GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP/ Valencia: pole position a Marquez. Che battaglie nelle seconde linee!

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza MotoGp, Gran Premio Valencia 2017: Marc Marquez trova la pole position seguito da Zarco  e Iannone. Dovizioso solo nono. 

marc marquez motogp
Pronostico MotoGp: Marquez (LaPresse)

Ormai ci siamo: a minuti daremo il via al Gp di Valencia 2017  e i piloti protagonisti di questa stagione 2017 della Motogp sono pronti per collocarsi in quella che sarà l’ultima griglia di partenza per questo campionato. L’attesa come al solito è tantissima anche perchè quest’anno in terra spagnola  rimane in gioco il titolo mondiale: non mancheranno quindi le grandi battaglie anche appena partiti dalla griglia di partenza visti i protagonisti che occupano le prime file. Detta infatti sella pericolosità della prima fila con Marquez, Zarco e Iannone, la seconda linea dello schieramento non sarà da meno: Lorenzo, Pedrosa e Pirro sono impazienti di dare spettacolo. fondamentale il ruolo podici due spagnoli, con Lorenzo che potrebbe venir chiamato a fare squadra a favore di Dovizioso e con Pedrosa, probabilmente intenzionato a fare lo stesso per l’altro alfiere della honda Marquez, ben indirizzato alla vittoria del titolo. Da valutare invece il ruolo di Michele Pirro, che a sorpresa sulla Ducati di fabbrica ha strappato nelle qualifiche  il crono di 1.30.764 il sesto piazzamento. Solo la pista ce lo potrà dire: staremo a vedere. (agg Michela Colombo)

OCCHIO A ZARCO

La griglia di partenza del Gp di Valencia 2017 vede la riconferma, in pista come a tabella tempi, del rookiedell’anno Johann Zarco. Il francese della Yamaha di fabbrica ha infatti ottenuto un soddisfacente secondo posto tra Marquez e Iannone in prima fila, e ed è pronto a dare di nuovo spettacolo, sicuro del bel crono raccolto nelle qualifiche di 1.30.246. La stagione 2017 di Zarco, appena arrivato in Motgp è stata senza dubbio brillante con due podio e ben 8 piazzamenti entro la top ten a cui aggiungiamo anche una prima posizione in griglia  dipartenza ottenuta in occasione del Gran Premio del Giappone. Non ci sorprende quindi appurare che Marquez, in lotta per il titolo, sia preoccupato per la partenza in questo Gp di Valencia 2017: la concorrenza sarà infatti spietata. (agg Michela Colombo)

ALTRO FLOP DI VAN DER MARK

Non va meglio per Michael Van de Mark nella seconda prova nel campionato della Motogp: il Gp di Valencia, o meglio la sua griglia di partenza, ha infatti riservato all’olandese appena la 24^ posizione, con alle spalle solo P. Espargaro con il crono  di 1.32.504, registrato nelle qualifiche ufficiali del sabato. Da esordinente assoluto nella classe regina, possiamo dire davvero che finora a Van der Marck non mancano l’entusiasmo e l’energia, ma mancano i risultati di peso che ci si aspettava per il pilota che arriva dalle derivate di serie al posto di Folger, non disponibile. Già nella precdente prova del Mondiale 2017 in Malesia il pilota olandese classe 1992 aveva appena raccolto l’ultima piazza in griglia di partenza e il16^ piazzamento in gara. Van de Marck riusciirà poi oggi a recuperare qualche posizione? Staremo a vedere.   (agg Michela Colombo)

PRIMA FILA BOLLENTE

Sarà una prima fila nella griglia di partenza del Gp di Valencia  2017 davvero bollente, specialmente se consideriamo che proprio oggi sulla pista spagnola si deciderà il titolo mondiale della Motogp.  Se Marc Marquez, campione in carica e ben indirizzato al titolo 2017 del Mondiale piloti, ha trovato la pole posizione, va detto che di fianco al alfiere della Honda di troverà contendenti in grado di mettere in serio pericolo il suo successo. Ecco infatti che la prima fila della griglia di partenza sarà compatta da Johann Zarco rookie dell’anno, e da un risuscitato Andrea Iannone , che dopo una stagione da fantasma è tornato farsi spazio tra i grandi. Il primo a rendersi conto della delicatezza del momento è lo stesso Marquez, che dopo le qualifiche ha dichiarato: “Appena ho visto che Marc e Iannone partiranno al mio fianco, una vocina nella mia testa ha cominciato a urlare ‘pericolo, pericolo’.” Staremo a vedere che succederà a via del Gp di Valencia 2017. (agg Michela Colombo)

ROSSI IN CHIAROSCURO

Valentino Rossi occuperà il settimo posto sulla griglia di partenza della MotoGp a Valencia, ennesima conferma dello scarso feeling fra il Dottore della Yamaha e il circuito che ospita il Gran Premio della Comunità Valenciana, che di certo non è fra i preferiti di Valentino Rossi, che anzi sul Ricardo Tormo ha ricordi soprattutto negativi. Eppure, a volere essere pignoli, questa volta la prestazione del numero 46 non è stata così negativa, o almeno dovrebbe essere stata più colpa della Yamaha che del pilota: infatti il compagno di squadra Maverick Vinales non è nemmeno riuscito a qualificarsi per il Q2 e dovrà accontentarsi di un modestissimo tredicesimo posto sulla griglia di partenza, ben lontano anche dal settimo posto di Valentino Rossi. Stride con le difficoltà dei piloti ufficiali l’ottimo secondo posto di Johann Zarco, ennesima dimostrazione che in casa Yamaha molto è andato storto quest’anno nello sviluppo della moto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

COMPLIMENTI A PIRRO

Il sesto posto sulla griglia di partenza della MotoGp a Valencia di Michele Pirro fa sicuramente onore al pilota pugliese, collaudatore della Ducati, che ormai da diversi anni fa sempre molto bene ogni volta in cui viene chiamato in causa. Quest’anno ad esempio finora Pirro ha disputato appena due gare: nono al Mugello e quinto a Misano. Adesso eccolo in gara nel Gran Premio della Comunità Valenciana e le premesse sono interessanti, con la seconda fila della griglia di partenza agguantata con pieno merito e con la soddisfazione di precedere Valentino Rossi, settimo e dunque costretto ad accontentarsi della terza fila. Alla Ducati farà meno piacere che fra i battuti da Pirro ci sia anche Andrea Dovizioso, che oggi non è riuscito a trovare il giusto feeling con il tracciato del circuito Ricardo Tormo. La rimonta del Dovi si fa sempre più difficile, ma siamo sicuri che Pirro si metterà a disposizione del suo capitano in caso di necessità. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IANNONE OTTIMO TERZO

Abbiamo già accennato al terzo posto di Andrea Iannone sulla griglia di partenza della MotoGp per il Gran Premio della Comunità Valenciana che sarà disputato domani naturalmente a Valencia: il pilota abruzzese della Suzuki è stato infatti il migliore italiano nelle qualifiche disputate oggi pomeriggio sul circuito Ricardo Tormo, una delle poche soddisfazioni per Andrea Iannone in un Motomondiale 2017 pessimo sia per lui sia in generale per la Suzuki. Nel finale della stagione però qualche segnale più positivo è arrivato, grazie al quarto posto di Motegi e al sesto di Phillip Island: l’obiettivo per Iannone potrebbe dunque essere quello di salire sul podio per la prima volta in stagione, sfruttando il buon feeling con una pista sulla quale l’abruzzese un anno fa chiuse al terzo posto. Sarebbe un buon modo per salutare un 2017 decisamente infelice, poi sarà meglio pensare subito al 2018, che dovrà essere l’anno del riscatto per la Suzuki. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MARQUEZ IN POLE POSITION

Marc Marquez ha conquistato la pole position e partirà davanti a tutti sulla griglia di partenza della MotoGp a Valencia nonostante una caduta proprio negli ultimi minuti del Q2. Nonostante questo inghippo, lo spagnolo della Honda è risultato essere imbattibile per tutti i rivali già con il tempo di 1’29”897 fatto segnare in precedenza. Marquez dunque va fortissimo qui a Valencia, anche se ovviamente in gara dovrà stare molto attento ad evitare certi rischi. In ogni caso, la situazione di Andrea Dovizioso si fa durissima perché il forlivese è solamente nono, dunque deve accontentarsi della terza fila sulla griglia di partenza, con un ritardo di oltre un secondo dallo stesso Marquez. In prima fila con lo spagnolo ci saranno il francese Johann Zarco, ormai una certezza almeno sul giro secco e ancora una volta il più veloce della Yamaha nelle qualifiche, ma anche un ottimo Andrea Iannone, che ha portato la Suzuki ad un fantastico terzo posto, da cui sognare una gara da protagonista. Settimo posto invece per Valentino Rossi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 314.9 1’29.897  
2 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 312.7 1’30.246 0.349 / 0.349
3 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 315.7 1’30.399 0.502 / 0.153
4 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 319.0 1’30.460 0.563 / 0.061
5 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 318.1 1’30.589 0.692 / 0.129
6 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 319.4 1’30.764 0.867 / 0.175
7 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 312.9 1’30.848 0.951 / 0.084
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 314.0 1’30.857 0.960 / 0.009
9 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 320.6 1’30.961 1.064 / 0.104
10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 318.8 1’30.972 1.075 / 0.011
11 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 316.8 1’31.044 1.147 / 0.072
12 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 321.2 1’31.190 1.293 / 0.146

FOCUS SU DOVIZIOSO

Andrea Dovizioso a Valencia si giocherà le ultime residue chance di diventare campione del Mondo della classe MotoGp: fondamentale dunque sarà un buon piazzamento sulla griglia di partenza, anche perché il pilota Ducati ha solo la vittoria come risultato utile per tenere accesa la fiammella della speranza. Va detto onestamente che Dovizioso non è un mago del sabato: quest’anno il centauro forlivese non è ancora mai partito davanti a tutti sulla griglia di partenza di un Gran Premio e più in generale in tutta la carriera ha ottenuto appena 18 pole position, delle quali però esattamente la metà (9) in 125, classe che ha disputato per l’ultima volta nell’ormai lontano 2004. Curiosamente, dal punto di vista delle pole position Dovizioso aveva fatto meglio nel 2016, quando era partito davanti a tutti ad Assen e Sepang, ma siamo sicuri che il Dovi non vorrebbe mai tornare indietro, visto che il 2017 l’ha proiettato in un’altra dimensione… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I NUMERI DI MARQUEZ

Marc Marquez è l’uomo delle pole position in MotoGp e dunque presenza fissa nelle prime posizioni della griglia di partenza di quasi tutti i Gran Premi del Motomondiale. Sarà così anche oggi a Valencia? Lo scopriremo a breve, nel frattempo ci sembra doveroso citare qualche numero del pilota spagnolo della Honda, campione del Mondo in carica e vicinissimo a confermare il proprio titolo iridato. In particolare, per Marquez sono ben 72 le partenze dalla prima casella della griglia di partenza fra tutte le classi, a partire dalla 125: Marc è un vero e proprio mago del giro secco, ha già scavalcato per numero di pole position piloti con molta più esperienza nel Motomondiale e comunque indiscutibilmente vincenti come Jorge Lorenzo e soprattutto Valentino Rossi, che già correva nel Mondiale quando Marc Marquez aveva solamente 3 anni. Quest’anno Marquez ha consolidato ulteriormente la propria superiorità al sabato conquistando la pole position a Termas de Rio Mondo, Austin, Sachsenring, Brno, Zeltweg, Silverstone e Phillip Island: arriverà l’ottava? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza della MotoGp per il Gran Premio della Comunità Valenciana che chiuderà questo Motomondiale 2017, facciamo un passo indietro all’anno scorso per parlare naturalmente dei risultati del sabato di Valencia, quelli che oggi ci interessano di più. Sappiamo che sul tracciato iberico non è facile sorpassare e che di conseguenza partire davanti sulla griglia di partenza è molto importante a Valencia: in effetti dodici mesi fa Jorge Lorenzo vinse partendo dalla pole position e alle sue spalle giunse secondo Marc Marquez, che era scattato al fianco di Lorenzo dalla seconda casella sulla griglia di partenza. L’unica novità fu l’inserimento al terzo posto di Andrea Iannone, che nella gara d’addio alla Ducati ottenne un bellissimo podio pur essendo partito dalla settima casella, un terzo posto che fu ottenuto ai danni di Valentino Rossi, che era partito dalla prima fila ma fu costretto ad accontentarsi del quarto posto. Dunque l’anno scorso fu una prima fila di lusso con Lorenzo, Marquez e Rossi, mentre in seconda fila erano scattati Maverick Vinales, Andrea Dovizioso e Pol Espargaro, con i primi due che quest’anno sono stati molto più protagonisti della stagione rispetto ad un anno fa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GRIGLIA DI PARTENZA: I NUMERI DEI BIG

La griglia di partenza del Gran Premio della Comunità Valenciana 2017 di MotoGp sarà determinata dall’esito delle qualifiche che si disputeranno a Valencia oggi, sulla pista che ormai costituisce il classico ultimo appuntamento della stagione. Innanzitutto bisogna osservare che finora i dominatori del sabato sono stati senza dubbio Marc Marquez e Maverick Vinales, che in una ipotetica classifica delle qualifiche si contenderebbero il primato: ci sono state infatti ben sette partenze dalla prima casella della griglia di partenza per il campione del Mondo in carica e cinque per il suo connazionale della Yamaha. Per Marquez spiccano in particolare le ben quattro pole position consecutive dal Sachsenring fino a Silverstone, dopo la doppietta Argentina-Usa ad inizio stagione e prima della pole di Phillip Island, nella gara che probabilmente ha deciso il Mondiale; più distribuite le pole per Maverick Vinales (in Qatar grazie ai tempi delle libere, visto che le qualifiche furono annullate a Losail), anche se con un pesante buco estivo, dato che a Misano Vinales ha spezzato un digiuno che era cominciato dopo il Mugello (l’Italia porta bene a Maverick), prima di fare doppietta in Aragona. Agli altri restano le briciole: comunque da sottolineare le tre partenze in prima posizione per Dani Pedrosa e le due per Johann Zarco nelle prime diciassette uscite stagionali. Possiamo dunque innanzitutto notare che mancano in questo elenco i piloti italiani, con il francese Zarco che ad Assen e poi a Motegi ha spezzato l’altrimenti totale egemonia dei centauri spagnoli.

GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP: GLI ITALIANI AMANO LA DOMENICA

L’assenza di primi posti italiani sulla griglia di partenza però non ci dispiace troppo, perché alla domenica le soddisfazioni non sono quasi mai mancate per i nostri rappresentanti in MotoGp, in particolare Andrea Dovizioso, mentre Valentino Rossi quest’anno è riuscito ad imporsi solamente in Olanda. Il Dovi, nonostante lui e più in generale la Ducati non siano mai partiti davanti a tutti sulla griglia di partenza, ha vinto infatti ben sei gare – da questo punto di vista, comunque vada per Dovizioso è già di gran lunga la migliore stagione in MotoGp, visto che mai nella massima categoria aveva vinto più di una gara all’anno. La Honda conduce per 10-7 sulla Yamaha e le due case giapponesi sono le uniche ad avere ottenuto pole position: Marquez e Pedrosa entrambi a segno in casa Honda, con Dani che però ha ottenuto meno della metà delle partenze al palo di Marquez, mattatore Vinales più l’ottimo contributo di Zarco per quanto riguarda la Yamaha, che però vede ancora a quota zero Valentino Rossi, peggio (al sabato) anche dello stesso francese, le cui pole position in compenso sono sinonimo di vittoria italiana alla domenica. Ancora a secco invece la Ducati, come abbiamo detto: chissà se questa sarà la volta buona per vedere una Rossa davanti a tutti sulla griglia di partenza, nell’ultimo tentativo per provare a tenere viva la corsa del Dovi verso il sogno iridato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori