Diretta/ MotoGp griglia di partenza live: pole position a Crutchlow, Rossi secondo. Marquez solo 5° (GP Gran Bretagna 2016 Silverstone 3 settembre)

- La Redazione

Diretta MotoGp qualifiche e griglia di partenza del GP Gran Bretagna 2016 a Silverstone, prove libere FP3 e FP4 live, orario tv, cronaca, tempi per la pole position (oggi sabato 3 settembre)

marc_marquez
LaPresse

–Una palpitante Q2 del Gran Premio della Gran Bretagna della MotoGp si è da poco conclusa sul circuito di Silverstone. A conquistare la pole position sulla griglia di partenza sotto una pioggia che ha letteralmente inzuppato il tracciato compromettendo in parte l’andamento della qualifica è stato a sorpresa Cal Crutchlow, bravo in sella alla sua Honda a far segnare il miglior tempi in 2:19.265. Alle sue spalle ha approfittato delle condizioni meteo avverse un super Valentino Rossi, che ha tirato fuori un’ottimo giro piazzandosi a 998 millesimi dal leader. In terza e in quarta posizione si sono classificati rispettivamente Maverick Vinales e Dani Pedrosa: entrambi hanno fatto segnare il loro miglior tempo allo scadere della sessione di qualifica andandosi ad infilare davanti a Marc Marquez, che domani sarà costretto a partire dalla seconda fila in quinta posizione. Lo spagnolo della Honda è stato vittima di una brutta caduta quando mancavano pochissimi minuti al termine che gli ha impedito di migliorarsi nel finale della Q2. Male le Ducati di Iannone e Dovizioso, ottavo e decimo, mentre Lorenzo chiude con un anonimo nono posto.  

–Si è conclusa pochissimi istanti fa la Q1 del Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP sul circuito di Silverstone. Sotto una pioggia battente che è aumentata d’intensità soprattutto nei minuti finali della sessione di qualifica, il miglior tempo è stato quello di Laverty, che ha conquistato la prima piazza provvisorio girando in 2:18.193. Con il tempo di 2:18 531 è stato Miller a conquistare la seconda ed ultima casella disponibile per l’accesso alla Q2, mentre Baz e il nostro Danilo Petrucci hanno mancato la qualificazione rispettivamente per 21 e 126 millesimi. Adesso solo pochi minuti di pazienza prima del via della Q2 che vedrà in pista tutti i più forti, pronti a darsi battaglia per definire la pole position e la griglia di partenza in vista del Gran Premio della Gran Bretagna di domani! Buon divertimento! 

–Anche la FP4 del Gran Premio della Gran Bretagna di MotoGp si è conclusa. Nei 30 minuti della quarta sessione di prove libere svoltesi a Silverstone il più veloce di tutti, indovinate un po’, è stato Marc Marquez, che quando già stava sventolando la bandiera a scacchi è riuscito a fermare il cronometro sul tempo di 2:17678. Alle sue spalle, per soli dieci millesimi, si è classificato Andrea Dovizioso, che in questa FP4 è riuscito a fare meglio del compagno di scuderia Andrea Iannone, staccato di poco più di mezzo secondo. Brillanti anche le Honda di Cal Cructhlow e Dani Pedrosa, rispettivamente terzo e quarto. Le Yamaha al contrario confermano, nonostante la pioggia che ha raggiunto il circuito, di fare molta fatica a tenere il passo dei migliori. Valentino Rossi soltanto nel finale si è classificato sesto davanti a Lorenzo: la musica cambierà nelle qualifiche che determineranno la griglia di partenza? Intanto parola alla Q1, poi toccherà alla Q2! 

–La FP4 del Gran Premio di Silverstone della MotoGP, in Gran Bretagna, è iniziata da circa un quarto d’ora con i centauri in pista alla ricerca del giusto assetto prima di concentrarsi sulla doppia sessione di qualifiche che stabilirà la griglia di partenza e la pole position della gara di domani. Grande protagonista la pioggia che in questi frangenti sta scendendo copiosa su Silverstone consentendo ai piloti di provare l’assetto giusto in caso di condizioni meteo avverse nel Gp di domani. Fino a questo momento, così com’è avvenuto nelle prime tre sessioni di prove libere svoltesi tra venerdì e oggi grande prestazione da parte di Andrea Iannone, che in questo momento ha oltre un secondo di vantaggio sul suo compagno di scuderia Andrea Dovizioso. Terzo provvisorio è Marc Marquez, mentre Valentino Rossi sembra aver trovato il feeling giusto con il tracciato ed è attualmente quarto. Cosa accadrà di qui al termine? 

–Ancora pochi minuti di attesa e poi avrà inizio la FP4 del Gran Premio della Gran Bretagna di MotoGP. Sul circuito di Silverstone i centauri torneranno in pista per calibrare per l’ultima volta il passo gara prima della gara di domani. Nel time attack della terza sessione di prove libere a destare la migliore impressione è stato Marc Marquez, autore del miglior tempo su Honda, mentre Maverick Vinales e Andrea Iannone, in sella rispettivamente a Suzuki e Ducati, sono apparsi i due piloti in grado di insidiare maggiormente l’originario di Cervera. Più indietro le Yamaha di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, con quest’ultimo che è sembrato in grande affanno nel momento di conquistare l’accesso alla Q2. Vedremo che indicazioni darà la FP4: la speranza dei tifosi del Dottore è che a partire da queste libere l’andazzo in quel di Silverstone cambi radicalmente…

La FP3 del Gran Premio della Gran Bretagna della MotoGP si è conclusa poco fa. Quale sono state le indicazioni tratte da questi 45 minuti di prove libere andate in scena sul circuito di Silverstone? In primo luogo che Marc Marquez sembra essere il più forte anche su questo tracciato, come dimostrato dal tempo di 2:00.944 che gli ha permesso di chiudere la FP3 in prima posizione. Poi va registrato lo stato di grazia di Maverick Vinalese, che con la sua Suzuki si è inserito in seconda piazza pagando un distacco di soli 3 millesimi rispetto allo spagnolo. In casa Ducati meglio Iannone rispetto a Dovizioso, con i due Andrea separati da circa sei decimi, mentre fra le Yamaha c’è un Jorge Lorenzo che sembra rassegnato a guardare da lontano il connazionale Marc Marquez pagando un distacco superiore al mezzo secondo. La situazione più complicata però è quella riguardante Valentino Rossi: il numero 46 è riuscito a qualificarsi alla Q2 in extremis, conquistando l’ultima casella utile delle dieci disponibili. La speranza dei tifosi del Dottore è che in qualifica Rossi sappia estrarre un coniglio dal cilindro, altrimenti l’obiettivo di fare doppietta a Silverstone dopo il successo dello scorso anno resterà soltanto un sogno. 

Si è conclusa da pochissimi minuti la FP3 del Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP sul circuito di Silverstone. Finale di libere molto emozionante con Marc Marquez che ha chiuso in prima posizione con la sua Honda facendo segnare il tempo di 2:00.944. In seconda piazza troviamo la Suzuki di Maverick Vinales, autore di una prova maiuscola conclusa a soli 3 millesimi di ritardo dallo spagnolo. Segue in terza posizione Andrea Iannone, distante 116 millesimi dalla vetta, mentre dalla quarta alla settima posizione troviamo nell’ordine Crutchlow, Lorenzo, Redding e Dovizioso. Ottava posizione per Pedrosa e nona per Aleix Espargaro, mentre Valentino Rossi è riuscito a conquistare la decima e ultima posizione utile per accedere alla Q2 facendo registrare un ritardo superiore al secondo. Primo degli esclusi dalla Q2 Paul Espargaro. L’appuntamento adesso è per le ore 14:30 con la FP4 che precederà le qualifiche! 

La FP3 del Gran Premio di Gran Bretagna 2016 della MotoGP si avvia verso la conclusione e in questo momento la classifica provvisoria vede Andrea Iannone in prima posizione con il tempo di 2:01.421. Il pilota Ducati si è piazzato fin da subito in testa, insidiato come ieri dal solo Maverick Vinales su Suzuki, che pur avendo migliorato il crono fatto segnare nelle prime due sessioni di libere di ieri ha pagato un distacco di 118 millesimi rispetto a Iannone. A 10 minuti dal termine tra i “big” abbiamo Jorge Lorenzo su Yamaha in quinta posizione davanti a Marc Marquez in sella ad Honda. Valentino Rossi segue in settima posizione, ma la sensazione è che, almeno per quanto riguarda il passo gara, i primi girino su tempi molto simili. Terza posizione provvisoria per l’altra Suzuki di Aleix Espargaro. Cambierà qualcosa nella fase del time attack? 

La FP3 del Gran Premio della Gran Bretagna di MotoGP ha avuto inizio da 5 minuti sul circuito di Silverstone! Un test importantissimo per i piloti in vista della gara di domani che dirà molto sulle speranze di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo di riaprire il discorso Mondiale. A sette appuntamenti dal termine, il pilota Honda Marc Marquez può vantare un distacco di 53 punti sul Dottore e di 59 sull’ex campione del Mondo. Per sperare in una rimonta è fondamentale cercare un ottimo risultato qui a Silverstone sperando in un cattivo piazzamento di Marquez. Ed è soprattutto Valentino Rossi a poter rievocare bei momenti sulla pista britannica dal momento che lo scorso anno si impose sotto la pioggia guidando un terzetto tutto italiano completato da Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso. Segnaliamo che il numero 46 effettuerà le prove sia con il telaio vecchio che con quello nuovo prima di decidere quale moto utilizzare in gara! 

Ci siamo quasi appassionati della MotoGP: tra pochissimi minuti, sul circuito di Silverstone avrà il via la FP3 del Gran Premio della Gran Bretagna 2016. Nella terza sessione di libere, che avrà il via alle ore 10:55, capiremo se i risultati ottenuti dai piloti nella FP1 e nella FP2 svoltesi ieri saranno attendibili anche in vista delle qualifiche del pomeriggio, per quanto i centauri saranno intenzionati soprattutto a provare il passo gara. Fra i protagonisti più attesi di oggi Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, apparsi in grado di impensierire il leader del Mondiale Marc Marquez sul circuito britannico, nonché Andrea Iannone, classificatosi primo nell’ultima sessione di libere di ieri con un vantaggio di 3 decimi su Maverick Vinales della Suzuki. Ma adesso è tempo di ricominciare: il sabato delle prove libere e delle qualifiche sta per avere inizio! Seguiamolo insieme! 

Non è andato oltre il quinto tempo Marc Marquez nelle prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna, ma il pilota della Honda si ritene abbastanza soddisfatto dell’assetto raggiunto in vista delle qualifiche di oggi che disegneranno la griglia di partenza di Silverstone per la MotoGP. «Il primo giorno è andato bene, soprattutto nel pomeriggio. Al mattino siamo usciti con le media all’anteriore e abbiamo capito subito che non è stata la scelta migliore, perché la pista era troppo fredda. Silverstone è molto imprevedibile, ci sono tante variabili e bisogna farsi trovare pronti», ha dichiarato Marquez, che è caduto quando stava andando molto piano. Il pilota della Honda ha cambiato il passo nella seconda sessione: «E’ stato utile lavorare con le gomme dure, sembrano la scelta migliore in vista della gara, ma dobbiamo continuare a lavorare sul setup e capire meglio le gomme morbide», ha aggiunto il pilota moticiclistico spagnolo, che sente di avere un buon passo. «L’importante è che mi sento bene, sono soddisfatto», ha concluso Marquez. 

Il nono tempo nelle prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna non ha tolto il buon umore a Dani Pedrosa, pronto a dar battaglia nelle qualifiche di oggi per ottenere un buon piazzamento sulla griglia di partenza della MotoGP. Il pilota della Honda sente di aver trovato un buon feeling sulla pista di Silverstone: «Oggi siamo stati abbastanza fortunati, perché abbiamo potuto correre per due sessioni intere sulla pista asciutta prima che cominciasse a piovere. Era quello che ci voleva, visto che si tratta di un circuito complesso», ha dichiarato Pedrosa, che ha svelato di aver avuto riscontri positivi: «Abbiamo provato sia le gomme dure che le medie e questo è stato positivo. Abbiamo trovato un buon feeling sull’asciutto, ma continueremo a lavorare per migliorare il nostro setup». L’obiettivo di Pedrosa è di ritrovare una certa fiducia, oltre che un po’ di velocità. Il tempo è imprevedibile a Silverstone e ciò rende questo circuito ancor più complesso: «E’ difficile impostare bene la moto e scegliere le gomme, ma le cose migliorano pian piano», ha concluso Pedrosa.

Resta positivo Valentino Rossi dopo le prove libere di ieri in vista del Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP: il pilota della Yamaha è fiducioso circa la possibilità di conquistare un buon piazzamento sulla griglia di partenza. «Le condizioni sono difficili, ma siamo stati fortunati, perché abbiamo potuto fare entrambe le sessioni di prove sull’asciutto e quindi utilizzare le gomme slick», ha dichiarato il pilota marchigiano, che si è piazzato al sesto posto dopo le prove libere, dietro a Jorge Lorenzo e Marc Marquez. C’è molto lavoro da fare nella Yamaha secondo Valentino Rossi: «Dobbiamo capire il nuovo telaio e il forcellone. Alcune cose mi piacciono di più, altre meno, ma dobbiamo trovare il giusto equilibrio, l’assetto migliore». Il tempo nelle prove libere non è stato negativo per il pilota della Yamaha: «Non era così male, ero lì, quindi speriamo in condizioni migliori in viste delle qualifiche». 

Lavori in corso in casa Yamaha in vista del Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP: Jorge Lorenzo è alla ricerca di un buon piazzamento sulla griglia di partenza, ma le prove libere di ieri hanno evidenziato la necessità di trovare il giusto assetto. «La moto si comporta diversamente rispetto agli altri anni, perché ora abbiamo le gomme Michelin e una nuova elettronica», ha dichiarato il il pilota motociclistico spagnolo. Poi ha parlato di Silverstone: «E’ una pista particolare, sembra che sia difficile migliorare il record di questo circuito», ha aggiunto Jorge Lorenzo, secondo cui senza la pioggia la Yamaha potrebbe fare un passo in avanti e farsi trovare pronta per la gara di domenica: «Stiamo provando qualcosa di particolare per migliorare la moto, forse possiamo migliorare in vista del Gran Premio», ha concluso il pilota, che si è piazzato al quarto posto dopo le prove libere di ieri.

La MotoGp è ancora in diretta: oggi, sabato 3 settembre, grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna 2016 sul circuito di Silverstone, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del dodicesimo appuntamento con il Motomondiale 2016. Innanzitutto ricordiamo gli orari di questo sabato naturalmente imperniato sulle qualifiche del classico appuntamento britannico, anche se non sempre ospitato da Silverstone; sono chiaramente in parte condizionati dall’ora di fuso orario che separa la Gran Bretagna dall’Italia e che causerà un piccolo cambiamento nelle abitudini degli appassionati. Si parte alle ore 10.55 (le 9.55 di Silverstone) con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 14.30 (le 13.30 locali) i 30 minuti della , poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 15.10 italiane via alla che mette due posti in palio per la successiva sessione, infine alle ore 15.35 ecco la decisiva che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format che è stato confermato dalle scorse stagioni. 

In attesa di vivere questa grande giornata, facciamo una breve storia del motociclismo in Gran Bretagna. Una storia lunga e affascinante, dal momento che parliamo di una nazione da sempre centrale per questo sport, anche se ormai da molto tempo i risultati non sono più all’altezza della tradizione – abbiamo ricordato ieri che il successo di Cal Crutchlow a Brno ha spezzato un digiuno di 35 anni nei quali i piloti britannici non hanno vinto nemmeno un Gran Premio in 500/MotoGp. A lungo però non si disputò un Gp di Gran Bretagna nel senso classico del termine: questo perché la gara britannica valida per il Mondiale era il Tourist Trophy dell’Isola di Man, la corsa probabilmente più affascinante ma anche più pericolosa al mondo, che nel 1949 fu anche la gara inaugurale della prima edizione del Motomondiale. Fino al 1976 il TT ebbe valore come gara iridata, poi fu esclusa dal calendario del Mondiale perché troppo pericolosa – anche se continua ad essere disputata ancora oggi – e quindi ecco che nel 1977 si disputò il primo Gran Premio “normale” in terra inglese.

Si corse a Silverstone che fu la sede della gara esattamente per un decennio, cioè fino al 1986; nel 1987 il passaggio a Donington che ha ospitato la corsa ininterrottamente per 23 edizioni consecutive fino al 2009 ed era diventato quindi il luogo simbolo del motociclismo in Inghilterra, mentre dal 2010 si è tornati di nuovo a Silverstone che dunque fa doppietta con l’immancabile e tradizionale appuntamento di Formula 1. A Donington spiccavano i sette successi di Valentino Rossi, dei quali cinque in 500/MotoGp, a Silverstone invece ha vinto tre volte su sei Jorge Lorenzo. Dunque è il campione del mondo in carica il miglior pilota sulla pista che sorge dove nella Seconda Guerra Mondiale c’era un importante aeroporto della Raf, l’Aeronautica militare britannica che era in guerra con la Germania di Hitler. Lorenzo si è imposto nel 2010, 2012 e 2013, mentre nel 2011 vinse Casey Stoner, nel 2014 ecco il successo di Marc Marquez e l’anno scorso si impose Valentino Rossi in una gara condizionata dalla pioggia e che vide una tripletta italiana con Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso alle spalle del Dottore.

Ecco le parole di Andrea Iannone ai media dopo le faticose prove libere della motogp. Il pilota è molto concentrato in vista delle qualifiche, con l’obiettivo di ottenere un buon piazzamento in griglia di partenza: “Nelle FP2 abbiamo provato a cambiare qualcosa rispetto al setup di questa mattina, ma alla fine siamo tornati indietro con le regolazioni perché le modifiche non mi sono piaciute molto”. Un parere sulla pista: “Qui è molto importante far funzionare bene il posteriore della moto e quindi ci stiamo concentrando su questo aspetto”. Per quanto riguarda le condizioni climatiche, Iannone spera che non piova nel fine settimana: “Spero di no, perché abbiamo ancora del lavoro da fare insieme alla mia squadra e al mio ingegnere di pista, che mi sta anche aiutando a trovare le linee migliori su questo tracciato”.

Spazio anche alle dichiarazioni di Andrea Dovizioso, pilota della Ducati Team, concessosi ai giornalisti nel post prove libere della motogp, che purtroppo non fanno sperare in un piazzamento di troppo rilievo sulla griglia di partenza per questo GP: “Durante la mattina avevamo lo stesso setup su entrambe le moto, e nel pomeriggio abbiamo invece provato due assetti differenti, per cercare di migliorare alcuni aspetti” ha spiegato. Intento fallito, con alcuni problemi che hanno impedito i progressi sperati: “Non siamo riusciti nel nostro intento e anche il mio feeling non è migliorato, e per questa ragione non sono riuscito a girare forte con la gomma nuova a fine turno. Tutto sommato abbiamo un buon passo con le gomme usate, ma è chiaro che dovremo ancora migliorare per cui speriamo di trovare la pista asciutta”.

Ma adesso è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista (naturalmente con il cronometro), quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio di Gran Bretagna 2016 della MotoGp sul circuito di Silverstone sta per cominciare…

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 320.8 2’00.944  
2 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 319.2 2’00.947 0.003 / 0.003
3 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 323.9 2’01.060 0.116 / 0.113
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 318.0 2’01.241 0.297 / 0.181
5 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 318.0 2’01.506 0.562 / 0.265
6 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 317.4 2’01.562 0.618 / 0.056
7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 324.9 2’01.659 0.715 / 0.097
8 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 318.3 2’01.774 0.830 / 0.115
9 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 318.9 2’01.841 0.897 / 0.067
10 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 318.4 2’02.053 1.109 / 0.212
11 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 317.0 2’02.163 1.219 / 0.110
12 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 314.5 2’02.200 1.256 / 0.037
13 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 317.2 2’02.855 1.911 / 0.655
14 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 315.6 2’02.944 2.000 / 0.089
15 43 Jack MILLER AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 317.4 2’03.008 2.064 / 0.064
16 22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 312.8 2’03.081 2.137 / 0.073
17 76 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati 315.1 2’03.239 2.295 / 0.158
18 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 312.6 2’03.624 2.680 / 0.385
19 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 316.3 2’03.803 2.859 / 0.179
20 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 318.3 2’04.098 3.154 / 0.295
21 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 313.5 2’04.186 3.242 / 0.088

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 298.8 2’19.265  
2 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 295.2 2’20.263 0.998 / 0.998
3 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 302.2 2’20.514 1.249 / 0.251
4 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 281.7 2’20.742 1.477 / 0.228
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 292.4 2’20.779 1.514 / 0.037
6 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 302.5 2’20.821 1.556 / 0.042
7 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 292.2 2’21.074 1.809 / 0.253
8 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 299.3 2’21.446 2.181 / 0.372
9 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 295.4 2’21.687 2.422 / 0.241
10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 284.2 2’22.420 3.155 / 0.733
11 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 287.1 2’25.285 6.020 / 2.865
  43 Jack MILLER AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda    
Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 50 Eugene LAVERTY* IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 300.6 2’18.193  
2 43 Jack MILLER* AUS Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 298.9 2’18.531 0.338 / 0.338
3 76 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati 289.6 2’18.552 0.359 / 0.021
4 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 299.4 2’18.657 0.464 / 0.105
5 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 298.6 2’18.871 0.678 / 0.214
6 22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 298.8 2’18.900 0.707 / 0.029
7 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 292.3 2’19.115 0.922 / 0.215
8 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 297.1 2’19.125 0.932 / 0.010
9 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 283.7 2’20.299 2.106 / 1.174
10 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 295.3 2’21.255 3.062 / 0.956
11 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 285.1 2’21.774 3.581 / 0.519

 

* Qualificati al Q2, gli altri si classificano dal 13° posto in giù

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori