Diretta/ MotoGp prove libere FP2 live: spunta il rischio pioggia. Cronaca, tempi (oggi GP Argentina 2017)

Diretta MotoGp prove libere FP1 e FP2 live GP Argentina 2017 Termas de Rio Hondo: cronaca e tempi delle due sessioni in programma sul circuito (oggi venerdì 7 aprile). Vinales vola, Rossi no

07.04.2017 - Mauro Mantegazza
maverick_vinales_yamaha_motogp_lapresse_2017
Diretta Test Motogp Valencia 2018, Maverick Vinales - LaPresse

È cresciuto il rischio pioggia a Termas De Rio Hondo, dove è in programma il Gran Premio d’Argentina 2017 di MotoGp. Domani si terranno le qualifiche, ma un acquazzone minaccia concretamente il circuito della seconda prova del Motomondiale. Questa notizia rischia di complicare i piani, ad esempio, di Valentino Rossi, che ha chiuso al quindicesimo posto dopo le prime due sessioni di prove libere: in tal caso potrebbe non riuscire a migliorare la sua prestazione e quindi sarebbe costretto a disputare il Q1 per provare ad accedere al Q2, fase decisiva nella quale verrà definita la griglia di partenza per il Gp di domenica. Non è prevista pioggia, invece, per il giorno della gara: si dovrebbe correre, infatti, sull’asciutto. Maveric Vinales, l’altro pilota della Yamaha, invece è incontentabile: aver ottenuto il primo posto nelle due sessioni libere non sarebbe sufficiente per mettere un’ipoteca sulla seconda gara stagionale. (agg. di Silvana Palazzo) 

Va in archivio la Fp2, la seconda sessione delle prove libere del Gran Premio d’Argentina di MotoGp: continua ad andare forte Vinales, che ha fatto storia a parte. L’altro pilota della Yamaha, il “nostro” Rossi, invece ha faticato: ha chiuso al sedicesimo posto. Peggio di lui ha fatto Jorge Lorenzo, che ha chiuso addirittura al diciottesimo posto. Hanno deluso anche Pedrosa e Dovizioso, che si sono piazzati rispettivamente al tredicesimo e quattordicesimo posto. Fuori dai 10 anche Redding e Zarco. Ma torniamo alle note positive della Fp2 e, quindi, facciamo il punto della situazione completando la top ten. Vinales si è piazzato davanti a Marquez, l’altra sorpresa è Abraham al terzo posto, davanti a Bautista. L’Italia sorride con Petrucci al quinto posto, davanti a Baz e Crutchlow, mentre Folger ed Espargaro si sono sistemati all’ottavo e nono posto. A chiudere la top ten è Iannone, che ha ottenuto l’ultimo “pass”. (agg. di Silvana Palazzo) 

È cominciata la Fp2, seconda sessione delle prove libere del Gp d’Argentina 2017. Non mancano le novità, annunciate da Valentino Rossi con la sua discesa in pista: il pilota della Yamaha ha scelto la gomma hard per l’anteriore e in tanti come lui scelgono questo tipo di gommatura. Sono state accolte, dunque, le indicazioni della Michelin, che ha chiesto di provare questo tipo di gomma. I primi tempi, però, sono lontani da quelli registrati in Fp1: per ora Marquez mostra un buon passo, segno che la caduta nella prima sessione di prove libere non ha prodotto ripercussioni né alla moto né alla sua condizione fisica. Maverick Vinales procede tranquillo, ma pian piano si avvicina a Marquez, che per ora è in vetta con 1:40.6. Sorprende il terzo posto di Petrucci, che sta dando il meglio di sé per ora, considerando il secondo posto ottenuto nella prima sessione di prove libere. Segnali decisamente positivi. (agg. di Silvana Palazzo) 

Sta per cominciare la seconda sessione di prove libere, l’attesisssima Fp2 del Gp d’Argentina 2017, ma c’è poco da ridere per l’Italia dopo la prima. Valentino Rossi continua a litigare con la ruota anteriore, ma c’è Danilo Petrucci in questo primo atto del Gran Premio di Termas de Rio Hondo a rincuorare gli appassionati italiani. Con la sua Ducati Gp17 in versione Pramac ha chiuso le Fp1 a due decimi da Maverick Vinales. Il primo tempo di quest’ultimo non è molto lontano da quello della pole dello scorso anno, segno che forse la soluzione trovata dagli argentini per non far sporcare la pista è stata giusta: hanno fatto correre, infatti, nei giorni scorsi 120 piloti proprio per “gommare” l’asfalto e un po’ – a quanto pare – ha funzionato. Ma finora deludono i favoriti: la Honda fatica, Marquez e Pedrosa chiudono rispettivamente all’undicesimo e diciannovesimo posto. Continua a soffrire Jorge Lorenzo con la sua Ducati, mentre continua a crescere Aleix Espargaro. (agg. di Silvana Palazzo)

Cresce l’attesa per la seconda sessione delle prove libere di MotoGp in vista del GP d’Argentina 2017. Maverick Vinales, che ha vinto la gara d’esordio del Mondiale, vuole ripetersi e i primi segnali lasciano pensare ad un possibile bis: il pilota della Yamaha ha chiuso in FP1 con il tempo 1’40”356. Impressionante la velocità raggiunta nel giro secco e il passo gara mostrato. Il compagno di team Valentino Rossi ha confermato la tendenza del weekend scorso: in avvio fatica (ha chiuso al sedicesimo post), quindi la speranza è che possa invece “ruggire” come fatto nella scorsa gara. Jorge Lorenzo è chiamato a dare una risposta con la sua Ducati, ma quelle fornite finora non sono positive: la prima sessione di prove libere lo vede, infatti, quindicesimo. Marc Marquez in avvio di FP1 aveva mostrato un passo simile a quello di Vinales, ma il gap al termine delle prove è evidente: ha chiuso all’undicesimo posto. I piloti proveranno a mischiare le carte in tavola in FP2: la prossima sessione di prove libere si preannuncia spettacolare. (agg. di Silvana Palazzo)

Si chiude qui la Fp1 del Gp d’Argentina 2017, primo evento sul circuito della Termas de Rio Hondo: anche oggi il protagonista assoluto della sessione è stato il pilota della Yamaha Maverick Vinales, che trova il miglior tempo sull’asfalto argentino, affatto semplice da interpretare per via del poco grip. Il vincitore del Gp del Qatar ha infatti fermato il cronometro sul 1.40.356, primo a infrangere il muro dell’1.40 e autore di una prestazione davvero straordinaria. Dietro di lui ha concluso nel migliore dei modi il time attack finale Danilo Petrucci che ha segnato il secondo tempo a +0.206 di distacco dallo spagnolo.  Il terzo e quarto posto della classifica dei tempi della Fp1  sono andati a Zarco e Folger,  in lotta fin dai primi minuti della prima sessione di prove libere per realizzare il miglior crono. Quinto posto a sorpresa invece per Arbrahams e mentre gli ex compagnia di squadra Iannone  e Dovizioso hanno chiudo la loro Fp1 con il sesto e il settimo miglior tempo. Si è visto solo nella parte finale della Fp1 Lorenzo: il ducatista ha registrato diversi problemi di feeling con la sua desmosedici fin dalle prime battute, ma ha registrato sul finale qualche luce rossa nei primi settori del circuito, i primi della stagione. Non pervenuto invece Valentino Rossi che ha realizzato solo il 16^ crono. 

E’ da poco iniziato la Fp1, ovvero la prima prova libera del Gp d’Argentina, sotto un cielo finalmente sereno al circuito delle Termas de Rio Hondo. Allo scattare della sessione tutti i piloti sono subito usciti dai box per effettuare i primi installation lap: pochi i cachi arancioni in questa prima fase in linea con le previsioni. Già a cinque minuti dal via però si è registrato un cero duello a distanza tra Zarco e Crutchlow nella classifica dei tempi: un continuo contendersi il miglior tempo della sessione, che comunque rimane molto alto. Dopo poco si è messo subito in mostra Maverick Vinales, che ha chiuso la prima sessione di giri della Fp1 con il miglior tempo fissato a 1.41:469. Lo spagnolo della Yamaha ha poi fatto preoccupare con una piccola svirgola in pista: Vinales è riuscito all’ultimo a tenere il controllo della moto registrando però della dolorosità alla mano destra. Si segnala infine che Alex Baz si è di fatto parcheggiato alla curva 10 dopo i primi minuti della Fp1: al momento non è ancora dato di sapere la natura del problema della sua moto. 

Sta per avere inizio la tanto attesa Fp1 del Gp d’Argentina 2017, ovvero la prima sessione di prove libere sul circuito di Termas de Rio Hondo, secondo appuntamento ufficiale del mondiale della Motogp 2017. Nonostante le previsioni meteo per questo weekend, dove la classe regina torna protagonista, non siano affatto buone, al momento il tempo pare tenere  sull’asfalto argentino e quindi possiamo aspettarci se non altro una prima sessione di prove libere asciutte. Condizioni quindi ideali perché tutti i piloti protagonisti della Fp1 del Gp d’Argentina possano prendere confidenza con la pista, affatto semplice di Termas de Rio Hondo, oltre che verificarne le condizioni, per meglio studiare il piano di questo fine settimana e i set up da testare anche nelle prossime sessioni di prove libere.  Chiaramente gli occhi di tutti gli appassionati saranno su Maverick Vinales e il compagno di squadra alla Yamaha Valentino Rossi dai quali ci si aspetta tanto già dalla Fp1. Ruolo comprimario per le Ducati e le due Honda, con un occhio particolare per il nuovo arrivato alla scuderia di Borgo Panigale Jorge Lorenzo, che dopo la brutta prova al Gp del Qatar, prima prova del Mondiale della Motogp, vorrà senza dubbio rifarsi fin da questo pomeriggio.  

Le Honda potevano andare meglio nella prima gara del Moto Gp 2017, ma di certo sono arrivate delle indicazioni importanti che nonostante abbiano escluso i due piloti Marc Marquez e Dani Pedrosa dal podio si sono posizionati subito dopo. Ora è il momento di scendere in pista in Argentina dove bisogna far tesoro di quanto visto una settimana fa. Marquez ha sottolineato: “Il Qatar è stato un Gran Premio difficile, ma abbiamo spinto molto e migliorato nel fine settimana anche se non abbiamo centrato il podio”. Ora c’è bisogno di capire se il grande lavoro fatto durante la settimana porterà a risultati importanti anche questo fine settimana. Continua sulle specifiche della gara: “La pista è molto bella, mi sono sempre trovato bene lì. Il livello del grip è basso e le gomme devono essere consapevoli di questo anche in gara”. Ovviamente l’obiettivo è quello di essere competitivi per il podio alla ricerca di un risultato molto importante, ma che cercato con intensità potrebbe portare presto i suoi frutti. (agg. di Matteo Fantozzi)

– Dani Pedrosa si è posizionato quinto nella prima gara del Gran Premio di Moto Gp del 2017 in Qatar. Ora in Argentina proverà a fare anche meglio insieme al suo collega della Honda Marc Marquez. Nonostante questo c’è stata grande soddisfazione in seguito alla prima gara che è stata strana per quanto accaduto alla partenza dove ci sono stati dei problemi. Pedrosa però è pronto: “Vogliamo continuare il lavoro duro iniziato e migliorare ancora di più in Argentina”. La stessa messa a punto con cui si è terminato in Qatar sembra essere quella giusta per la svolta. Ovviamente però ci saranno delle modifiche: “Dovremo adattare il cambio e anche l’impostazione di mapping in pista. Vedremo poi il venerdì dove saremo e quale saranno le decisioni da prendere”. C’è grande entusiasmo per arrivare in moto con la volontà di riuscire a lavorare a un traguardo importante. La volontà è quella di ottenere il miglior risultato possibile ed è certo che non mancherà la determinazione e la grinta giusta. (agg. di Matteo Fantozzi)

E’ iniziato molto bene la stagione per Maverick Vinales che ha raggiunto la prima posizione nel Moto Gp del Qatar della settimana scorsa. Ovviamente vorrà provare a ripetersi questo fine settimana in Argentina. Il pilota ha sottolineato di essere felice dopo una gara come quella di sette giorni fa che ha definito ”stupefacente”. Spiega: “Sono felice di essere nuovamente sulla mia M1 questo fine settimana a Termas de Rio Hondo”. La sfida diventa ancora più difficile perchè c’è la necessità di ripetersi ad alti livelli e la gara già affrontata era solo la prima di un percorso fatto di diciotto turni. C’è anche tanta tensione: “Aumenta la pressione perchè il livello degli avversari è davvero molto alto, ma questo mi motiva ancora di più”. La volontà è quella di essere cauti ed evitare di fare errori dettati dalla pressione. Entusiasta è anche il Team Manager della Yamaha Massimo Meregalli. Questi ha sottolineato: “E’ stata una gara d’apertura molto importante anche se il campionato è molto lungo”. Sicuramente la fiducia però, ribadisce Meregalli, è aumentata. (agg. di Matteo Fantozzi)

Valentino Rossi si è piazzato terzo nella prima gara di Moto Gp della stagione e ora ha intenzione di ripetersi e fare ancora meglio in Argentina con la sua Yamaha. Il pilota ha specificato che non è stato facile l’approccio al campionato nonostante si sia lavorato alla prova con grande determinazione. Le prove però hanno aumentato la confidenza con la moto e anche permesso di andare in pista ad ottenere risultati importanti. Spiega: “Dobbiamo andare in Argentina e correre su una pista che mi piace molto. Sono davvero felice di affrontare una situazione importante. Cercheremo di lavorare al meglio per andare ancora una volta sul podio”. Di certo un protagonista come Valentino Rossi avrà la volontà ancora una volta di mettersi davanti a tutto grazie a uno spessore incredibile che lo ha reso uno dei migliori di sempre. Il Team Manager Massimo Meregalli ha sottolineato come la pista in Sudamerica sia davvero complessa, ma che possa anche permettere un importante salto di qualità. Sottolinea: “Siamo ansiosi di ripagare la fiducia da parte del pubblico che ci ha spinto fino a un risultato ancora una volta importante”. (agg. di Matteo Fantozzi)

La MotoGp torna in diretta: con le prove libere FP1 e FP2 comincia il Gran Premio d’Argentina 2017 sul circuito di Termas de Rio Hondo, che costituisce il secondo appuntamento con il Motomondiale 2017. Ricordiamo innanzitutto il programma di tutte le sessioni di oggi, venerdì 7 aprile 2017, per quanto riguarda la MotoGp. Dopo le anomalie del Qatar si tornerà al programma normale con il venerdì naturalmente riservato alle prime due sessioni di prove libere: la classe regina scende in pista alle ore 14.55 italiane, quando prenderanno il via i 45 minuti della , che si chiuderanno alle ore 15.40; stessa durata per la , che avrà inizio alle ore 19.05, fino alle 19.50. Tenuto conto delle cinque ore di fuso orario, a Termas de Rio Hondo le due sessioni avranno inizio rispettivamente alle ore 9.55 e 14.05.

Dalla gara sudamericana ci attendiamo di capire se le indicazioni emerse due settimane fa in Qatar saranno confermate o se ci saranno invece delle novità. In particolare i riflettori sono puntati su Maverick Vinales, che ha cominciato la stagione come lo pilota spagnolo della Yamaha aveva già condotto tutti i test invernali, cioè sempre al comando. Molti pensano che sarà difficile per chiunque contrastarlo se continuerà ad andare forte come a Losail e in questo senso Termas de Rio Hondo potrebbe dare risposte importanti. Qui infatti Vinales gira per la prima volta con la Yamaha: se confermerà il dominio visto a Losail due volte (test e Gran Premio), oltre che a Sepang e Phillip Island per quanto riguarda i test, la sensazione di essere di fronte a una nuova era si farà sempre più forte.

Naturalmente però la MotoGp 2017 è appena ad inizio stagione e di conseguenza tutto è ancora possibile: Valentino Rossi ha già dimostrato in Qatar che almeno in gara nessuno gli è superiore, anche se naturalmente sarà fondamentale partire più avanti per contrastare efficacemente Vinales; la Ducati è in forma e Andrea Dovizioso vuole bissare il podio di due settimane fa, anche per scacciare l’incubo dell’anno scorso; Jorge Lorenzo vuole invece migliorare e lo stesso si può dire di Marc Marquez, che in Qatar è rimasto giù dal podio ma in Sudamerica vanta due vittorie nelle tre edizioni del Gp disputate sul tracciato inaugurato nel 2014. Di conseguenza è molto facile capire che i temi d’interesse non mancheranno, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio d’Argentina 2017 della MotoGp a Termas de Rio Hondo sta per cominciare…

1 25 Maverick VIÑALES Movistar Yamaha  1’40.356

2 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing  1’40.562 0.

3 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3  1’40.574

4 94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 1’40.660

5 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team 1’40.678

6 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR 1’40.701

7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team 1’40.716

8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing 1’40.853

9 43 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS  1’40.867

10 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar 1’40.936

11 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team  1’40.958

12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini 3 1’40.982

13 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing 1’41.062

14 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 1’41.073

15 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 1’41.128

16 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha  1’41.311

17 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR 1’41.694

18 53 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS  1’41.703

19 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 1’41.781

20 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing  1’41.829

21 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 1’41.867

22 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing  1’42.224

23 22 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 1’42.237 

1 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha Motogp 1:39.477

2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team 1:39.778

3 17 Karel ABRAHAM CZE Pull&bear Aspar Team 1:39.880

4 19 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&bear Aspar Team 1:39.922

5 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing 1:39.960

6 76 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing 1:40.120

7 35 Cal CRUTCHLOW GBR Lcr Honda 1:40.124

8 94 Jonas FOLGER GER Monster Yamaha Tech 3 1:40.157

9 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini 1:40.175

10 29 Andrea IANNONE ITA Team Suzuki Ecstar 1:40.250

11 45 Scott REDDING GBR Octo Pramac Racing 1:40.338

12 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 1:40.340

13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 1:40.345

14 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team 1:40.399

15 8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing 1:40.431

16 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha Motogp 1:40.531

17 43 Jack MILLER AUS Eg 0,0 Marc Vds 1:40.588

18 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team 1:40.599

19 53 Tito RABAT SPA Eg 0,0 Marc Vds 1:40.908

20 42 Alex RINS SPA Team Suzuki Ecstar 1:41.083

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori