DIRETTA MOTOGP/ Streaming video Sky e Tv8 qualifiche live: pole Pedrosa! Chance Dovizioso, è davanti a Marquez

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp qualifiche e prove libere FP3 e FP4 del Gp Malesia 2017 Sepang live: orario tv, cronaca delle sessioni e pole position (oggi sabato 28 ottobre)

valentino_rossi_1_motogp_lapresse_2017
Diretta Test Motogp a Jerez, La presse

Questa stagione di MotoGp smetterà di stupirci solo quando sarà conclusa! Incredibili gli ultimi minuti delle qualifiche del Gran Premio di Malesia con Daniel Pedrosa a rubare la scena agli altri big. Suo il miglior tempo, un signor tempo: 1:59.212. A soli 17 millesimi Johann Zarco, che ha potuto solo sfiorare la pole position. Il pilota della Yamaha non ufficiale di questo passo si candida ad un ruolo tra i protagonisti per la prossima stagione… Andrea Dovizioso terzo, con soli 24 millesimi di ritardo dal tempo di Pedrosa. Dalla seconda fila partirà Valentino Rossi, che ha fatto registrare il quarto tempo, sistemandosi così davanti a Maverick Vinales e Jorge Lorenzo. Solo settimo Marc Marquez, protagonista di una caduta nella fase iniziale del Q2. Questo incidente potrebbe averlo condizionato, visto che è dovuto tornare ai box per cambiare moto. Quando poi ha ripreso quella “preferita” non è riuscito a trovare il passo giusto. Partirà davanti a Rins e Andrea Iannone. A chiudere la top ten è Carl Crutchlow, un altro dei piloti caduti durante le qualifiche. Gli ultimi tempi del Q2 invece sono di Miller e P. Espargaro. (agg. di Silvana Palazzo)

MotoGp, rivivi la diretta live delle qualifiche

RINS E P. ESPARGARO IN Q2, ORA CACCIA ALLA POLE!

Le qualifiche sono cominciate, non senza sorprese: sono arrivate dal Q1, sessione nella quale si sono distinti Alex Rins e Paul Espargaro. I due piloti hanno conquistato i primi due posti, accedendo di conseguenza al secondo turno delle qualifiche, quello decisivo per l’assalto alla pole position. Deludente la prestazione di Danilo Petrucci, che inizialmente sembrava in grado di poter fare un buon tempo, ma nell’ultimo giro ha alzato bandiera bianca, fermandosi al terzo posto, che vale il tredicesimo sulla griglia di partenza. Ora, dunque, si fa sul serio a Sepang: Marc Marquez e Andrea Dovizioso, protagonisti in FP4, tornano a sfidarsi, ma questa volta c’è la pole position in palio. Conquistare il primo posto sulla griglia è importante per cominciare nel migliore dei modi la gara del Gran Premio di Malesia. Attenzione però alle Yamaha: non escludiamo un guizzo di Valentino Rossi, che qualche segnale positivo nelle prove libere lo ha lanciato… (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ VOLA IN FP4, MA DOVIZIOSO C’È

L’ultima sessione di prove libere va in archivio: la FP4 si chiude con Marc Marquez in vetta. E sarà proprio il pilota della Honda favorito nella caccia alla pole position a Sepang. Lo spagnolo ha scoperto un po’ le sue carte, dimostrando di avere un passo migliore di Andrea Dovizioso per il momento. E infatti Marquez ha chiuso in 2:00.438 migliorandosi tentativo dopo tentativo, ma dietro a lui c’è Andrea Dovizioso, con 238 millesimi di ritardo. Al terzo posto Alex Rins, mentre Johann Zarco – quarto – non è più una sorpresa. Conferma i buoni segnali mostrati finora Daniel Pedrosa, che si è sistemato al quinti posto davanti a Jorge Lorenzo e Jack Miller. Faticano le Yamaha: ottavo e nono rispettivamente Maverick Vinales e Valentino Rossi. Redding chiude la top ten. In difficoltà Iannone e Petrucci, tredicesimo e quindicesimo, ma ora è tempo di pensare alle qualifiche. (agg. di Silvana Palazzo)

IL FENOMENO MARQUEZ

Work in progress: così è cominciata la FP4 a Sepang per il Gran Premio della Malesia. In pista si sono visti tutti gli ingredienti per un altro weekend spettacolare di MotoGp: Marc Marquez ad esempio è riuscito con una manovra incredibile a non cadere. Per la verità la sua Honda è letteralmente scivolata in curva, ma il pilota spagnolo è riuscito a rimetterla in piedi usando il ginocchio destro come perno. Un gesto che ha suscitato l’ammirazione anche dei meccanici Ducati. «È un fenomeno», il labiale dal box italiano. A proposito, il miglior tempo registrato finora è di Andrea Dovizioso, che ha girato in 2:00.836. Dietro di lui Johann Zarco, che è destinato a diventare un fenomeno come Marc Marquez, al momento al terzo posto, davanti a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. L’altro pilota della Ducati resta nella cerchia dei big, insieme a Dani Pedrosa, che è sesto. Dietro Carl Crutchlow e Paul Espargaro, solo nono per ora Maverick Vinales, con Bautista a chiudere la top ten. (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA FP4!

L’attesa è finita: comincia una nuova giornata di MotoGp. L’appuntamento è a Sepang, dove si correrà il Gran Premio di Malesia. Oggi, sabato 28 ottobre 2017, si comincia con le ultime sessioni di prove libere. Ora comincia la FP4, ma quando in Italia erano le prime ore del mattino c’è stato il terzo turno di prove libere. Valentino Rossi ha risalito la china ottenendo il miglior tempo della sessione (1’59”947), quindi si è guadagnato la chance di essere in Q2. Alle sue spalle Johann Zarco, che si è confermato velocissimo. Segnali di risveglio sono arrivati da Daniel Pedrosa, che si è sistemato davanti ad Andrea Dovizioso. A seguire il centauro italiano è Jorge Lorenzo. Bene però ha fatto Jack Miller con il sesto tempo, tenuto anche conto che ha una gamba non al 100% a causa della frattura della tibia; dietro di lui Cal Crutchlow. Ottavo posto per Andrea Iannone, che ha fatto meglio di Marc Marquez e Maverick Vinales, i due big che completano la top ten. (agg. di Silvana Palazzo)

RIPARTE LA SFIDA TRA MARQUEZ E DOVIZIOSO

Un altro weekend avvincente di MotoGp: i piloti si sono spostati in Malesia, dove oggi andrà in scena la caccia alla pole position. I protagonisti a Sepang dovrebbero essere sempre Marc Marquez e Andrea Dovizioso. Quest’ultimo, reduce dalla batosta di Philipp Island, vuole dare una risposta al pilota della Honda, sfruttando l’occasione di essere su una delle piste più congeniali al suo stile di guida e alle caratteristiche della sua Ducati. Le velocità finora mostrata sull’asciutto da Dovizioso depone a suo favore: il forlivese vuole fare tutto il possibile per lasciare aperto il Motomondiale. Pur non essendo veloce come il suo rivale, lo spagnolo non ha mai mollato, restandogli vicino. Il vantaggio di 33 punti in classifica permette al Cabronçito di gestire la situazione, adottando una strategia conservativa: deve semplicemente “marcare” Dovizioso. Valentino Rossi deve invece trovare il feeling giusto, altrimenti le difficoltà finora emerse in Malesia non spariranno. (agg. di Silvana Palazzo)

OGGI CACCIA ALLA POLE POSITION

La MotoGp è ancora in diretta: oggi, sabato 28 ottobre, grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio della Malesia 2017 sul circuito di Sepang, che ospita il diciassettesimo appuntamento con il Motomondiale 2017 ed è uno dei più apprezzati da piloti e addetti ai lavori per livello tecnico del tracciato. Innanzitutto ricordiamo gli orari di questo sabato naturalmente imperniato sulle qualifiche, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position per la gara conclusiva del trittico di ottobre in Estremo Oriente, che sarà fondamentale nel duello per il titolo iridato fra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, che potrebbe d’altronde terminare già domani in favore dello spagnolo. Sono orari chiaramente condizionati da ben sei ore di fuso orario, dunque a beneficio di tutti gli appassionati facciamo il punto su questi scomodi appuntamenti. Si parte alle ore 3.55 (le 9.55 locali) con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 7.30 i 30 minuti della FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 8.10 via alla Q1 che mette due posti in palio per la successiva sessione, infine alle ore 8.35 ecco la decisiva Q2, che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format che è stato confermato dalle scorse stagioni.

MOTOGP, LE QUALIFICHE IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Tutte le sessioni di oggi saranno trasmesse su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky, che per la quarta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale, ma per tutti gli appassionati bisogna ricordare che le qualifiche saranno visibili in chiaro su Tv8 solamente in differita, non essendo questa una delle gare comprese nel pacchetto visibile a tutti. Per quanto riguarda Sky, il punto di riferimento è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini, pronti a raccontarci tutto dal tracciato che sorge a breve distanza dal principale aeroporto di Kuala Lumpur, la capitale della Malesia. Per quanto riguarda invece le classi minori, Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; ecco poi Vera Spadini in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore e gli inviati ai box Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà su Tv8 (canale numero 8 del telecomando), anche se non comprenderà la FP3. Gli appassionati non potranno seguire tutto il resto in tempo reale, ma la differita alle ore 9.35 darà il vantaggio di orari più ragionevoli. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

GP MALESIA: COSI’ IERI NELLA FP1

Nelle prime prove libere del mattino del venerdì a Sepang il più veloce di tutti è stato Andrea Dovizioso su Ducati, con il tempo di 2.00.671. Il pilota italiano crede ancora di poter lottare per il titolo mondiale dopo la debacle a Phillip Island e inizia bene il nuovo weekend. Alle sue spalle nella prima sessione di libere lo spagnolo Alvaro Bautista, secondo con un distacco di soli 7 centesimi dall’italiano. Terzo il francese Zarco su Yamaha Tech 3. Quarto Vinales, a conferma di come la Yamaha, dimenticata la parentesi di Motegi dove ha toccato il punto più basso della stagione, sia competitiva anche qui a Sepang. Due i decimi che separano il pilota della Yahama ufficiale dal Dovi. Lo stesso ritardo dal rivale per la classifica generale lo accusa Marc Marquez, quinto con la sua Honda, davanti a quella di Crutchlow, sesto a tre decimi. In settima e ottava posizione troviamo altre due Ducati, quella del ceco Abraham e dello spagnolo Barbera. Chiudono la top ten Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, rispettivamente in nona e decima posizione. Fuori dai primi dieci e piuttosto lontano Valentino Rossi, piazzatosi in dodicesima posizione, girando nove decimi più lento rispetto ad Andrea Dovizioso. Davanti a lui Danilo Petrucci (sesta Ducati nelle prime undici posizioni). Alle spalle del fuoriclasse di Tavullia troviamo Andrea Iannone, tredicesimo con la sua Suzuki.

GP MALESIA: COSI’ IERI NELLA FP2

Le seconde prove libere si corrono invece sul bagnato. Anche stavolta, è Andrea Dovizioso a far registrare il miglior tempo in 2.11.640. Al termine delle prove, il Dovi si è augurato che domenica si possa correre sull’asciutto, nonostante la sua moto sia apparsa particolarmente in palla anche su condizioni di pista bagnata. Secondo nella FP2 Marquez, a cinque decimi dal pilota forlivese. Chiude la prima fila virtuale Jorge Lorenzo, staccato di un secondo rispetto al compagno di squadra. Quarto tempo per Vinales su Yamaha, che precede Danilo Petrucci e Valentino Rossi. Il Dottore, nella classifica dei tempi combinati, rimane però fuori dai primi dieci. Valentino e i suoi tifosi si augurano che per le terze prove libere ci possa essere il sole, in modo da migliorare il crono fatto registrare nelle prove libere 1. Terza fila della FP2 con Bautista (settimo), Alex Rins e Andrea Iannone. I due piloti della Suzuki sono in ottava e nona posizione nelle seconde libere, ma anche loro fuori al momento dall’accesso diretto alla Q2.

GP MALESIA: LA STORIA

In attesa di vivere questa grande giornata, facciamo un breve riassunto della storia del Motomondiale in Malesia. Una storia piuttosto lunga, se si considera che il primo Gp iridato risale al 1991, quando le gare extra-europee erano ancora poche e solo negli Stati di grande tradizione motociclistica: la Malesia fu dunque la prima meta “esotica”. Da quell’anno e fino al 1997 si corse a Shah Alam, nel 1998 vi fu un’edizione a Johor e dal 1999 la sede fissa è Sepang, circuito inaugurato proprio quell’anno a ridosso dell’aeroporto internazionale della capitale Kuala Lumpur. Valentino Rossi a Sepang ha vinto per ben sei volte (anche se l’ultima volta risale al 2010), più il successo a Shah Alam nel 1997 in 125, mentre stranamente Jorge Lorenzo qui non ha mai vinto in MotoGp e il suo unico successo risale al 2006 in 250. Bilancio migliore ma non troppo per Marc Marquez, che a Sepang ha vinto nel 2010 nell’allora 125 e nel 2014 in MotoGp, tra gli spagnoli il migliore è l’infortunato Dani Pedrosa che ha vinto nel 2003 in 125, l’anno successivo in 250 e ben tre volte negli ultimi quattro anni nella classe regina, compreso il successo nella passata edizione.

IN RICORDO DEL SIC

Tornando invece ai piloti italiani, in 500/MotoGp hanno vinto il Gran Premio della Malesia anche Luca Cadalora nel 1996 a Shah Alam, Max Biaggi nel 2002, Loris Capirossi nel 2005 e naturalmente Andrea Dovizioso l’anno scorso, quasi un annuncio del magnifico anno che ha vissuto il Dovi in questo 2017. In totale fra tutte le classi sono 25 i successi italiani in Malesia, permettendoci di contare pure l’affermazione del sammarinese Alex De Angelis in Moto2 nel 2012. Tuttavia, quando si parla del Gp malese la memoria torna inevitabilmente a quella terribile domenica 23 ottobre 2011 nella quale perse la vita Marco Simoncelli per un incidente al secondo giro banale nella dinamica ma purtroppo con effetti drammatici sul pilota italiano. Impossibile dimenticare il ‘Sic’, che grazie al suo grande talento e alla sua innata simpatia era già entrato nel cuore di tutti: naturalmente la gara di quell’anno fu annullata, un “buco” nell’albo d’oro ma un ricordo che non svanirà mai per gli appassionati. Adesso tuttavia è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista (naturalmente con il cronometro), quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio della Malesia 2017 della MotoGp sul circuito di Sepang sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori