DIRETTA/ MotoGP Catalogna 2018, qualifiche live: pole position per Lorenzo, Marquez e Dovizioso in prima fila

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp qualifiche, FP3 e FP4 live del GP Catalogna 2018 a Barcellona Montmelò: cronaca e tempi delle sessioni in programma sul circuito (oggi sabato 16 giugno)

valentino rossi MotoGp
Diretta MotoGp - LaPresse: Valentino Rossi

Jorge Lorenzo conquista la pole position nelle qualifiche del Gran Premio di Catalogna in programma domani sulla pista di Montmelò, nei pressi di Barcellona, che ospita la settima tappa del Motomondiale 2018. Dopo aver trionfato al Mugello, il maiorchino realizza il miglior tempo in 1’38″680 mettendo in riga un certo Marquez (1’38″746), il campione in carica della MotoGp si deve accontentare della prima fila così come Andrea Dovizioso (1’38″923). Maverick Vinales (1’39″145), Andrea Iannone (1’39″158) e Danilo Petrucci (1’39″188) occuperanno la seconda fila, solamente settima casella della griglia di partenza per Valentino Rossi (1’39″266) che nel momento topico ha commesso un paio di errori rovinando i suoi giri. Zarco (1’39″331) e Rabat (1’39″704) completano la terza fila; Crutchlow (caduto a pochi minuti dalla bandiera a scacchi), Pedrosa e Nakagami non vanno oltre la quarta fila. [agg. di Stefano Belli] GP CATALOGNA 2018, DIRETTA LIVE

MARQUEZ E NAKAGAMI ENTRANO IN Q2, ELIMINATO MORBIDELLI

Marc Marquez non ha avuto problemi a strappare il pass per la Q2 in programma tra pochi minuti sul circuito di Montmelò dove tra qualche decina di minuti verrà definita la griglia di partenza del Gran Premio di Catalogna in programma domani e valevole per il campionato 2018 della MotoGp. Il campione del mondo in carica ha girato in 1’39″217, nessuno è riuscito a tenergli testa e a impensierirlo. A sorpresa si è qualificato per la seconda manche Takaaki Nakagami, il giapponese della Honda LCR grazie al tempo di 1’39″663 è riuscito a sorprendere Miller (1’39″732), Syahrin (1’39″879) e Rins (1’39″918). Eliminati anche Aleix Espargaro (1’40″010), Bradley Smith (1’40″019), Franco Morbidelli (1’40″058), Pol Espargaro (1’40″178), Scott Redding (1’40″300), Karel Abraham, Alvaro Bautista, Mika Kallio, Thomas Luthi, Sylvain Guintoli e Xavier Simeon. [agg. di Stefano Belli]

IANNONE IL PIU’ VELOCE NELLA FP4

In extremis Andrea Iannone ha realizzato il miglior tempo della quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna sul circuito di Montmelò dove domani si correrà la settima gara del Motomondiale 2018. Quando il direttore di corsa aveva già sventolato la bandiera a scacchi, il portacolori della Suzuki ha fermato il cronometro sull’1’39″708, precedendo di 81 millesimi Jorge Lorenzo (1’39″789) e di 128 millesimi Marc Marquez (1’39″836). La Yamaha occupa la quarta posizione con Maverick Vinales (1’39″944) davanti ad Andrea Dovizioso (1’40″044), un ottimo Tito Rabat (1’40″156), Valentino Rossi (1’40″236), Danilo Petrucci (1’40″301), Hafizh Shayrin (1’40″321) e Dani Pedrosa (1’40″441) che completano la top 10. Grande rischio per Marquez che si è intraversato in uscita dall’ultima curva ma è riuscito miracolosamente a rimanere in piedi. Ora si fa sul serio con l’inizio delle qualifiche vere e proprie, Q1 affollatissima con ben 16 piloti, soltanto 2 di loro accederanno alla Q2. [agg. di Stefano Belli] 

LE DUCATI DI NUOVO DAVANTI CON LORENZO E DOVIZIOSO

Sulla pista di Montmelò è in corso la quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, settima tappa del Motomondiale 2018. Quando manca circa un quarto d’ora al termine della FP4 la classifica dei tempi vede le due Ducati sempre davanti a tutti, con Lorenzo che precede Dovizioso di un paio di decimi. Syahrin il migliore dei piloti Yamaha in terza posizione, il malese precede Vinales e Crutchlow che tra la pattuglia Honda è quello messo meglio. Valentino Rossi attualmente occupa la settima posizione davanti al connazionale Petrucci, in top 10 anche l’Aprilia con Aleix Espargaro. Classifica destinata a cambiare ulteriormente negli ultimi quindici minuti, visto che i piloti della MotoGp continuano a girare e cercano di limare qua e là a ogni passaggio. [agg. di Stefano Belli] 

VIA ALLA FP4

Alle ore 13:30 i piloti della MotoGp torneranno in pista per disputare la quarta e ultima sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, settimo appuntamento del Motomondiale 2018. A differenza delle precedenti libere, i tempi realizzati nella FP4 non conteranno assolutamente per l’accesso alle qualifiche, quest’ultima mezz’ora di prove subito prima delle qualifiche servirà per dare ai piloti la possibilità di prendere ancora più confidenza con il tracciato e con le gomme, sarà infatti fondamentale la scelta della mescola, non tanto per le qualifiche (dove quasi tutti monteranno la soft o al più la media all’anteriore) quanto per la gara, dove il caldo e le alte temperature potrebbero fare la differenza. Grande lavoro anche per i team e per i meccanici che dovranno perfezionare la messa a punto delle moto in base al feedback fornito dai centauri. [agg. di Stefano Belli] 

DUCATI FA LA VOCE GROSSA

Finora la pista di Montmelò sta decisamente strizzando l’occhio alla Ducati che nelle prove libere si è rivelata la moto più veloce. Lorenzo ha realizzato infatti il miglior tempo nella giornata di ieri, mentre Dovizioso ha chiuso la FP3 davanti a tutti, precedendo di appena 7 millesimi il suo compagno di squadra che l’anno prossimo passerà alla corte del team ufficiale Honda, diventando così il nuovo coinquilino di Marc Marquez. È ancora presto per sbilanciarsi e dire che le Desmosedici siano le favorite d’obbligo per la vittoria, di certo la Casa di Borgo Panigale ha cominciato questo fine settimana con il piede giusto. A differenza dello stesso Marquez, finito a terra sia ieri che stamattina, e per colpa delle due cadute non è riuscito ad assemblare il giro buono rimanendo a sorpresa fuori dai primi dieci. Il campione del mondo in carica della MotoGp deve ancora quindi conquistare l’accesso alla Q2 anche se ha tutte le carte in regola per passare il taglio della Q1, a patto di non sbagliare più: di errori ne ha già commessi abbastanza. [agg. di Stefano Belli]

MIGLIOR TEMPO PER DOVIZIOSO, MARQUEZ IN Q1!

Sul circuito di Montmelò si è appena conclusa la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, settimo appuntamento del mondiale 2018 di MotoGp. Il pilota più veloce nella FP3 è stato Andrea Dovizioso che ha fermato il cronometro in 1’38″923, dominio Ducati certificato dal secondo posto di Jorge Lorenzo (1’38″930), più lento del forlivese di soli sette millesimi. La Yamaha occupa la terza posizione grazie a Maverick Vinales (1’39″012), non manca la Suzuki con il quarto tempo di Andrea Iannone (1’39″037), presente all’appello anche la Honda LCR con Cal Crutchlow (1’39″041). Nella top ten anche Johann arco (1’39″143), Valentino Rossi (1’39″150), Danilo Petrucci (1’39″202), Dani Pedrosa (1’39″219) e Tito Rabat (1’39″256). Grande delusione per Marc Marquez solamente undicesimo e finito a terra proprio nel momeno in cui bisognava fare il tempo per entrare direttamente in Q2, si complica maledettamente il sabato per il campione del mondo in carica che ora dovrà fare gli straordinari nella Q1 in programma subito dopo la FP4 che comincerà alle ore 13:30.  [agg. di Stefano Belli]

MARQUEZ RIENTRA NELLA TOP TEN

Quando mancano circa 20 minuti al termine della FP3 sul circuito di Montmelò (sede del Gran Premio di Catalogna in programma domani per il campionato 2018 di MotoGp), andiamo a riassumere in puro ordine cronologico quanto accaduto in pista. Con la media davanti e la soft dietro, Marquez non ha grosse difficoltà a migliorarsi e a rientrare nella top-10 fino a risalire in terza posizione, del resto ieri il campione del mondo in carica non ha potuto girare molto per colpa di una caduta. Buon balzo anche per Tito Rabat che grazie al tempo di 1’39″596 si arrampica all’ottavo posto. Si migliora anche Aleix Espargaro ma non abbastanza da portare l’Aprilia virtualmente in Q2. Per vedere comunque un po’ di fermento in pista occorrerà aspettare gli ultimi minuti quando tutti cercheranno il tempo buono con gomme nuove anziché usate. [agg. di Stefano Belli] 

NESSUNA NOVITA’ A INIZIO FP3

È appena cominciata sul circuito di Montmelò la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, settima tappa del campionato 2018 di MotoGp. Al momento la classifica non ha subito variazioni, ricordiamoci che si basa sui tempi combinati di FP1 e FP2 e che vede Lorenzo davanti a tutti, seguono Iannone, Vinales, Dovizioso, Rossi, Crutchlow, Petrucci, Zarco, Pedrosa e Syahrin che in questo momento sarebbero in Q2. Il condizionale d’obbligo visto che la FP3 è appena cominciata e tra quaranta minuti la situazione può cambiare completamente, basti pensare a Marquez che in questo momento è fuori dalla top ten, soltanto dodicesimo il campione del mondo in carica che non può permettersi di disputare la Q1 per non correre rischi e di incappare in qualche brutta sorpresa. [agg. di Stefano Belli] 

VIA ALLA FP3!

Alle ore 9:55 prenderà il via sul circuito di Montmelò, nei pressi di Barcellona, la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, settimo appuntamento del campionato 2018 di MotoGp. La Fp3 è considerata una sorta di prequalifica, infatti i dieci piloti più veloci al termine della sessione, tenendo conto anche dei tempi realizzati nelle libere di ieri, accederanno direttamente alla Q2, gli altri invece dovranno contendersi gli ultimi due posti a disposizione nella prima manche di qualifiche. Per questo motivo vale la pena seguire le attività in pista, il focus sarà ovviamente centralizzato sul giro secco e sulla scelta ottimale delle gomme da utilizzare. Il caldo sarà una variabile importante, per tutto il weekend è previsto sole e bel tempo con un aumento delle temperature proprio per domani, in teoria la soft non sembra indicata comme gomma da gara ma l’asfalto nuovo potrebbe riservare delle sorprese. [agg. di Stefano Belli] 

LORENZO IN GRAN SPOLVERO

Dopo aver trovato al Mugello la prima vittoria in sella alla Ducati, Jorge Lorenzo sembra essersi finalmente sbloccato, come dimostrano anche i risultati della seconda sessione di prove libere sul circuito di Montmelò, dove domani si correrà il Gran Premio di Catalogna valevole per la stagione 2018 di MotoGp. Il maiorchino è stato l’unico nella giornata di ieri a girare sotto l’1’39”, a ulteriore conferma del suo ottimo stato di forma: peccato che nella prima parte di campionato abbia raccolto pochissimi punti, altrimenti Lorenzo si sarebbe sicuramente rivelato un degno rivale per Marc Marquez, che resta sicuramente il netto favorito per la conquista del titolo. Non a caso il team ufficiale Honda ha deciso di puntare su di lui per l’anno prossimo, che nel 2019 potrà contare su una coppia di piloti da sogno che ha vinto gli ultimi cinque mondiali (e potrebbero diventare sei se Marquez completerà l’opera pure quest’anno) e che non farà dormire sonni tranquilli alle altre squadre. [agg. di Stefano Belli] 

PROGRAMMA E ORARI DEL SABATO

La MotoGp è ancora in diretta: oggi, sabato 16 giugno, grande appuntamento con le qualifiche del Gran Premio di Catalogna 2018 sul circuito del Montmelò, che serviranno a stabilire la griglia di partenza e l’autore della pole position del settimo appuntamento con il Motomondiale 2018, che si disputa sul Circuit de Catalunya a poca distanza dal capoluogo Barcellona, dove va dunque in scena il secondo dei quattro Gran Premi stagionali che si corrono in terra di Spagna. Appuntamento tra l’altro sentitissimo, dal momento che questa è una regione che ha più di tante altre il motociclismo nel sangue, tanto che questa è la vera gara di casa per molti centauri spagnoli. Ricordiamo adesso tutti gli appuntamenti, utili per tutti gli appassionati in questo intenso sabato motoristico: si parte alle ore 9.55 con le prove libere FP3, 45 minuti particolarmente importanti anche perché definiranno la classifica combinata delle prime tre sessioni di libere che stabiliscono i dieci qualificati direttamente al Q2; alle ore 13.30 i 30 minuti della FP4, poi le due sessioni delle qualifiche, da 15 minuti ciascuno: alle ore 14.10 via alla Q1, alle ore 14.35 ecco la decisiva Q2 che definirà le prime quattro file della griglia di partenza, secondo il format che è utilizzato in MotoGp ormai da diversi anni.

MOTOGP, LE QUALIFICHE IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Giornata fondamentale per un appuntamento fra i più attesi dell’anno della MotoGp per il gran numero di centauri che sono originari proprio della regione catalana. Anche quest’anno il Motomondiale è trasmesso integralmente da Sky sul satellite: il Gran Premio sul Circuit de Catalunya – ottima notizia per chi non è abbonato Sky – è che il Gp Catalogna sarà visibile in tempo reale in chiaro. Ricordiamo pure che la diretta streaming video sarà garantita agli abbonati tramite l’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda la tv in chiaro, si potrà seguire la giornata di oggi su Tv8 (numero 8 del telecomando): il Gran Premio di Catalogna come abbiamo accennato è uno di quelli che su Tv8 sarà visibile in tempo reale, dunque sarà possibile vivere tutte le emozioni delle tre gare delle classi del motociclismo dal Montmelò anche per i non abbonati Sky, senza dover attendere repliche o differite. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

MOTOGP, PROVE LIBERE 1: VALENTINO ROSSI DAVANTI A TUTTI

Valentino Rossi davanti a tutti nelle prime prove libere del Motogp di Catalunya. Il pilota pesarese, nove volte campione del mondo, ha fatto registrare il miglior tempo in 1.39.456. Bella iniezione di fiducia per Rossi, secondo nella classifica iridata dopo la caduta di Marquez al Mugello, gara che ha visto Valentino salire sul podio. Seconda posizione per Andrea Dovizioso, staccato di 3 decimi dalla Yamaha del Dottore. Il Dovi è riuscito a mettersi alle spalle per un solo 1 millesimo di secondo il compagno di squadra Jorge Lorenzo, terzo nelle libere del mattino, a conferma di come il vento sia cambiato in casa Ducati per il pilota maiorchino, nonostante l’annuncio ufficiale di Honda che nella prossima stagione potrà contare sul dream team composto da Marquez e Lorenzo. Il futuro compagno di squadra di Jorge è quarto, a quattro decimi da Valentino, ritardo che comunque non preoccupa più di tanto il campione del mondo in carica e il pilota al comando della classifica iridata. In quinta e sesta posizione le Yamaha di Zarco e Vinales, staccate rispettivamente di 4 e 6 decimi da Valentino. Settima la Honda del team clienti Lucio Cecchinello Racing guidata da Cal Crutchlow, che completa il miglior giro con un crono di 7 decimi superiore rispetto a quello del fuoriclasse di Tavullia. Tino Rabat, su Ducati, è ottavo, mentre Iannone è nono (a otto decimi) davanti per pochi millesimi a Jack Miller (decimo), anche lui su Ducati.

MOTOGP, PROVE LIBERE 2: CHE LORENZO!

Jorge Lorenzo fa registrare il giro più veloce nelle seconde prove libere del Gran Premio di Catalunya andando a stampare un tempo di 1.38.930, abbassando di oltre mezzo secondo il miglior tempo del mattino strappato da Valentino Rossi nelle prime libere. L’unico a riuscire a girare sugli stessi tempi del maiorchino è stato Andrea Iannone, secondo, staccato di un solo decimo da Jorge. Positiva la prestazione di Iannone, che sta attraversando in queste ultime settimane un ottimo momento di forma. Al terzo posto Maverick Vinales su Yamaha, con un ritardo di poco meno di 5 decimi dal più veloce oggi in pista, il connazionale Lorenzo. Rispetto al compagno di squadra accusa un ritardo di mezzo secondo Andrea Dovizioso, che chiude le seconde libere del primo pomeriggio a Barcellona in quarta posizione. Staccato di 15 millesimi dal Dovi, al quinto posto si piazza il britannico Cal Crutchlow, in sella alla Honda clienti del team LCR (Lucio Cecchinello Racing). Sesta posizione per l’altra Ducati di Danilo Petrucci, a sei decimi di ritardo dal compagno di squadra Lorenzo, a dimostrazione di quanto lo spagnolo sia andato forte con la sua Ducati. La seconda Yamaha della top 10 è quella di Johann Zarco, che conclude la giornata del venerdì in Catalogna al settimo posto con un distacco di sette decimi dalla prima posizione. Completano la top 10 Pedrosa (ottavo), Syahrin (nono) e Rabat (decimo). Soltanto undicesimo Valentino Rossi, staccato di un secondo da Lorenzo. Il Dottore può consolarsi per il fatto di avere alle spalle Marquez, dodicesimo, con lo spagnolo distante soltanto un millesimo dal tempo del Dottore.

GP CATALOGNA 2018: LA STORIA

Prima però di buttarci sull’attualità della gara di quest’anno, ripercorriamo brevemente la storia di questo Gran Premio: il circuito del Montmelò fu inaugurato nel 1991, anno in cui tuttavia ospitò soltanto la Formula 1, di cui è da allora la sede fissa del Gran Premio di Spagna. Passerà comunque un solo anno prima di vedere anche il Motomondiale di scena vicino a Barcellona: dal 1992, infatti, nemmeno le due ruote hanno mai più saltato l’appuntamento con il Circuit de Catalunya, passando soltanto attraverso un cambio di denominazione. Dal 1992 fino al 1995 si parlò infatti di Gran Premio d’Europa, mentre dal 1996 ecco la denominazione attuale, che rispecchia la fortissima identità autonoma della Catalogna. Curiosamente, invece Barcellona non è mai stata sede del Gran Premio di Spagna in ambito motociclistico, onore che in questi anni è sempre spettato a Jerez de la Frontera. Il dominatore del Montmelò è senza dubbio Valentino Rossi, che ci ha vinto ben dieci volte fra tutte le classi. Nel 1997 in 125, nel 1998 e 1999 in 250 e poi sei vittorie in MotoGp: doppietta 2001-2002, poi tre volte consecutive dal 2004 al 2006, il leggendario successo del 2009 con l’incredibile sorpasso all’ultima curva ai danni di Jorge Lorenzo, che nessun appassionato può avere dimenticato, infine la vittoria del 2016.

I NUMERI DEI BIG

Il successo di due anni fa è particolarmente significativo per il Dottore, perché in questo modo il numero 46 ha interrotto un digiuno che da queste parti durava da ben sette anni, un ritorno alla vittoria dopo tante stagioni che senza dubbio è uno dei tantissimi record della carriera da leggenda di Valentino Rossi. A partire dal 2009 c’erano state ben quattro vittorie proprio di Lorenzo (210, 2012, 2013 e 2015), che così è diventato il dominatore del Montmelò di questo decennio, sia pure ad una certa distanza dal bottino globale dell’ex compagno di squadra, che in Catalogna colse la prima vittoria la bellezza di 21 anni fa, mentre Marc Marquez (2014) e Dani Pedrosa (2008) a Barcellona nella classe regina hanno vinto una volta a testa. Negli ultimi anni il Gran Premio di Catalogna sembrava essere diventato un tabù per gli italiani, visto che dopo la splendida vittoria di Valentino Rossi nella già ricordata volata con Lorenzo nel 2009 tra tutte le classi era arrivata una sola altra vittoria, quella di Andrea Iannone in Moto2 nel 2012. Proprio il Dottore ha però provveduto a colmare il vuoto in MotoGp e l’anno scorso è arrivato il bellissimo successo di Andrea Dovizioso in sella alla sua Ducati, un binomio tutto italiano e per il Dovi il ritorno al successo al Circuit de Catalunya dopo la vittoria del 2006 in 250. Ma adesso è giunto il tempo di tornare all’attualità e di far parlare l’unico giudice, cioè la pista, quindi mettiamoci comodi: la diretta delle qualifiche e delle prove libere FP3 e FP4 del Gran Premio di Catalogna 2018 della MotoGp sul circuito del Montmelò a Barcellona sta per cominciare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori