CLASSIFICA MOTOGP/ Il Mondiale Piloti: Marquez distanzia ancor di più Valentino Rossi. Gp Olanda 2018 (Assen)

- Mauro Mantegazza

Classifica MotoGp: Mondiale Piloti dopo il Gp Olanda 2018 ad Assen. Marc Marquez vince e allunga su Valentino Rossi e tutti gli avversari, perdono quota le Ducati di Lorenzo e Dovizioso

marc marquez motogp
MotoGp: Marquez (LaPresse)

Il Gran Premio di Olanda ad Assen del MotoGp sicuramente regala un altro pomeriggio di gloria a Marc Marquez che vince e distanzia ancora in classifica generale Valentino Rossi. Il pilota spagnolo infatti distanza di cinque posizioni nella gara di oggi l’avversario che adesso è sotto di 41 punti. Stupisce Rins del Team Suzuki Ecstar che raggiunge il secondo posto, mentre l’ultimo gradino del podio è di Maverick Vinales. Si deve accontentare del quinto posto Valentino Rossi che non riesce ad ottenere quanto avrebbe voluto, girando molto al di sotto delle sue aspettative. Il Motomondiale è ancora abbastanza lungo, ma oggi Marc Marquez ha messo un altro mattoncino per la conquista dello stesso. Servirà un’impresa da parte degli altri per provare a spodestarlo da quello che è stato un predominio fino a questo momento abbastanza evidente a tutti. Un discorso che ovviamente non dovrà fare lo stesso pilota spagnolo, abituato però a gestire la pressione a questi livelli. (agg. di Matteo Fantozzi)

MARQUEZ IN TESTA CON GRANDE REGOLARITÀ

Nella classifica MotoGp spicca ancora una volta Marc Marquez: lo spagnolo della Honda vola verso un altro titolo mondiale con la vittoria nel Gran Premio d’Olanda 2018, il suo quarto successo stagionale. Grande ripresa dopo che al Mugello era finito fuori pista e si era dovuto accontentare del sedicesimo posto, poi la seconda piazza a Barcellona e quindi il ritorno alla vittoria che dunque gli mancava da Le Mans. Marquez ha vinto la metà delle gare di questo 2018: l’altra metà se la sono spartita Jorge Lorenzo – due vittorie – Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, mentre incredibilmente sono ancora a secco sia Valentino Rossi, che scivola giù dal podio dopo tre gare, e Dani Pedrosa che anche oggi ha faticato tantissimo e ottenuto un solo punto. Il secondo pilota della Honda quest’anno non è mai entrato tra i primi tre; Marquez invece aveva fatto 20 punti anche nelle prime due gare stagionali, per poi vincere tre Gran Premi in serie. Poi 20 punti tra Italia e Catalogna e il ritorno al successo; dovesse ripetere la tripletta ottenuta in precedenza, nella peggiore delle ipotesi (per lui) si porterebbe a 51 punti di vantaggio su Valentino Rossi e, con nove gare da disputare, sarebbe una seria ipoteca sul titolo mondiale. (agg. di Claudio Franceschini)

SECONDO PODIO PER RINS

La Suzuki non andava a podio ad Assen dai tempi di Kenny Roberts jr: grande risultato allora nella classifica MotoGp quello di Alex Rins, che si prende il secondo posto nel Gran Premio d’Olanda 2018. Sono 53 i punti per il giovane spagnolo, che ottiene il secondo podio stagionale: era arrivato terzo in Argentina, qui ottiene invece il miglior risultato nella sua carriera in MotoGp arrivando alle spalle di Marc Marquez e riuscendo a precedere Maverick Vinales, con una gara fantastica che stava anche per aprirgli le porte della vittoria. Rins è arrivato quinto al Mugello, e sicuramente è un pilota da tenere d’occhio: i suoi 53 punti di fatto li ha ottenuti in quattro gare, perché nelle altre quattro si è dovuto ritirare. Qualcosa da sistemare nello stile di guida e nella capacità di gestire i momenti; in più la Suzuki non è oggi una moto di punta e lo spagnolo non può pensare di lottare costantemente con i migliori. Tuttavia è in crescita: nella prima metà del campionato MotoGp 2018 ha ottenuto i soli 16 punti del terzo posto a Termas de Rio Hondo, nella seconda metà i suoi punti sono diventati 37, segno del fatto che Rins sta imparando come si fa. (agg. di Claudio Franceschini)

ROSSI E LORENZO PERDONO TERRENO

Valentino Rossi si stacca in maniera importante nella classifica MotoGp: dopo aver ottenuto il quinto posto nel Gran Premio d’Olanda 2018, il Dottore deve anche combattere con il compagno di Yamaha Maverick Vinales, che lo rimonta prendendogli 5 punti e dunque si porta a -6, vale a dire con 93 punti contro 99. Come abbiamo già detto, oggi Rossi aveva una grande occasione per come si era messa la gara, e anche perché Marquez non vinceva ad Assen da quattro anni; invece alla fine ha perso tanti punti, e deve accettare di dover difendere il secondo posto nella classifica dagli assalti anche di Yohann Zarco, che di punti ne ha 83 ed è minaccioso pur se oggi ha perso distacco dal Dottore. Male anche Jorge Lorenzo: lo spagnolo, solo settimo, era partito bene e minacciava di vincere la terza gara consecutiva. Lo avesse fatto, si sarebbe riportato in corsa per il titolo e invece adesso è scivolato a 70 punti di Marquez, ormai irraggiungibile per il connazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

FUGA DI MARC MARQUEZ

Nella classifica MotoGp dopo il Gran Premio d’Olanda 2018, la fuga di Marc Marquez sembra essere di quelle serie e concrete: i 41 punti di vantaggio su Valentino Rossi sono arrivati oggi per questione di dettagli, perché la gara di Assen è stata molto simile ad una di Moto3 con i piloti tutti attaccati fino al termine. A due giri dalla conclusione Valentino Rossi era riuscito a prendersi il primo posto, mettendo Andrea Dovizioso tra sé e Marquez: fosse finita così, adesso la classifica direbbe di un Marquez a quota 131 punti mentre il Dottore ne avrebbe 113, di conseguenza sarebbe davvero tutto riaperto. Invece l’errore di Rossi ha portato al quinto posto del pilota Yamaha, mentre Marquez ha scavalcato Dovizioso e ha allungato in maniera irreparabile per tutti gli altri: dettagli, che però hanno scavato una differenza di addirittura 23 punti che potrebbe davvero costare cara a Rossi. (agg. di Claudio Franceschini)

MARQUEZ ALLUNGA SU ROSSI

Marc Marquez vince il Gran Premio d’Olanda 2018 e allunga nella classifica MotoGp: per il pilota spagnolo i punti adesso sono 140, mentre Valentino Rossi è quinto con 99 e il Dottore si mangia le mani, perché fino a due giri dal traguardo era secondo ma ha commesso un errore che gli è costato ben tre posti. Ross si giocava anche la vittoria, invece adesso si ritrova a +6 su Maverick Vinales che ritrova il podio, mentre tra i piloti di testa fanno male Danilo Petrucci, che cade e si ritira, Johann Zarco soltanto ottavo e dunque costretto a inseguire da lontano e Jorge Lorenzo, che dopo qualche giro nelle prime posizioni perde ritmo e potenza, si ritrova settimo e, guadagnando solo 9 punti, sorpassa Danilo Pedrucci ma perde contatto dai migliori. Andrea Dovizioso salva il salvabile: quarto posto e dunque 79 punti – stacca perciò il compagno di squadra – ottimo Alex Rinsche arriva secondo e guadagna tante posizioni. (agg. di Claudio Franceschini)

PEDROSA IN RITARDO

Se nella classifica riservata al mondiale piloti della Motogp vediamo bene che la prima posizione di Marquez è ben difesa rispetto ai suoi primi avversari, anche nel taglio della top ten si nota un netto stacco che separa i migliori di questa prima parte della stagione. Se infatti il gap da colmare tra il leader della classifica Marquez e il suo primo avversario (Valentino Rossi) è di ben 27 punti, va ricordato che la distanza tra il nono in classifica (Lorenzo) e il decimo (Jack Miller) è di ben 17 punti: tra l’australiano e Pedrosa, fermo all’11 gradino della classifica piloti la distanza è di ben 9 lunghezze. Insomma, in una stagione dove a parte il predominio di Marquez (affatto costante visto pure i due zeri ottenuti) è l’incertezze a farla da padrona, con tante situazioni ben delicate e con piloti a pari punti, rimane comunque netta la divisione tra i protagonisti di sempre della stagione e i co protagonisti della Motogp, in sella a moto di fabbrica perlopiù. Unica eccezione è Pedrosa, della cui crisi di risultati però la situazione è ben nota a tutti. (agg Michela Colombo)

IN CASA YAMAHA

Alla vigilia del Gp d’Olanda 2018, a prescindere da quello che ci hanno detto le qualifiche ufficiali del sabato sulla pista di Assen di certo in casa del Diapason vi è da sorridere controllando la classifica del mondiale piloti. Ecco infatti che alla spalle del campione in carica della Motogp Marc Marquez vi sono ben tre Yamaha a dominare i gradini più altri della graduatoria. Primo avversario dello spagnolo Honda è infatti Rossi a quota 88 punti, e davanti al compagno di squadra Vinales fermo a 77 punti oltre che al collega della moto di fabbrica Zarco che invece finora ha rimediato 73 punti nella prima parte della stagione 2018 della Motogp. Di certo tutti i tre nomi appena citati non hanno svolto una stagione del motomondiale da protagonista, ma intanto a furia di piazzamenti importanti stanno occupando gradini ben onorevoli nella classifica piloti. Quello che manca è però la vittoria: arriverà forse ad Assen? (agg Michela Colombo)

SITUAZIONE DELICATA

Dando un occhio da vicino alla classifica del mondiale piloti Motogp, alla vigilia della prova di Assen non possiamo non notare un fatto ben curioso che vede implicati ben tre piloti nella top ten della graduatoria. Tra la settima e nona posizione infatti sono ben tre i piloti che vantano i medesimi punti, 66 ovvero Lorenzo, Dovizioso e Iannone: sopra di loro a quota 69 punti troviamo Crutchlow, mentre sotto di loro e ben distante Miller che di punti nella classifica Motogp ne ha raccolti un stagione appena 49. Ecco quindi che ci attediamo non poche sorprese in questa particolare parte della graduatoria al termine del Gp d’Olanda 2018: i tre piloti non hanno registrato piazzamenti in griglia di partenza eccezionali, ma di certo rientrano tra i grandi protagonisti attesi ad Assen e di sicuro ci regaleranno prestazioni importanti, capaci di dare un volto del tutto nuovo alla classifica. (agg Michela Colombo)

MARQUEZ IN TESTA

La classifica del Mondiale di MotoGp che volto assumerà al termine del Gran Premio d’Olanda sulla storica pista di Assen? Va detto che, giunti quasi a metà stagione, la classifica del Mondiale Piloti sembra avere già identificato un possibile dominatore in Marc Marquez, il campione del Mondo in carica che senza ombra di dubbio è il principale candidato al titolo anche in questa stagione 2018. Marquez ha 115 punti, frutto di tre vittorie e due secondi posti nelle prime sette gare; ci sarebbero anche due “zero”, ma dal momento che quest’anno la continuità fa difetto a tutti ecco che chi ha ottenuto risultati eccellenti in cinque Gp su sette è già in fuga. Buon per Marquez dunque, che non sta pagando (almeno per ora) due errori abbastanza gravi come quelli commessi nella folle gara in Argentina e poi con la caduta al Mugello. Al secondo posto troviamo Valentino Rossi, che si salva con la sua classe infinita ma deve fare i conti con una Yamaha che non riesce ad essere competitiva ai massimi livelli: il Dottore di Tavullia dunque non è mai andato oltre il terzo posto (pur se raggiunto ben quattro volte), che comunque in questo strano campionato sta bastando a Valentino Rossi per essere appunto secondo con 88 punti. Terzo è Maverick Vinales, che però è addirittura salito sul podio una sola volta, il secondo posto di Austin: lo spagnolo però almeno ha sempre raccolto punti e questo gli basta per toccare quota 73 e godersi il terzo gradino del podio parziale.

CLASSIFICA MOTOGP: GLI INSEGUITORI DI MARQUEZ

La conseguenza è che sulla carta per Marquez dovrebbero essere più pericolose le Ducati rispetto alle Yamaha, tuttavia i piloti ufficiali di Borgo Panigale stanno accusando ritardi già molto pesanti. Andrea Dovizioso paga a carissimo prezzo i tre “zero” negli ultimi quattro Gran Premi, spezzati solo dal secondo posto al Mugello, che unito alla vittoria in Qatar sono le due gioie in una stagione finora più difficile del previsto per Dovizioso, non a caso appena ottavo con 66 punti, esattamente gli stessi del suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, un altro che sta vivendo una stagione che definire particolare sarebbe addirittura riduttivo. Un pessimo inizio, unito alle difficoltà già incontrate nel 2017, hanno portato Lorenzo e la Ducati a dirsi addio: la metamorfosi dell’ultimo mese con le vittorie al Mugello e al Montmelò a questo punto è difficile dire se dia più gioia oppure aumenti i rimpianti per quello che avrebbe potuto essere ed invece sarà solamente fino al termine di questa stagione. I punti di ritardo da Marquez sono 49, in teoria una rimonta è ancora possibile ma servirebbe essere perfetti, il che in questa stagione della MotoGp sembra una chimera per tutti. Merita di essere citato Danilo Petrucci, quinto con 71 punti: sostituire questo Lorenzo sarà difficilissimo, ma si sta meritando la chiamata dal team ufficiale della Ducati.

CLASSIFICA MOTOGP

1 MARQUEZ M.  140

2 ROSSI V.  99

3 VINALES M.  93

4 ZARCO J.  82

5 CRUTCHLOW C. 79

5 DOVIZIOSO A. 79

7 LORENZO J. 75

8 IANNONE A. 72

9 PETRUCCI D. 71

10 MILLER J. 54

11 RINS A. 53

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori