MOTOGP 2016 / News e calendario, Jarvis: Rapporto gelido tra Lorenzo e Rossi. (Oggi, 14 Marzo 2016)

- La Redazione

MotoGP 2016 news, ultime notizie 14 marzo 2016. Aggiornamenti in tempo reale, parla il quindici volte Campione del Mondo Agostini che commenta il prossimo Mondiale.

Lorenzo_Aragon
Jorge Lorenzo (Infophoto)

, boss della Movistar Yamaha, ha parlato del rapporto tra Valentino Rossi e Lorenzo, visto che fanno parte dello stesso team, in un’intervista a “Speedweek.com”: “L’anno scorso sono stati in pista senza problemi l’uno con l’altro, nel 2009 e 2010 è stato diverso. I piloti che si sono davvero scontrati lo scorso anno sono stati Rossi e Marquez. Anche se Valentino non era tanto competitivo in passato aveva lo stesso tanti fan, hanno convissuto bene fino a circa il 16° GP l’anno scorso. Fino ad allora tutto era in armonia, le ultime tre gare hanno cambiato tutto. Sono entrambi professionisti e accettano l’un l’altro di essere sia compagni di squadra sia rivali” conclude Jarvis.  

, pilota della Yamaha Tech3, parla in vista del primo Gran Premio della stagione previsto per il prossimo weekend in Qatar. Secondo Smith le nuove gomme Michelin e la centralina potrebbero far vincere un Mondiale ad un team satellite: “Penso che nelle prime cinque gare ci sia questa possibilità, ad esempio Rossi e Lorenzo avranno delle novità tecniche per le quali noi dovremo attendere e aumenteranno il loro vantaggio. Voglio competere con i big all’inizio della stagione, quando arriveranno gli sviluppi dovrò aspettare il mio turno. Il mio obiettivo? Essere di nuovo il primo dei piloti “non ufficiali”, mi piacerebbe ripetere il piazzamento dello scorso anno, arrivare tra il sesto e l’ottavo posto nella classifica piloti” conclude il pilota Yamaha Tech3 Smith. 

È rimasto in Qatar dopo gli ultimi test, in attesa della prima tappa del Mondiale di MotoGP in programma il prossimo weekend. Ecco le sue parole a pochi giorni dal Gran Premio del Qatar: “Le prove sono state positive, sarebbe potuta andare meglio ma con i cambi regolamentari era difficile capire il potenziale della moto. La Gp16 è molto diversa dalla Gp15, ma più passeranno le gare più la situazione per noi sarà chiara. Con la nuova Desmosedici abbiamo fatto solo nove giorni di test, l’altra ha un anno di sviluppo alle spalle. Le aspettative sono alte? Sicuramente si, voglio essere davanti con i migliori costantemente in questo nuovo Mondiale. In Qatar dobbiamo vincere, negli ultimi test è andato tutto bene quindi possiamo farlo tranquillamente” conclude il pilota Iannone che svela anche di non essere preoccupato della nuove gomme Michelin. 

Stringe i denti in vista della prima tappa del Mondiale 2016. Il pilota della Ducati Pramac è caduto nei primi test stagionali a Phillip Island riportando fratture scomposte al 2°, 3° e 4° metacarpo della mano destra. Il pilota ternano è stato operato, ma non vede l’ora di scendere in pista: “E’ stata una delle settimane più difficili, nella quale sono stato costantemente attaccato a qualche macchina o impegnato in esercizi di rieducazione. Ho dormito pochissimo, per recuperare velocemente il mio fisioterapista la notte mi attaccava a una macchina di magnetoterapia per favorire la saldature dell’osso. Arrivo a Losail più tranquillo, la mano funziona e spero che grazie agli antidolorifici una volta in sella il pensiero si focalizzi sulla pista. Voglio solo finire la gara senza danni, la mano non riesco a chiuderla ancora benissimo” conclude Petrucci. 

, quindici volte campione del Mondo, ha parlato in vista del Gran Premio del Qatar, prima uscita ufficiale per il Campionato del Mondo di MotoGP. “Non penso che succederà nulla di quello che molti si aspettano: Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo sono i principali candidati al titolo della MotoGP e per ciascuno ogni gara sarà importante, specie le prime. Io capisco molto bene il dispiacere di Valentino per il Mondiale dello scorso anno, sfumato all’ultima gara, ma nel finale 2015 hanno sbagliato in tanti e le colpe andrebbero distribuite. Il rispetto deve esserci sempre, ma l’amicizia è inutile tirarla in ballo. Quella non ci sarà mai perché nel nostro mestiere non potrà esserci. La sfida in pista? Quella ci sarà sempre, e sarà anche molto dura” conclude Agostini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori