Motogp, Griglia di partenza Gp Argentina/ Jack Miller in pole position: l’australiano rischia grosso ma vince

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza MotoGp, GP Argentina 2018 Termas de Rio Hondo: la pole position va a un incredibile Jack Miller. E’ record anche per la Ducati Pramac. 

marc marquez motogp
Pronostico MotoGp: Marquez (LaPresse)

La pole position del Gp dell’Argentina, seconda prova del Mondiale della Motogp va a un’incredibile Jack Miller, che per la prima volta nella sua carriera nella classe regina partirà dalla prima posizione della griglia di partenza. Sulla pista di Termans de Rio Hondo l’australiano compie una vera impresa nelle qualifiche del sabato: sull’asfalto sempre insidioso argentino, metà asciutto e metà allagato (pericolosissima allora curva 7) il pilota della Pramac osa e rischia forte utilizzando le gomme stick in condizioni affatto favorevoli. E pur con una moto che rischiava di disarcionarlo a ogni curva, la mossa lo ha premiato consegnandogli la prima posizione in griglia di partenza e la prima pole position nella sua carriera da pilota della Motogp. Il successo è poi duplice: questa satà anche la prima pole position trovata dalla Pramac nella sua era Ducati. Per Miller il tabellone racconta quindi di una velocità media di 161,4 km orari e un tempo di 1.47.153. (agg Michela Colombo)

CLICCA QUI PER LA GRIGLIA DI PARTENZA DEL GP D’ARGENTINA 2018

LA POLE VA A MILLER

Una griglia di partenza sorprendente quella del GP di Argentina 2018 di MotoGP. In pole position Miller della Pramac, che ha conquistato la prima casella con un grande ultimo giro. Il pilota australiano ha giocato d’azzardo scendendo in pista con le gomme slick per l’ultimo giro, quando l’asfalto si stava asciugando, ma ha piazzato un grande colpo. In prima fila ci sono anche Pedrosa, che si è posizionato in seconda posizione, e Zarco, terzo. Miglior risultato in carriera per Rabat della Ducati Avintia: quarto. La seconda fila si completa con Rins della Suzuki e Marquez al sesto posto. Settimo Espargaro dell’Aprilia, protagonista di un Q1 al di sopra delle aspettative. Ottavo Dovizioso, davanti a Vinales. Addirittura in quarta fila Rossi dietro Cructchlow e davanti a Iannone. Se si dovesse confermare un Gran Premio sul bagnato, per la Yamaha la gara sarebbe tutta in salita. (agg. di Silvana Palazzo)

MOTOGP, GRIGLIA DI PARTENZA GP ARGENTINA 2018

Oggi conosceremo la griglia di partenza del Gran Premio d’Argentina 2018 della MotoGp sul circuito di Termas de Rio Hondo, seconda tappa della stagione per il Motomondiale. Nella scorsa stagione le qualifiche furono un vero e proprio duello fra la Honda e la Yamaha: la Ducati infatti non era riuscita a conquistare nemmeno una pole position e di conseguenza a partire davanti a tutti sulla griglia di partenza, eppure questo non impedì ad Andrea Dovizioso di vivere una stagione favolosa, con sei vittorie e in corsa per il titolo mondiale insieme a Marc Marquez fino all’ultimo Gran Premio. Partire davanti a tutti dunque non è poi così importante in MotoGp: nel 2017 infatti solamente sette volte l’autore della pole position ha poi vinto la gara. Comunque, essere veloci al sabato aiuta: il record stagionale di pole position fu fissato a quota otto da Marc Marquez, che ha poi vinto il titolo iridato, sia pure dovendo lottare appunto con chi come Dovizioso di partenze al palo non ne aveva ottenuta nemmeno una.

ATTENTI A ZARCO

Di certo le qualifiche furono un dominio spagnolo, con le uniche eccezioni delle due pole position conquistate dal francese Johann Zarco ad Assen e a Motegi, gare tra l’altro poi vinte una da Valentino Rossi e l’altra da Andrea Dovizioso. Questo ci consente di passare finalmente a parlare della stagione ormai in corso: il 2018 è iniziato sotto il segno proprio di Zarco per quanto riguarda le qualifiche, grazie alla pole position conquistata dal pilota francese della Yamaha Tech 3 a Losail, ma ancora una volta questo alla fine ha portato bene ai colori italiani, visto che alla domenica ha vinto Dovizioso e pure il Dottore è salito sul podio. Restano comunque gli indiscutibili meriti di Zarco, che in questo modo è arrivato a quota tre pole position nella classe regina: solamente Marc Marquez e Maverick Vinales ne hanno ottenute di più da quando il transalpino è sbarcato in MotoGp. Continua invece il digiuno di pole position per i piloti italiani: visti i risultati alla domenica, non è nemmeno detto che questo sia un male, tuttavia è evidente che non ci dispiacerebbe commentare una griglia di partenza a forti tinte italiane, magari già in Argentina.

GRIGLIA DI PARTENZA

1 MILLER J.  Ducati 1’47”153

2 PEDROSA D.  HONDA 1’47”330

3 ZARCO J. Yamaha 1’47”365

4 RABAT T.  Ducati 1’47”681

5 RINS A.  SUZUKI 1’47”743

6 MARQUEZ M.  HONDA 1’47”754

7 ESPARGARO A.  Aprilia 1’47”845

8 DOVIZIOSO A.  Ducati 1’48”247

9 VINALES M. Yamaha 1’49”044

10 CRUTCHLOW C.  HONDA 1’49”304

11 ROSSI V.  Yamaha 1’49”326

12 IANNONE A. SUZUKI 1’49”975

13 ABRAHAM K.  Ducati 1’49”878

14 LORENZO J.  Ducati 1’50”063

15 REDDING S.  Aprilia 1’50”175

16 ESPARGARO P.  KTM 1’50”324

17 SIMEON X. Ducati 1’50”364

18 PETRUCCI D.  Ducati 1’50”449

19 BAUTISTA A.  Ducati 1’50”606

20 LUTHI T.  HONDA 1’50”833

21 SMITH B. KTM 1’51”007

22 MORBIDELLI F.  HONDA 1’51”012

23 SYAHRIN H. Yamaha 1’51”142

24 NAKAGAMI T.  HONDA 1’51”387

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori