Diretta / Motogp Yamaha 2018 presentazione: Vinales-Valentino Rossi: coppia confermata per dimenticare il 2017

- Michela Colombo

Diretta Presentazione Yamaha 2018: info tv e streaming video. Ecco le prime immagini della nuova M1 di Valentino Rossi e Maverick Vinales: obbiettivo Mondiale.

vinales_valentinorossi_yamaha_motogp_lapresse_2017
Valentino Rossi con Maverick Vinales - LaPresse

La Yamaha 2018 è sicuramente attesissima nella nuova stagione di MotoGp: oggi è stato il giorno della presentazione della nuova Yamaha M1 ed è pure arrivata la notizia del rinnovo di contrato del compagno di squadra di Valentino Rossi, cioè naturalmente Maverick Vinales. La Yamaha dunque proseguirà il proprio cammino con il pilota spagnolo classe 1995, che naturalmente costituisce il futuro della MotoGp, mentre l’eterno Valentino Rossi (classe 1979) prenderà più avanti le proprie decisioni sul futuro. Di certo l’obiettivo è quello di fare meglio rispetto all’anno scorso: il 2017 era iniziato nel segno della Yamaha, con un Vinales scatenato fin dal primo test invernale e Rossi che sembrava poter essere il suo principale rivale per il titolo, in una lotta tutta interna alla Yamaha. Sappiamo che poi le cose non sono andate così, perché la stagione della Yamaha è andata progressivamente in calo con il passare dei Gran Premi: nel 2018 ci sarà molto da migliorare, magari una migliore intesa fra Maverick Vinales e Valentino Rossi (che l’anno scorso erano alla prima stagione da compagni) potrebbe risultare molto utile in tal senso. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA MAVERICK VINALES

E’ stata svelata quest’oggi a Madrid, la nuova Yamaha M1, il bolide su cui Valentino Rossi e Maverick Vinales cercheranno di trionfare nel mondiale MotoGP che inizia a breve. Presenti ovviamente i due piloti del team di Iwata, e sono interessanti le dichiarazioni rilasciate dal centauro spagnolo: «È un po’ come essere in una famiglia, condividiamo le stesse situazioni e sensazioni – ha spiegato ai giornalisti presenti all’evento – ma stavolta cercheremo di centrare quell’obiettivo sfuggito l’anno scorso: il titolo. Mi piace avere un po’ di pressione perché mi dà degli stimoli: quest’anno spero di salire sempre sul podio e imparare dagli errori dell’anno scorso. Adesso dobbiamo lavorare molto sulla moto, facendo dei paragoni fra quella di quest’anno e dell’anno scorso e sfruttando al meglio i test: potessi io girerei sempre a Phillip Island». Significative in particolare le dichiarazioni sul futuro a conferma delle indiscrezioni sul suo prolungamento: «Resterò in Yamaha altri due anni dopo il 2018 perché qui sto molto bene, hanno realizzato alcuni dei miei sogni e aspetto di centrare il più grande. È una scelta molto importante per me, sento che qui ci sono le condizioni per fare bene e mi piacerebbe restasse anche Rossi». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

LE PRIME IMMAGINI DELLA NUOVA M1

Si alzano finalmente i veli sulla M1 Yamaha 2018: dopo tante parole e tanti volti che hanno fatto il loro ingresso sul palco del Matador de Madrid per la presentazione ufficiale ecco finalmente la nuova moto di Valentino Rossi e Maverick Vinales. Proprio i piloti si sono presentati sul palco in tenuta da gara e in sella alla nuova moto della casa del diapason e a un primo occhio la M1 appare davvero fantastica. Ovviamente siamo tutti in attesa di conoscere tutti i dettagli del cuore della moto nipponica oltre che di vederla in pista ai prossimi test della Motogp a Sepang. Il primo dettaglio che spicca è ovviamente l’assenza del verde brillante del logo della Movistar: se però ufficialmente sarà il ceruleo il nuovo colore, sulla M1 il marchio spagnolo sarà invece di colore bianco, per meglio intonarsi. Filtra invece poco o niente dei dettagli tecnici ma ovviamente abbiamo tutta una stagione per conoscere ogni bullone della nuova moto di Valentino Rossi e Maverck Vinales. Tempo per le prime foto e per ricordare i prossimi appuntamenti della scuderia Yamaha: gli ultimi auguri finale e il rinnovarsi degli obbiettivi in stagione ovvero il titolo mondiale!

 

VINALES RINNOVA FINO AL 2020

Dopo Valentino Rossii è toccato a Maverick Vinales fare il suo ingressosul palco nella cerimonia di presentazione della Yamaha 2018: lo spagnolo arrivato alla casa del diapason solo nella scorsa stagione, ha riaffermato la propria passione, concentrazione e la sua voglia di tornare presto ai vertici proprio con la M1 in questa stagione della Motogp. L’obiettivo numero 1? ovviamente il titolo, come per Valentino Rossi e tutto il team della scuderia giapponese. Ecco perché come il suo compagno di squadra, Vinales non pare difettare di motivazioni come pure di attenzione ai dettagli nella fase di allenamento appena chiusa, secondo le sue parole. Ma la vera sorpresa di Vinales è che il pilota spagnolo ha annunciato il suo rinnovo di contratto con la Yamaha fino al 2020: altri due anni quindi per lui sotto la livrea della casa del Diapason. Una notizia importante quindi speciale nel momento in cui ricordiamo che a fine stagione molto contratti dei big giungeranno a naturale scadenza: anche Valentino Rossi rinnoverà? non ancora dato da sapere. Ma si avvicina lo svelamento della nuova Yamaha M1 2018 e l’attesa è ormai altissima.

MEREGALLI E ROSSI

Continua la cerimonia di presentazione della Yamaha 2018 e ha presto preso la parola Mario Meregalli, team director della casa del diapason nella Motogp. Al numero 1 della scuderia di Rossi e Vinales è toccato prima spiegare l’importanza dei test fatti a Valencia e comunicare un certo ottimismo per le prove attese tra pochi giorni Sepang, nonostante le novità di regolamento introdotte per la stagione 2018 della Motogp. La sfida comunque pare non preoccupare o spaventare il team della Yamaha che guarda al campionato avendo bene nel mirino il titolo mondiale. Per arrivare a tale traguardo però servirà, come ha affermato Meregalli, dare maggior continuità e stabilità ai risultati migliori. A ciò si deve unire però anche due piloti preparati e allenati e anche in questo senso il team director è più che ottimista per la stagione che sta per avere inizio. Ecco quindi che proprio a proposito dei due alfieri della Yamaha ha fatto il suo ingresso sul palco del Matador di Madrid proprio Valentino Rossi. Il Dottore chiaramente, pur facendo riferimento ai suoi numeri segnati nella Motogp, si è detto entusiasta di iniziare la nuova stagione: nella pausa il pilota non ha mai smesso di allenarsi per presentarsi al top della forma. Nella chiacchierata tra Valentino Rossi e i presentatori della cerimonia poi non è mancato un riferimento all’infortunio rimediato in agosto: il ritorno record del Dottore ha stupito tutti e lo stesso pilota ha rassicurato i fan che farà più attenzione ora negli allenamenti.

LA STAGIONE DEL RISCATTO

Siamo entrati nel vivo della presentazione della Yamaha 2018: c’è ovviamente molta curiosità in vista della nuova M1 che vorrà essere protagonista assoluta della prossima stagione della Motogp. Bagno di folla questa mattina per Valentino Rossi e Maverick Vinales: attenzioni speciali poi per il Dottore di Tavullia, che spera quest’anno di poter lottare alla pari per il decimo titolo mondiale della sua carriera. Come hanno ricordato anche a Madrid la stagione passata non è sta una delle più facili: la carrellata i video, immagini e dati presentata nella cerimonia ha spiegato molto bene la situazione delicata in casa della Yamaha. Tra le prime novità mostrate della M1 è la nuova grafica del logo della Movistar, main sponsor della casa del Diapason: dal verde brillante si va verso un più delicato azzurro ceruleo, che dovrebbe intonarsi meglio ai colori della moto 2018.Non è poi mancato un riferimento diretto con lo sponsor spagnolo, che ha legato il suo nome alla Yamaha dal lontano 2014, con un ampia carrellata di nomi e dirigenti che hanno voluto prendere la parola. Fissati già i primi obbiettivi per la casa giapponese: lavorare sodo per tenere alto il nome Yamaha nella Motogp fino anche i prossimi 10 anni e oltre.

COMINCIA LA PRESENTAZIONE

Sta finalmente per entrare nel vivo la cerimonia di presentazione della nuova Yamaha 2018: Valentino Rossi e Maverick Vinales come tutti i dirigenti della casa del Diapason a momenti faranno il loro ingresso al Matador de Madrid, sede scelta per questo grande evento. Come abbiamo detto prima, questa M1 2018 dovrò essere l’emblema del riscatto della casa giapponese dopo una passata stagione davvero deludente, dove pur gli sviluppi introdotto a metà dell’anno non hanno dato i risultati sperati anzi. Partiti da favoriti alla vittoria del titolo, sia Valentino Rossi che Maverick Vinales hanno poi recuperato risultati via via sempre più deprimenti e soprattutto inspiegabili. Tanti i problemi emersi nella M1 2017 con l’andare delle gare e in più una sosta imprevista per lo stesso Dottore di Tavullia, rimato coinvolto in un difficile infortunio. Il bilancio della stagione 2017 della Motogp parla quindi per la Yamaha di appena 4 vittorie. Serve quindi voltare pagina e farlo da subito: ma ecco che la presentazione della Yamaha 2018 sta per avere inizio!

OCCHIO AL DOTTORE

Quando si parla di Yamaha, e in occasione della presentazione della nuova M1 per la stagione 2018 della Motogp non si può non fare, dobbiamo riservare un certo spazio anche a Valentino Rossi. Il dottore di Tavullia, tra i veterani del circus, punta alla stagione che verrà da protagonista: dopo un titolo sfiorato nel 2016 e la terribile stagione precedente, il nove volte campione del mondo ha messo nel mirino il decimo titolo. Benchè la carta d’identità sia ormai contro lo stesso Rossi, va detto che Valentino non ha alcuna intenzione di smettere di correre, finché almeno la Yamaha gli fornirà una moto adeguata: ecco perché l’attesa è così grande tra i fan del Dottore. Nei giorni scorsi comunque il nome del pilota di Tavullia è salito agli onori della cronaca per altri motivi: Valentino Rossi infatti rientra nelle nomine per la categoria “miglior ritorno” dei prestigiosi Laureus Award. Dietro a tale nomination , l’impresa realizzata a fin estate scorsa quando lo stesso pilota Yamaha tornò in pista appena 25 giorni dopo aver rimediato la frattura di tibia e perone mentre si allenava. In caso di vittoria per Rossi questo sarebbe il terzo Laureus Award dopo quelli vinti nel 2011 e 2006.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

In attesa di conoscere tutti i dettagli della nuova Yamaha M1 2018 riepiloghiamo quali saranno i prossimi appuntamenti per la casa del diapason come per i suoi piloti Valentino Rossi e Maverick Vinales. Sia i piloti come team e moto infatti subito dopo la cerimonia di Madrid voleranno in Malesia: qui tutti si prepareranno in vista dei primi test ufficiali per stagione 2018 della Motogp che avverranno a Sepang nei giorni dal 28 al 30 gennaio. La pista malese sarà quindi un primo banco di prova importante per la Yamaha come per gli stessi piloti per verificare, numeri alla mano e avversari al proprio fianco, l’efficacia e lo sviluppo della nuova moto. Dopo Sepang ricordiamo poi che il calendario ufficiale della Motogp prevede altri due test, a Buriram in Tailandia (16-18 febbraio) e Losail in Wayar (1-3) marzo), prima che la stagione entri nel vivo con il primo Gran Premio del Qatar il prossimo 18 marzo 2018.

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE L’EVENTO YAMAHA

La cerimonia di presentazione della Yamaha come abbiamo detto avrà inizio alle ore 12.00 e per tale evento è prevista un’ampia copertura mediatica. La tv satellitare di Sky infatti trasmetterà l’evento in diretta tv solo nei suo momenti più significativi, mentre l’intera cerimonia sarà visibile in diretta streaming video sul portale sport.sky.it. La diretta streaming video dello svelamento della nuova M1  per il 2018 sarà liberamente disponibile anche sul portale ufficiale della Motogp, all’indirizzo www.motogp.com. Attenzione poi ai profili social della scuderia nipponica come dei due piloti ufficiale Valentino Rossi e Maverick Vinales che ovviamente offriranno a tutti gli appassionati video, foto inedite e curiosità sulla nuova moto della casa del diapason.

SI TORNA IN SPAGNA

In ossequio anche ai principali sponsor della Yamaha racing, la presentazione della nuova M1 2018 di Valentino Rossi e Maverick Vinales si svolgerà in Spagna. Location d’eccezione per unveiling sarà il Matador de Madrid, struttura centrale nella capitale iberica, di recente ristrutturazione e da allora sede di grande impatto e prestigio per le cerimonie ufficiali. Qui quindi la casa del diapason presenterà al mondo i nuovi colori della M1 oltre che annunciare programmi, piani di sviluppo e obiettivi per la prossima stagione 2018 della Motogp e non solo. Segnaliamo poi che Madrid è già stata sede della cerimonia di presentazione ufficiale delle moto della casa giapponese: qui infatti erano già occorse le edizioni 2015 e 2017 dell’Unveiling della moto sponsorizzata dalla spagnola Movistar.

LA PRESENTAZIONE A MADRID

Dopo la Ducati anche la Yamaha alzerà i veli sulla nuova M1 per la stagione 2018 della Motogp e tutti gli appassionati sono impazienti di assistere alla presentazione ufficiale dove ovviamente non mancheranno anche Valentino Rossi e Maverick Vinales, piloti di punta della casa del Diapason. La cerimonia ufficiale della presentazione della Yamaha M1 2018 è attesa infatti per oggi mercoledì 24 gennaio alle ore 12.00 a Madrid. La casa giapponese ha infatti scelto ancora la Spagna per mostrare al mondo il proprio nuovo gioiellino, in ossequio pure dei suoi principali sponsor. L’attesa è chiaramente tanta anche perché la scorsa stagione la moto del Dottore come del giovane talento spagnolo classe 1995 non si è rivelata affatto all’altezza dell’aspettative. Sicuramente in casa Yamaha si è lavorato tantissimo quindi in ottica 2018, che dovrà essere la stagione del riscatto. 

QUALI LE NOVITA’ ATTESE?

Dopo una stagione  2017 in Motogp davvero deludente, il 2018 deve essere l’anno del riscatto per la Yamaha di Rossi e Vinales: ma quali saranno le novità della Yamaha M1? Difficile dirlo anche perché gli ultimi test che si sono svolti lo scorso mese di novembre hanno dato informazioni e dati davvero contrastanti. Allora entrambi i piloti avevano provato soluzioni diverse e complesse, dove alla moto del 2017 erano state inserite sia novità in ottica 2018 che elementi già noti visti nella stagione precedente. Secondo quindi le ultime stime la nuova M1 del dottore come del catalano dovrebbe registrare parecchi elementi della ciclistica e telaio del 2016 con poche soluzioni studiate e rinnovate nel 2017 anche a metà stagione. Forse in  questo senso la grande novità potrebbe essere il motore 2018, che ai primi test aveva dato segnali incoraggianti. Ovviamente però dovremmo attendere solo la presentazione ufficiale per conoscere tutti i dettagli della nuova Yamaha 2018. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori