Incidente Iannone/ Video, pilota Ducati salta Misano? Andrea non si arrende: “Proverò a tornare in sella” (MotoGp GP San Marino 9 settembre 2016)

- La Redazione

Video incidente Iannone, caduta a Misano per il pilota della Ducati nel corso della prima sessione di prove libere del Gran Premio di San Marino. Si teme un’infrazione alla vertebra T2

Iannone_2016_Ducati
Iannone (Lapresse)

Non intende arrendersi Andrea Iannone, che ha riportato una frattura della terza vertebra dorsale dopo una caduta a Misano nelle prime prove libere per il Gran Premio di San Marino 2016 di MotoGP. Il pilota della Ducati, in attesa della decisione del medico del circuito, che si esprimerà sull’idoneità per gareggiare, ha pubblicato un posto su Instagram per rassicurare i suoi fan: “Penso che alla fine ho ancora una possibilità e cercherò di giocarmela al meglio,sarà dura ma domani io proverò a tornare in sella con tutta la mia forza,non vi prometto di farcela ma vi prometto di provarci fino alla fine,è l’ultima gara in Italia con una grande casa italiana,ci tenevo a essere in forma ma come dico io… Proviamoci!”, ha scritto Andrea Iannone, che poi ha colto l’occasione nel post per ringraziare i suoi fan per il sostegno e il supporto, oltre che le persone più vicine che lo sostengono. “Grazie di cuore!”, ha concluso Iannone. 

La presenza di Andrea Iannone a Misano per il Gran Premio di San Marino di MotoGP è a forte rischio, a causa dell’edema attorno alla terza vertebra toracica. Colpa della caduta nel primo turno di prove libere: una scivolata banale ma con conseguenze serie per il pilota della Ducati, che ha accusato subito un dolore alla schiena. La radiografia e la risonanza magnetica a cui è stato sottoposto ha evidenziato la frattura della terza vertebra dorsale per Iannone, che non è idoneo a correre. Ma c’è ancora la speranza che possa correre: “Verranno effettuate nuove visite. La lesione non è preoccupante, perché la vertebra interessata non è vicina al midollo”, ha dichiarato Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, che ha chiesto un’ulteriore opinione a medici specialisti. L’ultima decisione spetta al medico del circuito: la risposta definitiva arriverà in nottata. Iannone corre o non corre? Lo scopriremo tra qualche ora. 

Non ci voleva per Andrea Iannone un incidente così durante la del Gran Premio di San Marino. Il ragazzo ha riportato un’infrazione delle vertebre T2-T3 ed è così stato portato all’ospedale dopo attimi di grande paura. Il ragazzo però ha già dimostrato in passato di essere molto forte e di saper stupire anche i medici con tempi di recupero eccezionali. Il rischio del suo lavoro lo porta a infortuni come questo, ma sicuramente la determinazione e la testa di un ragazzo che è un vero professionista possono fare assolutamente la differenza. Il pubblico però non lo lascia da solo e su Twitter i tifosi in coro gli urlano di rimettersi presto. Leggiamo alcuni dei commenti: “Forza Andrea, rimettiti presto”, “Andrea ti aspettiamo, non correre il Gran Premio è sfiga nera ma spero almeno di rivederti ad Aragon. Forzaaaaa”, “Dai Andrea non mollare, siamo tutti con te”, “Andrea tornerai più forte di prima”, “Andrea ora prenditi questi giorni di riposo e torna carico, ci serve la tua grinta“, clicca qui per tutti i tweet.

Poco fa è uscito dall’Ospedale di Cesena il pilota della Motogp Andrea Iannone: caduto malamente durante la FP1 del Gran Premio di San Marino (uno degli appuntamenti più attesi del mondiale della Motogp che si ferma oggi a Misano) il ducatista era stato trasportato in ospedale in seguito al sospetto di una infrazione delle vertebre T2-T3. La TAC successiva ha poi evidenziato una lesione della vertebra T3 senza però alcuna conseguenza neurologica fortunatamente. Secondo le ultime notizie provenienti da Misano Iannone sarà costretto a saltare sicuramente il Gran Premio di San Marino, al ducatista particolarmente caro essendo il circuito di casa: sembra infatti che dovrà osservare un periodo di riposo compreso tra i 15 e i 20 giorni.In questo modo è messa fortemente in dubbio la presenza dello stesso Iannone al prossimo appuntamento della Motogp, ovvero il prossimo Gp di Aragona in programma il 25 settembre. Al momento sembra non confermata dunque la necessità di un intervento chirurgico per aiutare la remissione dello stesso ducatista. Sebbene la caduta sia stata molto brutta le condizioni di Iannone sembrano abbastanza buone. 

-La caduta subita dal pilota della Motogp Andrea Iannone nel corso della del Gran Premio di San Marino che ormai storicamente si corre sul circuito di Misano ha destato profonda preoccupazione in tutti gli appassionati del motori. Le ultime notizie riguardanti lo stato di salute di Iannone al momento ricoverato all’Ospedale di Cesena dove sta effettuando i necessari accertamenti clinici per stabilire le conseguenze della brutta caduta subita, provengono dagli inviati Sky al circuito di Misano e sono sostanzialmente rassicuranti. La TAC ha infatti evidenziato una lesione alla vertebra toracica che però non desterebbe al momento particolare preoccupazione. Non sono stati infatti registrati danni di tipo neurologico e per il momento non è stata confermata la necessità di un intervento chirurgico. Andra Iannone però sarà costretto a saltare il Gran Premio di San Marino sulla pista di casa a Misano e rimane comunque in dubbio la sua partecipazione al prossimo appuntamento del calendario della Motogp di Aragona. Sono comunque attesi nelle prossime ore ulteriori aggiornamenti sullo stato di salute del ducatista che fortunatamente al momento non presenta elementi di particolare apprensione.

Sono in corso gli accertamenti medici peer Andrea Iannone, il ducatista caduto nel corso della del Gp di San Marino, classico e attesissimo appuntamento della Motogp che come da tradizione si corre sullo storico circuito di Misano. La caduta subita da Iannone sembra aver causato delle infrazioni alle vertebre T2 e T3 le cui conseguenze per il momento non sono ancora state rese note. Le ultime notizie su questo terribile incidente fornite dalla redazione sportive di Sky riportano il proseguimento degli esami clinici per Andrea Iannone in corso all’Ospedale di Cesena. Due al momento gli scenari prospettati: il migliore prevedere per il ducatista della Motogp soltanto un po’ di riposo e non esclude la partecipazione dello stesso Iannone al Gp di San Marino. la peggiore al momento prevede fortunamanente solo l’esclusione di Iannone da qualche appuntamento del calendario della Motogp e probabilmente un’operazione chirurgica per riparare l’infrazione, che al momento non risulta comunque grave. Sono comunque attesi ulteriori aggiornamenti sulle condizioni di  salute di Andrea Iannone, il quale comunque non dovrebbe presentarsi alla prossima sessione della FP2 in programma per le ore 14 sul circuito di Misano.

Brutta caduta per Andrea Iannone nel corso della FP1 del Gran Premio di San Marino di MotoGp, sulla pista di Misano Adriatico: il pilota abruzzese della Ducati è scivolato nella prima sessione di prove libere. Sembrava un normale incidente, una scivolata senza conseguenze; tornato ai box però Iannone ha accusato un fastidio alla schiena che ha convinto i medici a trasportarlo in ospedale. Come riportato dalla redazione di Sky Sport, si sospetta un’infrazione alla vertebra cervicale T2; “Le radiografie hanno escluso fratture quindi si preferisce fare una risonanza” aveva dichiarato Carlo Pernat a Sky; la risonanza ha detto che c’è anche la possibilità che Iannone subisca un’operazione chirurgica, e che dunque sia costretto a saltare per intero il weekend del Gran Premio di San Marino. Una brutta tegola per il pilota e per la Ducati: Iannone poco fa aveva vinto la sua prima gara in MotoGp (in Austria) e in generale la sua Ducati sembrava essere in progresso; non per Pernat, che riguardo la dinamica dell’incidente odierno ha detto che “la moto non è ancora aposto e ballava parecchio; la caduta è stata provocata dal fatto di aver spizzicato il cordolo”. Ora staremo a vedere se ci saranno aggiornamenti, nel corso della giornata, sulle condizioni di salute di Andrea Iannone sperando ovviamente che tendano al positivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori