DIRETTA MOTOGP/ Prove libere: le ambizioni di Johann Zarco. Tempi (GP Malesia 2017 Sepang)

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp prove libere FP1 e FP2 live GP Malesia 2017 Sepang: cronaca e tempi delle prime due sessioni del weekend (oggi venerdì 27 ottobre 2017)

vinales_valentinorossi_yamaha_motogp_lapresse_2017
Valentino Rossi con Maverick Vinales - LaPresse

Il quarto posto ottenuto nella precedente prove del mondiale della Motogp a Phillips Island non ha affatto soddisfatto il rookie Johann Zarco, che punta al podio se non addirittura alla vittoria domenica al Gp della Malesia 2017 Le prime due sessioni di prove libere sulla pista di Sepang però hanno dato risposte alternate al francese della Yamaha tech 3. Il francese infatti è riuscito a strappare un ottimo terzo tempo nella Fp1, con il crono di 2.00.807 e a 13 centesimi di secondo da Dovizioso, il più veloce. Nella Fp2 invece Zarco si è dovuto accontentare appena della 11^ piazza con il tempo di 2.13.648 a più di 2 secondi dalla Ducati di SuperDovi, sempre davanti. Se nella seconda sessione di prove libere, per via delle avverse condizioni meteo, tutti i piloti presenti a Sepang hanno dovuto per forza di casa alzare il pedale, il risultato comunque non ha completamente sodisfatto il pilota, che quindi cercherà il riscatto già a partire della giornata di domani. 

CLICCA QUI PER I TEMPI DELLA FP1 E FP2

L’ESORDIO DI VAN DER MARK

La prime due sessioni di prove libere del Gp della Malesia 2017 ha visto tra i suoi protagonisti anche l’olandese MichaelVan der Mark, a suo esordio nella Motogp,  in pista a Sepang per sostituire l’infortunato Jonas Folger. Protagonista del campionato di Superbike, il suo primo approccio con la classe regina non è stato coronato da tempi importanti, complice sia la complessità della pista come le condizioni meteo molto incerte e la pioggia che ha accompagnato la Fp1 che la Fp2. Per il giovane olandese a bilancio infatti si segnala la 19^ piazza con il tempo di 12.03.473 nella prima prova libera e il 19^ piazzamento a 2.14.938 nella seconda sessione. Le sensazioni su questa nuova avventura di Van der Mark rimangono comunque positive: staremo a vedere che traguardi potrà raggiungere il pilota. 

DUCATI INSUPERABILI

Il weekend della Motogp a Sepang potrebbe davvero tingersi di rosso Ducati: i risultati ottenuti infatti dalle moto della casa di Borgo Panigale nelle prime prove libere del Gp della Malesia 2017 rimangono importanti benché si tratti solo del primo giorno, specialmente perché ottenuti su una pista complessa come questa e dove le condizioni meteo rimangono incredibilmente mutevoli e determinanti. Già questa mattina infatti abbiamo putto vedere come la ducati ufficiali che di fabbrica abbiano avuto qualcosa in più sulla pista parzialmente bagnata della Malesia: la pioggia ha battuto l’asfalto di Kuala Lumpur e solo nella Fp2 il clima ha cominciato a stabilizzarsi. Se nella Fp1 a brillare è stata soprattutto la Ducati di Dovizioso, nella Fp2, in condizione miste, classifica dei tempi alla mano, hanno raccolto crono e piazzamenti importanti sia il compagno di squadra del pilota di Forlimpopoli Jorge Lorenzo che la Ducati di fabbrica di Danilo Petrucci.  (agg Michela Colombo)

SUPERDOVI ANCHE NELLA FP1

Il risultato ottenuto nella Fp2 del Gp della Malesia di Andrea Dovizioso non è stato casuale: già nella prima sessione delle prove libere sul circuito di Sepang il ducatista di era confermato il migliore sul giro secco, fissando il miglior tempo sul 2.00.671. Nella Fp1 però dietro al pilota  di Forlimpopoli la lista dei miglior tempi aveva visto altri protagonisti come Alvaro Bautista e Johann Zarco, che hanno raccolto ottimo prestazioni, distanziandosi di circa un secondo dal crono dell’alfiere della scuderia di Borgo Panigale. A onor della cronaca poi ricordiamo che la top five della Fp1 andata in scena questa notte a Sepang era stata completata da Vinales  e Marquez, con invece Lorenzo solo decimo, e Valentino Rossi appena 12^ davanti di pochissimo all’altro italiano Andrea Iannone. A controllare quindi i tempi delle due sessioni di libere quindi si ha davvero l’impressione che anche domenica si possa confermare il pronostico che vedere la Ducati avere qualcosa in più da spendere sulla pista di Sepang. (agg Michela Colombo)

DOVIZIOSO IL PIU’ VELOCE NELLA FP2

Si sono appena concluse sul circuito di Sepang le Fp2 del Gp della Malesia 2017: la seconda sessione di prove libere di uno degli ultimi appuntamento del Mondiale della Motogp ha visto come protagonista assoluto Andrea Dovizioso. Il ducatista ha infatti saputo strappare miglior tempo alla bandiera a scacchi fermando il cronometro sul 2.11.640, trovando un vantaggio di almeno mezzo secondo su Marc Marquez, che potrebbe laurearsi campione del mondo già questa domenica.  A conferma che sulla pista di Sepang la ducati va davvero forte ecco al terzo posto della Fp2 Jorge Lorenzo, che ha registrato il tempi di 2.12.695. Chiudono la top five Maverick Vinales e Danilo Petrucci: solo sesto Valentino Rossi che ha comunque ha realizzato un ottimo tempo, confermando il suo grande stato di forma dopo l’infortunio registrato a fine agosto. Nella top ten infine anche Andrea Iannone, che ha trovato il nono miglio crono con un distacco di quasi due secondi da Andrea Dovizioso. (Agg Michela Colombo)

GLI ORARI

La MotoGp oggi, venerdì 27 ottobre, riaccende i motori con le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2017 in diretta dal circuito di Sepang, a breve distanza dalla capitale Kuala Lumpur, dove il diciassettesimo e penultimo appuntamento con il Motomondiale di quest’anno segnerà anche la conclusione del trittico di ottobre in Estremo Oriente, che dopo la gara di Phillip Island sembra avere indirizzato il duello per il titolo iridato fra Marc Marquez e Andrea Dovizioso in favore del centauro iberico della Honda. Ora la sfida si sposta a Sepang, altro tracciato tecnicamente impegnativo e di solito garanzia di gare emozionanti. Peccato solo per gli orari decisamente infelici, a causa delle ben sei ore di fuso orario che separano l’Italia dalla Malesia: dunque il venerdì della MotoGp avrà inizio alle ore 3.55 della notte italiana (9.55 locali) per la FP1 che apre l’intero weekend della classe regina, che durerà 45 minuti. A seguire ecco pure la FP2, dalle ore 8.05, quando invece nel Paese asiatico saranno già le 14.05.

GP MALESIA 2017, COSÌ ALL’APPUNTAMENTO

Andiamo a vedere come la classe regina si presenta a Sepang: la classifica sembra essersi di colpo chiarita in Australia, dopo un intero anno sempre vissuto sul filo, a lungo con ben cinque piloti in corsa per il titolo. Alla lunga però i valori sono emersi e hanno lasciato due soli piloti in corsa per conquistare il Mondiale – ma domenica scorsa anche il loro duello sembra avere preso una piega molto netta. Ricordiamo dunque per prima cosa qual è la situazione attuale al vertice della graduatoria: 269 punti e primo posto per Marc Marquez, secondo posto a quota 236 punti per Andrea Dovizioso, staccato dunque di ben 33 lunghezze dal campione del Mondo in carica, un margine pesante ad appena due Gran Premi dal termine. Dovizioso ha comunque fatto un notevole salto di qualità, certificato dalle cinque vittorie ottenute quest’anno e soprattutto dal modo in cui ha battuto Marquez in un durissimo duello all’ultimo giro sia in Austria sia in Giappone. Adesso però il Dovi è chiamato a una vera e propria impresa: pensare al Mondiale in questo momento è inutile, bisogna solo fare il meglio possibile in Malesia, dove il forlivese ha già vinto l’anno scorso, per poi eventualmente tentare un colpaccio a metà novembre a Valencia.

MOTOGP, IL FILM DEL MOTOMONDIALE

Facendo una breve panoramica di quello che abbiamo vissuto finora, i primi due Gran Premi del Motomondiale 2017 ci raccontavano di una cavalcata trionfale della Yamaha, con Maverick Vinales dominatore assoluto nonostante fosse al debutto con la nuova moto e Valentino Rossi primo inseguitore del suo compagno di squadra: a ricordarlo oggi, sembra passata un’era geologica… Austin e Jerez hanno raccontato il riscatto della Honda, vittoriosa con Marc Marquez in Texas e Dani Pedrosa in Spagna, poi Le Mans aveva restaurato la superiorità della Yamaha, sia pure solamente a favore di Vinales perché purtroppo Valentino Rossi cadde all’ultimo giro. La Ducati ha fatto irruzione al vertice grazie alla fantastica doppietta di Andrea Dovizioso con le vittorie al Mugello e al Montemlò nel giro di una settimana. Nel mese di giugno ecco pure Assen, il primo sigillo stagionale del Dottore e una classifica sempre più compatta, quasi che circa metà stagione fosse passata invano. Poi il Sachsenring, dove Marc Marquez ha vinto per l’ottavo anno consecutivo fra tutte le classi, successo importante anche perché ha consentito allo spagnolo di conquistare una leadership sia pure assai risicata; dopo la sosta Brno, dove ancora una volta Marquez ha azzeccato la scelta in condizioni di ‘flag to flag’, decisamente indigesta invece per Valentino Rossi. Poi una nuova doppietta per Dovizioso e la Ducati, a Zeltweg con la splendida vittoria al termine di un epico duello con Marquez e poi a Silverstone in modo più netto e fondamentale per la classifica anche grazie ai guai altrui, anche se a settembre è arrivata la doppietta di Marquez fra Misano e Aragona, quest’ultima vittoria molto pesante perché Dovizioso è rimasto lontano dal numero 93. Motegi ha visto per la seconda volta Dovizioso vincere un duello corpo a corpo con Marquez, che però si è poi rifatto in Australia, dove invece la Ducati tutta ha vissuto una domenica nera. Per avere le risposte a tutti gli interrogativi di questo Gran Premio di MotoGp che ne presenta davvero tanti, torniamo all’attualità, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio della Malesia 2017 della MotoGp a Sepang sta per cominciare.

I TEMPI 

FP1

1 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 326.0 2’00.671  
2 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 326.2 2’00.742
3 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 320.8 2’00.807
4 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 321.0 2’00.903
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 322.0 2’00.950
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 310.6 2’01.060
7 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 315.8 2’01.077
8 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 313.4 2’01.147
9 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 318.1 2’01.162
10 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 318.7 2’01.189
11 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 328.4 2’01.560
12 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 318.1 2’01.662
13 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 317.9 2’01.740
14 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 320.2 2’01.803
15 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 317.5 2’01.831
16 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 315.4 2’02.416
17 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 308.5 2’02.469
18 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 317.9 2’03.056
19 60 Michael VAN DER MARK NED Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 314.6 2’03.473
20 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 305.1 2’03.531
21 22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 309.2 2’03.534
22 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 313.2 2’04.381

 

FP2

1 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 305.6 2’11.640  
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 307.6 2’12.166
3 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 303.4 2’12.695
4 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 302.0 2’12.878
5 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 303.7 2’13.048
6 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 297.9 2’13.071
7 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 303.5 2’13.291
8 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 305.3 2’13.416
9 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 293.0 2’13.483
10 22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 296.2 2’13.561
11 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 308.3 2’13.648
12 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 305.6 2’13.740
13 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 291.3 2’13.760
14 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 291.6 2’13.872
15 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 292.6 2’14.281
16 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 295.1 2’14.287
17 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 293.9 2’14.543
18 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 290.0 2’14.574
19 60 Michael VAN DER MARK NED Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 306.1 2’14.938
20 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 284.0 2’15.163
21 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 301.6 2’16.280
22 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 303.1 2’17.627


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori