IANNONE, HA FIRMATO CON APRILIA: È UFFICIALE, LASCIA SUZUKI/ MotoGp, Albesiano lo annuncia: “Ha talento”

- Michela Colombo

Motogp, Andrea Iannone saluta la Suzuki. Arrivato il comunicato ufficiale dalla scuderia: chi affiancherà Rins nel 2019? Iannone verso l’aprilia?.

andrea_iannone_suzuki_2018_lapresse
Andrea Iannone (LaPresse)

Un’altra separazione per Andrea Iannone. Dopo la rottura con Belen Rodriguez, arriva quella con la Suzuki. Il pilota tornerà all’Aprilia 10 anni dopo l’esperienza della 125. Prima è arrivato l’annuncio ufficiale della scuderia giapponese, che ha ringraziato Iannone e intanto si prepara ad accogliere lo spagnolo Joan Mir; poche ore dopo è arrivato quello di Aprilia. Per il pilota italiano un biennale per risollevarsi da due annate che non hanno regalato le soddisfazioni che aveva preventivato. A dare l’annuncio ufficiale in casa Aprilia è il responsabile Romano Albesiano: «Con lui arriva un pilota veloce e di talento che anche in questa stagione sta dimostrando il suo valore e che conferma il crescente impegno del Gruppo Piaggio e di Aprilia nel programma MotoGP». Questa per Iannone è la seconda stagione in Suzuki, squadra che lo aveva chiamato per sostituire Maverick Vinales passato alla Yamaha. All’orizzonte c’è l’Aprilia, che gli darà la chance per rilanciarsi. (agg. di Silvana Palazzo)

ANDREA IANNONE LASCIA LA SUZUKI

La Motogp torna sotto i riflettori ma non con il suo mondiale: il tema caldo di queste settimane è certamente il mercato piloti, e dopo Lorenzo e Petrucci vi sono altre importanti novità. Proprio poco fa la Suzuki ha diramato un comunicato ufficiale in cui si annuncia il divorzio ufficiale  tra la casa di Hamamatsu e Andrea Iannone, ovviamente per la stagione 2018-2019 della Motogp. Di certo la notizia non giunge nuova, visto che lo stesso pilota abruzzese aveva annunciato che presto sarebbero giunte notizie precise sul suo futuro e che le cose belle fatte vedere negli ultimi appuntamenti del calendario avrebbero ben poco cambiato le carte in tavola. La separazione però si è sempre annunciato in maniera pacifica e consensuale, e nel comunicato della Suzuki leggiamo in questo senso ottime parole di commiato: “Suzuki è grata ad Andrea Iannone per il contributo dato allo sviluppo della moto e per i risultati ottenuti insieme, confermando un appoggio incondizionato fino al termine della stagione, sperando in risultati ancora migliori nelle restanti gare. Nell’augurare al pilota il futuro più luminoso possibile la Suzuki sta lavorando alla definizione dello schieramento per la stagione 2018/19 a cominciare dal pilota che affiancherà Rins”.

I FUTURI SCHIERAMENTI

Con l’addio a fine stagione di Iannone alla Suzuki, quali saranno gli schieramenti per la stagione 2019 della Motogp? Intanto in casa Suzuki  appare più confermato che mai il ruolo di Alex Rins: accanto allo spagnolo il nome caldo è quello di Joan Mir, attualmente in Moto 2. Il profilo del pilota spagnolo classe 1997 è senza dubbio interessante e in questa prima parte della stagione ha già ottenuto tre podi e 4 piazzamenti nella top ten alla bandiera a scacchi su 5 Gp disputati. La domanda però che si fanno tutti è: dove andrà Andrea Iannone? Per il momento l’ipotesi più probabile per il pilota di Vasto è l’Aprilia, con cui pare che le trattative siano già in fase più che avanzata. L’annuncio quindi potrebbe arrivare a breve e di sicuro non sarà la moto di Aleix Espargaro (fresco di rinnovo dopo Le Mans) saltare ma quella di Redding, per il quale il futuro è ancora oscuro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori