Valentino Rossi vs Jorge Lorenzo / Video lite in Motogp: nella tana del nemico (oggi 12 settembre 2016)

- La Redazione

Valentino Rossi vs Jorge Lorenzo, la lite: il Dottore ride in faccia allo spagnolo in conferenza stampa dopo il Gran Premio di San Marino. Gli aggiornamenti (oggi, 12 settembre 2016).

valentino_rossi_sachsenring
Valentino Rossi (LaPresse)

Dopo la lite fra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che ha caratterizzato il dopo gara della MotoGp a Misano, dove ieri si è corso il Gran Premio di San Marino, il calendario iridato propone come prossimo appuntamento il Gran Premio di Aragona sul circuito del MotorLand Aragon di Alcaniz, in Spagna. Si tratterà della terza di quattro gare stagionali in Spagna e di conseguenza il “fattore campo” (se così si può dire nel motociclismo) tornerà ad essere favorevole a Lorenzo e agli altri centauri iberici. Bisogna anche dire che la gara in Aragona è quella meno sentita: poca tradizione e anche meno pubblico rispetto a Jerez, Barcellona e Valencia. Il problema per Valentino Rossi non consisterà dunque tanto nel fatto di dover correre in Spagna, dove quest’anno fino a questo momento ha vinto sia a Jerez sia al Montmelò, quanto nel fatto che non ha mai avuto un grande feeling con il circuito di Aragon, dove al massimo ha raccolto due terzi posti nelle sei edizioni finora disputate dal 2010 in poi, che si accompagnano a un sesto, un ottavo, un decimo posto e un ritiro. Ecco perché vincere ancora una volta in Spagna avrebbe per il Dottore un sapore davvero speciale.

La polemica fra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo ha caratterizzato il dopo-gara della MotoGp a Misano, ma non ha turbato la festa del grande pubblico che ha assistito al Gran Premio di San Marino, quasi per intero per tifare Valentino Rossi. La ‘marea gialla’ con il numero 46 ha infatti invaso l’autodromo di Misano, probabilmente completamente ignara di quello che Rossi e Lorenzo stavano dicendo in conferenza stampa, felici per l’ottimo piazzamento del Dottore che gli consente pure di ridurre a 43 punti il ritardo da Marc Marquez. Il momento più caratteristico della festa è stato quando Rossi sul podio ha bevuto lo spumante dallo stivale, una moda australiana che in questo ultimo periodo è stata rilanciata sia da Jack Miller quando vinse ad Assen sia da Daniel Ricciardo in Formula 1, tanto che Ricciardo via Twitter ha celebrato il gesto “australiano” di Valentino Rossi. Con buona pace di Jorge Lorenzo, che dal terzo gradino del podio di Misano inevitabilmente non ha ricevuto lo stesso affetto di Rossi…

E Jorge Lorenzo hanno animato la gara e ancora di più il dopo-gara della MotoGp a Misano, dove ieri si è disputato il Gran Premio di San Marino. La rivalità fra Rossi e gli spagnoli è ormai uno dei leit-motiv della MotoGp: d’altronde Valentino è forse l’unico vero rivale per Jorge Lorenzo e gli altri centauri iberici che hanno monopolizzato le stagioni più recenti della MotoGp. Litigando con uno spagnolo però si fa la felicità di un altro: in questo caso anzi potremmo parlare di due “terzi incomodi” che hanno beneficiato del duello Rossi-Lorenzo. Parliamo naturalmente di Dani Pedrosa per quanto riguarda la vittoria della gara di Misano e di Marc Marquez in ottica Mondiale, dal momento che il numero 93 ha limitato i danni in una gara per lui non facile e conserva ancora 43 punti di vantaggio sul Dottore di Tavullia. Quasi una maledizione per Rossi, che ben si ricorda come il Mondiale 2015 fu deciso dalla “Santa Alleanza” spagnola (vera o presunta che fosse): in quel caso Valentino litigò soprattutto con Marquez, ma ne beneficiò Lorenzo. Adesso le parti potrebbero invertirsi…

E Jorge Lorenzo hanno animato la gara della MotoGp a Misano ma ancora di più il post-gara del Gran Premio di San Marino grazie ad una vivace conferenza stampa durante la quale i due piloti della Yamaha sono stati protagonisti di un acceso diverbio che potete vedere nel video che vi proponiamo nel link qui sotto. Un litigio che inevitabilmente ci fa tornare con la memoria a numerosi altri episodi tesi fra Rossi e Lorenzo: tutto iniziò addirittura nell’ormai lontano 2008, quando Jorge era un rampante debuttante in MotoGp e Valentino all’apice della carriera. La convivenza nello stesso team non fu facile, tanto che si arrivò ad avere un “muro” che divideva fisicamente le due parti del box della Yamaha. Valentino Rossi vinse il Mondiale sia nel 2008 sia nel 2009, poi l’incidente al Mugello nel 2010 segnò la svolta: Lorenzo in quell’anno vinse il titolo e Rossi decise di tentare l’avventura in Ducati, poi rivelatasi fallimentare. Il Dottore così fece ritorno in Yamaha nel 2013 e gli ci volle un po’ di tempo per tornare ai livelli di competitività di Lorenzo, che nel frattempo era diventato il leader indiscusso del team. Il duello così si è riacceso nel 2015, che tutti ricorderete: la lunghissima lotta per il titolo iridato in casa Yamaha che si chiuse fra mille polemiche in un finale di stagione fra i più arroventati di tutti i tempi. Il 2016 sembrava più tranquillo, anche perché purtroppo sia per Rossi sia per Lorenzo i risultati sono stati inferiori: adesso però la miccia è stata accesa di nuovo…

Il Gran Premio di San Marino della MotoGp a Misano è stato caratterizzato soprattutto dal battibecco a fine gara fra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha accusato il Dottore di essere stato troppo aggressivo nella manovra con la quale lo ha superato, Rossi ha replicato dicendo che si è trattato di un sorpasso come tanti altri, anche da parte dello stesso Lorenzo in passato. Evidentemente si fanno ancora sentire le ruggini del turbolento finale di stagione dell’anno scorso e probabilmente non è un caso che come esempio di aggressività Rossi abbia citato anche il lungo e intenso duello con Marquez a Silverstone, quello che invece era mancato fra Jorge e Marc a Valencia 2015. Questo diverbio ha ovviamente acceso l’interesse di appassionati e tifosi e non poteva mancare il commento della voce più popolare della MotoGp, cioè il telecronista di Sky Guido Meda. Il giornalista ha ricostruito la vicenda anche sui social network, aggiungendo al termine della descrizione dei fatti il proprio commento personale: “Rossi forse non doveva ridere, ma Lorenzo forse trova troppo spesso motivo per aver da ridire dei sorpassi altrui”.

Un vero e proprio battibecco quello che è nato dopo il Gran Premio di San Marino di MotoGP che ha visto la vittoria di Dani Pedrosa. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono stati protagonisti di un botta e risposta inedito in conferenza stampa con lo spagnolo che ha accusato l’italiano di aver compiuto un sorpasso davvero aggressivo. “Se non avessi raddrizzato la moto saremmo finiti per terra” attacca Lorenzo, seguito dalla risposta di Rossi: “Ma che dici? Non è vero. Cosa dovrei dire a Marquez a Silverstone, quando ha fatto 10 sorpassi come quello?”, seguito poi da una risata del pilota italiano che non è piaciuta per niente al Campione del Mondo in carica. In tutto questo Pedrosa si trovava al centro tra i due, visibilmente a disagio per quello che stava accadendo in conferenza stampa. “Quello che dici è falso. Anche tu sei sempre aggressivo nei sorpassi” conclude Valentino Rossi mettendo fine alla conferenza.

Anche Paolo Beltramo ha voluto commentare la lite in sala stampa tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo dopo il Gran Premio di San Marino 2016 di MotoGp a Misano. Ne ha parlato su RedBull.it dove ha sottolineato: “Jorge Lorenzo se l’è presa con Valentino Rossi dicendo che il suo overtake non sarebbe stato clean cioè pulito. Ovviamente questo a Valentino Rossi non è piaciuto perchè è stato accusato di non essere pulito. Casomai si chiariranno in privato. E poi Pedrosa su Valentino Rossi è stato anche più duro e nella stessa gara. Sappiamo che Jorge Lorenzo non ama Valentino Rossi, anzi. Aveva fatto una pole da sogno, poi alla fine è arrivato terzo. Ci sta anche che fosse un po’ nervoso, ma c’è da dire che dai tempi di Marco Simoncelli che accusa altri di guida scorretta e di sorpassi esageratamente duri. Strano perchè questo è uno sport dove si è trovato e si trova ancora adesso lui stesso piuttosto bene”. Una lite quella tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che va avanti ormai dal famoso scontro tra il pilota italiano e Marc Marquez che ha portato Valentino a partire dall’ultima casella nell’ultima gara dello scorso Motomondiale e che gli è costato di fatto la vittoria finale del MotoGp con lo spagnolo che ha avuto nell’ultima gara di Valencia vita facile. Vedremo se arriverà una tregua anche perché va ricordato che proprio Jorge Lorenzo e Valentino Rossi in fondo fanno parte dello stesso team anche se questo non sembra ricordarselo più nessuno. Fatto sta che Paolo Beltramo riassume i fatti nella maniera più chiara possibile e specifica quanto accaduto proprio nella sessione di oggi, senza mandarle a dire a Lorenzo che spesso è stato molto duro nei sorpassi.

Era apparente la pace nella Yamaha: la dimostrazione che i rapporti tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo siano ancora tesi è arrivata a Misano dopo il Gran Premio di San Marino della MotoGP. E’ scoppiata una polemica tra i due compagni di squadra, da sempre rivali, a causa del sorpasso del pilota italiano ai danni dello spagnolo: quest’ultimo lo ha giudicato troppo aggressivo e non ha usato molti giri di parole per attaccare Valentino Rossi in conferenza stampa. Tra due settimane il duello si riproporrà ad Aragon e potrebbero volare nuove scintille con Jorge Lorenzo. Nessuno dei due, infatti, ha intenzione di concedere sconti. Intanto il pilota marocchino ha colto l’occasione per fare i complimenti a Dani Pedrosa, che sorpassando Valentino Rossi ha conquistato il primo posto e quindi la vittoria: “Sono contento per lui, si è meritato questa vittoria. E’ uno dei più talentuosi. La gente è pronta a giudicarsi, a dirti che non puoi più vincere, ma lui ha dimostrato di poterlo fare”. 

Sono volate le scintille al termine del Gran Premio di San Marino di MotoGP tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ma non ci riferiamo alle Yamaha che i due piloti guidano. Il duello tra i due è andato in scena a Misano e proseguito poi in conferenza stampa. All’origine della lite tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo il sorpasso del pilota italiano ai danni di quello spagnolo: decisa è stata, infatti, l’entrata di Rossi, che ha terminato la gara al secondo posto, dietro Dani Pedrosa. “Manovra troppo aggressiva“, ha sbottato Jorge Lorenzo, che poi è entrato in tackle sul pesarese: “E’ il suo stile, altri piloti passano in modo più pulito“. Valentino Rossi ha reagito subito con una risata, poi la conferenza stampa si è trasformata in un botta e risposta. “Quello che dici non è vero. Riguarda il sorpasso“, ha risposto il pilota italiano, a cui Lorenzo ha risposto dicendo che sarebbero finiti per tera se non avesse raddrizzato la moto. Valentino Rossi ha poi tirato in ballo i sorpassi di Marquez a Silverstone, ma Lorenzo non ha mollato: “Ok, non ridere, rispetta la mia opinione, la direzione gara potrebbe avere un’opinione diversa“. Valentino Rossi, come riportato da La Gazzetta dello Sport, ha consigliato al compagno di squadra di rivedersi le immagini. 

La polemica tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per il sorpasso del pilota della Yamaha nei confronti del compagno di squadra non si è chiusa in conferenza stampa, ma è proseguita anche al termine dell’incontro con i giornalisti dopo il Gran Premio di San Marino. Lorenzo, infatti, ha allungato la striscia polemica nei confronti del pilota italiano soffermandosi nel post gara ai microfoni della stampa spagnola, con cui ha usato toni ancor più duri: “Non doveva fare quel sorpasso in ogni caso, poteva farlo dopo. Non ha bisogno di essere così aggressivo, ma lui non la pensa così”, ha dichiarato Jorge Lorenzo, che ha poi rincarato la dose “bacchettando” Valentino Rossi per averlo interrotto in conferenza stampa: “A 37 anni devi essere gentile e lasciare parlare chi deve rispondere alla domanda. Basta aspettare il proprio turno, ma lui ha questa abitudine”. Anche Valentino Rossi si è sfogato dopo la conferenza stampa. Ai giornalisti italiani ha spiegato: “Non sopporto chi mi dice che guido sporco. Anche lui è un pilota aggressivo, ma ognuno pensa quello che vuole”.

Pensava di farcela Valentino Rossi, ma poi è spuntato Dani Pedrosa e, dunque, si è dovuto accontentare nel secondo posto nel Gran Premio di San Marino di MotoGP. “Proprio oggi doveva andare così forte…“, ha scherzato il pilota della Yamaha, che ha dato tutto a Misano fino all’ultimo giro. A meno 5 gare dalla fine del Mondiale, il pesarese è a -43 in classifica da Marc Marquez. Ma Valentino Rossi è stato anche protagonista di un battibecco con il compagno di squadra Jorge Lorenzo durante la conferenza stampa del dopo gara. “Ha scelto una maniera aggressiva di sorpassarmi“, ha polemizzato il pilota spagnolo, a cui Rossi ha replicato: “Anche tu fai così. E comunque ti sbagli, vatti a rivedere le immagini“. Contro-risposta di Lorenzo: “Rispetta la mia opinione“. E Rossi contrattacca: “Se io sono stato aggressivo, cosa dire di Marquez che fa così 10 volte a gara?“. Pedrosa intanto imbarazzato ha assistito alla scena insieme ai giornalisti presenti in sala stampa.

Che gara emozionante quella condotta da Valentino Rossi al Gp di San Marino 2016, uno degli appuntamenti più amati dai fan della Motogp, che ogni anno si raccolgono a Misano per fare il tifo per i loro beniamini delle due ruote. Una gara davvero avvincente che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Dopo aver raggiunto il primo posto dopo pochi giri dall’inizio del Gran Premio Valentino Rossi ha tentato di spingere sempre al massimo la propria Yamaha per mantenere la posizione e riuscire a salire sul gradino più alto del podio di Misano. Purtroppo per il Dottore della Yamaha Dani Pedrosa, pilota della Honda oggi aveva qualcosa in più rispetto all’italiano, anzi rispetto a tutti i grandi protagonisti della Motogp qui convenuti oggi domenica 11 settembre 2016: lo spagnolo infatti ha mantenuto un passo gara davvero incredibile e azzardando anche sorpassi arditissimi sarà Pedrosa a salire sul gradino più alto del podio. Nulla dia fare per Valentino Rossi che ha comunque conquistato un secondo posto storico, perché giunto al termine di Gran Premio di San Marino davvero eccezionale che rimarrà nella memoria anche negli anni a venire. Lo ha detto lo stesso Rossi nelle domane post gara: “Pedrosa aveva un passo incredibile, ho provato a fare il meglio possibile ma non c’è stato nulla da fare”. E chi ha visto il Gran Premio di San Marino 2016 può davvero confermare sia la prestazione di Pedrosa, da definire quasi “aliena” che la eccezionale gara dello stesso Valentino Rossi, che ha fatto sognare non poco tutti i suoi fan accorsi oggi a Misano. 

È sceso in pista oggi a Miano, sede del Gran Premio di San Marino 2016 per la Motogp da vero protagonista assoluto. Il Dottore della Motogp, dopo il secondo posto nella griglia di partenza al Gp di San Marino ha cominciato a spingere al limite la sua Yamaha, settata ottimamente alla partenza fino ad occupare il primo posto nella gara quando mancano ancora molti giri alla conclusione. Protagonista di sorpassi arditissimi, e per dirla alla maniera dello stesso Rossi “ignoranti”, Valentino ha deciso di sorprendere non poco il folto pubblico di Misano che da sempre lo osanna. Tante le motivazioni che stanno ora spingendo il pilota della Yamaha a dare il meglio di sé e non è solo la classifica del mondiale piloti della Motogp, ancora saldamente in mano a Marc Marquez: l’assenza dopo il bruttissimo infortunio dell’amico Andrea Iannone, il ricordo di Marco Simoncelli a cui il circuito di Misano è dedicato e la spinta dei tifosi accorsi alla Riviera di Rimini per uno degli appuntamenti del calendario della Motogp più cara ai fan italiani delle due ruote.  Valentino Rossi al momento quando mancano circa una ventina di giri continua a martellare sull’asfalto di Misano realizzando prestazioni record: l’ultimo suo giro veloce ha infatti segnato il cronometro sul 1:3.616 ma la concorrenza alel sue spalle è forte: il compagno di squadra Lorenzo, Marquez e Pedrosa infatti hanno ampiamente raccolto il guanto di sfida lanciato dal valentino Rossi e la lotta si fa sempre più calda. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori