stato Valentino Rossi, sesto a 1″324 da Petrucci; decimo posto per Andrea Iannone, già oltre i due secondi di ritardo; addirittura 3″5 il distacco di Marc Marquez, per non parlare di Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa che occupano le ultime due posizioni della classifica a oltre 8 secondi da Petrucci. Infine, ha deciso di non scendere nemmeno in pista Andrea Dovizioso.

Sono in corso a Phillip Island i test per il MotoGp 2016 che vedono tra i protagonisti anche il nostro Valentino Rossi, reduce dalla festa per il suo trentasettesimo compleanno. Sul circuito australiano, sul quale sono in corso ora i test, si è però abbattuta la pioggia che complica in maniera inevitabile le cose e mette a rischio anche lo svolgimento regolare di questo tipo di prove. Sul profilo ufficiale di Twitter della MotoGp infatti troviamo quattro fote che ci mostrano la pista e il cielo scuro dell’Australia che regala una pioggia anche se non ancora battente. Nel commento c’è scritto: “Under 10 minutes before we have the green light at the AusTest. It’s time to try out the wet tryes”, “Meno di dieci minuti per il via libera al Aus Test. E’ il momento però di provare le gomme da bagnato”, clicca qui per il post. Valentino Rossi e la sua Yamaha, ma anche tutti gli altri piloti, avranno quindi subito la possibilità di provare la gomma da bagnato per vedere se girerà come l’anno scorso o in maniera diversa. Si tratta sicuramente di un test che grazie a questa variante diventa se possibile ancora più interessante di prima.

Hanno preso il via da poco i test MotoGp 2016 a Phillip Island, che vedranno tra i protagonisti anche Valentino Rossi al test della sua nuova Yamaha. C’è grande curiosità quindi di vedere come si muoveranno i piloti e soprattutto se tra Rossi e Marc Marquez ci sia ancora tutta la tensione vista l’anno passato. Tra le altre cose il pilota italiano proprio nella giornata che si è andata da poco a concludere ha compiuto trentasette anni e ci terrà a festeggiare come meglio sa fare sulle due ruote. Vedremo come andranno questi test che si svolgono tra le 10 e le 18 locali quindi nel nostro paese tra la mezzanotte e le sei di mattina. Domani sicuramente ne sapremo di più.

Siamo pronti ai test MotoGp 2016 che vedremo tornare in pista i piloti più importanti a Phillip Island. Tra questi c’è anche Valentino Rossi che quest’oggi ha spento 37 candeline del suo compleanno. Il pilota Yamaha è tornato a parlare pronto a dimostrare tutta la sua qualità e per prendersi una rivincita rispetto alla scorsa stagione. Ecco le sue parole: “Dopo alcuni giorni di riposo e di lavoro a casa sono pronto per la seconda prova della stagionea a Phillip Island. Sono molto felice di provare la nostra moto sul circuito australiano. Le temperature saranno molto alte e questo sarà una buona occasione per ottenere altri dati importanti sulle gomme e sull’elettronica. Il test in Malesia è andato davvero molto bene. Dobbiamo ancora migliorare, ma sono rimasto soddisfatto dalla moto”.

I test MotoGp 2016 in programma a Phillip Island partono oggi, e dureranno tre giorni; tra le 10 e le 18 locali, quando in Italia saremo tra la mezzanotte e le otto della mattina, vivremo dunque la prima di tre giornate dedicate alla messa a punto delle moto, al settaggio delle gomme e allo studio generale delle migliorie da apportare in vista del Gran Premio del Qatar, il 20 marzo (ma sulla stessa pista di Losail è prevista un’ultima sessione di test, a inizio del prossimo mese). Si torna dunque in pista a due settimane di distanza dall’appuntamento di Sepang; allora Jorge Lorenzo si era preso la prima posizione – per quanto platonica – precedendo il compagno di squadra Valentino Rossi e Marc Marquez. Dunque, ancora una volta sono i tre migliori della stagione 2015 ad aver messo le ruote davanti a tutti, e sono loro i grandi attesi anche al 2016. Una stagione in cui, come avevamo già ricordato, ci saranno tante novità dal punto di vista non solo degli pneumatici (la Michelin sarà fornitore unico) ma anche per quanto riguarda i regolamenti tecnici, che prevedono una centralina unica e un software unificato.

Modifiche queste che sembrano favorire in particolar modo la Ducati, che infatti è partita molto bene nei test conoscendo alla perfezione la nuova centralina elettronica, con la quale lavora da anni. Tuttavia, il test con la GP16 non vedrà protagonista Casey Stoner: sulla pista di casa – dove l’australiano ha vinto per sei anni consecutivi in MotoGp, mancando solo il 2006 – il nuovo collaudatore di Borgo Panigale sarà assente, e la decisione della Ducati ha aperto tanti punti di domanda e illazioni (dal dubbio che non ci sia una GP16 pronta per Stoner alla necessità di dare fiducia ai piloti ufficiali, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone).

La tre giorni di test a Phillip Island ancora una volta verterà sul duello Honda-Yamaha: la prima è a caccia di riscatto dopo una stagione negativa, non solo dal punto di vista dei risultati ma anche dell’immagine, visto che i comportamenti poco professionali di Marc Marquez hanno inciso a livello mediatico (compreso il mancato attacco a Lorenzo nell’ultima gara del Mondiale MotoGp, quando di fatto è passato il messaggio che la Honda preferisse far vincere una moto rivale). Se a vincere il titolo sarà Valentino Rossi (sarebbe il decimo in carriera), Jorge Lorenzo (il sesto, secondo consecutivo) o Marc Marquez (terzo in quattro anni in Motogp) si vedrà; se la Ducati confermerà i suoi enormi progressi e sarà una rivale seria delle due giapponesi anche, nel frattempo i test MotoGp 2016 a Phillip Island stanno per cominciare. 

Non sarà disponibile una diretta tv per assistere ai test MotoGp 2016 di Phillip Island; tuttavia gli appassionati potranno sintonizzarsi, a partire dalle ore 19 del mercoledì, su Sky Sport MotoGp (numero 208 della pay tv satellitare) per seguire Race Anatomy, un programma di approfondimento all’interno del quale si analizzeranno i risultati australiani. Gli abbonati avranno anche la possibilità di attivare la diretta streaming video su PC, tablet o smartphone, tramite l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

Pos   Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps
1   PETRUCCI, Danilo Octo Pramac Yakhnich 1:31.764     11 / 12  
2   VIÑALES, Maverick Team SUZUKI ECSTAR 1:32.483 0.719 0.719 20 / 20  
3   SMITH, Bradley Monster Yamaha Tech 3 1:32.590 0.826 0.107 27 / 27  
4   REDDING, Scott Octo Pramac Yakhnich 1:32.864 1.100 0.274 33 / 41  
5   CRUTCHLOW, Cal LCR Honda 1:32.948 1.184 0.084 21 / 21  
6   ROSSI, Valentino Movistar Yamaha MotoGP 1:33.088 1.324 0.140 26 / 27  
7   ESPARGARO, Pol Monster Yamaha Tech 3 1:33.126 1.362 0.038 20 / 20  
8   HERNANDEZ, Yonny Aspar MotoGP Team 1:33.841 2.077 0.715 6 / 6  
9   MILLER, Jack Marc VDS Racing Team 1:33.992 2.228 0.151 6 / 6  
10   IANNONE, Andrea Ducati Team 1:34.049 2.285 0.057 7 / 9  
11   RABAT, Tito EG 0.0 Marc VDS 1:35.273 3.509 1.224 28 / 29  
12   MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:35.354 3.590 0.081 18 / 20  
13   ESPARGARO, Aleix Team SUZUKI ECSTAR 1:35.584 3.820 0.230 2 / 2  
14   LAVERTY, Eugene Aspar MotoGP Team 1:35.679 3.915 0.095 5 / 10  
15   TSUDA, Takuya Suzuki Test Team 1:36.166 4.402 0.487 6 / 6  
16   LORENZO, Jorge Movistar Yamaha MotoGP 1:39.825 8.061 3.659 14 / 24  
17   PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 1:40.138 8.374 0.313 15 / 15  
18   DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team        


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori