Diretta Motogp/ Streaming video Sky e Tv8, gara live: vince Marquez. Ducati in crisi al Gp d’Australia 2017

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Australia 2017 Phillip Island: cronaca e tempi, podio, vincitore e ordine d’arrivo della corsa (oggi domenica 22 ottobre)

dovizioso MotoGp
Diretta MotoGp: Dovizioso vinse nel 2017 (Foto LaPresse)

In attesa che sulla tv del digitale terrestre riproponga per tutti la diretta della gara della Motogp di Phillip Island andiamo ora ad analizzare la prova della Ducati come di Andrea Dovizioso. Il pilota della casa di Borgo Panigale non è stato decisamente fortunato in questo Gp d’Australia dove ha raccolto appena la 13^ piazza e soprattutto ha lasciato fuggire in graduatoria il rivale per il titolo Marc Marquez, che invece ha firmato un fine settimana davvero importante, con tanti segnali incoraggianti anche dalla sua Honda per il finale di stagione della Motogp. Sotto accusa, secondo le ultime dichiarazioni dello stesso Dovizioso, la scelta delle gomme ed alcuni limiti che la Desmo ha dimostrato sul circuito di Phillip Island: “Abbiamo optato per la media solo all’ultimo, perché in prova il consumo della morbida era oltre il limite, purtroppo con quest’ultima non sono riuscito a fare molti giri e quindi ho deciso di andare con la media. Forse con la soft potevo essere più veloce, ma sul podio sono arrivate gomme diverse, quindi non darei colpa alla gomma. E’ più un discorso di caratteristiche della nostra moto, abbiamo troppi problemi in percorrenza”. (agg Michela Colombo)

MotoGp, rivivi la gara in diretta live

MARQUEZ: CHE BATTAGLIA!

Marc Marquez chiude un ottimo weekend sulla pista di Phillip Island andando a vincere anche il Gp d’Australia 2017 (sesta vittoria stagionale nella Motogp) e conquistando soprattutto punti preziosissimi per la lotta al titolo mondiale. E’ stato quasi un fine settimana perfetto per lo spagnolo della Honda, campione del mondo in carica, come lui stesso ha dichiarato nelle classiche interviste post podio: ”Sapevo che sarebbe stata una giornata importante. Dovizioso ha avuto qualche problema, io mi sentivo bene già nelle prime Libere. Ho aspettato per quasi tutta la gara, poi negli ultimi giri ho aperto il gas e il duello è stato davvero divertente. Ho alcuni graffi proprio come Valentino, ci siamo toccati…E’ stata una bellissima battaglia”. Nonostante il momento di crisi della Ducati,  la gara di Marquez non è stata facile, ma senza dubbio emozionante: ottimi segnali dunque per gli appassionati che si augurano un finale della stagione 2017 della Motogp ancor più pirotecnica. (agg Michela Colombo) 

LA PROVA DI ZARCO

Se la vittoria del Gp d’Australia 2017 è andata a un incredibile Marc Marquez, nettamente superiore in questo weekend di Phillip Island, non dobbiamo dimenticare la bella impresa fatta anche dalle Yamaha, ufficiali come di fabbrica. Detto del secondo e terzo posto degli alfieri ufficiali del team del diapason Valentino Rossi e Maverick Vinales, non dimentichiamo anche la bella gara fatta dal pilota della Yamaha Tech 3 Johann Zarco, che ha preso la bandiera a scacchi alla quarta posizione. Un ottimo risultato soprattutto se si considera che Zarco ha esordito nel Mondiale della Motogp solo quest’anno dopo tanti successi nelle classi inferiori. A ciò si aggiunge il fatto che quanto fatto a Phillips Island non è certo un caso isolato: su 16 Gran Premi disputati il francese ha raccolto un solo ritiro (in Qatar), un podio a Le Mans, e ben sette piazzamenti entro la Top five chiudendo di fatto solo tre prove del Mondiale di Motogp  fuori dalla lista dei primi dieci piloti classificati al traguardo. Davvero un ottimo ruolini di marcia per Zarco che anche al Gp d’Australia ha di nuovo avuto l’occasione di mostrare tutto il suo valore. (Agg Michela Colombo)

CHE OVAZIONE PER ROSSI!

Con la vittoria del Gran Premio d’Australia Marc Marquez mette una seria ipoteca sul titolo, visto che Andrea Dovizioso non è riuscito a fare meglio del tredicesimo posto. Una gara di attesa quella del pilota della Honda, che ha dato tutto alla fine per vincere a Philipp Island. Aveva dimostrato di avere buon feeling con la sua moto in Australia e oggi ha confermato le aspettative. Questa è la terza vittoria consecutiva della Honda in MotoGp a Philipp Island dopo quelle di Carl Crutchlow l’anno scorso e Marquez nel 2015. Per il Cabroncito è il terzo successo in Australia dopo quelle del 2010 in 125 e del 2015 in MotoGp (il numero 61 tra tutte le classi, la 35esima in MotoGP). La giornata, però, è positiva anche per la Yamaha, che ha portato sul podio Valentino Rossi e Maverick Vinales. E proprio il Dottore ha incassato l’ovazione degli australiani, che hanno quasi ignorato Marc Marquez sul podio. Tutta la gioia dei tifosi di Philipp Island è per il Dottore, che non finisce mai di sorprende. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ VINCE! ROSSI SECONDO

Marc Marquez ha vinto il Gran Premio d’Australia 2017, mettendo un bel sigillo sul Motomondiale. Non ha dovuto nemmeno faticare molto il pilota della Honda, che ha controllato nella prima fase della gara ed è poi andato all’attacco del primo posto nella seconda. La vera sorpresa di questa giornata a Philippe Island è Valentino Rossi, che ha concluso la gara al secondo posto. Per qualche tratto sembrava in grado anche di vincerla, ma poi è emersa tutta la fame di Marquez. Il Dottore, però, ha regalato il solito spettacolo in pista con tanti bei duelli. Alla fine ha avuto la meglio su Maverick Vinales, il quale si è preso il terzo posto proprio sul rettilineo finale, ai danni di Johann Zarco, autore di un’altra bella gara. Positiva anche la prestazione di Andrea Iannone, che ha chiuso al sesto posto, dietro Carl Crutchlow, ed è stato sempre nel gruppone di testa. L’amarezza è tutta per Andrea Dovizioso, protagonista di un paio di sbavature in pista che gli hanno complicato la rimonta. Il pilota della Ducati ha chiuso al tredicesimo posto. (agg. di Silvana Palazzo)

ZARCO E MILLER SORPRENDONO I BIG

Sta già regalando molte sorprese la gara del Gran Premio d’Australia 2017: la prima notizia riguarda le difficoltà di Marc Marquez, che ha trovato in Valentino Rossi, Maverick Vinales e Johann Zarco tre validi avversari. Al via però è partito più veloce di tutti Jack Miller, che ha guidato davanti a tutti nella fase iniziale della gara. Poi sono cominciati i problemi ed è venuto fuori Valentino Rossi, che ha superato tutti per diventare leader della gara. Una sbavatura in curva ha vanificato poi il lavoro iniziale del Dottore, che è sceso al quarto posto. La sensazione, però, è che Rossi possa giocarsela fino alla fine. Per il momento invece Marquez, consapevole delle difficoltà di Andrea Dovizioso, che è dodicesimo, non sembra voler rischiare nulla in questa fase, quindi segue con attenzione Johann Zarco con la consapevolezza di poterlo attaccare in qualsiasi momento. Buon avvio di Andrea Iannone, che è salito al sesto posto con la sua Suzuki, mettendosi davanti a Carl Crutchlow. Rins, Smith e P. Espargaro chiudono la top ten. La gara di Philipp Island è già finita invece per A. Espargaro, autore di una scivolata in curva. (agg. di Silvana Palazzo)

COMINCIA LA GARA!

Comincia una gara dai molteplici significati a Philipp Island: Marc Marquez può chiedere il Motomondiale con il Gran Premio d’Australia, Andrea Dovizioso deve fare un altro miracolo. Il pilota della Ducati è distante dal rivale, che partirà dal primo posto sulla griglia di partenza, e neppure il compagno di scuderia Jorge Lorenzo può aiutarlo, visto che partirà sedicesimo. Il timore che questo terzultimo weekend della stagione sarebbe stato sofferto per Dovizioso ha trovato finora conferma. E poi la velocità di Marc Marquez è stata quasi imbarazzante. Gomme morbide o medie? Non importa al pilota spagnolo, in grado di dettare sempre il passo. Visto che alla Ducati serve l’impresa, può davvero far suo il Mondiale. A meno che Dovizioso non si renda protagonista di un’altra incredibile rimonta… L’unica incognita che può rendere l’esito della gara di Philipp Island meno scontato è il tempo. La pioggia non spaventa Marquez, ma richiede un’attenzione maggiore in pista. Un calo di concentrazione nel corso della gara potrebbe costare caro… (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ PRIMO ANCHE NEL WARM UP

Marc Marquez ha dettato il passo nel warm up del Gran Premio d’Australia di MotoGp: il pilota della Honda ha fatto registrare il miglior tempo oggi a Philipp Island. E ha trovato un avversario inaspettato: Maverick Vinales, che sembra aver trovato finalmente la quadra sulla sua Yamaha. Ha chiuso al secondo posto, a poco più di due decimi dal leader del Motomondiale. Con un distacco simile ha preceduto Dani Pedrosa, che ha risalito la classifica dopo un inizio turno complicato. A completare la festa Honda è Jack Miller con il quarto tempo: nonostante una gamba fratturata e operata tre settimane fa, sta dando spettacolo sul circuito di casa. Convincente già sull’asciutto e ora sul bagnato Pol Espargaro, quinto con la sua KTM davanti ad Andrea Dovizioso. Il ritardo del pilota della Ducati da Marc Marquez è di un secondo. Danilo Petrucci e Sam Lowes hanno chiuso la sessione al settimo e ottavo posto. La top ten si completa con i tempi di Hector Barbera e Valentino Rossi. Quest’ultimo non è sembrato al livello del compagno di scuderia. Problemi per Andrea Iannone, solo dodicesimo davanti a Carl Crutchlow, l’unico pilota ad essere caduto. Difficoltà anche per Jorge Lorenzo, protagonista ieri di un terribile incidente. (agg. di Silvana Palazzo)

MOTOGP, OGGI WARM UP E GARA

Oggi la MotoGp torna con il Gran Premio d’Australia 2017 in diretta dal circuito di Phillip Island, che costituisce il sedicesimo atto del Motomondiale 2017. Cresce dunque l’attesa, anche perché siamo nel cuore dell’ormai classico trittico di ottobre in Estremo Oriente che sarà fondamentale per capire come evolverà la lotta per il titolo iridato fra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, separati da appena 11 punti e pronti a darsi battaglia anche sul meraviglioso tracciato che sorge sull’omonima isola nello Stato federato di Victoria. Eccovi dunque gli orari della corsa, che saranno naturalmente condizionati da ben nove ore di fuso orario. Ricordiamo innanzitutto che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 2.40 della notte italiana e fino alle 3.00, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti in un momento decisivo della stagione.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA GARA

Tutte le sessioni e gare odierne dall’affascinante circuito australiano saranno trasmesse su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quarta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, bisogna invece tenere conto del fatto che le gare sul circuito di Phillip Island non saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8, dove ci saranno solamente le differite. Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini. Per quanto riguarda invece le classi minori Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore ci sarà Vera Spadini, mentre gli inviati ai box saranno Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti: questo dunque lo schieramento Sky per questo Gran Premio che è una delle tappe salienti della stagione del Motomondiale vista la grande tradizione dell’Australia nel motociclismo. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà questa volta solamente in differita su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) con le gare di tutte e tre le classi, con gli orari europei e dunque decisamente migliori di quelli reali, con il culmine alle ore 14.00 con la replica della MotoGp. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

IL PRONOSTICO

L’esito delle qualifiche naturalmente favorisce Marc Marquez nel confronto per il titolo mondiale con Andrea Dovizioso: lo spagnolo della Honda infatti scatterà dalla pole position, mentre il Dovi si dovrà accontentare di partire dall’undicesimo posto, di certo non l’ideale quando devi fronteggiare un avversario che parte davanti a tutti. Dunque Dovizioso dovrà fare una sola cosa: rimontare, prendendosi inevitabilmente qualche rischio e sperando dunque che il feeling con la sua Ducati e la pista sia quello di venerdì e non quello di ieri, quando la caduta in FP4 ha pesantemente condizionato il rendimento del forlivese nelle qualifiche. Marquez invece potrebbe tentare la fuga, anche se dovrà contrastare una Yamaha che appare in ripresa, avendo Maverick Vinales e Johann Zarco in prima fila di fianco a Marquez. Speriamo che possa essere protagonista Andrea Iannone, con una Suzuki in crescita, mentre resta qualche incognita circa le possibilità di Valentino Rossi.

LE LIBERE 3, ECCO COSA È SUCCESSO

La pioggia scombina i piani dei piloti nelle prove libere 3 del Gran Premio di Phillip Island in Australia. Nella classifica combinata non cambia nulla rispetto alle seconde prove libere corse ieri, che hanno visto a sorpresa l’Aprilia di Aleix Espargaro davanti a tutti. Secondo tempo per Marquez, davanti al rivale per il titolo di campione del mondo Andrea Dovizioso. Quarto Crutchlow, quinto Vinales e sesto Miller. In terza fila Iannone, Zarco e Pedrosa, decimo Pol Espargaro. Fuori dalla top ten Valentino Rossi (dodicesimo) e i due piloti Ducati Lorenzo (undicesimo) e Danilo Petrucci, che ha chiuso al 17 posto. Per loro niente accesso diretto alle Q2 di oggi, ma dovranno passare per la lotteria della Q1. Valentino Rossi alla vigilia di questa giornata sperava nel bel tempo ma non è stato accontentato. Nella terza sessione di libere corsa su pista umida, primo tempo per Marquez in 1.38.522, davanti di 4 decimi rispetto a Zarco. Terzo Pol Espargaro, che ha chiuso davanti ad Abraham e Petrucci. Più indietro Dovizioso, che ha pagato oltre un secondo da Marquez, chiudendo ottavo alle spalle di Crutchlow e Pedrosa. Posizione comunque ininfluente per la Q2, visto che nella classifica combinata il Dovi è terzo, appena dietro il campione del mondo in carica ed Aleix Espargaro. Barbera e l’idolo di casa Miller hanno chiuso rispettivamente in nona e decima posizione le PL3 del Gran Premio d’Australia.

LE QUALIFICHE, ECCO COSA È SUCCESSO

Pole position per Marc Marquez, che ferma il cronometro in 1.28.386. Il pilota spagnolo si conferma il più veloce sul circuito di Phillip Island, precedento di 333 millesimi il connazionale Maverick Vinales. Terza l’altra Yamaha di Zarco, a conferma di come la moto di Iwata abbia avuto una più che discreta reazione dopo il disastroso Gran Premio di Motegi della settimana passata. Apre la seconda fila Andrea Iannone, quarto con la sua Suzuki, a mezzo secondo di ritardo dalla prima posizione. Quinto un incredibile Jack Miller, che nella pista di casa compie un mezzo miracolo con la sua Honda. Sesto Pol Espargaro, che con la Ktm fa registrare un crono che gli permette di partire dalla seconda fila al via del Gran Premio di domani. Dopo essersi guadagnato l’accesso alla Q2 passando per la tagliola della Q1, Valentino Rossi chiude in settima posizione, a 8 decimi dal miglior tempo di Marquez e mezzo secondo rispetto al suo compagno di scuderia. Per il Dottore si profila una gara in salita ma con la sua esperienza potrà lottare anche per il podio. Completa la terza fila Aleix Espargaro su Aprilia, il più veloce al termine della giornata di ieri, e Bradley Smith. Decimo Cal Crutchlow. La delusione di giornata – lo avrete capito – è Andrea Dovizioso. Il pilota Ducati ha chiuso in undicesima posizione, lontano oltre un secondo rispetto alla pole position compiuta da Marquez. Un ritardo pesantissimo, che potrebbe compromettere la corsa al titolo iridato del rider forlivese. Dodicesimo infine Dani Pedrosa.

DATI E CARATTERISTICHE DEL CIRCUITO

I semafori poi si spegneranno alle ore 7.00 (le 16.00 locali), quando è in programma la partenza della gara della classe regina MotoGp, corsa che si svilupperà sulla distanza di 27 giri per un totale di 120,096 km, dal momento che ogni giro del tracciato australiano misura 4,448 chilometri (clicca qui per la griglia di partenza scaturita dalle qualifiche di ieri a Phillip Island per il Gran Premio d’Australia). Ricordando altri dati statistici relativi al circuito di Phillip Island, ecco ad esempio che il rettilineo più lungo è quello del traguardo, che misura 900 metri. Le curve sono in tutto 12: di queste, 7 sono verso sinistra e 5 verso destra. Saliscendi in riva al mare, il panorama è senza dubbio fra i migliori del Motomondiale e la pista non è da meno con i suoi curvoni veloci e anche due tornantini, per non farsi mancare nulla. Qui abbiamo quasi sempre assistito a gare spettacolari, che hanno esaltato il talento soprattutto di Valentino Rossi e Casey Stoner. Il Dottore qui ha vissuto tante gare memorabili, su tutte probabilmente l’epico duello con Sete Gibernau nel 2004 che gli consegnò il primo titolo in sella alla Yamaha. La pista è tra le più veloci dell’intera stagione, grazie anche all’assenza di brusche frenate: potremmo dunque definirla fluida, perché la continuità d’azione sarà notevole.

LE DOMANDE DELLA DOMENICA

Panorama e cornice di tifo sono eccellenti, inutile però dire che l’attesa sarà tutta per quello che succederà in pista: nelle ultime stagioni qui hanno vinto molti piloti diversi, per la precisione abbiamo un successo a testa per Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Marc Marquez e pure Cal Crutchlow da quando è finita la clamorosa striscia di sei vittorie consecutive da parte di Casey Stoner, dunque non si può individuare un pilota di spicco e nemmeno una Casa favorita, dal momento che la Ducati ha conquistato i primi quattro successi di Stoner, poi l’australiano ha regalato due successi alla Honda che inseguito si è imposta pure con Marquez e Crutchlow, mentre Lorenzo e Rossi hanno fatto festeggiare la Yamaha. Tutti si chiedono come evolverà la situazione del Mondiale: la Honda riuscirà a capitalizzare gli 11 punti che Marquez ha di vantaggio su Dovizioso? Oppure saranno il Dovi e la Ducati a sorprenderci ancora una volta, regalandoci una nuova pagina trionfale di un 2017 già memorabile? E la Yamaha saprà rialzare la testa? Dalla risposta a queste domande passerà il tentativo di rimonta di Dovizioso nella graduatoria iridata guidata da Marquez, una sfida nella quale potrebbero avere un ruolo importante anche i compagni di squadre e naturalmente pure il ‘terzo incomodo’ Yamaha. Per rispondere a tutti questi quesiti, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio d’Australia 2017 della MotoGp sul circuito di Phillip Island sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori