MotoGp, Test Qatar 2018/ Valentino Rossi: “Dobbiamo lavorare per raggiungere Ducati, Honda e Suzuki”

- Michela Colombo

Test Motogp 2018 a Loasil: Valentino Rossi ha commentato la seconda giornata di test in Qatar con la sua Yamaha, ammettendo il ritardo su Ducati, Honda e Suzuki.

valentino_rossi_1_motogp_lapresse_2017
Diretta Test Motogp a Jerez, La presse

Dopo l’undicesimo tempo ottenuto durante i test di MotoGP in Qatar, Valentino Rossi ha analizzato la giornata di prove, elencando i fattori positivi e negativi. Queste sono le dichiarazioni riportate dal sito OASports: “Il time attack non l’ho mai fatto. Ho messo le gomme nuove alla fine, ma avevo una vibrazione sull’anteriore quindi non ho potuto farlo. Ho fatto una piccola simulazione gara e il passo non era male, ma abbiamo problemi con la gomma davanti: fatichiamo ad arrivare a fine gara. Dobbiamo migliorare, questa è la più grande preoccupazione”. Rossi ha dichiarato di essere rimasto molto impressionato da Andrea Dovizioso e positivamente colpito anche dalle prestazioni di Andrea Iannone. Il Dottore ha riservato dei complimenti anche a Marc Marquez per i tempi ottenuti. Valentino Rossi è cosciente che la Yamaha deve lavorare ancora per raggiungere il livello finora ottenuto dagli avversari: “Ducati, Honda, ma ora anche Suzuki sembra che vadano molto bene: dobbiamo lavorare per raggiungerli”. (Aggiornamento di Fabio Morasca)

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA IANNONE

Andrea Iannone ha raggiunto il primo posto nella classifica dei tempi del test della MotoGp a Losail in Qatar. Sicuramente è una bella soddisfazione, ma non ci si può fermare qui. Lo stesso Andrea Iannone ha ribadito a Sky Sport: “Son contento, ma dobbiamo migliorare alcuni aspetti ancora. La simulazione della gara è stata sicuramente buona, ma non come speravo io. Dobbiamo rendere la moto più facile e costante lungo il tracciato. Si guida abbastanza bene con le gomme nuove, ma quando la gomma davanti cala arriviamo al limite. Non mi sento ancora al cento per cento. Sta funzionando comunque tutto bene, speriamo di migliorare ancora”. Andrea Iannone sa bene di avere non molto tempo prima che inizi il Motomondiale, ma i risultati di oggi sono per lui molto incoraggianti. Vedremo se saprà riproporli anche in pista quando non si correrà per i test, ma sarà ora di fare sul serio. (agg. di Matteo Fantozzi)

IANNONE PRIMO NEI TEMPI

Si è completata la seconda giornata dei test della MotoGp a Losail, in Qatar. Una bella soddisfazione per Andrea Iannone, che troviamo al primo posto della classifica dei tempi avendo fermato i cronometri in 1’54”586. Le buone notizie per i piloti italiani non finiscono qui, perché alle spalle del centauro della Suzuki troviamo la Ducati di Andrea Dovizioso, staccato di appena 41 millesimi da Iannone. La Honda risale posizioni rispetto a ieri e piazza il suo uomo migliore al terzo posto: parliamo naturalmente del campione del Mondo Marc Marquez, il cui distacco dalla vetta è stato di 167 millesimi. Per la Yamaha invece il miglior rappresentante è stato Johann Zarco, il francese che è sempre di più una certezza e si è fermato a 288 millesimi da Iannone, rifilando comunque quasi due decimi a un Maverick Vinales che non è andato oltre il settimo posto, alle spalle pure di Alex Rins e Cal Crutchlow, mentre oggi Valentino Rossi non è riuscito ad entrare in una top 10 che è completata da Danilo Petrucci (ottavo a 602 millesimi da Iannone), Jack Miller ed infine Dani Pedrosa, che però accusa mezzo secondo dal compagno di squadra Marquez. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CLASSIFICA FINALE TEMPI

OTTIMO DOVIZIOSO

Manca ancora un’oretta alla bandiera a scacchi che chiuderà la 2^ giornata di test per la Motogp e ben poco è cambiato nella classifica dei tempi. Non è però mancato il traffico sulla pista di Losail e molti piloti hanno avuto l’occasione di migliorarsi, pur non modificando a grandi linee la graduatoria. no di questi è stato senza dubbio Andrea Dovizioso che pare filare alla grande con la nuova desmo al circuito del qatar. Per il pilota della Ducati ecco quindi ancora una volta il miglior tempo: 1.54.627 per lui, con dietro Zarco e Crutchlow. Molto bene anche Iannone oltre che le due Yamaha di Vinales e Rossi, che ora rimangono fermi rispettivamente alla quarta e all’11^ posizione nella graduatoria. Gli ultimi minuti a disposizione sulla pista di Losail però potrebbero rivelarsi decisivi.

ZAMPATA DI IANNONE

Manca poco meno di due ore alla bandiera a scacchi della 2^ giornata di test ma al momento la pista di Losail ha visto be poco movimento sull’asfalto. In questo momento non sono infatti pochi i piloti che stanno concedendo qualche momento per i media: tra poco però si tornerà in pista per approfittare degli ultimi minuti utili nel tramonto del circuito del qatar. La classifica dei tempi quindi vede di nuovo in testa Andrea Dovizioso sempre con il crono di 1.54.734: secondo Zarco con Cruchlow di nuovo in pista e terzo. Negli ultimi minuti però va registrata la zampata di Iannone: il pilota della Suzuki recupera terreno e trova la quinta posizione in classifica alle spalle di Petrucci: nella top ten anche Rins, Pedrosa, Marquez, Rossi e Vinales. Le due Yamaha hanno infatti recuperato parecchio sulla pista del qatar qualche minuto fa. Nel frattempo però le prime luci si sono accese alla pista di Losail: il momento clou della 2^ giornata di test si sta avvicinando.

ATTENZIONE  A ZARCO

E’ davvero partita la lotta la miglior tempo nella seconda giornata di test a Losail: benchè manchi ancora parecchio tempo alla bandiera scacchi, la classifica dei tempi è in continua evoluzione. A mettersi particolarmente in mostra in questa ultima ora sulla pista del qatar sono i soliti big e personaggi più attesi nella prossima stagione della Motogp. Volendo bloccare la graduatoria vediamo che in testa resiste (pur con parecchia fatta visto gli attacco di Iannone e Marquez) Andrea Dovizioso, ma ora con il crono di 1.54.734. Secondo posto sul podio per Johann Zarco a +0.140 dall’italiano, con Iannone terzo e distante appena 4 decimi abbondanti dal connazionale. Nella top five anche Marquez e Crutclow, con Rossi fermo all’ottava posizione e il ducatista Lorenzo alla sesta piazza. Solo 16^ al momento la Yamaha di Maverick Vinales, distante ben 1.44 dal ducastista.

DOVIZOSO SUBITO VELOCE

Nonostante qualche spruzzo di pioggia, sono finalmente entrati nel vivo i test per la Motogp 2018 a Losail: ecco infatti che arrivano i primi tempi corposi nella classifica della seconda giornata. Si allungano infatti le prime ombre sul circuito del Qatar e si avvicina il momento ideale per il time attack, benché al momento non ci sia nessuno in pista: è bandiera rossa infatti per la duplice caduta di Petrucci e Redding, senza alcuna conseguenza. Controllando la classifica dei tempi, però dobbiamo segnalare il primo crono di Andrea Dovizioso, che ha fissato il tempo di 1.55.428: dietro al ducatista ecco il campione del mondo della Motogp Marquez a +0.018 di distacco. Terzo gradino del podio per Crutchlow, con Petrucci e Zarco nella top five. Son entrati in pista anche le due Yamaha di Rossi e Vinales, ora fermi al ottavo e nono piazzamento: solo 17^ Andrea Iannone con la Suzuki.

ARRIVA LA PIOGGIA

Situazione critica a Losail nella seconda giornata di test: come non previsto le nuvole nere che si era addensate sul circuito del Qatar hanno deciso di dare fastidio ai piloti presenti in pista. Si è quindi proceduto a singhiozzo nell’ultima oretta di prove in Qatar: Miller, Morbidelli, Kallio, Bautista, Rabat e Nakagami hanno in pratica danzato dentro e fuori dai box per un buon venti minuti, indecisi se arrischiarsi a scendere in pista sotto la pioggia o meno. Alla terza ora di test per la motogp 2018 a Losail però la classifica dei tempi ora vedere qualche none in più rispetto a quello di Jorge Lorenzo. Lo spagnolo della Ducati rimane sempre in testa con il crono di 1.56.745, ma ora secondo troviamo Nakagami a +0.525, con Luthi terzo e Tito Rabat quarto, entrambi a più di un secondo dall’aviere della casa di Borgo Panigale.

TUTTI AI BOX

Passata anche la seconda ora di test a Losail tutti sono fermi ai box: la seconda giornata di prove sulla pista qatariota inizia davvero con lentezza, ma quei tutti i piloti stanno attendono condizioni ambientali più favorevoli. A minacciar poi il programma di lavoro oggi in pista per i test della Motogp 2018 alcune nuvole temporalesche che però pare si siano già scaricate sulla città. L’unico protagonista questa mattina a Losail, oltre al possibile temporale è stato lo spagnolo della Ducati Jorge Lorenzo, il primo a rompere gli indugi oggi con la nuova desmo. Dopo i primi 5 giri, effettuati circa un’oretta fa, l’alfiere della casa di Borgo Panigale ha fatto di nuovo il suo ingresso in pista: sono quindi ora 11 i giri percorsi e il suo miglior crono si assesta sul 1.56.745. Il tempo rimane elevato anche se è decisamente più in linea con quanto fatto ieri: staremo a vedere che cosa succederà nelle prossime ore. (agg Michela Colombo)

SCENDE IN PISTA LORENZO

Sono ben poche le emozioni che arrivano dalla pista di Losail in questa seconda giornata di test 2018 per la Motogp: come la solito la maggior parte dei piloti farà partire in maniera concreta il proprio programma di sviluppo solo più tardi. Obbiettivo come al solito nei test del Qatar è quella di sfruttare le ultime ore della giornata per il time attack, ovvero quando si replicheranno in maniera più o meno fedele le condizioni ambientali in cui di disputerà il sempre più vicino Gp del Qatar. Dal semaforo verde, acceso ormai un’oretta fa si è fatto vedere in pista solo Jorge Lorenzo con la nuova Ducati: appena però 5 giri per lo spagnolo alla guida della nuova Desmo. Comunque Lorenzo è riuscito a segnare il primo tempo della giornata ovvero un lento 1.59.008: lo spagnolo può decisamente fare meglio di così, ma siamo solo agli inizi di questa giornata di test e dunque non c’è davvero fretta.

SEMAFORO VERDE

Sta per accendersi il semaforo verde in pista a Losail: la seconda giornata di test per la Motogp 2018 sta finalmente per avere inizio e tutti noi siamo in attesa di conoscere i primi tempi e i primi responsi della pista qatariota. Come abbiamo visto gli occhi di tutti saranno puntati tutti sui big della prossima stagione 2018 della Motogp: questi sono gli ultimi test prima dell’inizio del mondiale. Attenzione quindi ad esempio alla Ducati di Dovizioso e Lorenzo, tra i primi candidati al titolo 2018. Superdovi nella prima giornata di test ha confermato la solidità della nuova desmo, a cui si è convertito anche lo spagnolo dopo le brutte prove in Tailandia di pochi giorni fa. Lorenzo nella giornata di ieri a Losail ha infatti utilizzato solo la nuova Gp 18, per mettere a punto gli ultimi accorgimenti in vista della stagione ormai alle porte. Ma è già ora di dare la parola alla pista: si parte!.

ATTENZIONE ALLA YAMAHA

Tra i protagonisti più attesi di questa seconda giornata di test per la Motogp a Losail vi son ovviamente le Yamaha, tra le più veloci sulla pista del Qatar ieri sera. Alla bandiera a scacchi infatti Maverik Vinales ha strappato il primo tempo nella classifica, un buon 1.55.053 per lo spagnolo: settimo Valentino Rossi a +0.379, con Zarco della Monster Yamaha quarto. questi tempi di certo hanno fatto sorridere gli uomini del Diapason, e proprio Vinales ieri ha dichiarato: “Puntiamo a migliorare ancora. Ho buone sensazioni adesso quando spingo. Niente a che vedere con quanto vissuto in Thailandia. Abbiamo migliorato molto l’uscita di curva e di questo sono felice, mi piace molto anche come stacchiamo, anche in frenata siamo migliorati molto”. Di certo quanto fatto nel test Buriram non ha affatto soddisfatto la Yamaha: che le prove a Losail possano risultare deiste in vista della stagione 2018 di Motogp. 

LA 2^ GIORNATA DI TEST

Oggi 2 marzo si accenderà la seconda giornata di test per la Motogp a Losail: come abbiamo visto ieri è questa l’ultima occasione per mettere a punto le moto in vista della stagione 2018 della classe regina e il circuito del Qatar farà da sfondo ideale per questa tre giorni. I risultati ottenuti ieri, come pure i tempi registrati in classifica, nella prima giornata di test sono dopo tutto esaltanti, benchè la pista qatariota non sia stata pulitissima (problema ben noto vista la vicinanza del circuito con il deserto). Ci attendiamo quindi ancora grandi emozioni a Losail, specie sul finire della giornata di prove: tutti i piloti infatti vorranno provare a mettere a segno tempi record quando il sole è già calato, nella medesima situazione in cui si svolgerà tra qualche giorno il Gp del Qatar 2018. Ricordiamo  poi gli orari della 2^ giornata di test a Losail per la Motogp: semaforo verde alle ore 11.00 italiane, con bandiera a scacchi attesa invece per le ore 19.00. 

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGURE L’EVENTO

Ricordiamo che anche in occasione della 2^ giornata di test della Motogp 2018 a Losail non è stata prevista alcuna diretta tv: di conseguenza non sono state fornite indicazioni utili riguarda a una eventuale diretta video streaming video delle prove in Qatar. Consigliamo pertanto a tutti gli appassionati di rimanere collegati al portale ufficiale motogp.com, dove saranno disponibili il live timing dei test, continui aggiornamenti e le parole dei protagonisti in pista in Qatar. Non dimentichiamo poi le possibilità offerte da social: i profili ufficiali della Motogp come delle varie scuderie e dei piloti protagonisti saranno fonti inestimabili per comprendere meglio quanto sta accadendo in pista. Ricordiamo infine per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento al satellitare di Sky, l’appuntamento alle ore 23.30 con il programma Race Anatomy Motogp Speciale Qatar: Davide Cornicioli e i suoi ospiti analizzeranno e commenteranno questi tre giorni di test a Losail. 

LA GIORNATA DI IERI

 Considerando la classifica dei tempi segnata ieri, pur con tutte le modifiche che il time attack condotto alla bandiera a scacchi ha portato, va detto che quasi tutti i big della prossima stagione 2018 della Motogp hanno ricevuto responsi positivi dalla pista di Losail. A lungo Ducati e Yamaha si sono contese le prime posizioni della graduatoria, mentre la Honda è apparsa forse un pochino in disparte durante tutto la giornata. Tali dati però non ci devono confondere. Se infatti la Desmo di Lorenzo e Dovizioso si è riconfermata anche in Qatar tra le migliori in vista del prossimo campionato, non dobbiamo dimenticare un certo andamento incostante della Yamaha registrato anche in occasione dei test pre stagione 2018. La casa del Diapason come i suoi piloti Maverick Vinales e Valentino Rossi vorranno quindi oggi spingere al massimo sulla nuova M1 per verificare che le belle cose fatte della 1^ giornata di test a Losail non siano un fuoco fatuo. Non ci deve neppur ingannare la ritrosia della Honda: Il campione in carica della Motogp Marc Marquez e Dani Pedrosa sanno come graffare sull’asfalto qatariota e comunque i tempi messi in classifica anche a metà della sessione rimangono di grandissima importanza. 

CLASSIFICA TEMPI

1
29
A. IANNONE
1:54.586
2
4
A. DOVIZIOSO
+0.041
3
93
M. MARQUEZ
+0.167
4
5
J. ZARCO
+0.288
5
42
A. RINS
+0.381
6
35
C. CRUTCHLOW
+0.406
7
25
M. VIÑALES
+0.465
8
9
D. PETRUCCI
+0.602
9
43
J. MILLER
+0.650
10
26
D. PEDROSA
+0.696


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori