Pronostico MotoGp/ Gran Premio d’Argentina 2018: il punto di Nico Cereghini (esclusiva)

- int. Nico Cereghini

Pronostico MotoGp, GP Argentina 2018 a Termas de Rio Hondo: il punto di Nico Cereghini in vista del weekend sudamericano e i suoi possibili favoriti (esclusiva)

marquez dovizioso motogp
Diretta MotoGp - LaPresse

Seconda gara del Mondiale di MotoGP, il Gran Premio d’Argentina sul circuito di Termas de Rio Hondo. Riuscirà  Andrea Dovizioso a superare ancora Marc Marquez e Valentino Rossi? Potrebbe essere un bellissimo duello tra Ducati, Honda e Yamaha, che potrebbe anche essere importante per capire come andrà la stagione 2018 della MotoGp. Vedremo anche cosa faranno Vinales e Pedrosa e soprattutto si attendono risposte da Lorenzo, i tre big surclassati in Qatar dai compagni di squadra. Attenzione poi ai nostri Petrucci e Iannone, ma naturalmente anche a Zarco, finora però più bravo al sabato. Per presentare il Gran Premio d’Argentina abbiamo sentito Nico Cereghini. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come vede questo Gran Premio d’Argentina? Dovrebbe essere una gara molto bella e Dovizioso potrebbe anche confermarsi dopo il successo in Qatar, potrebbe fare una grande gara.

Marquez resterà in ogni caso il punto di riferimento? È così e lo sarà in tutto il Mondiale. Marquez del resto ha la guida migliore, anche se cade spesso, e pure la moto migliore con la Honda che ha dimostrato di essere la più forte anche nei test prima dell’inizio del Mondiale.

Cosa dovrà fare Dovizioso per strappare il titolo a Marquez? Correre come nella scorsa stagione, cercare di vincere la maggior parte dei Gran Premi, andando anche spesso sul podio. Così potrà contrastare Marquez per la conquista del titolo.

Valentino Rossi è stato terzo in Qatar: cosa si aspetta dal Dottore? Una buona gara, potrebbe andare anche sul podio, sarà nelle sue possibilità.

Potrà anche lottare per il titolo coi piloti di Ducati e Honda? Le possibilità ci saranno, conoscendo la bravura del Dottore. Certo la Yamaha potrebbe essere condizionata dalle carenze che ha alle gomme.

Cosa si attende invece da Vinales? Vinales dovrà crescere. Per il momento mi sembra ancora molto fragile, quasi che non riesca ad esprimere tutto il suo potenziale.

Dopo il quinto posto in Qatar si aspetta un Petrucci da podio? Potrebbe essere: la moto è buona, lui è bravo. Si dovrebbero realizzare condizioni a lui favorevoli, ma non si può escludere niente!

Iannone e Suzuki finalmente protagonisti, cosa manca ancora alla moto giapponese? La moto è buona, è Iannone che deve ancora dimostrare di andare bene con la Suzuki. Lui è un pilota valido, non so cosa lo stia condizionando.

Quali saranno gli altri protagonisti di questa gara? Credo in Zarco e in Crutchlow. Mi attendo però molto da Lorenzo: ha litigato con Gigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse. Non è tranquillo, non riesce a trovarsi bene con la moto a differenza di Dovizioso e Petrucci. Da Lorenzo però ci si aspetta qualcosa di più, visto che è stato cinque volte campione del mondo…

Quali sono le caratteristiche del circuito di Termas de Rio Hondo? È un circuito molto bello, ci sono sempre gare spettacolari, anche se spesso condizionate da tante cadute. Potrebbe essere veramente un Gran Premio molto interessante. (Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori