Diretta test MotoGp 2018 / Losail: primo Zarco e Valentino Rossi secondo! Classifica tempi (3^ giornata)

- Michela Colombo

Diretta test Losail: info streaming video e tv, classifica dei tempi nella 3^ giornata di prove in Qatar per la stagione 2018 della Motogp. Oggi la novità: si testa sul bagnato!

andrea dovizioso motogp
Diretta MotoGp: Andrea Dovizioso (LaPresse)

Terminata anche la terza giornata dei test della MotoGp a Losail, in Qatar, dove al comando della classifica dei tempi troviamo il francese Johann Zarco, che in sella alla sua Yamaha ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 1’54”029. Notizie molto buone per i piloti della Yamaha, visto che al secondo posto troviamo Valentino Rossi, sia pure staccato di 247 millesimi da Zarco, ormai un avversario molto temibile per chiunque. Resta competitiva anche la Ducati, perché in terza posizione troviamo il sempre veloce Andrea Dovizioso, il quale ha accusato un ritardo di 302 millesimi dal francese. Quarta posizione per Cal Crutchlow, che si prende così la soddisfazione di essere il migliore pilota Honda dal momento che Marc Marquez non è andato oltre il sesto posto alle spalle anche di Maverick Vinales, quinto ma solo terzo dei centauri in sella alle M1. Da notare anche l’ottavo posto di Danilo Petrucci, che si prende la soddisfazione di precedere Jorge Lorenzo. Come ultimo atto dei test, alcuni giri su pista bagnata (tramite autobotti): questo per verificare le condizioni in caso di pioggia, come l’anno scorso nelle qualifiche, anche per valutare il riflesso dello spray d’acqua alzato dalle moto sotto la luce dei riflettori. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA FINALE

PETRUCCI OK

Un grande Danilo Petrucci si distingue nella terza e ultima giornata di test di MotoGP sul circuito di Losail, in Qatar. Il pilota della Alma Pramac Racing detiene per il momento il miglior tempo con un 1:54.867 che ha portato la sua GP 2018 in testa davanti a tutti gli altri. Alle sue spalle troviamo comune un altro italiano, Andrea Dovizioso, che in sella alla sua Ducati ha accumulato un ritardo di poco inferiore al mezzo secondo. Alle 15 in terza posizione avevamo invece Cal Crutchlow, lui in ritardo di 658 millesimi. E gli altri “big”? Chiariamo subito che Valentino Rossi è stato protagonista di una caduta, per fortuna senza conseguenze, alla curva 14. Per lui nona piazza provvisoria. Marquez, Vinales e Lorenzo sono rispettivamente settimo, ottavo e decimo. (agg. di Dario D’Angelo)

DOVIZIOSO DAVANTI

La terza giornata dei test della MotoGp a Losail, in Qatar, sta per il momento dando ottime indicazioni alla Ducati e ai suoi centauri italiani in particolare. Infatti in questo momento al comando della classifica dei tempi troviamo un eccellente Andrea Dovizioso, che si trova perfettamente a suo agio sia con la moto sia con il tracciato e ha ottenuto il tempo di 1’55”356 che sembra attualmente inavvicinabile dai rivali, a cominciare da Danilo Petrucci che comunque è ottimo secondo a 572 millesimi da Dovizioso. Buon terzo Alex Rins a 659 millesimi dal Dovi, poi ci sono gli altri big ma tutti staccati di oltre un secondo da Dovizioso. Infatti dal quarto al sesto posto troviamo Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Marc Marquez, ma con distacchi che vanno dal 1”104 del Dottore di Tavullia in su. Fa piacere osservare il nono posto di un Franco Morbidelli che deve naturalmente prendere confidenza con la MotoGp e paga 1”376 ma è vicinissimo a Rossi e ai due spagnoli. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PRIMI PILOTI IN PISTA

Torniamo in diretta dal circuito del Losail in Qatar, per il terzo giorno di test delle MotoGp. Dopo un inizio di prove in cui il silenzio regnava sovrano, a poco a poco sono usciti i primi piloti dai box. Il primo in assoluto è stato Cal Crutchlow, alla guida della sua Honda. Il pilota di Coventry è quindi rientrato ai box dopo sette giri, lasciando spazio a Alex Rins. Il primo big è stato invece Jorge Lorenzo, che una decina di minuti fa,ha messo la sua Ducati sull’asfalto del circuito qatariota, e siamo ora in attesa dei primi tempi ufficiali. Aspettando che tutti gli altri centauri scendano in pista, ricordiamo che questa sera, fra le ore 18 e le 18:30 in Italia, la pista verrà bagnata in maniera artificiale di modo che i piloti possano testare il circuito anche in condizioni climatiche non perfette. La preoccupazione in passato dei vari Marquez, Rossi, Dovizioso e via discorrendo, non era tanto l’asfalto umido, quanto i riflessi sullo stesso, visto che, non dimentichiamo, in Qatar si correrà di sera. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MOLTA SABBIA SUL CIRCUITO

Continua a regnare il silenzio sul circuito del Losail, in Qatar, dove sono in corso di svolgimento i test delle MotoGp. In vista del mondiale 2018 ormai alle porte, oggi, terza giornata di prove, con fischio di inizio alle ore 11:00 di stamane. Nessun pilota è però sceso in pista, complice le condizioni dell’asfalto non proprio ottime. C’è infatti molta sabbia sul circuito del Qatar e con grande probabilità i vari centauri stanno attendendo che le condizioni meteorologiche migliorino, per poi buttarsi a testa bassa sul proprio bolide. Non è da escludere inoltre che i piloti attendino l’arrivo del crepuscolo, di modo da testare la propria motocicletta in condizioni più simili a quelle di gara. Ovviamente la Honda resta la moto da battere, con Marc Marquez che si presenterà ai nastri di partenza come campione del mondo in carica. Bene anche le Ducati, che nelle due giornate di prove precedenti hanno dato vita a prestazioni interessanti. C’è infine curiosità attorno a Franco Morbidelli, uno degli esordienti di questa stagione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

NESSUNO SCENDE IN PISTA

Da circa un’ora ha preso il via sul circuito di Losail, in Qatar, la terza giornata dei test pre-campionato della MotoGp 2018. Tuttavia c’è pochissima attività in pista, le alte temperature della pista e dell’aria (in questo momento ci sono 26 gradi) hanno convinto i piloti a ritardare la loro uscita dai box, pertanto la classifica dei tempi è desolatamente vuota. Grande curiosità sui progressi compiuti dalla Ducati, la nuova Desmosedici di Lorenzo e Dovizioso sta dimostrando di poter proseguire l’ottimo lavoro svolto dalla Casa di Borgo Panigale lo scorso anno con il centauro romagnolo che si è giocato il titolo con Marc Marquez fino all’ultima gara, arrendendosi solamente a Valencia nell’eroico tentativo di tenere testa al portacolori del team ufficiale Honda. Dopo un primo anno di rodaggio il maiorchino vuol tornare a recitare un ruolo da protagonista, nel 2017 Lorenzo ha dato una grossa mano a Dovizioso soprattutto nel Gran Premio di Malesia che si è concluso con la doppietta delle due Ducati ufficiali. (agg. di Stefano Belli)

LE PREOCCUPAZIONI DI VINALES

I test pre-season in Qatar non sono cominciati nel migliore dei modi per la Yamaha, i due piloti del team ufficiale, Vinales e Rossi, hanno chiuso rispettivamente in quinta e undicesima posizione nella classifica dei tempi: lo spagnolo ha accusato quasi mezzo secondo di ritardo nei confronti di Andrea Iannone mentre il Dottore di Tavullia ha accusato 730 millesimi di gap rispetto al connazionale in sella alla Suzuki. Lo stesso Vinales ha confermato che rispetto a dodici mesi fa la situazione è molto più complicata per la casa di Iwata: lo scorso anno la Yamaha dominò a Losail aggiudicandosi il primo gran premio della stagione 2017 di MotoGp proprio con Vinales che tagliò il traguardo davanti a Dovizioso e Rossi, quest’anno lo scenario sembra radicalmente cambiato e ora Maverick è il primo a non considerare la sua moto tra le favorite. (agg. di Stefano Belli)

QUI SUZUKI, PARLA IANNONE

Nei test della MotoGp a Losail, in Qatar, ieri un po’ a sorpresa il più veloce è stato Andrea Iannone. Una iniezione di fiducia per il pilota italiano e per la Suzuki, reduce da un 2017 assai difficile. Tuttavia è lo stesso Iannone a raffreddare gli entusiasmi: “Adesso conta poco essere l’uomo da battere… Siamo andati bene e sono tranquillo per come riesco a guidare la moto. La mia simulazione è stata buona, ma non come me lo aspettavo, perché quando le gomme calano devo usare troppa energia”. Insomma, sulla distanza c’è ancora qualcosa che non va in casa Suzuki, ma se non altro è stata ritrovata la competitività. L’obiettivo che ha in mente Andrea Iannone è piuttosto chiaro: “Rendere la Suzuki più costante e più facile sulla distanza”. Certo, la pista del Qatar può aiutare perché anche l’anno scorso Andrea Iannone stava facendo bene prima di cadere, ma certamente un primo posto aiuta a ritrovare il sorriso. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGURE L’EVENTO

Dobbiamo segnalare che anche in occasione della 3^ e ultima giornata di test della Motogp 2018 a Losail non è stata prevista alcuna diretta tv: di conseguenza non sono state fornite indicazioni utili riguarda a una eventuale diretta streaming video delle prove in Qatar. Consigliamo pertanto a tutti gli appassionati di rimanere collegati al portale ufficiale motogp.com, dove saranno disponibili il live timing dei test, continui aggiornamenti e le parole dei protagonisti in pista in Qatar. Non dimentichiamo poi le possibilità offerte da social: i profili ufficiali della Motogp come delle varie scuderie e dei piloti protagonisti saranno fonti inestimabili per comprendere meglio quanto sta accadendo in pista. Ricordiamo infine per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento al satellitare di Sky, l’appuntamento alle ore 23.30 con il programma Race Anatomy Motogp Speciale Qatar: Davide Cornicioli e i suoi ospiti analizzeranno e commenteranno questi tre giorni di test a Losail.

3^ GIORNATA TEST MOTOGP

Ultimo appuntamento con i test di Losail: la stagione 2018 della Motogp si avvicina a grandi passi e si accederà quindi oggi sabato 3 marzo l’ultima occasione per provare sulla pista del Qatar i gioielli del mondiale che sta per iniziare. Tanti i responsi e i tempi interessanti registrati in classifica nei due giorni scorsi, ma sono ancora molte le questione aperte: attenzione poi proprio a questa 3^ giornata, dove, caso unico, si faranno anche delle prove su asfalto bagnato. Gli acquazzoni che sono stati protagonisti nella stagione precedente hanno convinto la Dorna a fare una giornata di test per la Motogp anche sul bagnato: sarà quindi una novità davvero piacevole. Ricordiamo che come al solito ai test di Losail, facendo conto con il fuso orario con il Qatar, il semaforo verde è atteso alle ore 11.00 italiane: bandiera scacchi prevista per le ore 19.00. 

I TEST SUL BAGNATO

I test su bagnato a Losail sono di certo uno degli elementi più curiosi dell’intera sessione e per questa novità la Dorna ha fissato precise indicazioni. I piloti saranno obbligati a fare i test su asfalto bagnato (a meno che non si sia infortunati prima) e la sessione durerà circa 30 minuti: in queso lasso di tempo verrà chiesto anche di correre in gruppo per meglio capire come reagiranno le moto in questa particolare occasione, affatto inusuale anche in gara. Tornando però alla classifica dei tempi, possiamo davvero dire che la terza giornata di test a Losail potrebbe rivelarsi decisiva. La sessione di ieri ha confermato il buono andamento della Honda, che pure è rimasta nascosta in Qatar, come pure le buone cose di Ducati specialmente quella di Dovizioso (qualche grana in più per Lorenzo). Ieri però la pista dl Qatar non pare aver dato i giusti responsi alle Yamaha, che hanno chiuso alla bandiera a scacchi solo con l’undicesimo posto di Valentino Rossi e il settimo di Vinales. Chi invece ha stupito tutti è stato Iannone che in sella alla Suzuki è pure riuscito a strappare il primo crono della giornata (un buon 1.54.586), scombinando non poco i piani alti. Che cosa succederà oggi? Staremo a vedere.

CLASSIFICA (TOP 10)

1. Zarco 1’54”029

2. Rossi a 0”247

3. Dovizioso a 0”302

4. Crutchlow a 0”428

5. Vinales a 0”442

6. Marquez a 0”562

7. Rins a 0”621

8. Petrucci a 0”630

9. Lorenzo a 0”663

10. Miller a 0”720

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori