Griglia di partenza Motogp/ Jorge Lorenzo in pole position: sempre più crisi Pedrosa (Gp Catalogna 2018)

- Mauro Mantegazza

Griglia di partenza MotoGp, GP Catalogna 2018 Barcellona Montmelò: Jorge Lorenzo trova la pole position sulla pista spagnola, Marc Marquez secondo.

marc marquez motogp
Diretta Motogp: Marc Marquez (LaPresse)

Anche in vista del Gran Premio di Catalogna 2018, spicca in maniera negativa il nome di Dani Pedrosa, che oggi al Montmelò partirà solo dalla 11^ posizione della griglia di partenza. Il campione della Motogp, in sella alla Honda pare infatti più in crisi che mai e non solo per la confusa situazione di mercato che lo vede protagonista. Lo spagnolo, scaricato dalla Honda e indeciso se cercarsi un altro team o ritirarsi, di certo non sa facendo bene neppure in pista. Brutte le prove libere a cui abbiamo assistito nel primi giorni del weekend di Catalogna, come pure le qualifiche, che come abbiamo detto, gli hanno regalato solo 11^ casella in griglia di partenza; di certo c’è poco ottimismo nei suoi box in vista della gara di oggi a Barcellona. Lo stesso Pedrosa ha infatti detto: “Non ero totalmente fiducioso, soprattutto a metà curva, e non sono stato in grado di spingere come volevo.È davvero un peccato dover iniziare così indietro in griglia, in quanto ciò cambia chiaramente la strategia per la gara. In ogni caso, dobbiamo mantenere la concentrazione, fare la giusta scelta di gomme e cercare di fare una buona partenza”. Vedremo che succederà oggi in pista!

LA DUCATI SORRIDE

Come già emerso nelle prime sessioni di prove libere occorse in questi primi giorni del weekend dedicato al Gp di Catalogna 2018, l’asfalto del Montmelò sorride davvero alle Ducati. Le moto di Borgo panigale, almeno quelle ufficiali dopo tutto occupano la prima fila della griglia di partenza della prova di Barcellona della Motogp: pole position per Lorenzo e terzo piazzamento per Andre Dovizioso. Importanti però anche i piazzamenti in griglia anche delle Ducati di fabbrica: non dimentichiamo infatti che in gara oggi a Montmelò partirà dalla sesta piazzola la Pramac di Petrucci (prossimo pilota ufficiale per la stagione 2019 della Motogp), mentre alla nona casella vedremo Tito Rabat. Insomma benchè certo davanti vi siano nomi sempre favoriti alla vittoria come quelli di Marc Marquez, in casa Ducati c’è da sorridere controllando la griglia di partenza: vedremo però che dirà la pista alla fine. (agg Michela Colombo)

WEEKEND DIFFICILE PER MARQUEZ?

E’ stato senza dubbio un weekend in salita per Marc Marquez quello del Gran Premio di Catalogna 2018: il campione in carica della Motogp, pur potendo partire oggi dalla seconda posizione nella griglia di partenza, di certo ha fatto più fatica del soltio in questi giorni a Montmelò. Lo spagnolo della Honda infatti non ha trovato ottimi tempi nelle tre sessione di prove libere del sabato come del venerdi, causa anche alcune sbavature di troppo realizzate (almeno nella Fo2) sul finale time attacco alla bandiera scacchi. Ecco perché ieri Marquez ha dovuto disputare il Q1 per poter lottare per la pole position nella Q2: tale impiccio però si è trasformato pvviavmete in una mera formalità per il campionissimo della Motogp, come pure l’ottima seconda posizione in griglia di partenza a meno di un centesimo di secondo dalla pole position di Lorenzo dimostra. Insomma lo spagnolo terribile pur non avendo raccolto troppi dati incoraggianti in quieto fine settimana rimane sempre in prima fila e vincitore del pronostico: non ci sono più davvero alcun ostacolo per lui. (agg Michela Colombo)

L’INSODDISFAZIONE DI ROSSI

Non sono state delle belle qualifiche per Valentino Rossi. In vista del Gp di Catalogna di domani, il Dottore partirà solamente dalla settima posizione, complice un errore alla curva 10 che gli ha compromesso il tempo sul giro lanciato. Al termine delle prove, il numero 46 di casa Yamaha ha esternato tutta la propria amarezza con tali parole: «Non sono felice, perché penso che avrei potuto fare meglio. Avevo il potenziale e la velocità per la seconda fila e quello era il mio obiettivo. Stavo andando bene, ma sfortunatamente ho fatto un errore nella curva 10. Ho frenato troppo tardi». Quindi Valentino Rossi ha commentato le prestazioni dei suoi avversari, con Lorenzo, Dovizioso e Marquez che sembrano avere un passo gara nettamente più veloce: «Sembra che le due Ducati ufficiali siano un po’ più forti di noi, specialmente Lorenzo. Anche Márquez è molto veloce. Dietro c’è un gruppo con piloti il cui il ritmo è simile. Maverick, io, Iannone, Petrucci, Zarco. Ma è solo sabato. Molto può cambiare domani. Vedremo. Jorge sembra più veloce di Dovi. Márquez è vicino, ma Lorenzo è un po’ più veloce di chiunque altro». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DI LORENZO

Prosegue l’ottimo momento di forma di Jorge Lorenzo. Dopo la recente vittoria al Mugello con annesso addio alla Ducati, il pilota maiorchino ha ottenuto il miglior tempo nelle qualifiche del gran premio di Barcellona, settimo appuntamento con il mondiale MotoGp 2018. Dopo la pole position, il centauro in sella alla due ruote di Borgo Panigale, ha ammesso: «Sono molto soddisfatto perchè oggi è stata una giornata fantastica! Siamo stati sempre competitivi e veloci in tutte le sessioni e mi sento a mio agio sulla moto. La mia prima pole position con Ducati è davvero speciale e mi da una soddisfazione particolare averla ottenuta proprio nel GP di Catalunya. Dopo le buone sensazioni del Mugello arrivare qui e riuscire a continuare con la stessa progressione significa che stiamo lavorando molto bene». E chissà che una nuova vittoria domani non possa far venire un po’ di rimpianto allo stesso Lorenzo, che forse avrebbe potuto rimanere per un’altra annata a Bologna, prima del suo addio. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ROSSI E GLI ALTRI ITALIANI

Con il tempo di 1’38.860 appartiene a Jorge Lorenzo in sella a Ducati la pole position del Gran Premio della Catalunya della MotoGP 2018. Ma la griglia di partenza che si è andata determinando nel corso delle qualifiche sul circuito del Montmelò può far vedere il bicchiere mezzo pieno anche ai fan italiani, che domani vedranno ben 4 connazionali scattare dalle prime 7 posizioni. Il migliore dei nostri è stato Andrea Dovizioso, che scatterà dalla prima fila – terzo – in sella alla sua Ducati. In seconda fila, rispettivamente quinto e sesto, Andrea Iannone su Suzuki e Danilo Petrucci su Pramac. I due alfieri tricolore precedono il più amato dei nostri portacolori: Valentino Rossi, che partirà in settima posizione con un ritardo da recuperare nell’ordine dei 6 decimi. Ultimo degli italiani il promettente Franco Morbidelli, che ha chiuso 18esimo. (agg. di Dario D’Angelo) CLICCA QUI PER LA GRIGLIA DI PARTENZA

JORGE LORENZO IN POLE

Jorge Lorenzo ha conquistato la pole position sulla griglia di partenza della MotoGp per la gara di domani del Gran Premio di Catalogna a Barcellona. Sul Circuit de Catalunya a Montmelò il sabato è stato sicuramente molto positivo per gli idoli del pubblico di casa: il centauro della Ducati ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 1’38”680 e ha preceduto il suo futuro compagno di squadra Marc Marquez, comunque ottimo secondo dopo essere stato costretto a disputare il Q1. Ha fatto benissimo pure Andrea Dovizioso, terzo a completare quindi la prima fila di questa griglia di partenza catalana: l’anno scorso il Dovi aveva saputo vincere scattando addirittura dalla settima casella, dunque questo terzo posto è un’ottima base di partenza. Settimo quest’anno è invece Valentino Rossi e questo potrebbe essere un buon auspicio per il Dottore, anche se risalire dalla terza fila non è mai facile per nessuno. Prima di Valentino comunque troviamo altri due italiani, perché Andrea Iannone è quinto e Danilo Petrucci sesto, entrambi in una seconda fila che è aperta da Maverick Vinales in quarta posizione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

LA LOTTA PER LA POLE

Stiamo per scoprire quale sarà la composizione della griglia di partenza della MotoGp per il Gran Premio di Catalogna a Barcellona: infatti nel giro di un’ora scarsa, sul nastro d’asfalto del Circuit de Catalunya a Montmelò, si svolgeranno prima il Q1 che definirà le posizioni dal tredicesimo posto sulla griglia di partenza in giù e chi riuscirà a qualificarsi per la successiva sessione (attenzione perché andrà in pista anche Marquez) e in seguito naturalmente il decisivo Q2 che ci svelerà anche il nome dell’autore della pole position nella seconda gara spagnola della stagione della MotoGp. Siamo reduci da settimane in cui si è parlato più del mercato per il 2019 che dell’attualità di quest’anno: per fortuna adesso quasi tutti i tasselli sono stati chiariti, si può tornare a divertirsi in pista. La parola ai protagonisti e al cronometro! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MARQUEZ A RISCHIO

La griglia di partenza della MotoGp per il Gran Premio di Catalogna potrebbe riservarci una grande sorpresa a Barcellona: al termine della terza sessione di prove libere disputata stamattina al Montmelò infatti Marc Marquez è rimasto escluso dalle prime dieci posizioni della classifica combinata dei tempi delle tre libere e di conseguenza oggi pomeriggio da regolamento dovrà prendere parte al Q1 per ottenere uno dei due posti disponibili nel Q2. Ovviamente Marquez ha tutte le qualità per ottenere questo primo obiettivo e poi lottare anche per le migliori posizioni sulla griglia di partenza e magari pure per la pole position, ma il sabato catalano è iniziato in salita per il campione del Mondo in carica che ha creato qualche brivido ai suoi tifosi che affollano le tribune del Circuit de Catalunya. Marc Marquez rischia davvero di partire dal fondo dello schieramento? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ANNO SCORSO

In attesa di scoprire come si comporrà la griglia di partenza della MotoGp per il Gran Premio di Catalogna a Barcellona, andiamo a ricordare che cosa era successo l’anno scorso al Montmelò. Le qualifiche erano state un dominio spagnolo: pole position per Dani Pedrosa davanti a Jorge Lorenzo, poi in seconda fila ecco Marc Marquez quarto davanti ad Aleix Espargaro e Hector Barbera, l’unico non iberico nelle prime sei posizioni era stato un eccellente Danilo Petrucci, terzo per completare la prima fila della griglia di partenza con la sua Ducati Pramac. Settimo Andrea Dovizioso, addirittura tredicesimo Valentino Rossi, ma poi in gara la storia fu ben diversa perché la vittoria andò proprio a Dovizioso, autore di una straordinaria rimonta che gli consentì di vincere persino con ampio margine di vantaggio davanti a Marquez, Pedrosa e Lorenzo, mentre purtroppo Petrucci fu costretto al ritiro e Rossi risalì ma solo fino all’ottavo posto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA LOTTA PER LA POLE POSITION

Oggi conosceremo la griglia di partenza del Gran Premio di Catalogna 2018 della MotoGp sul circuito del Montmelò nei pressi di Barcellona, una tappa ormai tra le più tradizionali per ospitare la settima tappa della stagione per il Motomondiale. Due settimane fa al Mugello Valentino Rossi ha spezzato un digiuno che durava ormai da un anno e mezzo per i centauri italiani per quanto riguarda le pole position. Le gerarchie del sabato sono a dire il vero molto instabili di recente. Nella scorsa stagione le qualifiche furono un vero e proprio duello fra la Honda e la Yamaha e un dominio praticamente assoluto dei centauri iberici con due sole interruzioni, entrambe firmate da Johann Zarco, dunque l’unico a spezzare nel 2017 il dominio iberico. Il francese poi ha conquistato la prima pole position di questa stagione, a marzo in Qatar e di nuovo è partito davanti a tutti in Francia, gara però poi chiusa con una caduta davanti al pubblico amico. Il 2018 in ogni caso non ha ancora identificato un dominatore per la posizione più ambita sulla griglia di partenza: infatti tra le due pole di Zarco abbiamo avuto in pole position anche Jack Miller in Argentina, Marc Marquez ad Austin (ma fu penalizzato e davanti a tutti partì Maverick Vinales) e Cal Crutchlow a Jerez de la Frontera, infine naturalmente il Dottore al Mugello. Dunque le pole position sono state finora variamente distribuita fra moto, scuderie e nazionalità molto diverse, spezzando finalmente anche il digiuno italiano che era cominciato dopo la pole di Andrea Dovizioso in Malesia nel 2016.

GRIGLIA DI PARTENZA MOTOGP: NUOVI EQUILIBRI

Nel 2017 ci fu un digiuno totale non solo da parte dei piloti italiani, ma anche della Ducati, che non riuscì mai a partire davanti a tutti pur in una stagione eccellente proprio per Andrea Dovizioso, che conquistò ben sei Gran Premi e contese il titolo mondiale a Marc Marquez fino all’ultima gara. La Ducati è riuscita a spezzare il digiuno con la pole position a Termas de Rio Hondo del pilota satellite Jack Miller, prosegue però il digiuno del team ufficiale e quindi di Dovizioso e Jorge Lorenzo, in una stagione che fin qui al sabato ha spesso esaltato le seconde linee. Scarseggiano invece le soddisfazioni al sabato per i big: prima della gioia per Rossi al Mugello, l’unica pole position conquistata da uno dei nomi di spicco è quella di Austin, quando nelle qualifiche il più veloce fu Marquez davanti a Vinales, che poi in gara partì davanti a tutti a causa della penalizzazione inflitta al campione del Mondo in carica. Nel 2017 ci furono otto pole per Marquez, cinque per Vinales e anche tre per Dani Pedrosa, l’unico a spezzare questo dominio dei tre ‘tenori’ spagnoli fu Zarco; adesso la musica almeno sul giro secco è ben diversa, al sabato sono in tanti a sperare di poter essere protagonisti. Oggi chi avrà la meglio?

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 342.8 1’38.680  
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 347.7 1’38.746 0.066 / 0.066
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 348.4 1’38.923 0.243 / 0.177
4 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 341.1 1’39.145 0.465 / 0.222
5 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 338.0 1’39.148 0.468 / 0.003
6 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 343.2 1’39.178 0.498 / 0.030
7 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 340.2 1’39.266 0.586 / 0.088
8 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 338.2 1’39.331 0.651 / 0.065
9 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 341.4 1’39.504 0.824 / 0.173
10 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 343.6 1’39.556 0.876 / 0.052
11 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 342.6 1’39.695 1.015 / 0.139
12 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 334.4 1’39.888 1.208 / 0.193


© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori