Diretta / MotoGp qualifiche: Vinales in pole. Meraviglioso Pirro, è quarto! (GP Italia Mugello 2017)

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp qualifiche, FP3 e FP4 live del GP Italia Mugello 2017: cronaca e tempi delle sessioni per la pole position. Valentino Rossi in cerca di riscatto (oggi sabato 3 giugno)

valentino_rossi_1_motogp_lapresse_2017
Diretta Test Motogp a Jerez, La presse
Pubblicità

Spettacolare pole position di Maverick Vinales, che ha tirato fuori le unghie per agguantare il primo posto sulla griglia di partenza per la gara del Gran Premio d’Italia al Mugello. Il pilota della Yamaha ha fatto siglare il miglior tempo nell’ultimo run: un risultato eccezionale considerando le condizioni di caldo sulla pista nel pomeriggio. Due italiani completano la prima fila: Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Ma meravigliosa è stata in particolare la prestazione di Michele Pirro, che per l’occasione è wild-card: il pilota pugliese per meno di un decimo da Dovizioso ha mancato la prima fila, ma apre la seconda con orgoglio e soddisfazione, precedendo Dani Pedrosa e Marc Marquez. Rammarico, invece, per Danilo Petrucci, che poteva partire in prima fila, ma il tempo gli è stato tolto per aver ecceduto i limiti imposti dal cordolo in curva 9. (agg. di Silvana Palazzo) 

Pubblicità

Griglia di partenza che non ti aspetti qui al Mugello per il Gran Premio d’Italia della Motogp con la doppietta Yamaha davanti a tutti. Vinales riesce a stupire, dopo due turni di prove libere che lo hanno visto in crisi si è presentato alle qualifiche sicuro dei suoi mezzi e da vero campione ha piazzato un tempo incredibile 1:46.575 che gli ha permesso di mettere dietro di se un rinato Valentino Rossi (+0.239). Il Dottore in barba al dolore e alla caduta della scorsa settimana è arrivamo con una grande determinazione dalla prima sessione della giornata ed è riuscito ad imporsi con un ottimo tempo mandando un segnale a tutti i suoi avversari: “Rossi c’è!”. Splendida la terza posizione della Ducati di Dovizioso che negli ultimi due giri finali torna competitivo e riesce a pagare solo 30 millesimi di ritatdo da Rossi. Lorenzo ha provato la strategia dei tre tentativi spiazzando tutti ma non ha portato gli effetti sperati dal pilota spagnolo delal Ducati che si ferma in settima posizione. Quinte e seste invece le due Honda con Pedrosa e Marquez, ma siamo sicuri che per domani torneranno ancora più competitivi. Il passo gara è buono per tuti i piloti nelle prime 6 posizioni e per la gara sarà battaglia serrata. Dispiace per la penalità presa da Petrucci che aveva conquistato un ottimo secondo tempo nelle qualifiche. Riepiloghiamo le prime 10 posizioni della griglia di partenza del Gran Premio d’Italia della Motogp: 1 M. VIÑALES 1:46.575 – 2 V. ROSSI +0.239 – 3 A. DOVIZIOSO +0.260 – 4 M. PIRRO +0.303 – 5 D. PEDROSA +0.424 – 6 M. MARQUEZ +0.475 – 7 J. LORENZO +0.577 – 8 A. BAUTISTA +0.592 – 9 D. PETRUCCI +0.691 – 10 T. RABAT +0.707 

Pubblicità

Tocca ora alla sessione Q2 delle qualifiche motogp del gran premio d’Italia del Mugello che vedrà aggregarsi al gruppo anche Zarco e Petrucci che hanno vinto la sessione Q1 con ottime prestazioni. I tempi di riferimento visti in queste prove libere sono quelli di Valentino Rossi (1:46.543) e siamo sicuri che il Dottore abbia tutto per essere protagonista oggi nella caccia alla pole. Molto quotati per la prima fila sono Lorenzo e Marquez che hanno dimostrato di avere un giro veloce molto copetitivo ma dovranno guardarsi le spalle da Andrea Dovizioso che ha mostrato grande costanza e buone potenzialità. Vinales resta un mistero, ottimo nelle prime due sessioni di prove libere per perdersi poi nelle due successive. Il pilota spagnolo della Yamaha sa di non poter concedere spazio ai suoi inseguitori se vuole continuare a primeggiare nel mondiale piloti e siamo sicuri di vederlo lottare per le prime posizioni.

Ci siamo tutto è pronto la prima sessione delle qualifiche motogp al mugello, si parte con al Q1. Qui i posti utili per accedere alla fase successiva per conquistare le posizioni in griglia di partenza più nobili sono solo due. Sarà grande battaglia e tra i piloti in pista quelli più quotati per la vittoria ci sono Zarco, Folger e Crutchlow. Occhi puntat anche su Andrea Iannone anche se le sue condizioni di salute non lo stanno favorendo. Per lui sarebbe un brutto colpo restare fuori dalla Q2 davanti al suo pubblico. Intanto la fp4 ci ha regalato un ottimo Valentino Rossi che si dimostra ancora competitivo anche con set di gomme dure-dure seguito da un ottimo Marquez. Più in difficoltà Pedrosa e Vinales mentre va segnalato un Lorenzo che all’infuori della classifica delal fp4 sembra tornato con una buona confidenza con al sua Ducati confermado i buoni segnali visti nella fp3. Riepiloghiamo i piloti che vedremo prendere parte alle qualifiche Q1 di oggi:J.ZARCO, C.CRUTCHLOW, S.REDDING,D.PETRUCCI, H.BARBERA, J.FOLGER, A.IANNONE, P.ESPARGARO, L.BAZ, S.LOWES, J.MILLER, B.SMITH, K.ABRAHAM e S.GUINTOLI.

Parte la fp4 della Motogp sul tracciato del Mugello per il Grande Premio di Italia, una sessione che non assegna il pass per la Q2 ma sarà fondamentale per gli ultimi settaggi in ottica gara per lavorare sul passo ma anche per Dovizioso e Vinales per migliorare il giro veloce visto il distacco accumulato nell’ultima sessione di prove libere da Valentino Rossi. Con l’aumentare delle temperature i tempi dovrebbero scendere e potremmo assistere a di miglioramenti nelle prestazioni delle Honda. Gli occhi sono tutti puntati su Valentino Rossi che con un colpo di coda è riuscito a ribaltare quello che sembrava un weekend totalmente compromesso trasformandosi nell’uomo da battere. C’è curiosità per le rese delle Yamaha satellite di Folger e Zarco, l’involuzione mostrata oggi si contrappone allo strapotere mostrato nella giornata di Ieri. Ci si attende anche un miglioramento di Pedrosa che certamente non vorrà perdere l’occasioni di partire davanti per giocarsi punti decisivi per la lotta al titolo mondiale a cui questanno sta dimostrando di meritare un posto in prima fila anche lui. Riepilogo dei primi 10 tempi fp4: 1 J. ZARCO 1:47.690 – 2 V. ROSSI +0.063 – 3 M. MARQUEZ +0.111 – 4 A. BAUTISTA +0.122 – 5 M. PIRRO +0.187 – 6 J. FOLGER +0.188 – 7 A. DOVIZIOSO +0.270 – 8 M. VIÑALES +0.289 – 9 J. LORENZO +0.289 – 10 D. PETRUCCI +0.314

C’è qualcosa di miracoloso nel giro che ha fatto Valentino Rossi nella FP3 della Motogp del Gran Premio d’Italia. Si fa fatica a credere che il pilota della Yamaha si sia fermato ad un solo decimo dal record di Mugello, soprattutto considerando che è reduce da un incidente in motocross. Si è ripreso in fretta il “Dottore”, che ha mostrato un passo incredibile in pista. Lui il più veloce nella terza sessione di prove libere. Non sorprende, invece, il boato del pubblico al momento del tempo di Rossi… Qualcosa di più ci si aspettava da Maverick Vinales e, invece, è stato il “veterano” della Yamaha a fare il botto. Si sono comunque ristabiliti i vecchi valori nella classifica della FP3, visto che Marc Marquez e Jorge Lorenzo si sono presi rispettivamente secondo e terzo posto. In un secondo, però, sono racchiusi ben 17 piloti, quelli passati in Q2 – i primi dieci – in soli sei decimi, segno che sarà ancora grande battaglia al Mugello in questo bel weekend di MotoGP!

Riecco il terzetto delle meraviglie: Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Loro nelle prime tre posizioni al termine della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Italia. Acuto del “Dottore”, che ha scansato così i dubbi sulle sue condizioni fisiche. Se acciaccato è in grado di fare questa prestazione, figurarsi quando è al top della forma! Al Mugello però non sono mancate le sorprese, come quella dello spagnolo della Ducati, che nel finale della FP3 si è preso il terzo tempo. Maverick Vinales è riuscito solo a salire al quinto posto, sistemandosi dietro ad Alvaro Bautista. Un ritmo incredibile negli ultimi minuti, nei quali Esteve Rabat è riuscito a fare il sesto tempo. Bene anche Michele Pirro con il suo settimo posto: ha fatto meglio di Andrea Dovizioso, Dani Pedrosa e A. Espargaro! Deludente la performance di Andrea Iannone, solo diciassettesimo. L’altro italiano, Danilo Petrucci, quattordicesimo.  (agg. di Silvana Palazzo)

Il ritmo è ora forsennato in FP3, perché i piloti della MotoGP si stanno giocando l’accesso in Q2 per il Gran Premio d’Italia. Le indicazioni attese sono arrivate, le aspettative sono state rispettate. Partiamo da Valentino Rossi, che sta mostrando un gran bel passo. Il pilota della Yamaha è salito al settimo posto, entrando dunque nella top ten. Davanti a lui Marc Marquez, che ha mostrato segnali di netta ripresa rispetto a ieri, e Danilo Petrucci. Indiavolato il pilota italiano, forse troppo, visto che si è reso protagonista già di due cadute. Maverick Vinales, invece, è secondo dietro ad A. Espargaro. Quest’ultimo ha fatto segnare un gran bel tempo: 1:47.173! Nonostante la caduta, Cal Crutchlow ha fatto registrare il terzo tempo. Solo quarto per ora Andrea Dovizioso, che ieri è apparso particolarmente ispirato al Mugello. Folger, Pirro e Zarco completano la top ten. Questi i piloti che ora virtualmente passerebbero al Q2. Ma le prove libere non sono ancora finite…  (agg. di Silvana Palazzo)

Sono pronti a far scintille i piloti di MotoGP al Mugello per il Gran Premio di Italia. Per ora la terza sessione di prove libere sta attraversando una prima fase interlocutoria, nella quale le scuderie vogliono capire se hanno risolto i propri problemi e se hanno trovato il giusto assetto in vista poi dell’assalto per le qualifiche. Bisogna stare nei primi dieci posti per entrare in Q2, quindi i prossimi minuti saranno decisivi. Lo saranno, ad esempio, per Valentino Rossi: è in grado di stringere i denti ed essere competitivo, nonostante gli acciacchi? Intanto si prende gli applausi per il casco, che presenta due dediche: una per Francesco Totti e l’altra per Nicky Hayden. Anche Marc Marquez non ha avuto un inizio di weekend troppo felice, riuscirà a risalire? È stato uno dei primi a scendere in pista: sguardo determinato del pilota della Honda, pronto a riscattarsi. Per Cal Crutchlow, invece, la prima caduta. (agg. di Silvana Palazzo)

I piloti sono pronti a scendere in pista per la FP3: comincia la terza sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia di MotoGP. Tutto pronto al Mugello per la penultima tappa di avvicinamento alle qualifiche che decreteranno il piazzamento sulla griglia di partenza. Ieri le prime indicazioni, ma oggi servono risposte precise in vista dell’assalto alla pole position (e alla prima fila). Devono darle soprattutto le Honda e Yamaha dei “big”, che hanno mostrato qualche difficoltà in questa prima parte del weekend. Marc Marquez, Maverick Vinales e Valentino Rossi dovranno dimostrare di aver risolto i rispettivi problemi e di poter essere competitivi come Andrea Dovizioso, che ieri si è distinto insieme a Cal Crutchlow. Anche il sabato sarà ad appannaggio degli “outsiders”? L’appuntamento italiano del Motomondiale potrebbe regalarci interessanti sorprese. A cominciare dalle ultime sessioni di prove libere che stanno cominciando! (agg. di Silvana Palazzo)

Segnali incoraggianti ma non del tutto positivi sono arrivati da Valentino Rossi, che oggi si metterà a caccia di un buon posto sulla griglia di partenza. Prima, però, deve completare le prove libere del Gran Premio d’Italia: la sessione di ieri si è chiusa per lui quattordicesimo posto al Mugello, dimostrando comunque di essere in grado di correre, nonostante l’infortunio avesse fatto dubitare della sua presenza. «La sessione era estremamente importante per testare la mia condizione e capire se fossi in grado di affrontare il weekend in maniera competitiva. Mi sono ritrovato in sofferenza, ho sentito parecchio dolore soprattutto quando acceleravo, ma già nel pomeriggio la situazione è migliorata sensibilmente», ha dichiarato il pilota della Yamaha, che ha accusato qualche problema di respirazione quando è stato più sotto pressione. L’augurio è che la situazione possa risolversi oggi: «Solitamente quando si rientra da un problema fisico quella del venerdì è la giornata più dura, mi sono ritrovato a soffrire un po’ ma era prevedibile e sono contento di averci provato». L’obiettivo di Valentino Rossi è registrare dei miglioramenti già dalla sessione di oggi. (agg. di Silvana Palazzo)

A caccia di un buon piazzamento sulla griglia di partenza, Maverick Vinales deve completare oggi insieme agli altri piloti di MotoGP le prove libere del Gran Premio d’Italia. Ieri ha chiuso al quinto posto il numero uno della classifica 2017, ma poteva andare decisamente peggio al Mugello visto che il pilota della Yamaha si è reso protagonista di una spettacolare caduta, dalla quale fortunatamente è uscito fuori illeso. «È stata una caduta davvero notevole, mi sento fortunato ad esserne uscito completamente ok. Ci sono stati dei danni è ho dovuto girare con una moto completamente nuova, e nonostante la giornata caldissima sono riuscito a portare a casa dei tempi assolutamente rilevanti», il commento di Vinales. Non è stato facile per lui mantenere alto il livello delle performance, ma ora spera di non avere altri problemi: «Se così sarà sono convinto che potrò arrivare alla gara di domenica estremamente competitivo». Non mancheranno interventi sulla sua Yamaha: «Dovremo fare alcune modifiche alla parte elettronica, ma la situazione relativa alla moto mi sembra ampiamente soddisfacente». (agg. di Silvana Palazzo)

La MotoGp è ancora in diretta: oggi, sabato 3 giugno, grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio d’Italia 2017 sul circuito del Mugello, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del sesto appuntamento con il Motomondiale 2017, il primo dei due sul territorio italiano nel corso della stagione. In questa località che ha fatto la storia degli sport motoristici stiamo vivendo le emozioni di un nuovo appuntamento con la stagione del Motomondiale. Ricordiamo adesso tutti gli appuntamenti, utili per avrà la fortuna di vivere tutto in diretta dal Mugello ma anche a chi seguirà da casa: si parte alle ore 9.55 con le prove libere , 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 13.30 i 30 minuti della , poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 14.10 via alla , alle ore 14.35 ecco la decisiva che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format che è stato confermato dalle scorse stagioni.

Dopo le prime due sessioni di prove libere nel Gran Premio d’Italia è tempo di valutazioni in MotoGP. Le Ducati sono apparse in grande spolvero con Andrea Dovizioso: suo il miglior tempo nelle prime prove, poi ha fatto registrare il secondo in quelle successive. Il pilota italiano ha confermato, dunque, di essere particolarmente ispirato al Mugello e quindi di poter fare bene in “casa”. Queste prove libere sono state anche una buona occasione per conoscere le reali condizioni fisiche di Valentino Rossi in vista della gara: il dolore al torace e all’addome si fa ancora sentire, ma è sopportabile. Il vero problema per il Dottore è trovare l’ideale messa a punto della sua Yamaha: anche nella seconda sessione di prove libere ha faticato a trovare il giusto assetto. In difficoltà anche Maverick Vinales, che è stato invece protagonista di una rovinosa caduta, riuscendo però a tornare in pista nel finale di FP2. La vera sorpresa è stato Cal Crutchlow: ha stupito tutti migliorando il tempo di Dovizioso in FP1. La classifica è comunque molto corta: tanti piloti sono racchiusi in pochi millesimi, quindi il Gran Premio d’Italia ci riserverà molti colpi di scena. Il favorito nella lotta alla pole position del Gran Premio di Italia di MotoGp è sicuramente, per molti motivi, Andrea Dovizioso, mentre per la prima fila se la giocano Vinales, nonostante la caduta, e attenzione a Zarco e Crutchlow: gli otsider stanno facendo sempre più paura. (agg. di Silvana Palazzo)

Tutte le sessioni di MotoGp di oggi saranno trasmesse come di consueto su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky, che anche quest’anno – per la quarta stagione consecutiva – detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale, ma le qualifiche saranno visibili in tempo reale anche in chiaro su Tv8.Per quanto riguarda Sky, il punto di riferimento è sempre Guido Meda, al microfono della MotoGP affiancato da Mauro Sanchini, nella squadra dei commentatori pure Loris Capirossi.

Zoran Filicic e il commento dello stesso Mauro Sanchini oppure di Roberto Locatelli ci racconteranno la Moto2 e la Moto3; ecco poi il volto nuovo Vera Spadini in conduzione dal Paddock per la rubrica contenitore e gli inviati ai box Sandro Donato Grosso e Marco Selvetti. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, l’appuntamento sarà finalmente in tempo reale anche su Tv8 (canale numero 8 del telecomando), anche se non comprenderà la FP3 mattutina: comunque un’ottima notizia per tutti gli appassionati che non potranno seguire dal vivo il Gran Premio d’Italia al Mugello. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

In attesa di vivere questa grande giornata sul bellissimo ed impegnativo tracciato di proprietà della Ferrari sulle colline toscane nei pressi di Scarperia, facciamo una breve storia del Gran Premio d’Italia. Naturalmente la storia delle gare motociclistiche in Italia è decisamente lunga, visto che la prima edizione del Gran Premio risale addirittura al 1914. Da segnalare che a partire dal 1922 il Gp italiano fu ribattezzato Gran Premio delle Nazioni, titolo che tenne fino al 1990 prima di riprendere solo dal 1991 la dizione attuale. Quanto alla sede della gara – limitandoci alle edizioni a partire dal 1949, cioè da quando esiste il Motomondiale – per decenni fu Monza a farla da padrone, visto che bisogna arrivare al 1969 per trovare un’edizione ospitata da Imola. Negli anni successivi le due piste si alternarono fino al 1973, quando al primo giro della gara delle 250 a Monza morirono Renzo Pasolini e Jarno Saarinen. Per qualche anno il circuito brianzolo uscì di scena ma Imola non rimase sede unica, perché nel 1976 fece la sua prima apparizione il Mugello e nel 1980 ecco Misano Adriatico. L’anno successivo riapparve Monza e l’alternanza fra le tante piste di cui l’Italia dispone andò avanti fino al 1993, quando Misano ospitò per l’ultima volta il Gran Premio d’Italia – tornato da tre anni con quella denominazione – prima che dal 1994 il Mugello diventasse la sede fissa, una tradizione che dura quindi ormai da ben 22 anni, mentre Misano è rientrata nel calendario iridato nel 2007 ospitando il Gp di San Marino, che in precedenza era già stato disputato per nove volte fra il 1981 e il 1993, alternandosi fra Imola, Misano e lo stesso Mugello, con la curiosità che a volte ci fu il Gp d’Italia a Misano (vicinissimo al Titano) mentre il Gp di San Marino era quello sulla pista toscana.

Il dominatore del Mugello è senza dubbio Valentino Rossi, che ci ha vinto ben nove volte: nel 1997 in 125, nel 1999 in 250 e poi le sette clamorose vittorie consecutive in MotoGp dal 2002 al 2008. Questo però significa pure che il numero 46 non vince da queste parti da ben nove anni, quasi un sortilegio con sfortune varie – su tutte l’infortunio del 2010 e il motore rotto l’anno scorso – dopo tanti trionfi. Da allora ci sono state altre quattro vittorie italiane: Mattia Pasini (2009) e Andrea Iannone (2010 e 2012) in 250/Moto2, Romano Fenati nel 2014 in Moto3, mentre nella classe regina il nuovo dominatore è Jorge Lorenzo, che ha vinto per tre volte consecutive dal 2011 al 2013 prima della vittoria di Marc Marquez nel 2014, ma è tornato a dominare infilando un’altra doppietta nel 2015 e 2016, dunque vanta cinque vittorie negli ultimi sei anni, serie che i tifosi della Ducati sperano di allungare ulteriormente domani. Ma adesso è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio d’Italia 2017 della MotoGp sul circuito del Mugello sta per cominciare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori