MOTOGP 2017/ News, Jorge Lorenzo: comincio a sentire la moto davvero mia

Motogp 2017 news: le ultime notizie e novità sul motomondiale. Parla Lorenzo dopo i test di Jerez:”comincio a  sentire la Ducati davvero mia in pista”.

09.05.2017 - Michela Colombo
video caduta jorge lorenzo
Jorge Lorenzo (LaPresse)

Primo podio della stagione 2017 della Motogp e quarto miglior tempo registrato ai test di Jerez appena 24 ore dopo la gara del Gp di spagna, dove lo spagnolo ha trovato il terzo piazzamento: questo è il bottino di questi ultimi giorni per Jorge Lorenzo, il nuovo pilota della Ducati.  Per l’ex compagno di squadra di valentino Rossi la stagione 2017 della Motogp non è iniziata nei migliore dei modi ma ora Lorenzo pare aver finalmente trovato il giusto feeling con la sua Desmosedici. A dirlo è lo stesso pilota al termine dei test di Jerez che si sono svolti appena ieri: “Oggi, anche se non abbiamo provato molte novità, abbiamo trovato alcune soluzioni più efficaci rispetto a quelle utilizzate ieri in gara. In generale sono molto soddisfatto, soprattutto perché continuo ad accumulare chilometri e comincio a sentire la moto davvero mia”. Non manca un suo commento sulle nuove gomme portate dalla Michelin e molto apprezzate da piloti come Rossi e Marquez, campione del mondo in carica per la Motogp: “Abbiamo potuto provare anche la nuova gomma anteriore, ma io continuo a preferire quella che abbiamo usato fino ad ora perché, a mio parere, ha un grip migliore soprattutto a centro curva”.

I test per la MotoGP 2017 che si sono svolti ieri a Jerez hanno rappresentato un appuntamento molto importante per la Yamaha, che ha cercato di capire sulla pista spagnola nella giornata di prove ufficiali cosa non è funzionato in gara solo la domenica prima al Gp di Spagna, dove Rossi e Vinales hanno ottenuto rispettivamente solo il decimo e senso posto. La casa giapponese oltre che mettere alla prova le nuove mescole portate dalla Michelin ne ha approfittato per far provare a entrambi i piloti un nuovo telaio evoluto per la stagione 2017 della Motogp. Al termine dei test lo stesso Valentino Rossi ha mostrato parole di apprezzamento sui nuovi pneumatici portati dalla Michelin, affermando: “Abbiamo provato molte cose diverse sul setting che però non hanno funzionato in gara, oggi abbiamo girato anche con l’impostazione tradizionale. Ho provato le gomme novità del test e devo dire che preferisco queste con la carcassa più dura”. Per quanto riguarda il nuovo telaio della Yamaha provato il Dottore ha poi aggiunto: “Sfortunatamente il nuovo telaio non lavora al meglio. Abbiamo testato differenti particolari che spero ci serviranno per risolvere i problemi in futuro”. 

Tra i grandi protagonisti dei test per la Motogp 2017 che si sono svolti ieri a Jerez,a circa 24 ore dal Gp di spagna 2017 va senza dubbio contato anche il campione del mondo in carica Marc Marquez, che ieri ha raggiunto il secondo miglior crono, dietro al connazionale Maverick Vinales. Al termine delle prove lo spagnolo della Honda, che ha messo a bilancio un totale di 96 giri e un tempo di 1.38.635 ha così commentato la sua sessione di prove: “Sono molto contento di come è andato il test. Ho fatto parecchi giri e provato il nuovo finale. Abbiamo poi testato altri particolari e la giornata è stata produttiva. Abbiamo provato la nuova gomma Michelin che è simile a quella dell’anno passato, credo che abbia più potenziale rispetto a quella che stiamo usando in questa stagione. Ora vediamo cosa diranno gli altri piloti e decideremo se usarlo quest’anno”. Per Marquez la nuova 070 che riprende il penumatico studiato dalla Michelin per la stagione 2016 pare convincere rispetto a quella studiata per la stagione 2017 della MotoGP che presentava una carcassa più morbida. 

Si sono svolti ieri sulla pista di Jerez i test per la MotoGP 2017: obbiettivo della giornata di prove è stato quello di permetterei ai piloti di provare una nuova gomma portata dalla Michelin per questa stagione 2017. I test, che si sono volti appunto sulla pista di Jerez, dove solo domenica scorsa si è disputata la gara del Gp di Spagna hanno fornito dati molto interessanti anche se sono stati pochi in tutto i giri messi a bilancio dalle diverse scuderie, che hanno approfittato di solo piccole finestre temporali in cui le condizioni della pista erano molto simili a quelle provate in gara solo il giorno prima. Stanno dalla classifica dei tempi registrati spicca senza dubbio il primo tempo dello spagnolo della Yamaha Maverick Vinales, che è riuscito a bloccare il cronometro sul 1.38.635, tempo che va a contrastare quanto realizzato dal giovane pilota in gara per il Gp di Spagna domenica, chiusa solo alla sesta piazza. Secondo dietro di lui il campione in carica della Motogp Marc Marquez ad appena 2 centesimi di secondo di distacco dal connazionale, seguito al terzo gradino del podio immaginario proprio dal compagno di squadra in Honda e vincitore della quarta prova del Mondiale 2017 della Motogp Dani Pedrosa. Risultati abbastanza deludenti in termini di giro secco per Valentino Rossi, solo 21^otre che per Andrea Iannone, tredicesimo. 

“Si torna indietro” è questo il verdetto della maggior parte dei piloti della Motogp dopo aver provato nel corso dei test a Jerez svoltisi ieri, le nuove gomme anteriori portate dalla Michelin, fornitrice ufficiale, per rispondere alle numerose critiche piovute addosso alla casa francese nelle ultime settimane.  La Michelin ha infatti chiesto ai piloti di provare due nuovi pneumatici a mescola morbida e dura, con una carcassa più rigida, che però non è stata più di tanto apprezzata. Dopo i test di Jerez però a quanto riferisce Sky, il 66% dei piloti ha mostrato di preferire la vecchia 70 ovvero la gomma anteriore con la carcassa più dura usata a Valencia lo scorso anno. L’idea della Michelin è quella di farla tornare a disposizione nei compound di tre gomme per l’anteriore a date ai piloti della MotoGP già dal Gp d’Italia sulla pista del Mugello, la cui gara è in programma per il prossimo 4 giugno, quale sesto appuntamento del motomondiale. Secondo le previsioni questa gomma dovrebbe favorire soprattutto chi come Valentino Rossi, Iannone e Marquez è abituato a staccare in modo profondo e ad usare molto l’anteriore.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori