MOTOGP DIRETTA MUGELLO 2018/ Gara live: Lorenzo torna a vincere, doppietta Ducati! Secondo Dovi, terzo Rossi!

- Mauro Mantegazza

Diretta MotoGp gara e warm-up live GP Italia 2018 Mugello: cronaca e tempi, podio e vincitore del sesto Gran Premio stagionale (oggi domenica 3 giugno)

mugello motogp gruppo
Streaming MotoGp - LaPresse

Nella parte centrale della gara del Mugello si forma un quartetto tutto italiano all’inseguimento di Lorenzo: Dovizioso, Iannone, Rossi e Petrucci danno la caccia al maiorchino che continua a condurre, il Dottore di Tavullia non riesce a fare di meglio per colpa di una Yamaha che anche oggi si dimostra non all’altezza sul passo gara, la gomma dura non sta rendendo come dovrebbe e non garantisce un grip decente, motivo per cui in parecchi sono finiti a terra, tra questi anche il campione del mondo in carica Marquez. Col passare dei giri le due Ducati ufficiali prendono il largo, la Casa di Borgo Panigale prende anche la terza posizione con Petrucci che in un colpo solo svernicia Rossi e Iannone che si ostacolano a vicenda, entrambi vanno in crisi con la gomma media e vengono attaccati anche dal rientrante Rins. Lo spagnolo della Suzuki sbaglia e regala la posizione ai due piloti italiani che in un batter d’occhio si sbarazzano di Petrucci, il ritmo del ternano cala improvvisamente e viene sverniciato anche da Crutchlow. Lorenzo si invola verso il trionfo con Dovizioso che pensa al campionato e si accontenta della seconda posizione che gli consente di avvicinarsi a Marquez (arrivato sedicesimo) nella classifica del mondiale della MotoGp. Rossi sale sul podio con il terzo posto, Iannone chiude quarto davanti a Rins, Crutchlow, Petrucci, Vinales, Bautista, Zarco, Pol Espargaro, Syahrin, Rabat, Smith e Morbidelli. [agg. di Stefano Belli] GP ITALIA, DIRETTA LIVE

LORENZO AL COMANDO DAVANTI A ROSSI E DOVIZIOSO, CADUTO MARQUEZ!

Partenza impeccabile di Jorge Lorenzo che balza al comando dopo la prima curva, Valentino Rossi si deve accodare con Marquez che quasi butta fuori pista Danilo Petrucci che deve alzare il piede per non fare la fine di Pedrosa, Nakagami, Redding, Abraham, Miller e Luthi, tutti a terra nei primi giri, traditi dalle altissime temperature, dalle gomme dure e dalle moto cariche di benzina che diventano molto meno gestibili. Il campione del mondo in carica della MotoGp scavalca il Dottore di Tavullia alla staccata della San Donato, ma nel tentativo di inseguire Lorenzo lo spagnolo della Honda Repsol esagera e perde il controllo della sua moto scivolando nella ghiaia. Marquez riparte in ultima posizione, gara compromessa per lui, via libera per Rossi, Dovizioso e Iannone che possono dare la caccia al leader Lorenzo. [agg. di Stefano Belli]

TUTTI SULLA GRIGLIA DI PARTENZA, VIA!

Tra circa un quarto d’ora comincerà il Gran Premio d’Italia sul circuito del Mugello, sesto appuntamento del mondiale 2018 di MotoGp. Valentino Rossi partirà dalla pole position e cercherà di rendere indimenticabile questa giornata, non sarà una passeggiata di salute per il Dottore di Tavullia che deve fare affidamento su una Yamaha che in questa prima parte di stagione non ha certo brillato, anzi. Per non parlare della concorrenza, Jorge Lorenzo che lo affiancherà in prima fila proverà a sverniciarlo sin dal via alla temibile staccata della San Donato (dove l’altro ieri Michele Pirro ha fatto un volo spaventoso, risoltosi per fortuna senza conseguenze fisiche serie per il ducatista). Dalla seconda fila Marc Marquez rimonterà come furia per riportarsi il prima possibile a ridosso delle posizioni di vertice, stesso discorso per Dovizioso; attenzione a Iannone e Petrucci, intenzionati a dare spettacolo nella gara di casa. Sono previsti 23 giri per un totale di 120 chilometri. [agg. di Stefano Belli] 

L’ANALISI DEI FAVORITI, CHI LA SPUNTERA’?

A un’ora dalla partenza del Gran Premio d’Italia, cerchiamo di capire chi potrebbe trionfare oggi al Mugello. Tutti gli occhi sono puntati su Valentino Rossi che vuole regalarsi una grandissima gioia nella gara di casa, bisogna però vedere se la Yamaha avrà il passo necessario per mettere il Dottore di Tavullia nelle condizioni di lottare per la vittoria. Da Jorge Lorenzo attendiamoci la solita partenza a razzo, nel corso di questa stagione il maiorchino ci ha abituato a prendere il comando dal primo giro per poi cedere alla distanza, sarà così anche sul circuito toscano? Marc Marquez parte un po’ più indietro del solito ma nel warm-up ha dimostrato di avere un ritmo invidiabile e sarebbe sbagliato non tenerlo in considerazione per il successo, Andrea Dovizioso è obbligato a compiere una grande rimonta se non vuole perdere ulteriore terreno nella corsa al titolo. Andrea Iannone si candida a ruolo di outsider, il centauro di Vasto dovrà stare attento però a rimanere in piedi soprattutto nelle prime tornate, visto quanto accaduto due settimane fa a Le Mans. Le gomme avranno un ruolo chiave, chi sbaglia la mescola è destinato a naufragare e ad arrancare in mezzo al gruppo. [agg. di Stefano Belli] 

MIGLIOR TEMPO PER IANNONE NEL WARM-UP

Andrea Iannone ottiene il miglior tempo nel warm-up della MotoGp che si è da poco concluso sul circuito del Mugello, dove tra poche ore si correrà il Gran Premio d’Italia. Il pilota della Suzuki ha girato in 1’47″080 precedendo di 259 millesimi il campione del mondo in carica Marc Marquez (1’47″339), terzo tempo per Andrea Dovizioso (1’47″398) che guida la pattuglia dei ducatisti. La Yamaha non va oltre il quarto posto con Maverick Vinales (1’47″541), dietro allo spagnolo troviamo la Pramac di Danilo Petrucci (1’47″634) mentre non va oltre la sesta piazza Jorge Lorenzo (1’47″672). L’autore della pole position, Valentino Rossi, si è accontentato del settimo tempo in 1’47″740), in leggera ripresa Dani Pedrosa (1’47″782) che dopo le disastrose qualifiche di ieri se non altro è ritornato nella top ten dove è presente anche l’Aprilia di Aleix Espargaro (1’47″834) e la seconda Pramac di Jack Miller (1’47″858). [agg. di Stefano Belli] 

PILOTI ALLE PRESE CON IL PASSO GARA

Sul circuito del Mugello è in corso il warm-up, ultima sessione di prove prima del Gran Premio d’Italia, sesto appuntamento del mondiale 2018 di MotoGp. I piloti girano con le moto in assetto da gara, tempi molto alti rispetto a quelli delle qualifiche di ieri, non c’è da sorprendersi visto che i centauri si stanno dedicando al long run e d’altronde la miglior prestazione al momento appartiene a Marc Marquez che ha fermato il cronometro in 1’47″655, precedendo Lorenzo, Petrucci, Dovizioso e Miller. In settima posizione Valentino Rossi, l’autore della pole position si sta concentrando sul passo gara a scapito del giro secco, del resto il Dottore di Tavullia lo ha già tirato fuori quando serviva sul serio e preferisce concentrarsi sul contenimento del degrado degli pneumatici. [agg. di Stefano Belli] 

VIA AL WARM-UP

Ci siamo, tra una decina di minuti comincerà il warm-up della MotoGp con i piloti che gireranno per venti minuti al Mugello con le moto in assetto da gara: questa sessione è importante per capire chi sarà il favorito per la vittoria e chi potrà lottare per le posizioni che contano. L’unico inconveniente, se così si può dire, è legato all’orario poiché si svolge al mattino, quando le temperature sono decisamente più basse rispetto al primo pomeriggio, quando si correrà la gara. Di conseguenza il comportamenteo delle varie mescole di gomme sarà diverso, e con il freddo la morbida ha una durata maggiore, mentre vanno in sofferenza la media e soprattutto la hard che invece garantiscono un buon rendimento sul lungo periodo anche in condizioni di caldo intenso. [agg. di Stefano Belli] 

CRESCE L’ATTESA PER LA GARA

Valentino Rossi non poteva scegliere uno scenario più suggestivo per conquistare quella pole position che gli mancava da Motegi 2016: a 39 anni compiuti il Dottore di Tavullia continua ad infiammare gli animi dei tifosi italiani che oggi accorreranno in massa al Mugello per vederlo all’opera, il sogno di tutti è che torni al successo che gli manca da Assen 2017, quando vinse in volata su Danilo Petrucci. Che oggi correrà con una livrea speciale, il team Pramac ha deciso infatti di rendere omaggio alla Lamborghini sfoggiando i colori della casa di Sant’Agata Bolognese, il giallo e il nero. Petrucci e Miller saranno dunque inconfondibili in mezzo al gruppo, e ci auguriamo che entrambi possano finire la gara il più avanti possibile, magari ingaggiando una dura battaglia proprio con Rossi, che ovviamente dovrà vedersela anche con il campione del mondo in carica Marc Marquez, i due Andrea (Dovizioso e Iannone) e Jorge Lorenzo che proverà ad andare in fuga nei primissimi giri, cosa nella quale si è specializzato durante la sua permanenza in Ducati. I motivi di interesse non mancano, anzi. [agg. di Stefano Belli] 

PROGRAMMA E ORARI DELLA DOMENICA

La MotoGp sarà in diretta oggi, domenica 3 giugno, con il Gran Premio d’Italia 2018 sul circuito del Mugello, sesto appuntamento con il Motomondiale 2018 che fa tappa sul meraviglioso circuito toscano dove tutti ci auguriamo di assistere a una gara spettacolare e divertente per tifosi e appassionati. L’appuntamento principale della domenica è naturalmente quello con la partenza della gara della MotoGp: i semafori si spegneranno alle ore 14.00, classico orario dei Gran Premi della classe regina, quando prenderà il via la corsa sulla distanza di 23 giri per un totale di 120,6 km, dal momento che ogni giro dell’autodromo di proprietà della Ferrari nel comune di Scarperia misura 5,245 chilometri con 15 curve, di cui sei a sinistra e nove a destra. Queste sono dunque le caratteristiche essenziali della pista italiana, nella quale ognuna di queste curve può regalare emozioni, anche se poi magari l’ultima parola verrà detta solamente tramite una volata sul lungo rettilineo d’arrivo, dove si raggiungono impressionanti punte di velocità (clicca qui per la griglia di partenza scaturita dalle qualifiche di ieri al Mugello).

MOTOGP, LA GARA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

Per gli appassionati che vorranno seguire la MotoGp in tv oppure in streaming video, c’è una importante novità da segnalare: oggi, domenica 3 giugno 2018, si potrà seguire tutto (compreso il warm-up) su Sky Sport MotoGp HD, il canale numero 208 della piattaforma satellitare Sky che per la quinta stagione consecutiva detiene i diritti per trasmettere tutti gli appuntamenti della MotoGp. Come sempre il filo conduttore della giornata sarà Paddock Live, la rubrica contenitore che collegherà tutte le varie sessioni delle tre classi. Inoltre, gli abbonati avranno anche l’occasione di seguire le prove in streaming video tramite l’applicazione SkyGo. Per quanto riguarda la tv in chiaro, si potrà seguire la giornata di oggi su Tv8 (numero 8 del telecomando): il Gran Premio d’Italia, come ampiamente ricordato, è uno di quelli che su Tv8 sarà visibile in tempo reale, dunque sarà possibile vivere tutte le emozioni delle tre gare delle classi del motociclismo dal Mugello anche per i non abbonati Sky, anche se dal vivo sarebbe ancora meglio. Ricordiamo anche i riferimenti ufficiali del Mondiale su Twitter, l’account @MotoGp, così come la pagina MotoGp su Facebook.

PROVE LIBERE 3, RUGGITO DI MARC MARQUEZ

Nelle terze libere del sabato mattina sulla pista del Mugello, decisive per decidere i primi 10 piloti che accedono alla Q2 del pomeriggio, primo tempo per Marc Marquez in 1.46.439. Il campione spagnolo della Honda precede un ottimo Valentino Rossi, secondo con due decimi di ritardo rispetto al numero uno della classifica piloti. Terza posizione per Jorge Lorenzo, staccato di soli 7 millesimi di secondo rispetto a Valentino. Quarto tempo per Andrea Iannone, dominatore delle prime due prove libere di ieri, ma la sua Suzuki non è lontana da Marquez, da cui paga tre decimi di secondo. Quinta posizione per Johann Zarco, apparso meno brillante al Mugello rispetto ad altri weekend. Il pilota francese del team Yamaha Tech 3 si mette alle spalle l’italiano Danilo Petrucci, sesto su Ducati con un tempo superiore di mezzo secondo rispetto a quello fatto registrare da Marquez. Con lo stesso crono di Petrucci si qualifica la Honda del team LCR (Lucio Cecchinello Racing) Cal Crutchlow. Ottimo ottavo tempo per il giovane Morbidelli, che si garantisce l’accesso alla seconda sessione di qualifica, decisiva per la pole position. Nona l’altra Suzuki guida da Alex Rins, mentre Andrea Dovizioso acciuffa la decima e ultima posizione utile per guadagnarsi la possibilità di accedere direttamente alla Q2 senza dover passare per la Q1. Fuori dalla top 10 gli spagnoli Pedrosa e Vinales, rispettivamente in dodicesima e quattordicesima posizione. Non riesce ad entrare tra i primi dieci nemmeno Jack Miller, con l’australiano che chiude in undicesima posizione.

QUALIFICHE, Q1: MILLER E VINALES SI AGGRAPPANO ALLA GRIGLIA DI PARTENZA

Nella prima sessione di qualifiche, firmano il primo e secondo miglior tempo rispettivamente Jack Miller e Maverick Vinales, che ottengono così il passaggio in Q2, dove potranno lottare per un posto in prima fila e – perché no – per la pole position. Prestazione opaca invece per Dani Pedrosa, che chiude con oltre un secondo di ritardo rispetto al miglior crono fatto registrare da Miller, in sella sulla Ducati del team Pramac.

QUALIFICHE, Q2: POLE POSITION DI VALENTINO ROSSI!

La pole position va a Valentino Rossi. Il pilota pesarese festeggia al meglio la Festa della Repubblica italiana regalandosi il miglior tempo nelle prove ufficiali del Motogp che si corre sulla pista del Mugello, chiudendo in 1.46.208, battendo di 35 millesimi il rivale Jorge Lorenzo, tornato ad essere competitivo – almeno in qualifica – con la sua Ducati. Terzo posto a sorpresa per Maverick Vinales, che recupera posizioni su posizioni fino a meritarsi la prima fila, dove partirà accanto al connazionale Lorenzo e il compagno di squadra Rossi. In quarta posizione troviamo Andrea Iannone, che riesce a portare la Suzuki in seconda fila, confermando l’ottimo feeling che la moto giapponese ha con il tracciato italiano. Quinto Danilo Petrucci, seconda Ducati sulla griglia di partenza di domani, mentre soltanto sesto Marc Marquez, che dovrà dunque partire dalla seconda fila, davanti comunque ad Andrea Dovizioso (settimo). Il Dovi ha meno di 3 decimi di ritardo rispetto a Rossi. Terza fila costituita da Dovizioso, Crutchlow e Zarco, mentre Rins, Miller e Morbidelli partiranno dalla quarta fila.

GP ITALIA 2018 MOTOGP: IL WARM-UP

Ricordiamo che il primo appuntamento motociclistico di questa domenica sarà con il warm-up alle ore 9.40 del mattino, gli ultimi 20 minuti di prove a disposizione dei piloti per mettere a punto le proprie moto, fare le ultime prove su assetti e gomme e verificare eventuali cambiamenti nelle condizioni rispetto al giorno prima, anche se le temperature saranno certamente diverse rispetto alle 14.00. Va detto che ormai non siamo più all’inizio della stagione ed inoltre quest’anno non ci sono stati molti cambi moto tra i piloti di spicco, almeno a livello dei team ufficiali delle Case più prestigiose, che di fatto hanno tutte confermato i propri organici della stagione 2017. In ogni caso, per tutti questa breve sessione può essere utile: tante volte nella sua carriera ad esempio Valentino Rossi ha costruito proprio nel warm-up le sue sportivamente miracolose rinascite in gara, dunque sarà bene prestare attenzione a quello che può succedere già al mattino.

L’ANNO SCORSO

Sotto i riflettori ci saranno sicuramente tutti i nostri rappresentanti, da Valentino Rossi ad Andrea Iannone, da Danilo Petrucci a Franco Morbidelli fino ad Andrea Dovizioso, che abbiamo lasciato per ultimo nell’elenco giusto per poter ricordare meglio che un anno fa a vincere al Mugello fu proprio il Dovi. Al sabato era stato dominio Yamaha con la pole position di Maverick Vinales davanti a Valentino Rossi, ma Dovizioso riuscì comunque a completare la prima fila conquistando il terzo posto e da lì iniziò a costruire una vittoria che sulla distanza della gara risultò più che meritata, primo atto di un 2017 che da quel momento in poi sarebbe stato memorabile per Dovizioso e La Ducati, che sarebbero arrivati a sfiorare il titolo mondiale. La Yamaha comunque si salvò con il secondo posto di Vinales e il quarto di Rossi, che però fu costretto a cedere a un eccellente Danilo Petrucci il terzo gradino del podio, mentre per la Honda fu un disastro, con Marc Marquez appena sesto e nessun altro pilota fra i primi dieci. Così andò un anno fa: cosa succederà invece oggi? Per saperlo, adesso è giunto il tempo di far parlare l’unico giudice, cioè la pista del circuito di Mugello, tracciato che per ogni appassionato degli sport motoristici garantisce sempre emozioni, quindi mettiamoci comodi: la diretta della gara e del warm-up del Gran Premio d’Italia 2018 della MotoGp sul circuito di Mugello sta per cominciare



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori