MotoGp / Video highlights e classifica piloti: Dovizioso racconta l’ultimo giro (Gp Giappone 2017 Motegi)

- Michela Colombo

Motogp: video highlights e la classifica del mondiale piloti dopo il Gran Premio del Giappone 2017. Sul circuito di Motegi ha trionfato sotto la pioggia Andrea Dovizioso. 

dovizioso marquez motogp
Diretta MotoGp: Dovizioso e Marquez - repertorio LaPresse

Torniamo a celebrare Andrea Dovizioso dopo la splendida vittoria ottenuta ieri a Motegi nel Gran Premio del Giappone di MotoGp, che gli ha consentito di avvicinare Marc Marquez, che adesso nella classifica del Mondiale Piloti lo precede di appena 11 punti a tre gare dal termine della stagione. Per la seconda volta, un corpo a corpo fra Dovizioso e Marquez all’ultimo giro (e fino all’ultima curva) viene vinto dal pilota italiano della Ducati. Una vera e propria metamorfosi per Dovizioso, che a lungo è stato considerato un pilota fin troppo gentile e dunque poco aggressivo. Tesi che però è difficile da sostenere dopo che per due volte il Dovi ha avuto la meglio su un talento assoluto come Marquez, già battuto a metà agosto in Austria. Lo stesso Dovizioso ha però detto che la vittoria di Motegi è stata ancora più bella, anche perché lo proietta in una posizione di classifica “impensabile ad inizio stagione”. Il centauro della Ducati si toglie un sassolino dalla scarpa sottolineando che “anche io so osare”. La sfida è lanciata: “E’ un grande campionato e vogliamo proseguire in questo modo”. L’ultimo giro è meglio farlo raccontare direttamente dal protagonista: “Quella della curva 11 era la mia frenata, mi sentivo forte ho visto uno spiraglio e mi è andata bene. Mi aspettavo la sua replica all’ultima curva, sapevo cosa sarebbe successo, la mia mente viaggia velocissima ed ero preparato, ho chiuso la porta e ho fatto in modo che andasse largo”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CLICCA QUI PER IL VIDEO HIGHLIGHTS DEL GP DEL GIAPPONE 2017 (da video sky)

PETRUCCI ANCORA SUL PODIO

Il Gran Premio del Giappone di MotoGp ha visto grande protagonista anche Danilo Petrucci, che a Motegi ha conquistato il terzo posto alle spalle di Andrea Dovizioso e Marc Marquez, i due grandi rivali nella classifica del Mondiale Piloti, ora separati da appena 11 punti grazie alla vittoria del Dovi davanti allo spagnolo. Adesso però è giunto il momento di celebrare il quarto podio stagionale di Petrucci, un numero decisamente importante per chi in carriera vanta in tutto cinque piazzamenti fra i primi tre di una gara del Motomondiale. Dunque l’80% dei podi di Petrucci sono arrivati proprio quest’anno: il terzo posto al Mugello, il secondo posto di Assen, un altro secondo posto a Misano e adesso il terzo posto di Motegi, al termine di un Gran Premio nel quale per qualche giro Petrucci ha sognato anche più in grande, dal momento che era in testa e sembrava andare più forte anche di Dovizioso e Marquez. Alla distanza Danilo è un po’ calato, forse anche a causa della scelta di una gomma extra soft al posteriore, ma adesso la classifica dice che è dietro di soli cinque punti rispetto a Jorge Lorenzo. Chi l’avrebbe detto ad inizio stagione? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA CRISI YAMAHA

Motegi ci ha regalato uno splendido Andrea Dovizioso, vincitore del Gran Premio del Giappone nella classe MotoGp e adesso staccato di soli 11 punti nella classifica del Mondiale Piloti dal leader Marc Marquez, ma ha pure evidenziato una crisi sempre più evidente della Yamaha, resa ancora più imbarazzante per il team ufficiale dal fatto che sia sabato sia domenica il miglior pilota Yamaha sia stato Johann Zarco. Solo delusioni invece per Valentino Rossi e Maverick Vinales: il Dottore si è steso dopo pochi giri quando era piuttosto dietro (ed era già caduto nelle prove), forse ancora peggio lo spagnolo che ha raccolto qualche punto grazie al nono posto, ma al termine di un weekend ancora più anonimo di quello di Rossi. Di fatto possiamo dichiarare concluse le ambizioni di titolo iridato per Vinales, ma a questo punto non è il problema principale. Urge soprattutto ritrovare la competitività, perché senza dubbio Honda e Ducati stanno molto meglio della Yamaha oggi… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DI DOVIZIOSO

In primo piano i numeri di Andrea Dovizioso, che ci ha regalato una splendida vittora a Motegi nel Gran Premio del Giappone della MotoGp, portandosi a soli 11 punti da Marc Marquez nella classifica del Mondiale Piloti, adesso più aperta che mai. Basterebbe dire che Dovizioso quest’anno ha vinto cinque Gran Premi quando fino all’anno scorso ne aveva conquistati appena due nella classe regina – e il secondo fu l’anno scorso a Sepang, penultima gara del 2016, dunque quasi un annuncio della metamorfosi di quest’anno. Solo Agostini, Lucchinelli, Uncini e Rossi tra gli italiani erano stati capaci di conquistare almeno cinque Gp in un solo anno nella 500/MotoGp. Quanto invece alle vittorie in sella a una Ducati, Dovizioso adesso è solo una lunghezza dietro Capirossi (6-7), mentre resta lontanissimo Stoner a quota 23. Infine, solo nel 2004 in 125 Dovizioso era riuscito a vincere cinque volte in una stagione: alla fine vinse il Mondiale… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA CRONACA DEL GP GIAPPONE MOTOGP

Andrea Dovizioso ha vinto il Gran Premio del Giappone 2017 sotto un vero e proprio diluvio che ha colpito il circuito di Motegi: un successo clamoroso per il ducatista e che riapre il mondiale di MotoGP. Il pilota forlivese è stato autore di una vera e propria prodezza riuscendo a risalire dal nono posto sulla griglia di partenza che pareva condannare l’alfiere italiano a una gara mediocre, e fulminando nel finale Marc Marquez, con il quale Dovizioso lotta per il titolo Motogp 2017 e ha lottato fino all’ultimo per la vittoria. Quello ottenuto al Gp del Giappone è il quinto successo stagionale per Andrea Dovizioso, arrivato primo alla bandiera a scacchi grazie ad una prodigiosa staccata alla curva numero 11 che ha costretto il rivale iberico a lasciargli spazio per la trionfale conclusione. Quello di Motegi quindi si è trattato di un successo arrivato per il ducatista con le stesse modalità di quello riportato nel Gran Premio d’Austria e che conferma il momento di grazia di Dovizioso, arrivato ormai al giusto grado di maturazione per raccogliere grandi trionfi.  A rendere ancora più completa la festa in casa Ducati c’è anche il terzo posto riportato da Danilo Petrucci, che ha potuto approfittare delle coperture morbide per dare vita ad un veemente assalto iniziale, pagando però dazio successivamente, quando comunque il podio era ormai assicurato. Una festa che è resa ancora più eclatante per il clan di Borgo Panigale dalla constatazione di essere riuscita a vincere sia con la moto ufficiale che con quella di fabbrica nel circuito di proprietà della Honda, assestando un colpo non da poco all’amor proprio dei rivali nipponici.

MALE LE YAMAHA

L’esito della gara  sulla pista di Motegi si è rivelato infausto per Maverick Vinales, che chiude al nono posto e scivola a quarantuno punti da Marquez nella classifica generale: non è andata meglio all’altro pilota della Yamaha Valentino Rossi, che dopo aver cercato di risalire la corrente nei primi giri, è uscito di pista quando era ottavo ad appena il sesto giro di pista. Per entrambi l’azzardo di utilizzare le gomme slick si è rivelato insostenibile e ora per la Yamaha non resta che assistere alla lotta tra Marquez e Dovizioso per il titolo iridato: un esito amaro per la scuderia, che probabilmente non ha saputo guardare con la necessaria lucidità agli eventi, condannandosi ad un ruolo marginale in questa parte finale di stagione.

LA GARA A MOTEGI

Per quanto riguarda lo svolgimento della gara, sulla pista di Motegi, che aveva visto in prima fila Zarco, Petrucci e Marquez, ricordiamo che al via il ducatista era riuscito subito ad andare la comando: a Dovizioso, partito nono sono bastati tre giri per piombare sul gruppo dei primi. Il quarto giro ha visto l’uscita di scena di Lorenzo, che si era appena visto chiudere la strada da Zarco mentre nei giri successivi la lotta per il comando si è progressivamente ristretta a Marquez, Petrucci e Dovizioso, coi primi due della classifica generale che hanno poi passato il pilota ternano al tredicesimo giro, inaugurando un duello appassionante. La sfida ravvicinata tra Marquez e Dovizioso si è poi risolta proprio nel finale dal forlivese che con un misto di audacia e freddezza, non ha lasciato scampo al rivale, come già era successo sul circuito dello Spielberg. Ora mancano solo tre appuntamenti al termine di una stagione tiratissima e il circus della Motogp si sposta in Australia, a Phillip Island, per un nuovo entusiasmante atto che potrebbe risultare decisivo nella corsa al titolo mondiale. Per i piloti e le scuderie non ci sarà quindi neanche il tempo di tirare il fiato, mentre i fans già pregustano un finale di stagione al cardiopalma.

CLICCA QUI PER IL VIDEO HIGHLIGHTS DEL GP DEL GIAPPONE 2017 (da video sky)

CLASSIFICA PILOTI MOTOGP

1. Marc Marquez (Honda) 244

2. Andrea Dovizioso (Ducati) 233

3. Maverick Vinales (Yamaha) 203

4. Daniel Pedrosa (Honda) 170

5. Valentino Rossi (Yamaha) 168

6. Yohann Zarco (Yamaha) 125

7. Jorge Lorenzo (Ducati) 116

8. Danilo Petrucci (Ducati) 111

9. Cal Crutchlow (Honda) 92

10. Jonas Folger (Yamaha) 84

11. Alvaro Bautista (Ducati) 70

12. Aleix Espargaro (Aprilia) 62

13. Jack Miller (Honda) 56

14. Scott Redding (Ducati) 56

15. Andrea Iannone (Suzuki) 50

16- Loris Baz (Ducati) 45

17. Pol Espargaro (KTM) 42

18. Alex Rins (Suzuki) 38

19. Tito Rabat (Honda) 29

20. Karel Abraham (Ducati) 28

21. Hector Barbera (Ducati) 25

22. Michele Pirro (Ducati) 18

23. Bradley Smith (KTM) 14

24. Mika Kallio (KTM)11

25. Sam Lowes (Aprilia) 5

26. Katsuyuki Nakasuga (Yamaha) 4

27. Sylvain Guintoli (Suzuki) 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori