Diretta/ Motogp Gp Qatar 2016, classifica e tempi prove libere FP3 live: Iannone show, in Q2 tutti i big (Losail, oggi 18 marzo)

- La Redazione

Diretta MotoGp prove libere FP2 e FP3 live del GP Qatar 2016 dal circuito di Losail: gli orari tv, la cronaca e i tempi delle due sessioni odierne con Valentino Rossi (oggi venerdì 18 marzo)

Rossi_impennata_Qatar
Un'immagine dell'anno scorso (Infophoto)

Concluse le mitiche FP3 di MotoGp che hanno visto fintamente scoppiare la bagarre praticamente da qualifica, con tempi davvero pazzeschi e che vedono la Ducati ancora primeggiare con altissimo valore. Andrea Iannone con un colpo di coda sensazionale piazza il giro più veloce appena dopo il mega tempo di Lorenzo e Marquez con i quali si erano piazzati in prima e seconda posizione; e invece Andrea rovina il loro piani e con 1.54.639 piazza la zampata vincente e si qualifica da primo in classifica per la Q2 direttamente. Spettacolo negli ultimi cinque minuti con la prima piazza che cambia in continuazione e conte Yamaha che, sonnacchiose fino a quel momento, piazzano bei giri con Jorge Lorenzo che prende la seconda posizione e Valentino Rossi che si difende e gira al settimo posto a soli +0.536 da Iannone. Benissimo anche Vinales su Suzuki e sopratutto Dovizioso che riprende quota con un ottimo quarto posto davanti a Pedrosa e Valentino. Ecco dunque le prime 10 posizioni in classifica al termine delle prove libere FP3, che si qualificano direttamente alla Q2 di domani: Iannone, Lorenzo,  Marquez, Dovizioso, Vinales, Pedrosa, Rossi, Barbera, Redding e Pol Espargaro.

Partita la bagarre per la conquista del Q2 MotoGp e la Honda si prende la scena finora, con Dani Perosa e Marc Marquez che tirano fuori gli artigli e nei primissimi giri mettono il muso davanti a tutti, con il solo Iannone che rimane secondo grazie al super giro preso in FP2, ma in questa FP3 al momento sono giapponesi Hrc a dominare tutti, con le Yamaha che ancora non si vedono all’orizzonte, nonostante mantengano il quarto e settimo posto di Lorenzo e Valentino Rossi, con i buoni risultati delle prime due sessioni. Piloti ora nei boxe per sistemare gli ultimi dettagli da lanciare poi nei prossimi minuti per il time attack con il quale proveranno a entrare nei primi dieci: ricordiamo infatti che la top ten della FP3 dà diritto di entrare direttamente in Q2 domani per le qualifiche definitive, quelle insomma che danno la Pole Position. Gli altri invece dovranno partecipare alla Q1 per poter conquistare gli ultimi due posti disponibili per l’accesso definitivo dei 12 “fortunati” che si giocano la Pole nella Q2. La bagarre in corso, potete seguirla con la nostra diretta qui sotto.

Sta finalmente per ripartire la sessione delle libere per la MotoGp, l’ultima di questa seconda giornata al Gp di Qatar 2016: la FP3 a poco dalla fine della FP2 presenta la sfida forse meno attesa della vigilia, con le Yamaha che hanno dominato da copione la prima sessione ieri, mentre due ore fa sono state le Ducati a battere la risalita della Honda e sopratutto la lentezza improvvisa di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che però erano alle prese con i test sulle loro gomme. ora dunque cosa vedremo? Di sicuro si riparte con la caccia ad Andrea Iannone, il più costante tra ieri e oggi, con tempi fantastici e già pronto per la qualifica di domani. Di contro Marquez e Valentino proveranno a stargli ai fianchi, mentre Lorenzo potrebbe tranquillamente sfoderare il super tempo fin da subito, o tenere ancora nascoste le carte per la sfida di domani. Condizioni della pista di Losail ideali, sarà interessante vedere in cosa hanno messo a punti i piloti in queste due ore di pausa tra una sessione e l’altra: Petrucci poi sarà in grado di ripetere la buona prestazione, con il decimo posto guadagnato col sudore e la fatica di un gomito ancora dolorante per la caduta recente negli ultimi test invernali? Silenzio signori, si riparte!

In attesa dell’inizio delle ultime prove libere della MotoGp, in scena alle 18.50 (seguibile sempre tramite la nostra diretta live in tempo reale, vedi link qui sotto) un primo mini bilancio lo si può trarre su questi primi due giorni di stagione appena partita, con il Gp del Qatar a Losail che non sta certo deludendo per emozioni. Mentre ieri hanno dominato le Yamaha in FP1, poco fa è stato show Ducati con Iannone, Reding e Dovizioso nei primi 5 posti; sarà il tempo della Honda dunque tra poco? In attesa di scoprirlo, registriamo che la lentezza di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo è probabilmente dovuta alla volontà di entrambi di testare le moto su elettronica e gomme nuove, visto che la velocità e il ritmo l’avevano già testata ieri nella FP1. Interessante sarà vedere invece come si comporterà Dovizioso dopo lo show di Iannone: il pilota ha sottolineato come sia stato un turno particolare quello di ieri perchè le condizioni che sono state trovate erano diverse rispetto a quelle dei test svolti all’inizio di marzo. A livello specifico però vuole aggiungere: “Siamo partiti usando delle gomme che hanno evidenziato vibrazioni sull’anteriore, dobbiamo capirne la causa”. Non si è detto però preoccupato Dovizioso perchè aveva ancora margine e in alcune curve ha deciso di non rischiare in questo primo turno di prove anche perchè: “Non ho raggiunto ancora un feeling perfetto con la moto”.

Ma che bel Andrea Iannone! Finiscono le FP2, con la Ducati che regna a sorpresa e con la risalita della Honda, mentre a pagare dazio è la Yamaha con Rossi e Lorenzo che provano le gomme fino alla fine e probabilmente daranno gas nelle terze prove libere, che partiranno alle 19.00. Una super Iannone che con un tempone fatto nei primi minuti del run riesce a stare davanti a tutti per l’intera sessione FP2, con i movimenti che rimangono tutti dietro di lui. Ma come dicevamo, è grande Ducati: Scott Redding lotta con Marquez fino alla fine per il secondo posto, vince lo spagnolo ma Scott si piazza terzo, davanti ad uno scatenato Mavericks Vinales su Suzuki e davanti a Dovizioso che migliora i tempi di ieri. Al sesto posto è Dani Pedrosa che scatta davanti a Valentino Rossi, il quale con un colpo di coda riesce a piazzare un buon tempo, staccando proprio Jorge Lorenzo e un buonissimo Danilo Petrucci, quasi miracolosamente al decimo posto dopo una giornata di ieri terribile per il gomito ancora molto dolorante. Tra poco riparte lo show, e vedremo la Yamaha molto probabilmente tornare nelle posizioni davanti, ma intanto godiamoci questa Ducati.

Ed è subito show in queste seconde prove libere FP2 per la MotoGp 2016 con la sfida Yamaha di nuovo ricominciata: un grandissimo Andrea Iannone sta portando la Ducati davanti a tutti, piallando gli avversari fino ad adesso, con ancora una mezzoretta alla fine delle FP2. Grandissimo tempo che è riuscito a compiere praticamente subito, al secondo giro di pista, e gli altri hanno dovuto accasarsi dietro fino a questo punto. Yamaha ancora sonnacchiose finora, con Valentino che ha girato poco e ha testato le gomme, con buoni risultati ma senza giri veloci, al momento è settimo; Jorge Lorenzo invece non andando al top è riuscito comunque ad arrivare al terzo posto, con davanti Marquez e Iannone. Dovizioso, a dispetto del compagno di squadra, ancora fatica e si trova al quinto posto ma senza un ritmo martellante come per Iannone. Pedrosa, zitto zitto, si piazza al quarto posto con un buon ritmo gara e con la sua Honda molto più reattiva rispetto a ieri, esattamente come il pilotino spagnolo e fenomeno mondiale, Marc Marquez. Ancora fatica per Petrucci che non riesce ad entrare al momento nei primi dieci.

E’ iniziata la seconda sessione di prove libere di MotoGP, ed i piloti Ducati Iannone e Dovizioso sono pronti per scendere in pista. L’account ufficiale della Ducati Motor su Twitter posta la foto dell’uscita dai box dei due piloti che vogliono fare meglio di ieri nonostante Iannone sia arrivato terzo in classifica con il crono di 1’55.736, a +0.296 dal primo classificato Jorge Lorenzo. Dovizioso invece ha raggiunto il nono posto in classifica con il crono di 1’56.387, a +0.947 dal primo posto. Ora è iniziata la seconda sessione di prove libere, i due piloti Ducati vogliono arrivare in pole in vista anche della terza sessione di prove.

E dunque si parte! Motori accesi, MotoGp che riparte con le prove libere FP2 e FP3, per vedere se continuerò la sfida di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi o se invece ci sarà la rimonta Honda, per non parlare della conferma Ducati. Si prosegue l’opera di ieri per la MotoGp, casa Yamaha? L’idea sarebbe quella, con Valentino Rossi che più in forma che mai sembra aver ricominciato con il piede giusto questa nuova annata dopo la beffa (e non andiamo oltre) dello scorso anno che gli ha visto sfilare il titolo all’ultima corsa. Ieri per la Fp1 un ottimo secondo tempo, tra poco le altre libere dove proverà a far meglio del suo rivale acerrimo Lorenzo: a pochi minuti dalla diretta della FP2 e FP3, il Dottore commenta così: «la prima sessione è stata molto positiva. Sono abbastanza soddisfatto, un modo forte per cominciare la stagione, la seconda posizione è buon e i tempi sul giro non sono così male», afferma un sereno Valentino. Ma poi rilancia, «Abbiamo fatto un buon lavoro durante la pre-stagione ma ora non bisogna sedersi, anzi concentrarsi al meglio perché la pista e le condizioni cambiano di sessione in sessione e il grip deve ancora diventare migliore. Per le gomme ancora non so, prenderemo la decisione spero più giusta nelle prossime ore quando vedrò in pista come reagiscono». Soddisfatto anche Massimo Meregalli, team Director Movistar: «Vale era veloce dovunque anche se ci sono aree di impostazione della frenata che si possono ancora migliorare ma cercheremo di risolverla al più presto».

E chi se non Jorge Lorenzo poteva ricominciare con la sua MotoGp Yamaha avanti a tutti? Uno spettacolo nella FP1, tempo martellante davanti a tutti e moto già in ottime condizioni, si prepara a queste seconde e terze prove libere per rimanere ancora davanti e al momento sembra difficile, a parte Valentino e forse Iannone. Il team director Meregalli è assolutamente soddisfatto del suo inizio, tanto da dire “orge ha iniziato la stagione da dove aveva lasciato lo scorso anno e ha mostrato il suo ritmo super veloce e costante durante l’intera sessione, basta continuare così”. Mentre lo stesso maiorchino ha riferito alla stampa tutta la gioia ma anche concentrazione, tipica: «Buona partenza sì, dal primo run sono stato in grado di avere il miglior tempo sul giro e anche il miglior ritmo, ma abbiamo ancora margine di miglioramento sia nel temp sul giro e in generale nel ritmo gara. Lavoreremo ancora su elettronica e impostazione del settaggio ma la pista sembra migliorare e l’aderenza sarò ancora più adatta alle nostre performance».

Manca poco più di mezz’ora alla seconda sessione di prove libere sul circuito di Losail, in Qatar. Ottima prova nella giornata di ieri per Maverick Vinales che nella prima sessione di prove libere ha portato a casa la quinta posizione con il crono di 1’55.847, a +0.407 da Jorge Lorenzo, primo della giornata di ieri. Oggi il pilota Suzuki cercherà di battere un nuovo record e si prepara nel suo box in Qatar prima di scendere in pista con la sua moto. Sulla sua pagina ufficiale Twitter il pilota posta una foto mentre attende l’inizio della seconda sessione di prove, con la scritta “Pronti per il secondo giorno”. Riuscirà a fare meglio di ieri?

Sono pronti a tornare in pista per la seconda sessione di prove libere sul circuito del Qatar. Ieri i due piloti Honda sono arrivati rispettivamente al settimo ed all’ottavo posto in classifica. Pedrosa ha registrato il miglior crono di 1’56.098, a +0.658 da Jorge Lorenzo, mentre Marquez ha fatto registrare il crono di 1’56.258, a +0.818. L’account ufficiale Twitter della Honda ha postato la foto delle due moto pronte a scendere nuovamente in pista per la sessione numero due di prove libere previste per questo pomeriggio in Qatar. Moto degnamente coperte, la scaramanzia si fa sentire anche nelle prove in vista delle qualifiche di domani. . 

La stagione MotoGp 2016 non è partita certamente nel migliore due modi per il pilotino spagnolo Marc Marquez, che dopo la stagione altalenante dello scorso anno, proverà in questo nuovo motomondiale a tornare protagonista anche se la Honda finora non ha mostrato lo stesso feeling con le novità di gomme ed elettronica che ha per esempio valorizzato la Yamaha che ieri nelle FP1 ha dato spettacolo, relegando Marc e Pedrosa all’ottavo e settimo posto. Parla il bicampione del mondo alla stampa e si dice comunque sereno: «con oggi si fa sul serio, la stagione inizia per davvero. La FP1 non è stata la più semplice che io abbia mai fatto, ho trovato vari problemi ma lentamente siamo migliorati, gradualmente. La sensazione non era molto buona ma abbiamo lavorato sodo e abbiamo provato un sacco di cose, così ora dobbiamo vedere cosa è cambiato tra la prova di ieri e oggi. In Qatar sappiamo che le condizioni della pista cambiano molto, quindi cercheremo di continuare a evolversi e avvicinarsi al top rider». Marc tranquillo ma deve lottare già da oggi per non partire già per inseguire Lorenzo e Rossi con i quali anche quest’anno siamo certi che darà spettacolo a non finire.

Il settimo posto per cominciare in questa stagione MotoGp 2016 non è certo il miglior viatico ma le FP2 e FP3 che tra pochissimo incominceranno potranno già ribaltare tutto in vista delle qualifiche di domani. La Honda non brilla per Dani Pedrosa ma neanche per Marquez e per questo motivo oggi la casa giapponese è attesa ad un miglioramento decisivo: «Per fortuna la pista era in buone condizioni ieri e abbiamo potuto lavorare anche per poter acquisire un set up ottimale e tutti i dati. Ma abbiamo bisogno di lavorare di più sui cambiamenti che intendiamo adottare da domani e spero che saremo in grado farlo già nella FP2; studieremo dopo i dati che abbiamo raccolto e ci sentiamo di dire che la moto andrà più veloce, cercando di ridurre decimo dopo decimo». Quali i punti dolenti? Per Pedrosa sono i soliti di questi test invernali, ovvero erogazione di potenza e impostazioni del telaio, tutti punti che sono al vaglio e allo studio dei meccanici e degli stessi piloti.

Ha terminato la sessione numero uno delle prove libere al sedicesimo posto. Con la sua Suzuki, il pilota ha realizzato il crono di 1’57.096, a +1.656 dal primo arrivato quest’oggi, il Campione del Mondo Jorge Lorenzo. Espargarò non vuole assolutamente dare nulla per scontato e si accinge a disputare il Mondiale in Qatar al meglio. Ecco il suo tweet di poco fa sulla sua pagina ufficiale: “Pronto per il giorno 2, lavoro, lavoro & lavoro, arriveremo di sicuro!!” con tanto di foto anche sul suo account ufficiale Instagram che lo ritrae nel box dopo aver disputato le prove libere di ieri

La MotoGp ha acceso i motori con la prima sessione di prove libere in vista del Gp Qatar 2016 a Losail. Girare è particolarmente importante per l’Aprilia, che deve sviluppare la sua moto partendo da una condizione di inferiorità rispetto ai rivali. Una situazione non facile per i piloti, anche se Stefan Bradl cerca il lato positivo nonostante il ventunesimo posto e il ritardo di circa otto decimi dal compagno di squadra: “Per noi è stato un buon primo giorno di prove. Abbiamo messo in fila molti giri. All’inizio della sessione abbiamo avuto qualche incertezza ma nel finale ho iniziato a migliorare il feeling sia con la moto sia con le gomme. Sono soddisfatto perché siamo partiti nella giusta maniera, ora dovremo cercare di spingere per migliorare nei turni di domani (oggi, ndR)”.

Il Gp Qatar 2016 a Losail inizia in salita per l’Aprilia MotoGp. Le prove libere del giovedì hanno però avuto un discreto riscontro almeno per Alvaro Bautista, diciassettesimo e molto più veloce del compagno di squadra. Il primo obiettivo è però conoscere meglio la moto, visto che l’Aprilia finora ha girato pochissimo. Lo sottolinea anche lo stesso pilota spagnolo nelle dichiarazioni rilasciate al termine della sessione: “Abbiamo girato per tutto il turno senza riscontrare inconvenienti e questo è molto importante, visto che soprattutto dobbiamo conoscere la moto. Oggi (ieri, ndR) abbiamo introdotto qualche modifica per continuare lo sviluppo e così non ritrovato lo stesso feeling degli ultimi test perché con queste novità il carattere della RS-GP è un po’ cambiato, ma questo fa parte delle prove che si devono fare”. In vista di FP2 e FP3, in programma oggi, l’obiettivo è molto chiaro: “Faremo tesoro di quello che abbiamo imparato”.

Oggi la MotoGp torna in pista per FP2 e FP3 a Losail, intanto la prima giornata di prove in Qatar ha sicuramente lasciato impressioni molto positive ad Andrea Iannone, che si è posizionato al terzo posto. Il pilota della Ducati è felice di essere andato bene, ma consapevole di non aver migliorato il tempo rispetto ai test. Servirà fare qualcosa in più per essere più veloci e competitivi. Iannone sottolinea però: “E’ stato un turno comunque positivo. Verso la fine abbiamo fatto una modifica che non ha dato i risultati che ci aspettavamo”. Tale modifica ha chiarito le idee sulla direzione da prendere per il futuro e sul lavoro che servirà fare soprattutto in frenata in curva. Sulle gomme sottolinea: “Ho preferito utilizzare la posteriore dura e domani cercheremo di capire se la gara si può fare anche con quella morbida”. 

La MotoGp torna anche oggi in diretta: con le prove libere FP2 e FP3 prosegue il Gran Premio del Qatar 2016 sul circuito di Losail, che costituisce il primo appuntamento con il Mondiale 2016. Ricordiamo che la gara in Qatar ha alcune caratteristiche peculiari: innanzitutto, si gareggia in notturna. Inoltre, questo causa il fatto che il programma delle prove libere sia studiato ad hoc per permettere di disputare tutte le sessioni sotto la luce artificiale. Dunque, per quanto riguarda la MotoGp si è già disputata ieri la FP1. Oggi invece l’appuntamento è alle ore 16.00 italiane, quando prenderanno il via i 45 minuti della , che si chiuderanno alle ore 18.40; stessa durata per la , che normalmente si disputa al sabato mattino: appuntamento invece sul circuito mediorientale alle ore 18.55, fino alle 19.40.

I temi d’interesse della nuova stagione sono davvero tanti: la grande rivalità fra Valentino Rossi da una parte e Jorge Lorenzo e Marc Marquez dall’altra, accentuata dal rovente finale della scorsa edizione del Motomondiale; le novità tecniche quali l’introduzione della nuova elettronica uguale per tutti e il passaggio alla Michelin quale fornitrice unica degli pneumatici; la possibile superiorità della Yamaha in base a quanto abbiamo visto nelle tre sessioni di test invernali disputate nell’ordine a Sepang, Phillip Island e proprio qui a Losail; la voglia di Valentino Rossi di conquistare il decimo titolo iridato; le possibilità della Suzuki di essere l’outsider mentre Honda (soprattutto) e Ducati sono forse un po’ più indietro del previsto, ma le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo…

Il miglior crono della prima sessione di prove libere di motogp è dello spagnolo Jorge Lorenzo. Il campione del mondo ha fissato il tempo in 1’55”440, precedendo di oltre due decimi e mezzo il compagno di squadra Valentino Rossi. Il duello tra i due portacolori della Yamaha si fa già entusiasmante e sembra destinato a caratterizzare tutta la stagione. La terza piazza è occupata dal pilota della Ducati Andrea Iannone, che precede Hector Barbera (Ducati Avintia), Viñales (Suzuki) e Pol Espargaró (Yamaha Tech 3). Le moto Honda hanno confermato le problematiche della vigilia e sono molto distanti dalla vetta. Dani Pedrosa è giunto settimo a sei decimi da Lorenzo, seguito da Marc Marquez a otto decimi. La Top Ten è stata completata dall’altro pilota ufficiale della Ducati Andrea Dovizioso e dal portacolori del team Pramac Scott Redding.

Le due Yamaha ufficiali hanno così confermato di essere una spanna superiori rispetto ad ogni avversario, ma siamo solo alle prove del giovedì del primo Gran Premio di una stagione che si preannuncia entusiasmante. Fin dall’inizio della sessione, Lorenzo ha mostrato i muscoli e realizzato un giro di alto livello, al quale nessun altro è riuscito ad avvicinarsi. Rossi è stato in grado di reagire e staccare un buon tempo negli ultimi minuti, scalzando dalla seconda piazza un ottimo Iannone. Le Honda ufficiali hanno trascorso i 45 minuti di prove a cercare l’assetto giusto in vista della prima gara della stagione, ma i risultati non sono apparsi molto soddisfacenti. C’è ancora molto da lavorare per una scuderia che vuole riconquistare il titolo mondiale. Molto bene la Ducati di Iannone, che ha tutte le carte in regola per conquistare la prima fila della griglia di partenza. Un po’ più in difficoltà Dovizioso, ma ci sarà tempo per rifarsi. Da segnalare anche la caduta dell’altro pilota del team Yamaha Tech 3, Bradley Smith. Il britannico non ha riportato conseguenze fisiche.

Nel 2015 era stato Valentino Rossi ad aggiudicarsi la vittoria nel Gran Premio del Qatar. Il pilota italiano aveva vinto dopo una strepitosa rimonta e un duello infinito con gli altri due centauri italiani, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone: la Ducati in Qatar va forte e dunque punterà a fare molto bene anche quest’anno. Quarto posto per Jorge Lorenzo, che aveva chiuso davanti alla Honda di Marc Marquez: l’inizio per i due spagnoli non era dunque stato esaltante. Il Dottore aveva soffiato la vittoria al Dovi per un decimo, mentre Iannone aveva chiuso staccato di poco più di due secondi dal vincitore. Adesso però bisogna tornare all’attualità, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP2 e FP3 del Gran Premio del Qatar 2016 della MotoGp a Losail sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori