MOTOGP DIRETTA LE MANS 2018/ Gara live: ha vinto Marquez! Due italiani sul podio con Petrucci e Rossi!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Francia 2018 Le Mans: cronaca e tempi, podio, classifica e vincitore del quinto Gran Premio stagionale (oggi domenica 20 maggio)

valentino_rossi_1_motogp_lapresse_2017
Streaming Motogp (LaPresse-archivio)

Al decimo giro Jorge Lorenzo cede strada a Marc Marquez che diventa il nuovo leader della gara, il maiorchino non riesce più a tenere i ritmi dei primissimi giri e successivamente viene superato anche da Petrucci e Rossi, staccandosi dal gruppetto di testa. Gara da incubo per Vinales che fatica a stare davanti alla KTM di Pol Espargaro, perdendo contatto persino da Rins e Morbidelli in lotta tra loro per l’ottava posizione. Domenica da sogno per il team Pramac: Petrucci è l’unico in grado di poter insidiare il campione in carica della MotoGp, Miller si trova a ridosso del podio. Negli ultimi dieci giri Marquez piazza l’allungo decisivo staccando i più immediati inseguitori, costruendosi un margine di sicurezza nei confronti del ternano e del Dottore di Tavullia che proprio non ne hanno per impensierire lo spagnolo. Che vince e taglia il traguardo per primo, due italiani sul podio nonostante i ritiri di Iannone e Dovizioso che oggi avrebbero potuto recitare un ruolo da protagonisti. Miller si deve accontentare della quarta piazza davanti a Pedrosa, Lorenzo, Vinales, Crutchlow (bravo il britannico che chiude ottavo e termina la corsa dopo il brutto crash di ieri), Aleix Espargaro, Rins, Pol Espargaro, Syahrin, Morbidelli (il romano è calato vistosamente nel finale), Smith e Nakagami che vanno a punti. Luthi, Abraham e Simeon vedono la bandiera a scacchi ma tornano a casa a mani vuote. Nella classifica piloti allungo sensibile di Marquez che vola a 95 punti, a +39 da Vinales con Dovizioso che piomba a -49. [agg. di Stefano Belli] GP FRANCIA MOTOGP, DIRETTA LIVE

LORENZO AL COMANDO! RITIRATI IANNONE, DOVIZIOSO E ZARCO

Solita partenza a razzo di Jorge Lorenzo che al via scavalca tutti e si porta al comando, guadagna qualche posizione anche Andrea Dovizioso che si mette all’inseguimento del compagno di box dopo aver sorpassato Zarco. Leggermente più indietro Marc Marquez che non ha avuto uno dei migliori spunti della sua carriera, mentre Iannone esce di scena già al primo giro, esagerando con le gomme fredde: il centauro di Vasto perde il controllo della sua Suzuki e finisce a terra, così come Bautista. Valentino Rossi prova a insidiare il campione in carica della MotoGp mentre Maverick Vinales scivola in tredicesima posizione. Al quarto giro Dovizioso rompe gli indugi e svernicia Lorenzo, qualche centinaio di metri da leader per il forlivese che improvvisamente si sdraia e termina nella ghiaia spianando la strada ai rivali, secondo ritiro consecutivo per il Dovi, una mazzata devastante in ottica campionato. Marquez si accoda al duo di testa e ora ha una grande chance per allungare in testa al mondiale. Cala il gelo sull’autodromo di Le Mans quando all’ottavo passaggio Zarco esce dalla traiettoria e trovando lo sporco cade dando addio ai sogni di gloria. [agg. di Stefano Belli] 

TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Ultimi preparativi sulla griglia di partenza, tra circa un quarto d’ora comincerà il Gran Premio di Francia sul circuito di Le Mans che ospiterà la quinta gara del mondiale 2018 di MotoGp. Johann Zarco, che scatta dalla pole position, sarà uno dei protagonisti annunciati, nonché il beniamino del pubblico locale, il portacolori della Tech-3 proverà a regalarsi una grande gioia di fronte ai suoi tifosi. Marc Marquez cercherà di impedirglielo, il campione in carica anche il warm-up ha dimostrato di avere un passo invidiabile che gli può consentire di fare la differenza. Parteciperanno alla bagarre anche le Ducati di Lorenzo e Dovizioso, nonché le Yamaha ufficiali di Rossi e Vinales che pur essendo solamente in terza fila hanno la possibilità di recuperare terreno e dire la loro per il podio. Da tenere d’occhio Danilo Petrucci che con la sua Pramac si candida al ruolo di outsider. Sono previsti 27 giri per un totale di 113 chilometri. [agg. di Stefano Belli] 

PILOTI ALLE PRESE CON IL REBUS GOMME

Manca circa un’ora alla partenza del Gran Premio di Francia sul circuito di Le Mans, quinto appuntamento del mondiale 2018 di MotoGp. In questo momento i piloti, in riunione con i tecnici e gli ingegneri dei rispettivi team, stanno ragionando sul da farsi: è superfluo specificare che la scelta della gomma sarà nevralgica, indovinare la mescola giusta per la gara vuol dire poter ambire a un piazzamento importante. Marc Marquez ad esempio potrebbe optare per una combinazione soft davanti-hard dietro, con la maggior parte dei suoi colleghi che invece è orientata a montare la morbida sia all’anteriore che al posteriore. Tra poco vedremo chi avrà ragione, tenendo d’occhio anche la temperatura: in questo momento ci sono quasi 40 gradi sull’asfalto e il caldo potrebbe accelerare il degrado della soft, motivo per cui non è da escludere l’ipotesi che qualcuno, all’ultimo momento, cambi idea passando alla media.  [agg. di Stefano Belli] 

MIGLIOR TEMPO PER MARQUEZ NEL WARM-UP

Marc Marquez è stato il più veloce di tutti nel warm-up che si è da poco concluso sul circuito di Le Mans, dove alle ore 14.00 prenderà il via il Gran Premio di Francia, quinta tappa del mondiale 2018 di MotoGp. Lo spagnolo, campione in carica, è stato l’unico a girare sotto l’1’32” fermando il cronometro sull’1’31″868, dando chiari indizi su chi sarà il grande favorito per la vittoria. La Ducati risponde presente con Andrea Dovizioso (1’32″320) che ottiene il secondo tempo anche se a quasi mezzo secondo dal portacolori della Honda Repsol, dietro il ducatista di Forlimpopoli troviamo la Suzuki di Andrea Iannone (1’32″380). La Pramac nella top five grazie a Jack Miller (1’32″480) che precede un certo Valentino Rossi (1’32″679), a seguire Pedrosa (1’32″791), Petrucci (1’32″803), Aleix Espargaro (1’32″875), Vinales (1’32″969) e Zarco (1’33″031). Undicesimo tempo per Cal Crutchlow che ha ricevuto il via libera dai medici dopo lo spaventoso volo di ieri in qualifica, non si può certo dire che il britannico non abbia tempra… [agg. di Stefano Belli] 

MARQUEZ INDIAVOLATO, ZARCO E LUTHI A TERRA

Sul circuito di Le Mans è in corso il warm-up della MotoGp, sulla pista francese tra poche ore si disputerà la quinta gara del mondiale 2018. In questo momento i piloti sono alle prese con le ultime prove prima della partenza in programma alle ore 14, l’obiettivo dei team è perfezionare il feeling con la pista e le gomme, cercando di limare qualche altro decimo qua e là e mettere i rispettivi centauri nelle condizioni di poter aspirare a un risultato importante questo pomeriggio. Tantissimo traffico sul tracciato con 24 moto che girano contemporaneamente, qualche pericoloso incrocio di traiettorie anche tra Rossi e Pedrosa che grazie alla loro enorme esperienza evitano guai. Al momento, tanto per cambiare, il miglior tempo appartiene a Marc Marquez che con la soft all’anteriore e la hard al posteriore ha girato in 1’32″749, rifilando oltre sette decimi a Danilo Petrucci che in questo week-end sembra davvero in palla. Da segnalare l’incidente in curva 8 tra Zarco e Luthi, entrambi a terra senza riportare danni fisici. [agg. di Stefano Belli] 

VIA AL WARM-UP

Alle ore 9.40 i piloti della MotoGp affronteranno la sessione di warm-up sul circuito di Le Mans, sede del Gran Premio di Francia che si disputerà tra poche ore. Occhi puntati su Johann Zarco, autore della pole position, che partirà davanti a tutti e che ha dichiarato di avere il passo gara per vincere. Sarà vero o è soltanto un bluff per spaventare gli avversari? Dai tempi del warm-up capiremo se il centauro transalpino della Yamaha Tech-3 rappresenterà un osso duro per Marquez e Dovizioso. Anche il team ufficiale della Casa di Iwata con Rossi e Vinales dovrà dimostrare che la terza fila è stata soltanto frutto della sfortuna e dell’incapacità di assemblare il giro buono quando serviva veramente. Anche oggi condizioni climatiche favorevoli con il sole a fare capolino sulla pista, meteo che non ha mai fatto i capricci per tutto il week-end.  [agg. di Stefano Belli]

QUALE SARA’ IL FUTURO DI JORGE LORENZO?

Dopo aver sciolto le riserve sul rinnovo di Andrea Dovizioso, ora la Ducati si prepara a trattare anche con Jorge Lorenzo, l’intenzione del team di Borgo Panigale è quella di trattenere il pilota maiorchino anche nel 2019. Tuttavia lo spagnolo continua a guardarsi intorno, la convivenza con il forlivese si è rivelata più dura e complicata del previsto e con un compagno di squadra così scomodo che lotta per il mondiale con Marquez, Lorenzo vorrebbe tornare a recitare un ruolo da prima guida. Cosa che gli offrirebbe la Suzuki, anche se la casa giapponese finora si trova molto bene con la coppia Iannone-Rins che dopo il primo anno di ambientamento ora stanno raccogliendo i frutti di un lungo lavoro, soprattutto l’abruzzese a podio nelle ultime due gare e che sta stravincendo nettamente il duello interno con lo spagnolo, autore di qualche errore di troppo che ne sta pregiudicando il rendimento in questa prima parte di stagione. Lorenzo rischia quindi di saltare dalla badella alla brace, dopo Rossi e Dovizioso un altro coinquilino italiano sarebbe veramente di troppo per lui. [agg. di Stefano Belli] 

PROGRAMMA E ORARI DELLA DOMENICA

In diretta oggi, domenica 20 maggio, con il Gran Premio di Francia 2018 sul circuito di Le Mans, quinto appuntamento con il Motomondiale 2017. L’appuntamento principale della domenica è naturalmente quello con la partenza della gara della MotoGp: i semafori si spegneranno alle ore 14.00 – classico orario dei Gran Premi della classe regina -, quando è in programma appunto il via della corsa della MotoGp, sulla distanza di 27 giri per un totale di 113 km, dal momento che ogni giro del breve tracciato dell’autodromo che sorge nella località della Sarthe misura 4,185 chilometri con 14 curve, di cui cinque a sinistra e nove a destra. Siamo sul Circuito Bugatti e queste caratteristiche sono solamente in parte condivise con il più lungo tracciato che ospita la leggendaria 24 Ore automobilistica di Le Mans, cioè il Circuit de la Sarthe (clicca qui per la griglia di partenza scaturita dalle qualifiche di ieri a Le Mans). Da notare che fino all’anno scorso i giri previsti in gara erano 28: in questa stagione ci sarà una piccola riduzione, chissà se ciò causerà qualche novità.

MOTOGP, STREAMING VIDEO E TV: DOVE VEDERE LA GARA

Per gli appassionati che vorranno seguire la MotoGp in tv oppure in streaming video, non ci sono grandi novità da segnalare: oggi, domenica 20 maggio 2018, si potrà seguire tutto (compreso il warm-up) su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quinta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp e naturalmente anche delle altre classi del Motomondiale. Per quanto riguarda la tv in chiaro, si potrà seguire la giornata di oggi su Tv8 (numero 8 del telecomando): il Gran Premio di Francia però non è uno di quelli che su Tv8 sarà visibile in tempo reale, dunque sarà possibile vivere tutte le emozioni delle tre gare delle classi del motociclismo da Le Mans solamente in differita anche per i non abbonati Sky, con la classe regina alle ore 21.15. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

MOTOGP, PROVE LIBERE 3: NEL SEGNO DI VINALES

Nelle terze prove libere primo tempo per Maverick Vinales. Lo spagnolo della Yamaha ufficiale, con il tempo di 1.31.619, si mette alle spalle il connazionale Marquez e il compagno di squadra Valentino Rossi. I tre sono racchiusi in un fazzoletto di 191 millesimi di secondo. A due decimi, in quarta posizione, il pilota di casa francese Johann Zarco. Dietro il transalpino la Ducati ufficiale di Andrea Dovizioso, qualificatosi in Q2 grazie al tempo ottenuto nelle seconde libere, davanti a Jorge Lorenzo, a tre decimi di ritardo dal miglior tempo di Vinales. Ottima settima posizione per l’australiano Jack Miller, in sella su una Ducati clienti, bravo a precede Aleix Espargaro su Aprilia (ottavo) e l’altro connazionale Rabat su Ducati (nono). Al decimo posto Iannone su Suzuki, con 5 decimi di ritardo dal miglior tempo di Vinales. Dovranno partire dalla Q1 Dani Pedrosa, dolorante al polso destro e soltanto sedicesimo al termine delle decisive FP3.

MOTOGP, LE QUALIFICHE: ZARCO, STORICA POLE

Dalla Q1 ottengono la qualificazione in Q2 Cal Crutchlow e Dani Pedrosa, rispettivamente con l’undicesimo e dodicesimo tempo. Nella seconda e decisiva qualifica, storica pole position in terra francese per il pilota di casa Johann Zarco, che stampa il miglior tempo in 1.31.185, staccando di un decimo lo spagnolo Marc Marquez. Un primo trionfo per Zarco, che è riuscito a prendersi il lusso di battere ancora una volta i piloti ufficiali Yamaha, confermando tutte le proprie doti velocistiche, nonostante i vertici della casa di Iwata tendano a sminuire i suoi risultati difendendo la coppia ufficiale composta da Vinales e Rossi. In prima fila, scatterà dalla terza posizione della griglia di partenza di domani Danilo Petrucci, primo tra i piloti Ducati, con un ritardo di poco meno di due decimi rispetto a Zarco. Al quarto posto un altro italiano, Andrea Iannone, a soli due decimi di ritardo dalla pole position stabilita dal pilota francese del team Tech 3 Racing. C’è tanta Italia nelle prime cinque posizioni della griglia di Le Mans, visto il quinto posto conquistato da Andrea Dovizioso, che ha preceduto il compagno di scuderia Jorge Lorenzo, sesto, a 37 millesimi dal Dovi. Settima l’altra Ducati di Jack Miller, che ha confermato di essere veloce fin dalle prime libere del venerdì, guadagnandosi un’ottima posizione in griglia di partenza in vista della gara di domani. L’australiano si è preso il lusso di mettersi alle spalle la coppia ufficiale Yamaha, con Vinales ottavo e Valentino Rossi nono. I due rider della casa di Iwata non sono andati oltre l’ottavo e nono tempo, chiudendo rispettivamente con sei e sette decimi di ritardo rispetto al miglior tempo fatto registrare da Zarco. Dietro di loro Dani Pedrosa, reduce dall’operazione al polso destro e che è arrivato con otto decimi di ritardo.

GP FRANCIA 2018 MOTOGP: IL WARM-UP

Ricordiamo che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 9.40 del mattino, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme che sono particolarmente importanti all’inizio della stagione, anche se ormai non possiamo più dire di essere proprio alle prime battute. Inoltre quest’anno non ci sono stati molti cambi moto tra i piloti di spicco, almeno a livello dei team ufficiali delle Case più prestigiose, che di fatto hanno tutte confermato i propri organici della stagione 2017. In ogni caso, per tutti questa breve sessione può essere utile: tante volte nella sua carriera ad esempio Valentino Rossi ha costruito proprio nel warm-up le sue sportivamente miracolose rinascite in gara, dunque sarà bene prestare attenzione a quello che può succedere già al mattino.

L’ANNO SCORSO

Sotto i riflettori ci sarà sicuramente il padrone di casa Johann Zarco, che sta accendendo l’interesse per la MotoGp in Francia ma che si trova anche a dover affrontare la difficile situazione di chi ha già annunciato che l’anno prossimo correrà per un’altra Casa e dovrà vivere quasi tutta la stagione con il team che lascerà. L’anno scorso a Le Mans la gara della classe regina regalò a Zarco un bellissimo secondo posto in una gara letteralmente dominata dalla Yamaha ma che lasciò un bruttissimo ricordo a Valentino Rossi, caduto all’ultimo giro mentre lottava con il compagno di squadra Maverick Vinales. Almeno 20 punti persi, anche se con il senno del poi possiamo dire che non avrebbero modificato la situazione di una stagione che in seguito sarebbe andata nettamente in calando per la Yamaha. Dunque il vincitore del 2017 fu Vinales davanti a Zarco, con Dani Pedrosa terzo per salvare l’onore della Honda in una gara che però vide il dominio assoluto dei grandi rivali e il ritiro per caduta anche di Marc Marquez. Fu invece quarto Andrea Dovizioso con la migliore Ducati. Così andò un anno fa: cosa succederà invece oggi? Per saperlo, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista del circuito di Le Mans, nome che per ogni appassionato degli sport motoristici garantisce sempre emozioni, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio di Francia 2018 della MotoGp sul circuito di Le Mans sta per cominciare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori