Diretta Motogp Gp Americhe 2018/ Streaming video Sky, prove libere live: FP2, Iannone primo! Marquez beffato

- Michela Colombo

Diretta MotoGp prove libere FP1 e FP2 live GP delle Americhe 2018 ad Austin (Texas), oggi venerdì 20 aprile: cronaca e tempi delle prime due sessioni in programma.

marc marquez honda motogp
Test MotoGp Barcellona (Foto repertorio LaPresse)

Colpaccio di Andrea Iannone, che ha tolto il primato a Marc Marquez nella FP2. Proprio nel time-attack il pilota della Suzuki ha fatto registrare il miglior tempo: 2:04.599 e 56 millesimi soffiati al pilota della Honda. Questo è un momento molto delicato per Iannone, il cui futuro è in bilico. Un bel risultato ad Austin potrebbe essere importante anche da questo punto di vista. Il campione del mondo in carica ha chiuso dunque al secondo posto, davanti alle Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi, il cui distacco fa ben sperare i loro tifosi in vista dell’assalto di domani alla pole position. Quarto posto invece per Carl Crutchlow, sesto Alex Rins davanti alle Ducati di Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. A chiudere la top ten A. Espargaro e Daniel Pedrosa, “eroe” della giornata visto che ha girato a denti stretti per il dolore al polso operato. Delude Johann Zarco, che non ha mostrato la velocità dei suoi rivali. (agg. di Silvana Palazzo)

GP AMERICHE MOTOGP, DIRETTA LIVE

SUPER MARQUEZ, MA ROSSI C’È!

La fresatura della pista si sta rivelando problematica anche in questa FP2, non è da escludere che possa incidere sugli equilibri in pista. L’intervento sulla pista di Austin è stato troppo rudimentale: sono rimasti avvallamenti e ci sono anche dei tagli. Nonostante ciò, Marc Marquez non ha perso il feeling con questo tracciato, anzi ha ribadito la sua superiorità. Al secondo posto Valentino Rossi, autore di un bel guizzo. La Yamaha si conferma in forma. E infatti Maverick Vinales è quarto, dietro a Carl Crutchlow. Quinto posto per Alex Rins, poi Jorge Lorenzo al sesto posto, davanti ad A. Espargaro e Daniel Pedrosa, ottavo, apparso molto dolorante in pista. Lo spagnolo ha faticato ma anche registrato un buon tempo. Da valutare però le sue condizioni in vista del weekend. A chiudere la top ten Andrea Dovizioso e Iannone. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ VOLA, IANNONE SECONDO

Continua a “ruggire” Marc Marquez con la sua marcia che sembra inarrestabile. Il pilota della Honda “martella” anche in FP2, confermandosi favorito per la vittoria del GP delle Americhe 2018. Ma come spesso accade nelle prove libere, Marquez è stato protagonista anche di una caduta: una scivolata non preoccupante, di quelle già viste con Marquez al venerdì… La strada che porta alla gara di Austin comunque è molto lunga e passa dalle prove libere prima delle qualifiche. A proposito di piloti spagnoli, brilla anche Daniel Pedrosa, che ha fatto registrare il momentaneo terzo tempo. Un tempo importante per un pilota che solo qualche giorno fa si è sottoposto ad un intervento al polso. Mentre Marc Marquez abbassa i suoi tempi, Andrea Iannone si sistema al secondo posto. Solo sesto posto ora per Valentino Rossi, dietro a Carl Crutchlow e Alex Rins. Le Yamaha, che sembravano competitive, devono tirar fuori qualcosa in più per poter essere protagoniste ad Austin. (agg. di Silvana Palazzo)

ANCORA MARQUEZ!

La FP2 è cominciata con gli occhi puntati su Marc Marquez e Valentino Rossi, separati di appena quattro decimi nella prima sessione di prove libere. Protagonista però è ancora il tracciato, ancora sporco. Sabbia e polvere sull’asfalto condizionano i piloti, che speravano in un miglioramento delle condizioni. Questa del resto è una sessione importante: fare il tempo oggi ed essere tra i migliori dieci potrebbe risultare decisivo in ottica qualifica, visto che è annunciata pioggia per domani e quindi potrebbe essere difficile migliorarsi durante la FP3. Marquez come al solito “conduce” davanti a tutti: la sensazione è che possa dominare anche in questa sessione, mentre gli altri battagliano per migliorare i propri tempi. Valentino Rossi, invece, per il momento si “nasconde”, ma le Yamaha sembrano in grado di poter dare filo da torcere alla Honda di Marquez. (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA FP2!

Al via la seconda sessione di prove libere di MotoGp per il Gp delle Americhe 2018. Chi farà registrare il miglior tempo? Tra le nuvole di polvere che si sono alzate dall’asfalto di Austin ha sfrecciato in FP1 Marc Marquez. Non una sorpresa, considerando che il pilota della Honda qui ha ottenuto 5 pole position e altrettante vittorie, ma lo spagnolo ha già scavato un bel solco sugli avversari con la sua media usata in FP1. Solo Valentino Rossi, che ha girato con la morbida nuova al posteriore, è riuscito a limitare i danni rendendo accettabile il distacco (396 millesimi). Tutti gli altri invece si sono stabilizzati dai sette decimi in poi. Al terzo posto Maverick Vinales, il cui miglior giro è stato realizzato con la media, mentre Jorge Lorenzo è il primo delle Ducati, quarto. Nessuna caduta nella prima sessione di prove libere, ma Johann Zarco a inizio prove ha avuto a che fare con un problema tecnico che però non ha pregiudicato la sua partecipazione al turno. La vera incognita è rappresentata dalla sabbia che si è alzata sulla pista texana: la pioggia, prevista per domani, potrebbe creare un mix pericoloso a livello di grip. Per questo assumono più importanza i risultati delle sessioni di oggi… (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ PRIMO IN FP1! ROSSI INSEGUE

Marc Marquez domina la prima sessione di prove libere. Un passo incredibile quello del pilota Honda, che è stato per tutta la FP1 inavvicinabile per gli avversari. Solo alla fine il gap è diminuito a circa quattro decimi e ci è riuscito Valentino Rossi, che è sembrato competitivo tanto quanto Maverick Vinales. Sono interessanti dunque i segnali lanciati dalla Yamaha in vista di domani. Jorge Lorenzo quarto davanti a Carl Crutchlow e Andrea Dovizioso, buon settimo tempo di Nakagami, che si è piazzato davanti a Zarco e Rins. In difficoltà Daniel Pedrosa, che ha chiuso al quartultimo posto. Lo spagnolo ha girato poco e faticando, del resto ha sentito un po’ di dolore al polso destro che si è operato nei giorni scorsi. La situazione è dunque da valutare in vista della giornata di domani. Decisiva in tal senso potrebbe essere la FP2 che si disputerà tra qualche ora a Austin. (agg. di Silvana Palazzo)

DOMINIO MARQUEZ, MA LA SABBIA…

Le condizioni di pista sono strane e inaspettate: la FP1 è stata infatti caratterizzata dalla sabia e la polvere sull’asfalto. I piloti hanno segnalato anche la presenza di piccole pietre, che potrebbero rivelarsi pericolose nei loro vari passaggi. Domani invece è attesa pioggia, quindi i problemi di aderenza potrebbero anche peggiorare. Questo complica notevolmente il lavoro dei vari team: difficile per loro lavorare sul set up delle moto. Difficile quindi testare la loro efficacia così come trovare il miglior “setting” in questi minuti. Per ora comunque l’unico pilota che è apparso a suo agio sul tracciato nonostante la mancanza di grip è Marc Marquez, che non si è smosso dal primo posto. La vera bagarre è avvenuta alle sue spalle: Valentino Rossi ha mostrato una buona iniziativa con la sua Yamaha, pur restando ben distante dal pilota Honda, visto che è a oltre un secondo. Dietro Rins. Sofferente Dani Pedrosa, che sta faticando nonostante gli antidolorifici. (agg. di Silvana Palazzo)

MARQUEZ COMINCIA A “MARTELLARE”

I “lavori” sono cominciati in Texas: le moto sono scese in prima per la prima sessione di prove libere, la Fp1. Tra gli osservati speciali c’è Pedrosa, che sta provando a capire se può guidare dopo l’intervento al polso. In questi primi giri i piloti devono fare anche i conti con la polvere sul tracciato di Austin, un problema già emerso in Moto3. Questa fase sarà dunque utile per capire la resa delle moto in queste condizioni. Comunque ora sono tutti in pista con gomma soft all’anteriore e media al posteriore. Il miglior tempo, guarda caso, è di Marc Marquez, che ha girato in 2:10.713, andando addirittura sette decimi più veloce di Redding e nove su Paul Espargaro. Ancor più distante Valentino Rossi, a 1.8 secondi, ma questo è solo il primo assaggio. Problemi invece per Zarco, ma è giallo sulla sua Yamaha Tech3: si è fermato per un problema tecnico, ma non è detto che fosse tale da fermarsi… (agg. di Silvana Palazzo)

VIA ALLA FP1!

Comincia la prima sessione di prove libere ad Austin, una pista che lo scorso anno ha messo in difficoltà team e piloti. Il tracciato presenta infatti un asfalto un po’ sconnesso, ma alcune zone hanno subito una riasfaltatura parziale, quindi gli effetti saranno più chiari proprio dopo le prime sessioni di prova. Ci sarà Daniel Pedrosa, e la sua presenza non era scontata, visto che la settimana scorsa ha subito l’operazione al posto destro. Il pilota sarà regolarmente in pista, avendo ricevuto il via libera, cioè l’autorizzazione medica. Lo spagnolo ha superato le visite mediche della vigilia, quindi sarà in sella alla sua Honda oggi. «L’operazione è andata bene, sento dolore ma voglio verificare le mie condizioni in sella. So che sarà difficile, questa è una delle piste peggiori per provarci, ma oggi saprò di più sulle mie condizioni», il commento di un cauto Pedrosa. Non è mancato un commento sui fatti dell’Argentina: «È inspiegabile che Marquez sia stato sanzionato e Zarco no, ma non è una decisione su cui possiamo intervenire. È la Direzione Gara che deve decidere, ma abbiamo visto che prende decisioni diverse su episodi uguali. Chi prova a guidare correttamente non ha benefici». (agg. di Silvana Palazzo)

ROSSI E MARQUEZ, NUOVA SFIDA IN PISTA

Si accendono i riflettori e i motori ad Austin, dove si correrà il terzo GP del Motomondiale, cioè quello delle Americhe. La terza tappa di MotoGp si apre dunque oggi con le prove libere. A disposizione dei piloti due turni da 45 minuti ciascuno per mettere a punto le moto e trovare il giusto feeling con il circuito. Il grande favorito è Marc Marquez, campione del mondo in carica e vincitore del GP delle Americhe. Il pilota della Honda è dunque a caccia del sesto successo consecutivo. Riuscirà però nell’impresa? La vittoria non è scontata, visto che la concorrenza è agguerrita. A partire da quella di Valentino Rossi che, dopo i fatti di Termas de Rio Hondo, vuole mettersi alle spalle il rivale. E poi c’è Andrea Dovizioso, chiamato a dare risposte dopo un inizio di stagione tra luci e ombre. Gli appassionati di MotoGp dovranno dunque prepararsi in vista di una giornata appassionante: scopriremo infatti che può ritagliarsi un ruolo da protagonista nel weekend. (agg. di Silvana Palazzo)

MOTOGP A AUSTIN: OGGI LE PROVE LIBERE

Il Mondiale della Motogp torna sotto i riflettori e lo farà oggi venerdi 20 aprile 2018 con la prima giornata, dedicata alle prove libere del Gp delle Americhe 2018. La classe regina tra quindi al COTA, in Austin (Texas) un circuito che dalla sua entrata nel calendario del motomondiale ha visto un solo vincitore ovvero Marc Marquez. Il campione del mondo in carica per la Motogp quindi è il primo protagonista atteso oggi in pista, ma come al solito il ventaglio di attori principali in questo terzo weekend  del campionato è ben ampio. Da Valentino Rossi, fino a Andrea Dovizioso e i tanti outsider (tra cui Cal Crutchlow, al primo gradino del podio in Argentina): tutti gli appassionati non vedono quindi l’ora di vedere i propri beniamini assaggiare l’asfalto texano, sia pure nelle prime sessioni di prove libere. Vediamo quindi subito che cosa ci riserverà il programma ufficiale per questa giornata. Il primo approccio della Motogp al Gp dell’Americhe sarà con la Fp1 che avrà inizio alle ore 16.55 e terminerà alle ore 17.40. Per la Fp2 ad Austin invece gli orari della classe regina del motomondiale saranno 21.05-21.50.

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE LA GIORNATA

Ovviamente le prove libere FP1 e FP2 del Gran Premio delle Americhe 2018 saranno trasmesse oggi in diretta tv su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quinta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Vediamo dunque le informazioni utili per seguire quanto succederà in Texas. Come sempre il filo conduttore della giornata sarà Paddock Live, la rubrica contenitore che collegherà tutte le varie sessioni di prove delle tre classi. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in diretta streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, non si potrà seguire la giornata di oggi su Tv8 (numero 8 del telecomando), perché su questo canale in chiaro saranno visibili soltanto qualifiche e gare. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

GP AMERICHE 2018: I DETTAGLI DEL CIRCUITO

Detto del record di Marc Marquez sulla pista di Austin (5 vittorie per lo spagnolo nelle cinque edizioni della corsa), andiamo ora a conoscere più nel dettaglio la pista texana, oggi protagonista per le prime due sessioni di prove libere della Motogp. Si gareggerà infatti al Cota, circuito entrato nel calendario del motomondiale solo nel 2013 ma presto entrato nel cuori di piloti e appassionati. Considerando qualche dettaglio tecnico va ricordato che il Gp delle Americhe 2018 si corre in senso antiorario: la pista è lunga complessivamente 5 km e 513 metri e presenta 11 curve a sinistra e 9 a destra. A ciò ricordiamo che la pista di Austin presenta un lungo rettilineo di 1200 metri e richiede molta attenzione visti i bruschi cambi di pendenza e le forti staccate, in grado di mettere in difficoltà piloti esperti, scuderie e soprattutto le gomme. L’asfalto texano infatti risulta parecchio irregolare: la direzione del circuito ha lavorato parecchio per pareggiare le differenze e aumentare il grip, ma di certo le prove libere di oggi saranno più che mai fondamentali per capire il reale degrado della gomma. L’ultimo elemento da tenere in considerazione è il forte caldo: mai la pioggia ha infatti tormentato una gara di Austin, ma lo hanno spesso fatto invece le alte temperature.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori