Diretta MotoGp/ Streaming video Sky e Tv8, gara live: Pedrosa vince! Dovizioso cade, a Marquez il Mondiale!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Valencia 2017: cronaca e tempi, podio, vincitore e ordine d’arrivo della corsa (oggi domenica 12 novembre).

dovizioso MotoGp
Diretta MotoGp: Dovizioso vinse nel 2017 (Foto LaPresse)

Sesto Mondiale per Marc Marquez, quarto in MotoGp: sono incredibili i numeri del pilota della Honda, che ha solo 24 anni e vanta già un palmares incredibile. Andrea Dovizioso ci ha provato, ha lottato, ma si è dovuto inchinare al dominatore della classe regina, peraltro il più giovane nella storia ad avere raccolto tanti successi. Sembrava tutto facile per il pilota della Honda, ma ha sudato freddo a otto giri dalla fine, quando è arrivato lunghissimo alla prima curva: è praticamente caduto, ma è riuscito a rimettere in piedi la moto con un miracolo. In quel frangente aveva appena superato Johann Zarco, ma poi è finito nella ghiaia: negli attimi in cui è tornato in pista ha compreso che non doveva più correre rischi. Quella sbavatura però ha riacceso le speranze di Andrea Dovizioso, che però ha spinto oltre le capacità della sua Ducati, finendo così ruote all’aria dopo Jorge Lorenzo. La standing ovation al rientro ai box però è stata davvero toccante. In quel momento Marquez ha avuto la certezza del titolo, quindi ha lasciato a Daniel Pedrosa il compito di attaccare Johann Zarco. (agg. di Silvana Palazzo)

MotoGp, rivivi la diretta live della gara

VINCE PEDROSA, MA TRIONFA MARQUEZ! DOVIZIOSO OUT

Il sogno di Andrea Dovizioso sfuma nel peggiore dei modi: con una caduta nei giri finali del Gran Premio di Valencia 2017. La gara non è stata vinta da Marc Marquez, il cui terzo posto del resto è sufficiente per aggiudicarsi il Mondiale, ma dal compagno di squadra Daniel Pedrosa. Marc ha rischiato una sola volta, quando è caduto per qualche attimo, ma ha avuto l’incredibilità capacità di rimetterla in piedi con il ginocchio, tutto questo in pochi secondi. Una reazione da fenomeno che legittima ulteriormente la vittoria di un Mondiale stra-meritato. Dopo il fuoripista ha capito che non era intelligente correre altri rischi, quindi si è accontentato del terzo posto. Dopo poco sono cadute invece le Ducati di Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, e quindi è stato tutto facile poi per Marquez. Lo spettacolo nei giri finali lo hanno regalato comunque Johann Zarco e Daniel Pedrosa, che con un bel sorpasso si è preso il primo posto e la vittoria. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ PROTETTO DA PEDROSA

Marquez primo dopo la partenza della gara del Gran Premio di Valencia 2017. Il pilota della Honda deve ringraziare il compagno di squadra Daniel Pedrosa, che lo ha protetto dall’attacco di Johann Zarco e Andrea Iannone alla partenza. Questo ottimo lavoro di strategia però è durato qualche giro, perché poi è stato sorpassato da Johann Zarco, che si è messo a caccia di Marc Marquez, infilandolo alla prima occasione utile. Tutti guardinghi comunque alla partenza, mentre Andrea Dovizioso ha portato finora la sua rimonta fino al quinto posto, quello alle spalle del compagno della Ducati Jorge Lorenzo. Fatica però in questa fase Dovizioso ad avvicinarsi sensibilmente per provare il sorpasso. Ora, dunque, si è messo a caccia dei due piloti della Honda: Daniel Pedrosa e Marc Marquez. Segnaliamo l’ottavo posto di Valentino Rossi, dietro l’altro italiano Michele Pirro. Maverick Vinales invece è decisamente indietro, al quattordicesimo posto. (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA GARA!

Ci siamo: comincia la gara del Gran Premio di Valencia, l’ultima del Motomondiale. Oggi si decide tutto: trionferà Marc Marquez o Andrea Dovizioso? Sulla carta è super favorito il pilota della Honda, forte dei 21 punti di vantaggio in classifica e dalla partenza dalla pole position, ma il rivale della Ducati, che deve rimontare dalla nona posizione, non ha nulla da perdere. Questo potrebbe essere lo spirito giusto con il quale approcciare una gara da vincere prima di fare calcoli sul risultato di Marquez. La Ducati nel weekend ha faticato a decollare, mentre la Honda ha girato a meraviglia, ma ci sono stati dei miglioramenti che possono fare sperare, del resto durante una gara di MotoGp tutto può succedere. Abituato a spingere forte per essere sempre il più veloce, Marquez è chiamato a gestire la gara senza correre rischi. E questo è un atteggiamento al quale non è abituato. Insomma, lo spettacolo sta per cominciare. E siamo pronti a seguirlo in diretta. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ VELOCE, DOVIZIOSO E LE SUZUKI MIGLIORANO

Ancora Marc Marquez: il pilota della Honda ha dominato anche nel warm up del Gran Premio di Valencia. Lo spagnolo ha staccato tutti, ricalcando quanto mostrato nel weekend: ha confermato di avere un passo gara incredibile, quindi di essere l’uomo da battere, il super favorito non solo per la gara ma soprattutto per il Mondiale. I rischi non sono mancati stamattina, visto che si è corso con una bassa temperatura, una condizione insolita per Valencia e che infatti non è prevista per le 14, quando si correrà la gara. Andrea Dovizioso comunque ha evidenziato dei miglioramenti nel passo gara, un aspetto importante visto che deve rimontare diverse posizioni. Le Suzuki invece hanno confermato il momento positivo, mentre proseguono le difficoltà in casa Yamaha: Valentino Rossi ha chiuso la sessione all’ottavo posto, mostrando la scarsa guidabili della sua moto, ma è andata peggio a Maverick Vinales, che dopo una caduta non è neppure tornato in pista. (agg. di Silvana Palazzo)

WARM UP, MARQUEZ PRIMO E DOVIZIOSO QUARTO

Non lascia nulla Marc Marquez agli avversari, neppure il warm up. Il pilota della Honda ha fatto registrare il miglior tempo anche in questa sessione del Gran Premio di Valencia 2017. Neppure le briciole per gli avversari, perché la voglia di essere il più veloce non si può accantonare facilmente. E così in una mattinata fredda il pilota della Honda ha messo a segno il miglior giro della sessione, facendo meglio dell’inseguitore per il Mondiale, Andrea Dovizioso, che ha fatto registrare invece il quarto tempo. Ora tutti si chiedono se ha pensato ad una gara da “ragioniere”, visto che la posta in palio è altissima. Del resto, può controllare nel migliore dei modi l’ultima gara del Motomondiale, visto che scatterà dalla pole position e Andrea Dovizioso, che gli deve recuperare 21 punti, parte dalla terza fila. Anche oggi comunque lo spagnolo ha dimostrato di poter tenere un ritmo importante in ottica gara. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ VELOCE ANCHE NEL WARM UP

Si è concluso il warm up, ultimo atto prima della gara del Gran Premio di Valencia 2017. Marc Marquez non ha voluto correre rischi, ma nonostante ciò è stato il più veloce in pista. Suo il miglior tempo (1:31.263) in una mattinata non così tranquilla: non manca la tensione in questa giornata decisiva in chiave Mondiale. Interessanti però sono stati anche i tempi delle Suzuki, che in quest’ultima gara del Motomondiale possono ambire almeno ad un posto sul podio: secondo tempo di Alex Rins, terzo Andrea Iannone, a poco più di tre decimi da Marquez. Solo quarto tempo per Andrea Dovizioso, che però non ha spinto al massimo, ma evidentemente quanto basta per prendere le misure in vista della gara. Dietro Daniel Pedrosa e Johann Zarco, poi Mika Kallio davanti a Valentino Rossi, Tito Rabat e Carl Crutchlow. Problemi durante il warm up per Jorge Lorenzo, che è stato lasciato a piedi dalla sua Ducati, ancora di più ne ha avuti Maverick Vinales per una caduta, dopo la quale è apparso davvero sconsolato per il difficile momento che sta affrontando. (agg. di Silvana Palazzo)

VIA AL WARM UP!

Comincia l’ultimo warm up della stagione di MotoGp. Si avvicina il momento più importante del weekend, la gara del Gran Premio di Valencia 2017, ma c’è ancora uno step da completare, ed è appunto quello del warm up. Un’occasione importante per valutare le condizioni attuali della pista, per mettere a punto la moto e le ultime strategie in vista dell’appuntamento decisivo, la gara. Sarà interessante allora scoprire come lo gestiranno le diverse scuderie: avranno voglia di sperimentare qualche soluzione o giocheranno a “nascondino” per non scoprire subito le carte in tavola? Una cosa è certa: Marc Marquez è un pilota che non fa sconti. In questo weekend ha guidato come se il Mondiale fosse in pericolo, ma sappiamo bene che solo un miracolo può premiare Andrea Dovizioso. Non si è messo dunque in difesa, ma è sceso in pista come ogni weekend, con la voglia di essere il più veloce di tutti e vincere. E questo rende la missione del pilota della Ducati tremendamente più complessa… (agg. di Silvana Palazzo)

DOVIZIOSO, SERVE PIÙ DI UN’IMPRESA

Una missione impossibile, ma perché Andrea Dovizioso non deve crederci? Il grande giorno è arrivato, il giorno del grande duello. Oggi conosceremo il vincitore del Motomondiale: sarà Marc Marquez o il pilota della Ducati? Sulla carta è decisamente favorito lo spagnolo, per una questione di vantaggio in classifica e sulla griglia di partenza. Serve un’impresa che vada oltre qualsiasi logica: il pilota forlivese deve rimontare dalla nona posizione e vincere, sperando che Marc Marquez faccia peggio dell’undicesimo posto, lui che parte dalla pole position. Le possibilità di Dovizioso sono poche, ma ci sono: deve gettare il cuore oltre l’ostacolo e provare a dare alla sua stagione straordinaria un’ultima prestazione incredibile. Del resto è uno dei più forti di quest’anno, se è riuscito a tenere aperto un Mondiale che sembrava inesorabilmente finire nelle mani di Marquez. (agg. di Silvana Palazzo)

MOTOGP, IL GIORNO DELLA VERITÀ

Oggi la MotoGp torna con il Gran Premio della Comunità Valenciana 2017 in diretta naturalmente dal circuito di Valencia, che costituisce il diciottesimo e ultimo atto del Motomondiale 2017. Cresce dunque l’attesa per la gara che chiuderà la stagione e anche la lotta per il titolo iridato fra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, pur con la consapevolezza che Marquez è ad un passo dal titolo, potendo contare su 21 punti di vantaggio sui soli 25 ancora da assegnare (clicca qui per la griglia di partenza della MotoGp a Valencia). Eccovi dunque gli orari della corsa, che saranno naturalmente quelli classici dei Gran Premi in Europa. Ricordiamo innanzitutto che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 9.40, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti in un momento decisivo della stagione.

LA GARA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Tutte le sessioni e gare odierne dal circuito iberico saranno trasmesse su Sky Sport MotoGp HD, canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quarta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per tutti gli appassionati, anche non abbonati Sky, la buona notizia è che le gare sul circuito di Valencia saranno visibili in tempo reale anche in chiaro su Tv8. Il punto di riferimento della squadra di inviati Sky è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini. Per quanto riguarda invece le classi minori Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore ci sarà Vera Spadini, mentre gli inviati ai box saranno Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti: questo dunque lo schieramento Sky per questo Gran Premio di chiusura del Motomondiale. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire il warm-up e la gara in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà questa volta anche in tempo reale su Tv8 (canale numero 8 del telecomando) con le gare di tutte e tre le classi. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

QUALIFICHE, LA POLE POSITION DI MARC MARQUEZ

Marc Marquez mette le mani sul Mondiale di MotoGp: la pole position del Gran Premio di Valencia 2017 vale davvero tanto per il pilota della Honda. Altri avrebbero forse gestito diversamente il weekend, preoccupandosi di fare il minimo indispensabile a fronte del vantaggio in classifica, ma il Cabronçito non è un tipo che fa calcoli. Vuole “solo” vincere e per il momento sta legittimando il vantaggio accumulato su Andrea Dovizioso, che invece ha chiuso al nono posto. Lui che doveva dare tutto per partire davanti a tutti e provare a vincere la gara, sperando in un risultato negativo del rivale, si ritrova a inseguire. Si affievoliscono le sue speranze di vittoria, ma non può arrendersi ora, perché il Motomondiale quest’anno ci ha confermato che può succedere davvero di tutto. Una menzione però la merita Andrea Iannone, che ha avuto una stagione tribolata. Il suo terzo posto rincuora lo spirito di un pilota che l’anno prossimo può tornare ad essere competitivo. Che dire, invece, di Valentino Rossi: ha tirato fuori dal cilindro un settimo posto che per la Yamaha sembrava inarrivabile a fronte delle difficoltà emerse in questo weekend. (agg. di Silvana Palazzo)

FP3, VALENTINO ROSSI CERCA DI RESISTERE

Valencia è teatro dell’ultimo appuntamento del Mondiale di MotoGp, ma non della carriera di Valentino Rossi. Il giorno del ritiro del Dottore è ancora molto lontano, del resto perché dovrebbe fermarsi un pilota che è in grado di piazzare al decimo posto una Yamaha inguidabile. Ancora una volta Rossi ha dimostrato di cosa è capace, anche se non nutrivamo alcun dubbio. Ma quella che ha messo in FP3 è più di una pezza, perché il decimo posto è molto importante per le Yamaha, protagonista di un weekend molto difficile. Non era affatto scontato arrivare in Q2, ma ancora una volta ha tirato il meglio da una moto che necessita di grandi interventi. Nell’ingresso di Maverick Vinales ai box c’è del resto la fotografia del momento Yamaha: non si è neppure tolto il casco per mostrare la rabbia che gli monta dentro, ma che è facile immaginare. “Correre altri 10 anni? Sarà difficile, ma ci proverò di sicuro”, ha dichiarato Valentino. Ecco, con una moto nuovamente competitiva potrebbe far divertire ancor di più i suoi tifosi e tutti gli appassionati di MotoGp. (agg. di Silvana Palazzo)

LE INFORMAZIONI SUL CIRCUITO

Il Gran Premio vivrà la sua partenza naturalmente alle ore 14.00 e poi si svilupperà sulla distanza di 30 giri per un totale di 120,2 km, dal momento che ogni giro del breve e tortuoso tracciato valenciano misura appena 4,005 chilometri, caratterizzati da ben quattordici curve, di cui nove a sinistra e cinque a destra: moltiplicate per il numero di giri, sono ben 420 curve in totale. Altre informazioni importanti riguardano la larghezza della pista, che è di soli 12 metri, e la lunghezza del rettilineo principale che è di 876 metri. Insomma, una pista che onestamente non è il massimo per i bolidi della MotoGp: corta, stretta e tortuosa, sorpassare non è facile ed infatti non è tra le piste più amate dai centauri protagonisti del Motomondiale. La peculiarità più significativa del Ricardo Tormo è quella di essere una sorta di “stadio”, visto che è un caso rarissimo di circuito dalle cui tribune si può seguire la gara per intero: l’ideale per il tifo (considerato pure che le tribune possono accogliere 150.000 spettatori), che certamente ci regalerà una cornice all’altezza dell’ultimo atto di questo Mondiale, con il tifo inevitabilmente in gran parte per Marc Marquez. Un’altra particolarità è che si gira in senso anti-orario, contrariamente a quello che succede nella maggior parte degli altri circuiti.

LE DOMANDE DELLA DOMENICA

Ognuno dei protagonisti avrà un obiettivo: Marc Marquez vorrà festeggiare il titolo davanti ai propri tifosi e potrà gestire una situazione estremamente favorevole; Andrea Dovizioso può solo cercare la vittoria e questa tutto sommato è una buona situazione psicologica, anche se per sognare il colpaccio servirebbe anche una grossa mano da parte del rivale. In ogni caso il Dovi è stato la grande rivelazione del 2017, sarà importante chiudere al meglio una stagione già memorabile. Maverick Vinales cercherà di tornare alla vittoria che gli manca da maggio, un digiuno incredibile per chi nella prima parte della stagione sembrava essere il principale favorito per la conquista del Mondiale. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo vorrebbero vincere per chiudere al meglio una stagione difficile, fermo restando che Rossi dovrà fare i conti con una pista mai amata mentre Lorenzo dovrà pensare anche al bene della Ducati (anche se con questa classifica è difficile ipotizzare giochi di squadra). Quanto al feeling con il circuito, doverosa è la citazione per Dani Pedrosa, ben sei volte vincitore al Ricardo Tormo. Per tutti poi nei test di settimana prossima inizierà di fatto già il 2018, ma per adesso è meglio rimanere all’attualità. Per capire chi riuscirà a centrare gli obiettivi che vi abbiamo citato, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio della Comunità Valenciana 2017 della MotoGp sul circuito di Valencia sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori