DIRETTA MOTOGP/ Streaming video Sky e Tv8, gara live: vince Dovizioso. La polemica in casa Ducati

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Malesia 2017 Sepang: cronaca e tempi, podio, vincitore e ordine d’arrivo della corsa (oggi domenica 29 ottobre).

dovizioso MotoGp
Diretta MotoGp: Dovizioso vinse nel 2017 (Foto LaPresse)

Ad offuscare una bellissima domenica dedicata al mondiale della Motogp, che ha fatto tappa oggi al Gp della Malesia 2017 e la entusiasmante doppietta Ducati al traguardo, non sono mancate diverse polemiche in pista a Sepang. Sotto accusa proprio le rosse della scuderia di Borgo Panigale e nello specifico dei fantomatici ordini di scuderia che Jorge Lorenzo, in testa alla gara, avrebbe ricevuto per far passare davanti Dovizioso. Dopo la bandiera a scacchi entrambi i piloti della scuderia di Borgo Panigale negano di aver ricevuto ordini dal muretto e lo stesso Marquez, coinvolto indirettamente in tale situazione per via della graduatoria non ha voluto polemizzare sull’episodio, preferendo congratularsi sinceramente con i due avversari. E’ toccato al dirtele generale della Ducati Dell’Igna rispondere con molta onesta a sky: “E’ evidente che in certe situazioni bisogna pensare al team ed ai ragazzi che stanno lavorando a casa duramente per riuscire a portare a casa questo Mondiale. Dunque, certe scelte, anche se sono dolorose, vanno comunque fatte”. (agg Michela Colombo) MotoGp, rivivi la gara in diretta live

MARQUEZ: NON HO VOLUTO RISCHIARE

Tra i protagonisti forse mancati del Gran Premio della Malesia 2017 che ha incoronato vincitrici le due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, è proprio il campione del mondiale in carica della Motogp e primo in classifica del mondiale piloti, Marc Marquez, Lo spagnolo della Honda infatti trova al massimo un quarto posto dietro al rookie Zarco alla bandiera a scacchi di Sepang e al termine della gara ha lamentato grossi problemi per via dell’asfalto bagnato malese. Lo stesso Marquez infatti ha dichiarato: “Erano le peggiori condizioni possibili, con la pioggia e la pista molto scivolosa. Sono uscito e ho visto come era la situazione, sapevo che le Ducati sarebbero andate forte, e ho cercato di portare a casa i punti. Ho cercato di prendere Zarco, ma ho pensato che alla fine la differenza tra 21 e 24 punti di distacco non avrebbe cambiato tanto e il rischio di cadere era alto. Non sono deluso, mi sento sollevato per aver salvato una domenica che sarebbe potuta andare peggio visto le condizioni. Ho sofferto molto ma sono felice del risultato, è stata una corsa dura e lunga”. (agg Michela Colombo) 

DOVIZIOSO: NON E’ FINITA

Risuona l’inno di Mameli a Sepang al termine del Gran Premio di Malesia, ma non è per Valentino Rossi. Il pilota di MotoGp salito alla ribalta è Andrea Dovizioso, che ha ottenuto una vittoria importante per se stesso e per la Ducati. La scuderia può festeggiare un’entusiasmante doppietta, visto il secondo posto di Jorge Lorenzo, il pilota forlivese può sognare ancora di togliere il titolo dalle mani di Marc Marquez. «Il sogno è ancora vivo, mai dire mai», questo deve essere il motto pensando già a Valencia, dove si correrà l’ultima gara della stagione. Ora ha 21 punti di ritardo dallo spagnolo, quindi una piccola chance di laurearsi campione del mondo. Tra i suoi ricordi e quelli di tutti coloro che lo sostengono resterà l’impennata finale, nella quale ci sono entusiasmo e determinazione, soddisfazione e voglia di trionfare. Bella però anche la stretta di mano tra i due rivali: prima di rientrare ai box Andrea Dovizioso e Marc Marquez si sono salutati, con il secondo a congratularsi con il collega per la vittoria. Un momento di grande sport in una giornata a dir poco emozionante. (agg. di Silvana Palazzo) 

DOVIZIOSO VINCE E TIENE APERTO IL MONDIALE!

Andrea Dovizioso ha vinto il Gran Premio della Malesia! Quando mancavano pochi giri dalla fine, il pilota della Ducati ha sfruttato una sbavatura di Jorge Lorenzo per portarsi al primo porto e tenere accesa la speranza di soffiare il Mondiale a Marc Marquez. Quest’ultimo oggi non ha mostrato lo stesso passo del rivale: straordinaria la velocità della Ducati, niente ha potuto pure Johann Zarco, che si è accontentato di un preziosissimo terzo posto. Dietro, dunque, il pilota della Honda, che ha preferito non correre rischi. Del resto a Valencia gli basterebbe una decima posizione per vincere il Mondiale… Solo quinto Daniel Pedrosa, che aveva conquistato la pole position. Incredibile la prova di Danilo Petrucci, che sembrava a rischio per questa gara a causa dei problemi di natura elettrica della sua Ducati Pramac. E invece è salito al sesto posto, posizionandosi davanti a Valentino Rossi, solo settimo. A chiudere la top ten MillerMaverick Vinales, reduce da una gara complicatissima, e Paul Espargaro. Penultimo, invece, Andrea Iannone. (agg. di Silvana Palazzo)

ZARCO PRIMO, SUBITO BAGARRE TRA DOVIZIOSO E MARQUEZ!

Un inizio arrembante di gara, reso ancor più sorprendente dalle condizioni della pista, che è bagnata. E così dopo la partenza scatta bene Johann Zarco, come del resto ci ha abituato quest’anno, prendendosi la prima posizione. Buona anche la partenza di Jorge Lorenzo, che è volato alle spalle del francese e sta mostrando un buon passo. La sua Ducati ha avuto un guizzo migliore rispetto a quella di Andrea Dovizioso, impegnato invece nella bagarre con Marc Marquez, il quale è risalito fino alla terza posizione, salvo poi concederla al pilota forlivese, autore di un bel sorpasso. Alle loro spalle c’è Daniel Pedrosa, che però non sembra avere il passo dei due colleghi. A sorpresa Redding e P. Espargaro davanti a Valentino Rossi, che ha avuto diverse difficoltà con la sua Yamaha nella primissima fase della gara. Non se la passa meglio Maverick Vinales, finito al quattordicesimo posto: non hanno lo stesso passo di ieri sul bagnato. Bene Petrucci, nonostante i problemi elettronici prima della gara: è riuscito a salire fino alla quindicesima posizione. Iannone invece è undicesimo. (agg. di Silvana Palazzo)

SI COMINCIA, I PILOTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA!

Comincia la gara del Gran Premio di Malesia di MotoGp: prende il via dunque la sfida a distanza, per il momento, tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez. Quest’ultimo è attardato, quindi dovrà rimontare per provare a vincere già oggi il Motomondiale. Non sarà facile perché il pilota della Ducati ha dimostrato di essere veloce a Sepang in ogni condizione. Il centauro forlivese proprio non ne vuole sapere di calcoli e combinazioni per tenere aperto il Motomondiale: pensa solo a vincere, poi vedrà cosa avrà fatto Marc Marquez. Dovizioso dunque vuole ottenere il massimo possibile, ma sta di fatto che può essere già soddisfatto per l’evoluzione di cui è stato protagonista. Sembra essere definitivamente sbocciato il suo talento, se del resto è stato in grado di complicare i piani di gloria di Marquez. Sarà dunque una gara interessante, anche perché la pista è attualmente bagnata, quindi le insidie aumentano per i piloti. (agg. di Silvana Palazzo)

DOVIZIOSO, SCONTRO TOTALE CON MARQUEZ

Una gara ricca di emozioni: non potrà essere diversamente a Sepang per la penultima prova del Mondiale di MotoGp. Oggi, domenica 29 ottobre 2017, potrebbe chiudersi definitivamente la corsa per il titolo iridato, visto che Marc Marquez ha 33 punti di vantaggio su Andrea Dovizioso. Il pilota della Honda potrebbe dunque laurearsi matematicamente campione del mondo, ma attenzione a quello della Ducati, che crede nel miracolo. Il forlivese non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca, anche perché è il grande favorito per la vittoria del GP di Malesia. Lo spagnolo invece è in difficoltà, ma al tempo stesso consapevole che gli basterebbe salire al secondo posto per festeggiare già oggi il Motomondiale. Prepariamoci allora ad uno scontro totale tra i due piloti, nel quale potrebbe inserirsi Valentino Rossi, il quale non può puntare al titolo bensì al podio. Il pilota della Yamaha potrebbe dunque dare una mano al connazionale, chiudendo la strada al suo rivale. Lo stesso però si potrebbe dire di Daniel Pedrosa, che ieri ha conquistato la pole position. (agg. di Silvana Palazzo)

MOTOGP, OGGI LA PENULTIMA GARA DEL MONDIALE

Oggi la MotoGp torna con il Gran Premio della Malesia 2017 in diretta dal circuito di Sepang, che costituisce il diciassettesimo e penultimo atto del Motomondiale 2017. Cresce dunque l’attesa, anche perché siamo al termine dell’ormai classico trittico di ottobre in Estremo Oriente che sarà fondamentale per capire come evolverà la lotta per il titolo iridato fra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, pronti a darsi battaglia anche sul meraviglioso tracciato che sorge a breve distanza dal principale aeroporto di Kuala Lumpur, capitale della Malesia, pur con la consapevolezza che Marquez è ad un passo dal titolo, potendo contare su 33 punti di vantaggio. Eccovi dunque gli orari della corsa, che saranno naturalmente condizionati da ben sette ore di fuso orario (una in più rispetto ai giorni scorsi, perché in Malesia non c’è cambio dell’ora). Ricordiamo innanzitutto che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 2.40 della notte italiana e fino alle 3.00, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti in un momento decisivo della stagione.

LA GARA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERLA

Tutte le sessioni e gare odierne dall’affascinante circuito che sorge a breve distanza dalla capitale Kuala Lumpur saranno trasmesse su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quarta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, bisogna invece tenere conto del fatto che le gare sul circuito di Sepang non saranno visibili in tempo reale in chiaro su Tv8, dove ci saranno solamente le differite. Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini. Per quanto riguarda invece le classi minori Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore ci sarà Vera Spadini, mentre gli inviati ai box saranno Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti: questo dunque lo schieramento Sky per questo Gran Premio che è una delle tappe salienti della stagione del Motomondiale. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà questa volta solamente in differita su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) con le gare di tutte e tre le classi, con gli orari europei e dunque decisamente migliori di quelli reali, con il culmine alle ore 14.00 con la replica della MotoGp. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

LE LIBERE 3, ECCO COSA È SUCCESSO

Ieri nella FP3 c’era stata una prova d’orgoglio da parte di Valentino Rossi, che sull’asciutto ha chiuso davanti a tutti le terze prove libere del Gran Premio della Malesia a Sepang. Il pesarese è stato il più veloce di tutti con il tempo di 1.59.947, l’unico capace di scendere sotto il muro dei due minuti. Al secondo posto Zarco, staccato di 77 millesimi da Valentino. Terzo Pedrosa, con un ritardo di poco più di un decimo. Con il quarto miglior tempo ecco Andrea Dovizioso, staccato di 2 decimi dal miglior crono di Rossi. Quinto il compagno di squadra del Dovi, cioè naturalmente Jorge Lorenzo. A sorpresa invece era piuttosto indietro Marc Marquez, con il campione del Mondo in carica classificatosi soltanto in nona posizione, staccato di mezzo secondo rispetto a Valentino Rossi. Bisogna sottolineare però che il pilota spagnolo non ha realmente spinto sull’acceleratore, in quanto ha migliorato il suo tempo rispetto alle prime prove libere del venerdì soltanto di quattro decimi. Si qualifica direttamente al Q2 per il rotto della cuffia anche l’altro pilota ufficiale della Yamaha, Maverick Vinales, per la prima volta nel weekend indietro rispetto al compagno di squadra. Per Dovizioso e le Ducati una buona sessione, che conferma la competitività ritrovata della moto di Borgo Panigale dopo l’opaca prova di Phillip Island, in Australia.

LE QUALIFICHE, ECCO COSA È SUCCESSO

Pole position per Dani Pedrosa, che nel Q2 di Sepang ha girato in 1.59.212 millesimi. Lo spagnolo ha superato il francese Johann Zarco e Andrea Dovizioso, entrambi in prima fila insieme al pilota Honda. Ottimo terzo tempo per il Dovi, che si regala così una posizione vantaggiosa rispetto al diretto rivale in classifica, Marc Marquez, caduto nella prima parte delle prove ufficiali, senza però riportare conseguenze. In quarta posizione figura Valentino Rossi, tornato competitivo con la sua Yamaha, a conferma di come il secondo posto a Phillip Island non fosse soltanto un risultato casuale in un campionato del mondo che per il pilota di Tavullia e per la Yamaha a dire il vero è andato in calando. Accanto a Valentino sulla griglia di partenza partirà il compagno di squadra Maverick Vinales, che ha chiuso al quinto posto davanti a Jorge Lorenzo, sesto sull’altra Ducati ufficiale. Per trovare Marquez dobbiamo scendere fino alla terza fila, con il campione del mondo spagnolo in carica che si ritrova a partire dalla settima posizione, con un ritardo di quasi mezzo secondo rispetto al compagno di squadra. Ottavo Alex Rins, che gira più forte del suo compagno di scuderia Andrea Iannone, nono. Completa la top ten l’inglese Cal Cruthclow, decimo con la Honda del team di Lucio Cecchinello.

DATI E CARATTERISTICHE DEL CIRCUITO

I semafori poi si spegneranno alle ore 8.00 (le 15.00 locali), quando è in programma la partenza della garadella classe regina MotoGp, corsa che si svilupperà sulla distanza di 20 giri per un totale di 110,9 km, dal momento che ogni giro del lungo tracciato malese misura 5,543 chilometri caratterizzati da quindici curve, di cui cinque a sinistra e dieci a destra. Altre informazioni importanti riguardano la larghezza della pista, che è di ben 22 metri, e la lunghezza del rettilineo principale che è di 920 metri. La lunghezza della gara è leggermente inferiore alla norma in considerazione anche dell’intenso caldo umido che rende molto dura la corsa per i piloti dal punto di vista fisico (clicca qui per la griglia di partenza scaturita dalle qualifiche di ieri a Sepang per il Gran Premio della Malesia). Sepang è uno dei circuiti che il Motomondiale condivide con la Formula 1, fatto che si nota ad esempio osservando la notevole larghezza della pista, che è stata pensata per ospitare anche le automobili: infatti fin dal 1999 – anno della sua inaugurazione – Sepang è diventata sede fissa per entrambi i campionati. La MotoGp sorride pensando al fatto che proprio quest’anno la Formula 1, colpita da un calo di spettatori ed interessi, ha corso per l’ultima volta in Malesia, che dall’anno prossimo si concentrerà unicamente sul Motomondiale. La pista è completa, comprendendo curve di vario tipo e due rettilinei molto lunghi separati da un tornantino che è l’ultima curva del circuito ed è punto ideale per i sorpassi insieme alla successiva curva che chiude invece il rettilineo d’arrivo. Il tornantino però è il punto decisivo perché all’ultimo giro è chiaramente l’ultima occasione per un sorpasso.

LE DOMANDE DELLA DOMENICA

La pista piace di più a Valentino Rossi che a Marc Marquez e Jorge Lorenzo, come dimostrano i risultati in carriera dei tre piloti che per valore assoluto possiamo considerare i punti di riferimento della MotoGp attuale: sarà un buon auspicio per il numero 46? Se Rossi cercherà la seconda vittoria stagionale, è chiaro che la posta in palio sarà importante soprattutto per Marquez: lo spagnolo saprà conquistare la matematica certezza del titolo iridato su una pista dove non ha colto molte gioie? Maverick Vinales saprà confermare i segnali di rinascita mostrati in Australia? Ma soprattutto, cosa sapranno fare la Ducati e Andrea Dovizioso? Forti del ricordo della bellissima vittoria dell’anno scorso, sapranno tenere aperto il Mondiale fino a Valencia? Per rispondere a tutti questi quesiti e magari anche per rendere onore nel migliore dei modi alla memoria di Marco Simoncelli, che proprio in Malesia ha trovato la morte nel 2011, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio della Malesia 2017 della MotoGp sul circuito di Sepang sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori